È passata una settimana dalle polemiche per la festa con musica e migliaia di persone assembrate alla Darsena di Milano, molte con le mascherine abbassate. In pochi giorni la pandemia nel capoluogo lombardo ha accelerato in modo preoccupante, con una impennata di positivi al Covid e ricoveri in ospedale. Nel frattempo in tutta la Lombardia è scattata la zona arancione rafforzata.

Aperitivo in Darsena anche con la zona arancione rafforzata: centinaia di ragazzi sui Navigli

Nonostante tutto questo, e con tutti i locali chiusi, ancora molte persone si sono ritrovate nella serata di venerdì la zona dei Navigli. Come documentato dalle immagini girate da Fanpage.it, la situazione era decisamente più tranquilla rispetto al sabato precedente, ma erano molti i gruppi di ragazzi con birra in mano e mascherina abbassata seduti attorno alla Darsena in piedi lungo le alzaie.

Sala pensa di contingentare gli ingressi

Il rischio di nuovi assembramenti nel weekend era già stato indicato dal sindaco Giuseppe Sala: "Vedrò prefetto e questore in prefettura. Credo che la via sia quella di contingentare un pò gli spazi. Noi parliamo della Darsena ma mi segnalavano che cosa sta succedendo alle Colonne di San Lorenzo", aveva detto nella giornata di venerdì parlando delle possibili misure per impedire assembramenti. "Dobbiamo partire da un concetto: che se tanti vogliono stare fuori noi isoliamo una parte ma si spostano dall'altra. Non è semplice – ha concluso a margine della cerimonia al Giardino dei giusti con Liliana Segre -. Capisco che i cittadini facciamo fatica ad accettare che c'e' un limite nelle forze dell'ordine, ma questa è la realtà"

(ha collaborato Davide Arcuri)