Conflitto in Ucraina
17 Maggio 2022
06:01
AGGIORNATO20 Maggio

Le notizie del 17 maggio 2022 sulla guerra russo-ucraina

Cos’è successo nell’83esimo giorno di guerra in Ucraina. A Mariupol evacuati dall'Azovstal 260 militari tra cui 53 feriti. Putin: "Le sanzioni alla Russia sono decise dall'Europa sotto la pressione americana, ma colpiscono solo l'Unione. Colloqui con Kiev completamente interrotti".  La Svezia firma richiesta adesione alla NATO, giovedì colloquio con Biden insieme alla Finlandia.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina
17 Maggio
22:31

Kuleba: "Discusse con l'Olanda nuove sanzioni alla Russia"

"Incontro con la vice prima ministra, ministra delle finanze dei Paesi Bassi, Sigrid Kaag, per discutere l'attuazione delle sanzioni dell'Ue nei confronti della Russia, nonché i modi per congelare e sequestrare i beni russi. Ci siamo anche concentrati sugli sforzi per consolidare il sostegno internazionale per la ricostruzione dell'Ucraina". Lo ha scritto su Twitter il ministro degli Esteri ucraino, Dmitro Kuleba.

A cura di Davide Falcioni
17 Maggio
22:00

USA: "Per la Russia telefonata Blinken-Lavrov ora non utile"

"La Russia non ci ha dato nessun segnale che una conversazione tra Blinken e Lavrov possa essere utile e costruttiva in questo momento". L'ha dichiarato il portavoce del dipartimento di Stato americano, Ned Price, in un incontro con la stampa sottolineando che l'ambasciatore Usa a Mosca, John Sullivan, "continua ad avere incontri con le sue controparti". Così come l'amministrazione Usa ha contatti limitati con la delegazione diplomatica della Russia a Washington. Il segretario di Stato americano e il ministro degli Esteri russo non si parlano dallo scorso febbraio.

A cura di Davide Falcioni
17 Maggio
21:40

Zelensky in collegamento durante la cerimonia di apertura di Cannes: “Lottiamo per la libertà”

Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky, accolto da un’ovazione, è intervento a sorpresa durante la cerimonia di apertura del Festival del cinema di Cannes. "Serve un nuovo Chaplin che dimostri che il cinema di oggi non è muto".

A cura di Davide Falcioni
17 Maggio
21:11

Medvedev: "Non consentiremo lo scoppio della terza guerra mondiale"

"L'arsenale di armi moderne, affidabili, efficaci oggi raffredda le ambizioni di chi è pronto a lanciare la Terza guerra mondiale", "non consentiremo questa situazione. Ma siamo costretti a ricordarvi costantemente che nel caso di un attacco al nostro Paese saremo in grado di dare una risposta immediata e super-potente. Di respingere qualsiasi aggressione che minacci il nostro Stato". A dirlo il vice presidente del Consiglio di sicurezza nazionale russo, Dmitry Medvedev, secondo quanto riferisce Ria Novosti.

A cura di Davide Falcioni
17 Maggio
20:59

Nato, Blinken incontrerà il ministro degli Esteri turco a New York

Il segretario di Stato americano Antony Blinken incontrerà il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu a New York a margine di un evento Onu. In un briefing con la stampa, il portavoce del dipartimento di Stato americano Ned Price ha specificato che i due parleranno della richiesta di Svezia e Finlandia di aderire alla Nato. Nei giorni scorsi, Ankara aveva fatto sapere di volersi opporre alla decisione.

A cura di Gabriella Mazzeo
17 Maggio
20:39

Domani da Stoltenberg gli ambasciatori di Finlandia e Svezia

Nella giornata di domani il segretario generale della Nato incontrerà gli ambasciatori di Finlandia e Svezia. I due Paesi hanno fatto sapere di voler presentare insieme domanda di adesione. L'incontro è previsto per le 8 di domani mattina secondo quanto fatto sapere dall'Alleanza atlantica.

A cura di Gabriella Mazzeo
17 Maggio
20:27

Zelensky si collega a sorpresa alla cerimonia di apertura del Festival di Cannes

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky si è collegato a sorpresa per la cerimonia di apertura del 75esimo festival del Cinema di Cannes. Zelensky ha esortato il cinema a "non restare in silenzio davanti all'attacco della Russia contro l'Ucraina".  "L'odio alla fine scomparirà – ha detto nel corso del suo intervento – e i dittatori moriranno. Siamo in guerra per la libertà".

A cura di Gabriella Mazzeo
17 Maggio
20:04

Macron a Zelensky: "Le consegne di armi aumenteranno"

Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha confermato in una telefonata al suo omologo ucraino, Volodymyr Zelensky, che "le consegne di armi da parte della Francia continueranno e aumenteranno di intensità nei prossimi giorni e settimane, così come l'invio di attrezzature umanitarie". Lo ha reso noto l'Eliseo, dopo il tweet di Zelensky sul colloquio fra i due leader.

A cura di Davide Falcioni
17 Maggio
19:44

Mariupol, l'OMS: "In città allarme colera"

A Mariupol scatta l'allarme colera. A lanciarlo è la direttrice regionale per le emergenze dell'Oms, Dorit Nitsan, citata dall'agenzia ucraina Unian. "Riceviamo informazioni da organizzazioni non governative che a Mariupol le acque reflue sono mescolate con l'acqua potabile. Questo minaccia la diffusione di molte malattie, in particolare il colera. Ci stiamo preparando per questo con una campagna di vaccinazione, lavorando con le Ong che possano andare lì a sostenere le persone", ha detto Nitsan.

A cura di Davide Falcioni
17 Maggio
19:39

Ora Eni apre al pagamento del gas russo in rubli: “Decisione condivisa con il governo”

Eni ha avviato le procedure per aprire due conti correnti in doppia valuta (rubli ed euro) con Gazprombank, così da pagare il gas russo nella moneta di Mosca.

A cura di Davide Falcioni
17 Maggio
19:29

Peskov: "Un furto" utilizzare i beni sequestrati alla Russia per la ricostruzione dell'Ucraina

Sarebbe "un vero e proprio furto" utilizzare i beni sequestrati alla Russia nell'ambito delle sanzioni per pagare la ricostruzione dell'Ucraina. A dirlo il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, commentando nel corso di un punto stampa le parole del ministro delle Finanze tedesco, Christian Lindner, il quale si è detto favorevole all'idea, aggiungendo che il piano è già in discussione a livello di G7 e Ue. Peskov ha sottolineato che nessuno ha informato la Russia dell'iniziativa, descrivendola come "illegale e che, ovviamente, richiede una risposta adeguata. Sarebbe, in effetti, un vero e proprio furto".

A cura di Davide Falcioni
17 Maggio
18:53

Duma esaminerà la risoluzione che vieta lo scambio dei combattenti ucraini dell'Azovstal

La Duma, Camera bassa del Parlamento russo, analizzerà domani una bozza di risoluzione che vieta lo scambio dei combattenti ucraini arresi e evacuati dall'acciaieria Azovstal. Lo ha annunciato il suo presidente, Vyacheslav Volodin, definendo i membri del battaglione Azov "criminali nazisti" che non dovrebbero essere scambiati. "Sono criminali di guerra – ha aggiunto Volodin – e dobbiamo fare tutto il possibile per portarli davanti alla Giustizia".

A cura di Davide Falcioni
17 Maggio
18:22

Osce: "Rischio sfruttamento sessuale rifugiati. Ricerca 'Ucraina' aumentata del 600% sui siti porno"

"Oltre 5 milioni di persone hanno lasciato l'Ucraina negli ultimi mesi e queste persone corrono un rischio sempre più elevato di essere oggetto di sfruttamento sessuale e tratta degli essere umani". A lanciare l'allarme il coordinatore Osce per la lotta al traffico di esseri umani, Valiant Richey, durante una conferenza stampa al seguito dell'incontro con alcuni rappresentanti della Commissione e del Consiglio Ue oggi a Bruxelles. Secondo uno studio condotto dall'Osce inoltre è risultato "un numero sempre più elevato di ricerche online di pornografia e prestazioni sessuali relativa alla crisi: la chiave di ricerca ‘ucraina' è aumentato del 600% sui siti di pornografici, mentre le ricerche di ‘escort ucraine' è aumentata del 200% sui motori di ricerca". Richey ha poi spiegato che il suo ufficio riceve segnalazioni costanti di uomini che si avvicinano a donne ucraine nelle stazioni ferroviarie o nei luoghi di arrivo con false offerte di alloggio, trasporto e denaro". Per far fronte al fenomeno l'Osce ha elaborato una serie di raccomandazioni per gli stati membri tra cui il ricorso a operazioni di polizia informatica per prevenire lo sfruttamento online ed il monitoraggio delle piattaforme di condivisione delle informazioni ad alto rischio. Inoltre, stando alle linee guida presentate da Richey gli stati dovrebbero "aumentare la sensibilizzazione digitale rivolta alle persone ucraine in cerca di rifugio" e "aumentare i controlli fisici nelle stazioni e nei luoghi di arrivo dei rifugiati per prevenire gli adescamenti".

A cura di Davide Falcioni
17 Maggio
18:05

Operazione Mare Aperto: perché 4mila soldati di 7 Paesi Nato si stanno esercitando in Sardegna

Decine di navi da guerra, elicotteri, cacciabombardieri e mezzi anfibi hanno da giorni preso "d'assalto" le coste italiane nell'ambito di una  vasta campagna d'addestramento organizzata dalla Marina Militare tra l’Adriatico, lo Ionio, il Tirreno e il Canale di Sicilia. "Mare Aperto", questo il nome dell'operazione, vedrà fino al 27 maggio il coinvolgimento di oltre 4mila soldati di sette Paesi della NATO, con più di 65 tra navi, sommergibili, jet ed elicotteri, che opereranno sia su terra che nei territori circostanti grazie alle capacità dei mezzi anfibi impiegati.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
17:52

Presidente Finlandia: "Ottimista su accordo con Turchia"

Il presidente finlandese Sauli Niinisto, è "ottimista": ritiene che Helsinki e Stoccolma riusciranno a trovare un accordo con la Turchia in modo da ottenere il sostegno di Ankara alla loro richiesta di adesione alla Nato. "Sono fiducioso che con l'aiuto di colloqui costruttivi, la situazione sarà risolta", ha affermato in un discorso al Parlamento svedese.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
17:42

Ucraina, Gentiloni: "Calo del 10% dell'economia russa con nostra reazione"

La guerra in Ucraina "è il secondo cigno nero che si presenta in un paio anni" per l'economia europea, ma "la nostra reazione all'invasione da parte della Russia è assolutamente necessaria e sta creando grandi difficoltà all'economia russa che quest'anno dovrebbe perdere il 10%, secondo le nostre stime". Lo ha dichiarato il commissario europeo all'Economia, Paolo Gentiloni, nel suo intervento al Brussels Economic Forum.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
17:28

Kiev: "Ad Azovstal ora è era più importante salvare le vite dei soldati"

"Ad Azovstal più importante salvare vite soldati, servono al Paese. Loro adesso hanno un altro ordine: preservare le proprie vite. Loro servono all'Ucraina, questo è più importante". Lo afferma il ministro della Difesa ucraino Oleksy Resnikov. "Il nostro scopo principale adesso è preservare le vite della guarnigione Mariupol, di cui fanno parte la marina, difesa territoriale, polizia, guardia di frontiera, guardia nazionale, il reggimento Azov". "A Istanbul io personalmente avevo parlato di questo con il presidente Erdogan un mese fa, il presidente Zelensky mi ha delegato per questo incontro. Già allora si parlava di coinvolgimento della parte turca, ma non tutto è cosi facile. Il capo del Cremlino ha una sua idea e visione, e poi è stato detto di no al presidente Erdogan"ha rivelato il ministro della Difesa ucraino Oleksy Resnikov. "Io capisco benissimo le mogli e le madri dei ragazzi che cercano di rivolgersi alla Cina, ma bisogna capire che la Cina risolverebbe ben poco lì. Oggi abbiamo la missione umanitaria Onu, Croce Rossa, c'è l'iniziativa del Papa". Resnikov poi ribadisce: "Loro l'ordine l'hanno eseguito".

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
17:20

Come funziona il missile ipersonico AGM-183 ARRW testato con successo dagli USA

L'aeronautica militare degli Stati Uniti (Air Force) ha annunciato di aver lanciato con successo il missile ipersonico AGM-183 ARRW (Air-Launched Rapid Response Weapon), una delle armi sperimentali più avanzate al mondo. Il test è stato condotto sabato 14 maggio al largo della costa meridionale della California, col missile sganciato da un imponente bombardiere B-52H Stratofortress decollato dalla Edwards Air Force Base. Come suggerisce il nome, infatti, l'AGM-183 ARRW è un missile progettato per essere sganciato da un aereo in volo.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
17:04

Finlandia e Svezia presentano domanda per la Nato in maniera congiunta: "Percorso unitario"

Finlandia e Svezia hanno deciso di presentare la loro candidatura per l'ingresso nella Nato in maniera congiunta. La richiesta sarà presentata domani mercoledì 18 maggio, secondo quanto ha affermato il primo ministro svedese Magdalena Andersson. "Abbiamo concordato che Svezia e Finlandia affronteranno l'intero processo di pari passo e domani presenteremo insieme le nostre domande", ha affermato in una conferenza stampa congiunta con il presidente finlandese Sauli Ninisto a Stoccolma.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
16:56

Eni: "Gazprom Export si assume eventuali rischi su pagamenti in rubli"

Eni continuerà a pagare in euro il gas alla Russia. "Da un lato, a oggi, Gazprom Export e le autorità federali russe competenti hanno confermato che la fatturazione (giunta a Eni nei giorni scorsi nella valuta contrattualmente corretta) e il relativo versamento da parte di Eni continueranno a essere eseguiti in euro, così come contrattualmente previsto", spiega il gruppo italiano. "Le attività operative di conversione della valuta da euro a rubli – prosegue Eni – saranno svolte da un apposito clearing agent operativo presso la Borsa di Mosca entro 48 ore dall'accredito e senza coinvolgimento della Banca Centrale Russa". Sarà "a carico di Gazprom Export ogni eventuale costo o rischio connesso alla diversa modalità esecutiva dei pagamenti" scrive Eni nel comunicato in cui rende noto di aver avviato le procedure per l'apertura dei due conti presso Gazprom Bank. L'esecuzione dei pagamenti con queste modalità "non riscontra al momento nessun provvedimento normativo europeo che preveda divieti che incidano in maniera diretta sulla possibilità di eseguire le suddette operazioni". Eni "ha già chiarito che l'adempimento degli obblighi contrattuali si intende completato con il trasferimento in euro, e rinnoverà il chiarimento con l'apertura dei conti.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
16:45

Mosca vuole inserire inserire il battaglione Azov nella lista delle organizzazioni terroriste

Mosca vuole inserire inserire il battaglione Azov nella lista delle organizzazioni terroriste. Il procuratore generale russo ha chiesto alla Corte suprema di riconoscere il reggimento ucraino Azov come "organizzazione terroristica". Lo ha riferito l'agenzia di stampa Interfax citando il sito web del ministero della giustizia russo. La Corte Suprema russa dovrebbe esaminare il caso il 26 maggio. "I nazionalisti che si sono rifugiati nel territorio delle acciaierie Azovstal e si sono arresi dovrebbero ricevere la pena dell'ergastolo" ha detto all'agenzia russa RIA Novosti il deputato della Duma, Sultan Khamzaev. "Credo che dopo aver fornito loro le cure mediche necessarie, tutti i nazionalisti dovrebbero essere condannati alla pena piu' grave per i crimini che hanno commesso, ricevere l'ergastolo. I nazionalisti dovrebbero essere processati, e poi pentirsi delle loro azioni e chiedere perdono per molti anni". Secondo il parlamentare, nessuna azione "cancella i crimini commessi dai criminali del battaglione Azov".

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
16:32

Zelensky avverte: "Nessun invasore ci governerà"

"Non ci sono catene che possono legare il nostro spirito libero. Non c'è occupante che possa mettere radici nella nostra terra libera. Non c'è che possa governare il nostro popolo libero". Lo ha dichiarato nel suo ultimo messaggio su Telegram il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky. "Prima o poi vinceremo", ha concluso. "Non ci sono catene che possono legare il nostro spirito libero. Non c'è occupante che possa mettere radici nella nostra terra libera. Non c'è invasore che possa governare il nostro popolo libero. Prima o poi vinceremo perché questa è la nostra terra" ha aggiunto il presidente ucraino

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
16:14

Eni apre conto in rubli per gas russo ma assicura: "Pagheremo solo in euro"

L'Eni ha avviato la procedura per l'apertura di 2 conti in Russia tra cui uno in rubli come prevede la nuova normativa russa per il gas. Eni "in vista delle imminenti scadenze di pagamento per i prossimi giorni, ha avviato in via cautelativa le procedure relative all'apertura presso Gazprom Bank dei due conti correnti denominati K, uno in euro ed uno in rubli, indicati da Gazprom Export secondo una pretesa unilaterale di modifica dei contratti in essere, in coerenza con la nuova procedura per il pagamento del gas disposta" dalla Russia. Eni "ha già rigettato tali modifiche" spiegano dall'azienda . "La decisione, condivisa con le istituzioni italiane – prosegue – è stata presa nel rispetto del quadro sanzionatorio internazionale e nel contesto di un confronto in corso con Gazprom Export". La procedura per l'apertura dei conti presso Gazprom Bank è stata avviata senza accettazione di modifiche unilaterali dei contratti in essere". Lo rende noto Eni spiegando che "l'apertura dei conti avviene su base temporanea e senza pregiudizio alcuno dei diritti contrattuali della società, che prevedono il soddisfacimento dell'obbligo di pagare a fronte del versamento in euro. Tale espressa riserva accompagnerà anche l'esecuzione dei relativi pagamenti".

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
15:59

Ucraina, Corte Penale Internazionale invia 42 investigatori per indagare su crimini di guerra

La Corte penale internazionale ha inviato un gruppo di 42 persone in Ucraina per condurre indagini sui crimini di guerra "che rientrano nella giurisdizione della CPI". Lo ha annunciato in una dichiarazione il procuratore capo della corte, Karim Khan. Il gruppo comprende investigatori, esperti forensi e personale tecnico. Saranno impegnati a raccogliere testimonianze e raccogliere altre prove, ha detto il pubblico ministero. "Questo è il più grande dispiegamento delle nostre forze d'ufficio sul campo", ha detto Khan in una nota. Ad aprile, Karim Khan ha visitato Bucha, poi ha detto che l'intera Ucraina era diventata una grande scena del crimine.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
15:47

Parlamento Finlandia vota sì all'adesione alla Nato: "Non c'è da festeggiare, in Europa c'è la guerra"

Il Parlamento finlandese ha votato a larghissima maggioranza a favore dell'adesione alla Nato, con 188 voti contro 8. "Non c'è motivo di festeggiare" il via libera del Parlamento di Helsinki alla richiesta di adesione alla Nato perché "in Europa c'è la guerra", ha detto il ministro degli Esteri finlandese, Pekka Haavisto, durante il dibattito. "L'appartenenza della Finlandia alla Nato non cambierà il nostro pensiero di base secondo cui cercheremo sempre soluzioni pacifiche e siamo una nazione che ama la pace e che cercherà innanzitutto soluzioni diplomatiche per ogni conflitto", ha aggiunto.

A cura di Susanna Picone
17 Maggio
15:26

Casa Bianca fiduciosa in ok Nato a Svezia-Finlandia

La Casa Bianca è fiduciosa che la Nato possa raggiungere un consenso unanime sulla richiesta di adesione di Svezia e Finlandia, nonostante le resistenze della Turchia: lo ha detto la portavoce di Joe Biden, Karine Jean-Pierre.

A cura di Susanna Picone
17 Maggio
15:13

Nato, Biden riceve leader di Svezia e Finlandia giovedì

Il presidente americano Joe Biden riceverà giovedì alla Casa Bianca la premier svedese Magdalena Andersson e il presidente della Finlandia Sauli Niinisto. Lo riferisce la portavoce, Karine Jean-Pierre. I leader discuteranno delle domande di adesione alla Nato di Finlandia e Svezia e di sicurezza europea, oltre alla collaborazione nel sostegno all'Ucraina.

A cura di Susanna Picone
17 Maggio
14:35

Putin: "Sanzioni decise sotto pressione Usa ma pagherà l'Ue"

Se ci sarà un embargo del petrolio russo, l'Europa avrà più alti costi energia, lo ha sottolineato il presidente Vladimir Putin parlando nel corso di un incontro con le industrie petrolifere del Paese. I Paesi della Ue varano le sanzioni contro la Russia "sotto la pressione degli americani e questo porta danni alle loro stesse economie" ha detto il presidente russo nel corso della riunione con i responsabili del settore energetico.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
14:18

Stupri di gruppo nella regione di Kiev, indagato un militare russo

Un giovane militare russo è indagato dalla Procura regionale di Kiev per due stupri di gruppo avvenuti nel distretto di Brovary nel mese di marzo, nel periodo dell'occupazione. Il soldato, appartenente alla divisione di artiglieria della 30esima brigata fucilieri a motore della seconda armata militare, è sospettato di aver fatto irruzione armato in una casa privata e aver rinchiuso nel seminterrato tutti i civili presenti tranne una donna. Rimasto solo con la vittima e un commilitone, non ancora identificato, l'avrebbe minacciata di violenze contro di lei e contro i suoi familiari, per costringerla a spogliarsi completamente. Dopodiché l'avrebbe violentata.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
14:05

Vaticano invia missione diplomatica a Kiev

Vaticano invia missione diplomatica a Kiev. Il ministro degli Esteri del Vaticano in procinto di visitare i luoghi colpiti dalla guerra per portare la vicinanza del Papa e della Santa Sede. Da domani infatti prenderà il via la missione del segretario per i Rapporti con gli Stati, mons. Paul Richard Gallagher. In un tweet della Segreteria di Stato si annuncia il viaggio in Ucraina del presule in occasione del 30esimo anniversario dei rapporti diplomatici con il Paese est europeo: "Un viaggio per riaffermare l'importanza del dialogo per ristabilire la pace".

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
13:54

La Russia lascia il Consiglio degli Stati del Mar Baltico

La Russia ha deciso di ritirarsi dal Consiglio degli Stati del Mar Baltico. Lo ha annunciato il ministro degli affari esteri di Mosca, Sergej Lavrov. Quest'ultimo accusa gli Stati occidentali di aver monopolizzato il consiglio, un organismo politico per la cooperazione regionale tra i governi fondato nel 1992. "Il  loro obiettivo è di fare i loro propri interessi e di danneggiare quelli della Russia", ha sostenuto Lavrov.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
13:50

Podolyak: "La difesa di Mariupol passerà alla storia come le Termopili"

83 giorni di difesa di Mariupol passeranno alla storia come le Termopili del XXI secolo. I difensori dell'Azovstal hanno rotto i piani operativi del nemico per catturare l'est, hanno attirato enormi forze nemiche e hanno dimostrato al mondo la vera capacità di combattimento dei russi. Questo ha cambiato completamente il corso della guerra" ha dichiarato Il consigliere presidenziale e negoziatore ucraino, Mikhailo Podolyak.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
13:45

Conte: "Su armamenti l'Italia ha già dato"

"L'Italia ha fornito già armamenti, ci sono state tre forniture. Ora c'è una nuova fase in cui l'Italia deve essere protagonista insieme ad altri paesi europei per un negoziato, perché finisca questa guerra: se non diamo una sterzata, rischiamo di avere un conflitto in Europa di cui non conosciamo la durata. L'Europa non se lo può permettere perché arriverebbe una recessione che aggraverebbe le condizioni di chi è già in difficoltà". Lo ha detto il presidente del M5s, Giuseppe Conte, lasciando Palazzo Giustiniani al termine di una conferenza.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
13:36

Attacco aereo russo a Chernihiv, almeno 8 morti e 12 feriti

Secondo il servizio di emergenza statale ucraino, otto persone sono morte e 12 ferite dopo che la Russia ha lanciato un attacco missilistico sul villaggio di Desna, nella regione settentrionale ucraina di Chernihiv. Il governatore regionale, Viacheslav Chaus, ha affermato che la Russia ha lanciato quattro missili intorno alle 5 del mattino ora locale. Due dei missili hanno colpito gli edifici del villaggio, ha detto. In un video pubblicato su Facebook, Chaus ha detto: "Al mattino, il nemico ha lanciato missili contro il villaggio di Desna. Secondo i rapporti preliminari, abbiamo morti e molti feriti"

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
13:13

Il Cremlino contro l’Occidente: “Le loro azioni contro Mosca sono una guerra, noi sicuri di vincere”

Dmitrij Peskov, portavoce del Cremlino, contro l’Occidente: “Le loro azioni nei confronti della Russia sono una guerra, sarebbe più corretto ora indicare i Paesi non amici come ostili. Mosca non può essere isolata politicamente, economicamente o nella sfera dell’informazione”.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
13:00

Kiev conferma la sospensione dei negoziati di pace con Mosca

Kiev conferma la sospensione dei negoziati con Mosca. Il consigliere presidenziale e negoziatore ucraino, Mikhailo Podolyak, ha spiegato che il dialogo si è interrotto. Se riprenderanno, ha aggiunto, il moderatore potrebbe essere lo stesso presidente Volodymy Zelensky. Podolyak ha ribadito che Kiev non è disposta a cedere nulla "per salvare la faccia a Putin". "La società ha già pagato un prezzo enorme", ha aggiunto come riporta Ukrinform su Telegram. In precedenza era stato il minstro degli esteri russo Lavrov a comunicare che i negoziati con Kiev erano stati interrotti in ogni forma. "I colloqui tra Mosca e Kiev adesso non si stanno svolgendo in alcuna forma. Lo spostamento del processo negoziale ucraino da Kiev a Washington e Londra non porterà frutti" ha detto Lavrov. "Kiev si è praticamente ritirata dal processo negoziale. L'Ucraina si è praticamente ritirata dal processo negoziale. I negoziati non proseguono" ha confermato il vice ministro degli Esteri russo Andrei Rudenko

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
12:48

Russia espelle dipendenti da ambasciata finlandese a Mosca

La Russia ha espulso due dipendenti dell'ambasciata finlandese a Mosca. Lo ha reso noto il Ministero degli Esteri russo citato dalla Tass. Intanto l'operatore locale finlandese ha comunicato che non pagherà il gas in rubli e quindi si fa più concreto il possibile stop alle forniture d parte di Mosca

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
12:44

Ue: con pagamento gas in rubli possibile procedura di infrazione

"L'apertura di un conto in rubli va oltre le indicazioni che abbiamo dato agli Stati membri". Lo ha precisato un portavoce della Commissione Ue. Per quanto riguarda il rispetto della direttiva, "è il Paese membro che deve far rispettare le sanzioni, dunque è il Paese che deve vigilare che le società rispettino le sanzioni: le sanzioni hanno un obbligo legale e in caso contrario la Commissione può aprire la procedura d'infrazione", ha aggiunto il portavoce. Acquistare gas russo secondo lo schema in rubli stabilito dalla Federazione russa, "non implica alcuna ulteriore difficoltà o perdita" per i clienti, ha sostenuto invece il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov. Le autorità russe hanno fissato come scadenza la data del 20 maggio per aderire al nuovo schema e aprire un conto in rubli presso Gazprombank.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
12:30

Kiev, raid aereo su regione Chernihiv: "Molti morti"

Le forze russe hanno lanciato stamattina un attacco aereo sul villaggio di Desna, nella regione di Chernihiv, che ha provocato "molti morti e feriti". Lo ha dichiarato il governatore regionale Viacheslav Chaus, riportato dall'Ukrainska Pravda. Un bilancio preciso delle vittime al momento non è disponibile. "La guerra non ha lasciato la regione di Chernihiv", ha dichiarato Chaus, che ha invitato la popolazione alla vigilanza.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
12:21

Zelensky a colloquio con il cancelliere tedesco Scholz

Il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky ha dichiarato di aver avuto colloqui con il cancelliere tedesco Olaf Scholz . "Ho tenuto colloqui produttivi con Olaf Scholz. Ho discusso della situazione in prima linea, dell'ulteriore pressione sulla Russia, dell'aumento delle sanzioni, delle prospettive di pace. Apprezziamo il supporto tedesco, compreso quello difensivo. Contiamo su un'ulteriore assistenza tedesca nel percorso dell'Ucraina verso la piena adesione all'UE" ha fatto sapere Zelensky.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
12:09

La Duma vuole vietare lo scambio di prigionieri con combattenti del reggimento Azov

La Duma vuole vietare lo scambio di prigionieri con combattenti del reggimento Azov. Il presidente della Duma di Stato russa Vyacheslav Volodin infatti ha affermato durante una riunione parlamentare che i "criminali nazisti" non dovrebbero essere scambiati con prigionieri russi catturati. Ha chiesto ai deputati di preparare una risoluzione adeguata. "Questi sono criminali di guerra e dobbiamo fare di tutto per assicurarli alla giustizia", ​​ha detto Volodin. Il riferimento è ai membri del reggimento ucraino "Azov", che per più di due mesi hanno tenuto la difesa sul territorio dello stabilimento "Azovstal" a Mariupol. Il 16 maggio più di 260 persone, di cui circa 50 feriti, hanno lasciato lo stabilimento e sono state portate nel territorio dell'autoproclamato DNR. Le autorità ucraine hanno sottolineato che in futuro i difensori dell'Azovstal sarebbero tornati a casa attraverso una procedura di scambio di prigionieri.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
12:04

Filorussi: "Oltre 250 militari ucraini si sono arresi a Mariupol"

"Oltre 250 militari ucraini, tra cui 51 feriti provenienti dall'acciaieria Azovstal di Mariupol si sono arresi". Lo afferma il quartiere generale dell'autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk (Dpr) citato dall'agenzia di stampa russa Interfax.  "L'Ucraina sta lavorando alle prossime fasi dell'evacuazione dei difensori dell'acciaieria Azovstal a Mariupol" ha dichiarato invece la vice premier di Kiev, Irina Vereshchuk, parlando di 52  militari gravemente feriti ed evacuati dai russi.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
11:51

Londra: "Aumenta uso indiscriminato di artiglieria russa contro civili"

"Nelle prossime settimane la Russia probabilmente continuerà a ricorrere in modo pesante a massicci attacchi di artiglieria, mentre cerca di far riprendere slancio alla sua avanzata nel Donbass". E' quanto sostiene l'intelligence britannica nel suo consueto aggiornamento della guerra in Ucraina, sottolineando come Mosca stia ricorrendo sempre di più "a bombardamenti indiscriminati di artiglieria a causa della limitata capacità di acquisizione degli obiettivi e della volontà di non rischiare di far volare i propri aerei da combattimento oltre le proprie linee". L'intelligence ricorda come nella regione di Chernihiv, a nord di Kiev, circa 3.500 edifici siano stati distrutti dalle truppe russe dopo l'abbandono dell'avanzata verso la capitale. E l'80% dei danni è stato causato a edifici residenziali. La portata di questi danni, commenta il rapporto, indica la volontà di Mosca di usare l'artiglieria nelle aree abitate. La Russia, conclude infatti l'intelligence, ha probabilmente deciso di ricorrere sempre di più bombardamenti indiscriminati a causa della sua limitata disponibilità di munizioni di precisione e riluttanza ad usare i caccia fuori dai suoi confini per paura di perderli.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
11:40

Podolyak: "Vittoria russa a Mariupol al costo di 30mila soldati morti"

"Vittoria russa? Il costo è di 30mila soldati russi uccisi" così il consigliere della presidenza Ucraina, Mykhailo Podolyak ironizza sui toni trionfalistici del portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. "Senza dubbio la ‘vittoria russa', che comprende sanzioni, disprezzo internazionale, totale isolamento, yacht sequestrati e battaglie per i villaggi della regione di Kharkiv, non farà che crescere. Peskov deve sapere che per la definizione della parola ‘vittoria' il costo è di 30mila russi morti", ha scritto su Twitter. Il numero si riferisce ai soldati russi che secondo Kiev sarebbero morti da inizio guerra.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
11:29

Mosca: "Ucraini bombardano villaggio russo oltre confine"

Il governatore della regione russa di Kursk, Roman Starovoit , ha dichiarato su Telegram che le forze russe hanno riposto a un bombardamento dall'Ucraina sul villaggio di Alekseevka sopprimendo il fuoco nemico. Il villaggio si trova appena oltre il confine della regione di Sumy nord-orientale dell'Ucraina dove imperversano i combattimenti. Secondo Starovoit, tre case private sono state danneggiate, così come un'auto parcheggiata vicino a una di esse e un edificio scolastico vuoto. Il governatore ha detto che l'assistenza necessaria sarà fornita ai residenti del villaggio bombardato ma non ha parlato di vittime.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
11:20

Kiev: "I feriti dell'Azovstal saranno scambiati con prigionieri di guerra russi"

L'Ucraina sta lavorando "alle prossime fasi dell'evacuazione dei difensori" dell'acciaieria Azovstal a Mariupol. Lo ha dichiarato la vice premier di Kiev, Irina Vereshchuk. "Continua l'operazione umanitaria. Nell'interesse di salvare vite umane, 52 dei nostri militari gravemente feriti sono stati evacuati ieri. Dopo che le loro condizioni si saranno stabilizzate, li scambieremo con prigionieri di guerra russi. Stiamo lavorando alle prossime fasi dell'operazione umanitaria. Se Dio vuole, andrà tutto bene" ha scritto sui social Iryna Vereshchuk.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
11:16

Mosca: "Colloqui con Kiev completamente interrotti"

I colloqui di pace tra Mosca e Kiev sarebbero completamente interrotti. Lo ha comunicato il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov citato dall'agenzia russa Interfax. "I colloqui tra Mosca e Kiev adesso non si stanno svolgendo in alcuna forma. Lo spostamento del processo negoziale ucraino da Kiev a Washington e Londra non porterà frutti" ha detto Lavrov. "Kiev si è praticamente ritirata dal processo negoziale. L'Ucraina si è praticamente ritirata dal processo negoziale. I negoziati non proseguono" ha confermato il vice ministro degli Esteri russo Andrei Rudenko secondo quanto riporta l'agenzia russa Interfax.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
11:00

Ucraina: 229 bambini uccisi e 423 feriti da inizio guerra

Sono 229 i bambini rimasti uccisi e 423 quelli feriti dall'inizio dell'attacco russo in Ucraina, lo scorso 24 febbraio. È il drammatico bilancio dell'ufficio del Procuratore generale ucraino, precisando che la maggior parte delle vittime si registra nelle regioni di Donetsk, di Kiev e di Kharkiv. Il comunicato precisa che 1.772 istituzioni educative sono state danneggiate dai bombardamenti, 161 delle quali sono state completamente distrutte.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
10:47

Lavrov: "Finlandia e Svezia nella Nato non fa differenza, facevano già esercitazioni congiunte"

L'adesione di Finlandia e Svezia alla Nato non farà nessuna grande differenza per la Russia, in quanto da tempo i due Paesi partecipano alle esercitazioni militari dell'Alleanza. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri, Serghei Lavrov, intervenendo a un evento dedicato ai giovani. Lo riportano le agenzie russe.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
10:34

Per Mosca la strage di Bucha è una messa in scena: "Serve indagine indipendente"

Per Mosca la strage di Bucha è una messa in scena orchestrata da Kiev insieme ad altri . Lo ha ribadito oggi  il portavoce del Cremlino Dmitrij Peskov durante una maratona di conferenze, citato dall'agenzia di stampa russa Tass. "Kiev difficilmente avrebbe potuto realizzare da sola una messa in scena così brillante e sanguinosa a Bucha, ha un esercito di società di pubbliche relazioni che lavorano per lei" ha sostenuto Peskov. "Riteniamo sia necessaria un'indagine indipendente e imparziale per chiarire la situazione sulla tragedia di Bucha"  ha aggiunto il portavoce del Cremlino,  riferendosi alla città ucraina in cui le truppe russe sono sospettate di avere commesso crimini di guerra. "La cosa più spaventosa che abbiamo visto durante questa terribile guerra dell'informazione è un'inondazione di bugie, falsi, palcoscenici così terribili che la coscienza umana non può nemmeno immaginare. Mi riferisco, ad esempio, a questa brillante e sanguinosa messa in scena a Bucha, non lontano da Kiev" ha detto Peskov, citato dalla Tass.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
10:23

Kiev: "A Leopoli il più grande bombardamento da inizio guerra"

Il sindaco di Leopoli, Andriy Sadovy, ha definito il bombardamento notturno da parte dei russi uno dei più grandi in termini di numero di missili. "Questa notte nella regione di Leopoli ci sono stati due raid aerei e due ondate di lancio di razzi. Non un solo razzo è atterrato a Leopoli. Le forze di difesa aerea hanno funzionato bene", ha scritto. Secondo lui, a causa del lavoro delle forze di difesa aerea, non è noto se la città capoluogo fosse l'obiettivo dei bombardamenti. "In uno dei villaggi del distretto di Yavorovsky, frammenti di un razzo hanno parzialmente danneggiato una struttura dell'infrastruttura ferroviaria. Le finestre sono esplose nelle case circostanti. E tutto questo in una zona di 20 chilometri fino al confine con l'Unione Europea", ha aggiunto Sadovyi . Secondo il capo dell'amministrazione di Leopoli Maxim Kozitsky, non ci sono state vittime.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
10:13

La Svezia firma la domanda di adesione alla NATO

Il ministro degli Esteri svedese Ann Linde ha firmato la domanda ufficiale di adesione della Svezia alla NATO della Svezia alla Nato: lo riporta la Cnn. La firma rappresenta il passo formale di Stoccolma verso l'ingresso nell'Alleanza.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
10:00

Cremlino: "Le azioni dei Paesi occidentali nei confronti della Russia sono una guerra"

"Le azioni dei Paesi occidentali nei confronti della Russia sono una guerra, sarebbe più corretto ora indicare i Paesi non amici come ostili". Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitrij Peskov riportato dall'agenzia russa Interfax.

A cura di Susanna Picone
17 Maggio
09:54

Il portavoce del Cremlino Peskov: "L'esistenza stessa della Russia è irritante per l'Occidente"

"L'esistenza stessa della Russia è irritante per l'Occidente, il mondo occidentale è pronto a fare di tutto perché la Federazione non viva come vuole. Gli Stati Uniti si comportano in maniera ostile nei confronti della Russia". Lo ha affermato il portavoce del Cremlino Dimitrij Peskov secondo quanto riporta l'Agenzia russa Tass. "Il Paese perde la sua sovranità se non difende fermamente i suoi interessi", ha aggiunto, "la Russia è sicura della sua vittoria e del raggiungimento degli obiettivi prefissati, è sicura che tutto andrà bene".

A cura di Susanna Picone
17 Maggio
09:37

Anche la TV russa ammette le difficoltà dell’operazione in Ucraina: "Situazione peggiorerà per noi"

L’analista militare ed ex colonnello Mikhail Khodaryonok ha dichiarato in onda sulla tv di Stato russa che i soldati ucraini “sono ben addestrati, hanno un morale alto, sono pronti ad arruolare molti civili e a combattere fino all’ultimo uomo. Per noi russi la situazione peggiorerà”.

A cura di Ida Artiaco
17 Maggio
09:04

Iran: "Pronti a contribuire a mediazione con Russia"

Le autorità iraniane sono pronte a mediare nel conflitto tra Mosca e Kiev. Lo ha detto all'agenzia russa Ria Novosti il portavoce del ministero degli Esteri di Teheran, Said Khatibzadeh. "Potremo contribuire (alla risoluzione del conflitto tra Ucraina e Russia) per quanto possibile e per quanto entrambe le parti saranno pronte", ha detto Khatibzadeh, "la Repubblica islamica dell'Iran, Dio volendo, comincerà un nuovo round dei suoi sforzi" per risolvere il conflitto. Il portavoce ha notato che entrambe le parti accettano e prendono sul serio la mediazione iraniana.

A cura di Ida Artiaco
17 Maggio
08:45

Bombe su un villaggio nella regione russa di Kursk

È stato colpito da armi di grosso calibro il villaggio russo di Alekseyevka nella regione di Kursk, al confine con l'Ucraina. Lo rende noto il governatore della regione, Roman Starovoit, secondo il quale tre case e una scuola hanno subito danni a causa dell'attacco. Lo riporta la Tass. "Oggi, intorno alle 5 del mattino, il villaggio di Alekseyvka, nel distretto di Glushkovsky, è stato colpito da armi di grosso calibro", ha dichiarato Starovoit,  "fortunatamente non ci sono stati feriti nell'attacco", ha aggiunto. Starovoit ha anche detto che il villaggio di Alekseyevka è stato il primo a finire sotto il fuoco militare nella regione.

A cura di Ida Artiaco
17 Maggio
08:33

Missili russi nella notte sulla regione di Sumy

Dmytro Zhyvytskyi, il governatore di Sumy, nel nord-est dell'Ucraina, ha comunicato via Telegram che Okhtyrka è stato colpito da missili russi durante la notte. "Cinque missili russi sono atterrati su obiettivi civili e hanno causato molti danni – ha detto -. I magazzini hanno preso fuoco. L'onda d'urto ha danneggiato la porta d'ingresso di un edificio a due piani e le persone sono rimaste intrappolate all'interno. Molte case private sono state colpite. Anche l'asilo “Fiaba” è stato un bersaglio. È lo stesso che fu bombardato dai razzisti nei primi giorni di guerra, quando qui morirono delle persone".

A cura di Ida Artiaco
17 Maggio
08:22

Cosa è successo a Mariupol nelle ultime ore

Mariupol è caduta nella mani dell’esercito russo dopo 82 giorni di sanguinosi combattimenti. I militari del Battaglione Azov e l’esercito ucraino parlano di evacuazione di oltre 260 soldati dall’acciaieria Azovstal. Il presidente Zelensky: “Speriamo di poter preservare la vita dei nostri ragazzi”.

A cura di Ida Artiaco
17 Maggio
08:20

Svezia e Finlandia rischiano davvero di non entrare nella Nato?

Con il veto di Erdogan Svezia e Finlandia rischiano seriamente di non entrare nella Nato, ma si tratta in ogni caso di un percorso lungo e complesso.

A cura di Ida Artiaco
17 Maggio
07:54

Tutta la regione di Kiev riacquista accesso ad acqua

Tutte le comunità della regione di Kiev hanno riacquistato l'accesso all'acqua. Lo rendono noto le autorità locali, citate dal Kyiv Independent. Solo alcune case a Hostomel sono senza acqua a causa della mancanza di elettricità, spiega il capo dell'amministrazione militare regionale Oleksandr Pavliuk.

A cura di Ida Artiaco
17 Maggio
07:38

Il Giappone conferma accordo di assistenza finanziaria all'Ucraina

Il Giappone rinnova l'accordo con l'Ucraina per un prestito da 13 miliardi di yen, equivalenti a 100 milioni di dollari, offrendo ulteriore assistenza finanziaria al Paese colpito da una grave crisi economica dopo l'invasione decisa dalla Russia. Il fondo verrà co-finanziato con la Banca mondiale e incorporato nel budget di Kiev, riferisce l'Agenzia nazionale per la cooperazione internazionale (Jica), e l'Ucraina non userà i fondi per scopi militari. L'intesa è stata firmata in un meeting online tra il direttore della Jica, Akihiko Tanaka, e il ministro delle Finanze ucraino Sergii Marchenko.

A cura di Ida Artiaco
17 Maggio
07:35

Esplosioni nella notte a Leopoli

Nella notte si sono verificate una serie di esplosioni a Leopoli, nell'Ucraina occidentale. Lo ha comunicato il sindaco Andriy Sadovy, secondo il quale non ci sono notizie confermate su missili che hanno colpito la città ma invita tutti gli abitanti a stare al riparo: "Ringraziamo chi mantiene i nostri cieli al sicuro! Al mattino daremo informazioni più accurate. Abbiate cura di voi e non ignorate gli allarmi antiaerei", ha detto ai suoi concittadini in un messaggio. Esplosioni si sono verificate anche a Novoyavorivsk, sempre nella regione di Leopoli.

A cura di Ida Artiaco
17 Maggio
07:30

Unicef: "Aumentano rischi per bimbi malnutriti, pericolo per 600mila"

Secondo il Fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia (Unicef), fino a 600.000 bambini in più in tutto il mondo potrebbero essere lasciati senza accesso a cure salvavita per la malnutrizione acuta grave a causa dell'aumento dei costi delle materie prime, in parte dovuto all'aumento dei prezzi del carburante e alla guerra in Ucraina. In un ultimo comunicato stampa, l'Unicef afferma che il prezzo degli alimenti terapeutici pronti all'uso potrebbe aumentare fino al 16% nei prossimi sei mesi a causa del costo più elevato delle materie prime. L'alimento terapeutico pronto all'uso, noto come Rutf, è una pasta densa energetica a base di arachidi, zucchero, olio e latte in polvere. Russia e Ucraina sono produttori ed esportatori agricoli chiave, ma la guerra sta bloccando le linee di approvvigionamento.

A cura di Ida Artiaco
17 Maggio
07:27

Come sta andando la guerra in Ucraina secondo l'Intelligence inglese

"Nella regione di Chernihiv a nord di Kiev, si stima che circa 3.500 edifici siano stati distrutti o danneggiati durante l'avanzata abbandonata della Russia verso la capitale ucraina. L'80% dei danni è stato causato agli edifici residenziali". È quanto ha dichiarato il Ministero della Difesa inglese nel suo aggiornamento quotidiano sulla guerra in Ucraina condiviso sul proprio account Twitter. Secondo l'Intelligence inglese "l'entità di questo danno indica la disponibilità della Russia a usare l'artiglieria contro le aree abitate, con un minimo riguardo alla discriminazione o alla proporzionalità. La Russia ha probabilmente fatto ricorso a una crescente dipendenza dal bombardamento indiscriminato di artiglieria a causa di una limitata capacità di acquisizione del bersaglio e della riluttanza a rischiare di far volare regolarmente aerei da combattimento oltre le proprie linee del fronte. Nelle prossime settimane, è probabile che continuerà a fare molto affidamento sugli attacchi di artiglieria in massa mentre tenterà di riprendere slancio nella sua avanzata nel Donbass".

A cura di Ida Artiaco
17 Maggio
07:20

Zelensky: "A Mariupol, gli eroi ci servono vivi"

"Grazie al lavoro dei militari delle forze armate ucraine, dell'intelligence, della squadra dei negoziati, del Comitato internazionale della croce rossa, e dell'Onu. Speriamo di poter preservare la vita dei nostri ragazzi. Tra di loro ci sono dei feriti gravi. A loro viene fornito aiuto. Voglio sottolineare che gli eroi ucraini servono all'Ucraina vivi. L'operazione per far tornare i nostri militari a casa è iniziata. Si tratta di un lavoro che richiede delicatezza e tempi". A dirlo su Telegram è il presidente ucraino Volodymyr Zelensky parlando dei difensori di Mariupol dopo che il ministero della Difesa di Kiev ha confermato l'avvio dell'evacuazione dei militari asserragliati nell'acciaieria Azovstal a Mariupol.

A cura di Ida Artiaco
17 Maggio
07:17

Kiev annuncia: "264 soldati evacuati da Azovstal a Mariupol"

L'Ucraina ha confermato l'evacuazione di 264 militari dall'acciaieria Azovstal di Mariupol. Si tratta di 53 soldati feriti gravi, condotti a Novoazovsk (in territorio russo) per ricevere assistenza medica, e di 211 altri combattenti portati a Olenivka, nel territorio controllato dai separatisti filorussi di Donetsk. Questi ultimi sono poi stati ricondotti nelle zone in mano alle forze ucraine nell'ambito di uno scambio di prigionieri. Lo ha riferito lo Stato maggiore di Kiev su Facebook.

A cura di Ida Artiaco
17 Maggio
06:52

Scholz: "La guerra in Ucraina non finirà rapidamente"

"Finora, purtroppo, non ci sono segnali di una fine più rapida possibile di questa situazione". Lo ha detto il cancelliere tedesco Olaf Scholz in merito alla guerra in Ucraina, durante un'intervista a Rtl, anticipata da Dpa. "La preoccupazione è che ci sia un'escalation della guerra", ha aggiunto Scholz, che ha però sottolineato che non bisogna farsi paralizzare e "piuttosto, dobbiamo essere in grado di fare delle scelte ragionevoli, consapevoli e anche molto coraggiose. Questo è ciò che abbiamo fatto". Scholz ha confermato che la Germania continuerà a fornire armi all'Ucraina e che si aspetta che vengano resi disponibili in tempi "relativamente veloci" i semoventi antiaerei Gepard, anche se per questi si stanno ancora cercando le munizioni all'estero. