in evidenza 24 maggio 09:51 Scontro treno – tir: cosa sappiamo finora

Un gravissimo incidente ferroviario si è verificato nella tarda serata di ieri lungo la linea Torino-Ivrea, all'altezza del comune di Caluso. Il treno regionale 10027 ha investito un tir adibito a "trasporto eccezionale", fermo sui binari all'altezza di un passaggio a livello. L'impatto, violentissimo, ha causato il deragliamento del locomotore e di due vagoni. Il convoglio ha investito in pieno il rimorchio del camion, deragliando e trascinando con se altri due vagoni che si sono ripiegati su se stessi finendo a ridosso di una casa cantoniera. Due le vittime: una è Roberto Madau, 61 anni, di Ivrea, macchinista del convoglio; l'altra Stefan Aureliano, 54 anni, di origine romena, residente a Busto Arsizio, lavorava nel servizio di scorta che accompagnava l'autoarticolato.

I feriti sono 20: alcuni di essi versano in gravi condizioni e tra questi c'è anche la capotreno, che lotta tra la vita e la morte dopo essere rimasta intrappolata in mezzo alle lamiere di un vagone. Sull'incidente è stata aperta un'inchiesta: indagato per disastro ferroviario l'autista del mezzo pesante, Darius Zujis, lituano di 39 anni. L'uomo sarebbe risultato negativo all'alcoltest. Gli inquirenti sono al lavoro per determinare le esatte cause dell'incidente

24 maggio 23:19 Scontro treno-tir a Caluso, il video del violentissimo impatto

 

Tgcom ha diffuso un video dell’impatto, violentissimo, tra il treno e il tir sulla linea ferroviaria Torino-Ivrea. Le immagini mostrano il treno regionale 10027 che travolge un tir adibito al trasporto eccezionale, fermo per ragioni ancora da chiarire sui binari all’altezza del passaggio a livello di Arè. Nel video si vede il momento in cui il treno arriva in prossimità del passaggio a livello e si trova davanti il tir. Lo scontro, inevitabile, ha causato il deragliamento di alcuni vagoni. Due le vittime, il macchinista del treno e l’autista del mezzo di scorta tecnica del Tir, e decine i feriti.

24 maggio 11:09 Il Codacons: “I passaggi a livello causa di un’ecatombe: 189 morti tra il 2005 e il 2016”

Intervenendo in merito all'incidente ferroviario avvenuto ieri sera lungo la linea Torino – Ivrea il Codacons ha dichiarato: "I passaggi a livello rappresentano un pericolo per la sicurezza ferroviaria e per la pubblica incolumità e vanno eliminati del tutto". In base agli ultimi dati a disposizione dell'associazione dei consumatori, tra il 2005 e il 2016 si sono registrati in Italia quasi 200 incidenti gravi in corrispondenza dei passaggi a livello con 189 vittime. "Una ecatombe inaccettabile – sostiene il Codacons – e contro la quale non è stato fatto abbastanza". A fine 2016, sostiene ancora il Codacons, l'ultima relazione dell'Agenzia Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria indica in 4.620 i passaggi a livello attivi, un numero signicativamente ridotto del 53% tra il 1990 e il 2016 (erano 9.992), "ma ancora non basta e tali attraversamenti continuano a provocare disastri e mietere vittime". "I passaggi a livello sono senza dubbio pericolosi e vanno eliminati del tutto, sostituendoli con sottopassaggi o sopraelevate. Le autorità competenti e le Regioni devono intervenire immediatamente mettendo a bando i passaggi a livello e obbligando i gestori delle ferrovie a realizzare passaggi alternativi, anche attraverso sanzioni pesantissime".

24 maggio 09:21 Indagato per disastro ferroviario l’autista del tir

Darius Zujis, l'autista lituano di 39 anni che era alla guida del camion dei trasporti eccezionali che nella tarda serata di ieri è stato travolto da un treno dopo essere rimasto bloccato su un passaggio a livello, è stato iscritto nel registro degli indagati con l'accusa di disastro ferroviario. L'autista del mezzo pesante sarebbe risultato negativo all'alcoltest e, secondo gli inquirenti, avrebbe tentato di attraversare i binari malgrado si fosse già acceso il semaforo rosso che anticipa la chiusura delle sbarre.

24 maggio 08:32 Testimoni: “Pochi secondi tra l’accensione del semaforo rosso e la chiusura delle sbarre”

Gli inquirenti hanno lavorato tutta la notte, al pari dei soccorritori, per tentare di chiarire le cause del disastro ferroviario ed accertare eventuali responsabilità. Stando a quanto riferisce Repubblica, un elemento in particolare è stato riferito da alcuni testimoni, cioè il fatto che "siano passati pochissimi secondi, tre o quattro, da quando si è accesa la luce rossa dello stop e la campana ha cominciato a suonare, a quando le sbarre si sono abbassate". A dirlo uno degli autisti che componevano la carovana partita dalla Repubblica Ceca e diretta a Foglizzo, in una ditta di catrame, dove il tir avrebbe dovuto scaricare materiale tecnico per lavori di edilizia. "Mi sono messo ad urlare alla radio perché l'autista facesse retromarcia ma è arrivato il treno", ha aggiunto un collega.

