154 CONDIVISIONI
13 Gennaio 2021
11:56

Bollate, si danno appuntamento in strada per una spedizione punitiva: scoppia maxi rissa tra minori

Un gruppo di 40 ragazzi si è dato appuntamento a Bollate, zona Quattro Torri, per mettere a segno una spedizione punitiva verso altri giovani. Qui è scoppiata una maxi rissa, placata solo grazie all’arrivo delle forze dell’ordine che hanno identificato alcuni minori. Per loro sono scattate le multe per aver violato le norme anti contagio.
A cura di Giorgia Venturini
154 CONDIVISIONI
Foto di repertorio
Foto di repertorio

Altra maxi rissa tra minori a suon di pugni e bottiglie. Dopo quella di Gallarate, in provincia di Varese, dello scorso 9 gennaio quando centinaia di ragazzini si erano dati appuntamento in piazza facendo scoppiare il caos, la sera di mercoledì 12 gennaio è stato un altro gruppo di minori a dare sfogo alla loro rabbia in un pestaggio a Bollate, in zona Quattro Torri. Qui i ragazzini si sono dati appuntamento per mettere a segno una "spedizione punitiva" che ha coinvolto una quarantina di persone, ignorando così tutte le disposizioni governative anti Covid.

I residenti hanno chiamato le forze dell'ordine

A chiamare il 112 sono stati i residenti spaventati dalle continue grida: poco dopo sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia locale e i carabinieri che sono riusciti a placare la rissa. Stando a quanto riferiscono le forze dell'ordine, le condizioni dei ragazzi erano alterati anche dall'effetto della birra e del fumo che avevano assunto poco prima dello scoppio della rissa. Rissa organizzata anche questa tramite i social: nel quartiere Quattro Torri hanno preso parte al pestaggio infatti ragazzi arrivati da più parti dell'hinterland milanese, come Settimo Milanese, Nova Milanese e Cusano, per "vendicarsi" di alcuni giovani bollatesi.

Per alcuni minori è scattata la multa

Al termine della rissa, alcuni dei ragazzini sono stati identificati mentre altri invece si sono dati alla fuga. E ancora: in quattro sono stati riportati a casa dagli agenti facendo così scattare per i genitori la multa per violazione delle norme anti contagio. Altri tre minori, di origine rom, sono stati invece condotti in caserma dai militari: anche loro stavano litigando a poca distanza dal luogo della maxi rissa.

La pandemia complice delle maxi risse

Tensioni e caos che per il procuratore del Tribunale per i minorenni di Milano Ciro Cascone, intervistato da Fanpage.it, sono anche da ricondurre a questo periodo di isolamento forzato a causa della pandemia. "Questo isolamento porta a incamerare sofferenza che poi si trasforma in rabbia. Rabbia che poi può esplodere da un momento all'altro perché mancano momenti di quotidianità che portano a un abbassamento di certi livelli di irascibilità". Si spera, dunque, a un ritorno alla normalità per non assistere più a maxi risse come quella di Gallarate e di Bollate, così come al folle gioco di autolesionismo che ha coinvolto due ragazzini di Cernusco sul Naviglio.

154 CONDIVISIONI
Rissa in strada a Santa Maria Capua Vetere
Rissa in strada a Santa Maria Capua Vetere
Ucciso con quattro colpi di pistola in Messico il volontario bresciano Michele Colosio
Ucciso con quattro colpi di pistola in Messico il volontario bresciano Michele Colosio
Cane resta sospeso nel vuoto tra le inferriate del balcone: salvato dai vigili del fuoco
Cane resta sospeso nel vuoto tra le inferriate del balcone: salvato dai vigili del fuoco
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni