223 CONDIVISIONI
Nuovo stadio di San Siro
6 Aprile 2022
11:02

“Abbattere San Siro libererebbe 210.000 tonnellate di CO2 nell’aria”, lo studio del Politecnico

Secondo il docente del Politecnico di Milano, Paolo Pileri, la demolizione dello stadio Meazza provocherebbe la liberazione nell’atmosfera di 210.000 tonnellate di anidride carbonica.
A cura di Filippo M. Capra
223 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Nuovo stadio di San Siro

Un nuovo studio realizzato dal professore di pianificazione e progettazione urbanistica del Politecnico di Milano, Paolo Pileri, sulle possibili conseguenze ambientali date dall'abbattimento di San Siro, ha portato a risultati preoccupanti. Secondo il docente, infatti, la demolizione dell'attuale stadio Meazza provocherebbe la liberazione nell'atmosfera di 210.000 tonnellate di anidride carbonica.

Lo studio del prof Pileri: CO2 in aumento del 5% con abbattimento San Siro

Durante la sua ospitata alla commissione consiliare congiunta sport e olimpiadi di Palazzo Marino dello scorso 5 aprile, Pileri ha detto che "anche altri tipi di interventi che non ho contabilizzato nel mio studio comporteranno ulteriori emissioni di Co2". Questo comporterà un costo "per le future generazioni molto alto in termini climatici". La diffusione dell'anidride carbonica a seguito dell'abbattimento del Meazza provocherà un innalzamento del 5 per cento di emissioni dell'intera città, "ovvero – ha aggiunto il professore – ci farebbero perdere in un solo colpo tutto quello che è stato guadagnato dal 2005 al 2020 in termini di emissioni". Dubbi anche sull'operazione verde voluta dai club, in quanto – secondo quanto raccolto da Pileri – "in parco di 11 ettari di alberi andrebbe a compensare solo il 5 per cento della sola quota cemento armato".

Forza Italia: Calcolo irreale, ma tanto per il momento lo stadio non si fa

Immediata la risposta di Forza Italia. Il capogruppo Alessandro De Chirico ha "attaccato" il docente dicendo che "se l'approccio con cui furono pensate le riqualificazioni urbane di Porta Nuova, CityLife, Cascina Merlata, fosse stato quello proposto dal prof Pileri ora avremo ruderi e degrado in pieno centro". Secondo De Chirico, "un buon amministratore pubblico deve pensare a cosa lascerà in eredità alla propria città e ciò fu alla base delle scelte del centrodestra". Il capogruppo di Forza Italia ha infine chiosato temendo per la mancata riuscita del nuovo stadio: "Temo che il nuovo stadio rischi di non farsi più, almeno per il momento, a causa del contesto geopolitico e delle ripercussioni sul costo delle materie prime che condizionano pesantemente il settore edile".

223 CONDIVISIONI
97 contenuti su questa storia
Nuovo stadio Inter e Milan, il centrosinistra di Sesto San Giovanni:
Nuovo stadio Inter e Milan, il centrosinistra di Sesto San Giovanni: "Qui non lo vogliamo"
Il nuovo proprietario del Milan vuole lo stadio a Sesto San Giovanni:
Il nuovo proprietario del Milan vuole lo stadio a Sesto San Giovanni: "Prima pietra entro 18 mesi"
Nuovo stadio San Siro, Inter e Milan rimandano il dossier a metà giugno: le cause del nuovo ritardo
Nuovo stadio San Siro, Inter e Milan rimandano il dossier a metà giugno: le cause del nuovo ritardo
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni