Antonio Di Fazio, il manager arrestato per stupro
28 Febbraio 2022
14:08

Antonio Di Fazio a processo per stupro e tentato omicidio: chiesti nove anni di carcere

Nell’udienza di oggi 28 febbraio il pubblico ministero ha chiesto al giudice per le indagini preliminari nove anni di carcere per Antonio Di Fazio, il manager farmaceutico a processo per aver stuprato cinque ragazze e per il tentato omicidio dell’ex moglie.
A cura di Giorgia Venturini
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Antonio Di Fazio, il manager arrestato per stupro

L'accusa ha chiesto nove anni di carcere per Antonio Di Fazio, il manager farmaceutico a processo per aver stuprato cinque ragazze e per il tentato omicidio dell'ex moglie. La richiesta arriva al termine dell'udienza davanti al giudice per le udienza preliminare oggi 28 febbraio ed è stata avanzata dal pubblico ministero Alessia Menegazzo, titolare delle indagini con l'aggiunto Letizia Mannella, al giudice per le indagini preliminari Anna Magelli. Secondo l'accusa Di Fazio ha agito allo stesso modo con tutte le sue vittime: le ha sempre prima stordite con delle benzodiazepine per poi abusare di loro e le ha anche fotografate durante le violenze, mentre erano incoscienti. Notizia invece di settimana scorsa la scarcerazione di Di Fazio: il manager infatti è uscito dal carcere, dove era dallo scorso maggio quando era scattato l'arresto. Ora si trova ai domiciliari in una comunità per potersi disintossicare dalle benzodiazepine, la cosiddetta "droga dello stupro". Durante l'udienza si è deciso di procedere con rito abbreviato.

L'accusa di stupro e tentato omicidio

Per lui le manette sono scattate dopo la denuncia di una studentessa di 21 anni che era stata convinta dal manager ad andare a casa sua con la scusa di un colloquio per uno stage nell'azienda in cui lavorava, la Global Farma. Una volta in casa era scattata la violenza. Lo stesso era avvenuto con altre quattro ragazza. Nel suo telefono erano state trovate foto compromettenti e lo stesso manager, nel corso degli interrogatori, aveva fatto ammissioni sugli episodi contestati. La prima però ad avere accusato il manager era la sua ex moglie: negli anni la donna lo aveva denunciato già tredici volte ma in nessun caso le accuse e denunce avevano fatto partire le indagini. L'imputato in passato aveva anche tentato di uccidere la ex ma fortunatamente la donna era riuscita a scappare. E anche in quell'occasione gli inquirenti avevano archiviato tutto. Fino a quando la 21enne ha denunciato Di Fazio permettendo l'avvio del procedimento penale: davanti al giudice ora dovrà difendersi anche dall'accusa di tentato omicidio. L'ex moglie e il figlio della coppia sono tra le parti civili del processo.

Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni