Il weekend dell'Immacolata sarà caratterizzato da un clima relativamente mite e da una grande variabilità, con la prospettiva di un imminente calo delle temperature: una debole perturbazione è in transito in queste ore sull’Italia, con gli ultimi effetti nella prossima notte sulla Sicilia. Un’altra attraverserà tutto il Paese tra stasera e domani – festa dell'Immacolata – con effetti prima nelle regioni settentrionali e poi al Centrosud. Nel corso del fine settimana l’instaurarsi di un flusso di intensi venti nord-occidentali convoglierà masse d’aria gradualmente più fredde verso la barriera alpina, in seno alle quali si muoverà una nuova perturbazione, il cui transito sulla Penisola è atteso nel corso della giornata di domenica. In seguito, con l’ingresso più incisivo dell’aria fredda di origine artica, si assisterà ad un generale e sensibile calo termico: in prospettiva, la prossima settimana mostrerà caratteristiche di stampo decisamente più invernale.

Come spiega Meteo.it per la giornata di oggi sono previste ampie schiarite al Sud e nel settore alpino. Più nuvole saranno presenti nel resto del Centro-Nord, associate anche a nebbie in sollevamento in Valpadana e nelle zone interne del Centro. Nel pomeriggio prime deboli precipitazioni o pioviggini in Liguria. Tra sera e notte tendenza a peggioramento, con piogge sparse, generalmente di debole intensità. Nelle Alpi, in Valle d’Aosta e Trentino Alto Adige limite della neve inizialmente elevato, ma in calo nella notte tra i 1000 e i 1500 metri.

Per quanto riguarda domani al mattino previste deboli precipitazioni residue al Centro e sulla Campania, in trasferimento nel pomeriggio al resto del Sud Italia e in generale diminuzione dalla sera. In giornata il sole tornerà al Nord, su Toscana, Umbria, Lazio e coste campane. Nubi in aumento lungo le Alpi dove, a fine giornata, giungeranno le prime deboli nevicate a quote medio alte. Temperature: minime in rialzo quasi ovunque; massime in calo nelle Alpi, su regioni centrali adriatiche, basso Tirreno e Sardegna, in rialzo in val padana.