24 maggio 07:23 Venti feriti, tre sono molto gravi: una è la capotreno

Si aggrava il numero dei feriti dell'incidente ferroviario avvenuto nella tarda serata di ieri lungo la linea Torino – Ivrea – Aosta, dove un treno e un tir si sono scontrati all'altezza del passaggio a livello della frazione Are, a Caluso: il bilancio aggiornato è di due vittime – una delle quali il macchinista Roberto Madau, di 61 anni, mentre l'altro era uno degli uomini della scorta tecnica del tir. I feriti sono venti e tre di questi versano in condizioni gravi: una è la capotreno, che è rimasta incastrata per oltre un'ora tra i vagoni. E' in coma farmacologico e sta lottando tra la vita e la morte.

24 maggio 02:22 Scontro treno-tir, morto al Cto di Torino uno dei feriti gravi

Si aggrava il bilancio dell'incidente in cui questa sera un treno è deragliato nel Torinese dopo avere urtato un tir fermo sui binari. Uno dei due feriti trasportati all'ospedale Cto di Torino è morto poco dopo il suo arrivo con l'elisoccorso. Lo si apprende da fonti sanitarie.

24 maggio 02:06 Treno travolge tir, un testimone: “Scortavamo il camion, è rimasto incastrato”

L'autista del Tir, anche lui gravemente ferito nello scontro, è stato sottoposto all'alcoltest. Il Tir era scortato trattandosi di un trasporto eccezionale. "Stavo facendo segno all'autista di passare e la luce è diventata rossa all'improvviso – ha detto uno degli addetti a Repubblica.it – . Allora mi sono messo ad urlare alla radio. Gli ho detto di tornare indietro perché non ce l'avrebbe fatta a far passare tutto il cassone. Lui ha messo la retro ma in quel momento la sbarra è venuta giù ed è rimasto incastrato in mezzo al passaggio a livello".

24 maggio 01:40 Treno urta camion, una superstite: “Mi sono sentita spingere e pensavo di morire”

"Mi sono sentita spingere da dietro, sono caduta. Ho avuto paura di morire, è stato terribile". Così una passeggera del Regionale 10027 deragliato a Caluso, nel Torinese, dopo avere urtato un camion fermo sui binari. La ragazza, che si stava recando a Ivrea per poi raggiungere Aosta, si è rotta una gamba.

Nell'incidente ferroviario avvenuto questa sera sulla linea ferroviaria Torino-Ivrea, risultano per ora coinvolte 17 persone: il macchinista e un passeggero deceduti e 15 feriti più lievi, tutti passeggeri del treno. Lo riferiscono i soccorritori. Uno dei vagoni deragliati si è appoggiato contro una casa cantoniera. Uno dei feriti è stato estratto a fatica dalle lamiere. Sono tuttora in corso ricerche con la termocamera lungo la massicciata per accertare che non vi siano altri feriti o persone lungo i binari.

24 maggio 01:34 Torino – Ivrea, il tir ha attraversato il passaggio a livello mentre le sbarre si abbassavano

Secondo le prime ricostruzioni dell’incidente sarebbe stato un tir, con targa lituana e diretto verso Caluso, ad attraversare il passaggio a livello all’altezza di Arè mentre le sbarre si stavano abbassando prima del transito del convoglio. Secondo fonti di Trenitalia i dispositivi luminosi e le sbarre del passaggio a livello erano regolarmente attive. Nello schianto, secondo le prime informazioni che giungono dal luogo dell’incidente sarebbero stati abbattuti un palo dell’illuminazione pubblica e i cavi dell’alta tensione che alimentano i convogli.

24 maggio 01:23 Scontro treno – tir sulla Torino Ivrea, le condizioni dei 15 feriti

Sono almeno una  quindicina i feriti, alcuni in gravi condizioni, dell'incidente  avvenuto ad Arè, frazione di Caluso, dove un treno regionale è deragliato dopo avere urtato un tir fermo sui binari. Il  bilancio è ancora provvisorio. Secondo fonti sanitarie, tra i feriti dieci persone sono state portate in codice verde all'ospedale di Chivasso mentre altre due, in codice rosso, sono state trasportate con l'elisoccorso al Cto di Torino. Sul luogo dell'incidente il 118 sta attrezzando un ospedale da campo con le tende. Sul posto sono presenti il procuratore di Ivrea, Giuseppe Ferrando, e il comandante provinciale dei carabinieri di Torino, Emanuele De Santis.

24 maggio 00:53 Treno travolge tir sui binari e deraglia: un morto e almeno 15 feriti

IVREA (TORINO) – Grave incidente questa sera sulla linea ferroviaria Torino-Ivrea, all'altezza del comune di Caluso. Il treno regionale 10027 ha travolto un tir per i trasporti eccezionali, fermo sui binari all'altezza del passaggio a livello della frazione di Arè. L'impatto, violentissimo, ha causato il deragliamento di alcuni vagoni. Secondo le prime informazioni ci sarebbero almeno un morto (si tratterebbe del macchinista) e diversi feriti, almeno 15, ma il bilancio è destinato a salire. Attivata la maxi-emergenza, sul posto stanno intervenendo tutte le forze dell'ordine.

Nei vagoni deragliati alcuni passeggeri sono rimasti incastrati tra le lamiere. I soccorritori sono al lavoro  per liberarli. Sono tre le carrozze del  treno regionale 10026 deragliate. L'incidente al passaggio a  livello della frazione di Are', dove il convoglio ha travolto un  tir fermo sui binari per cause che sono in corso di  accertamento.

Il treno era partito da Torino Porta Nuova alle 22.3o. e sarebbe dovuto arrivare ad Ivrea alle 23.31. Lo scontro poco prima della stazione di Chivasso.

Notizia in aggiornamento.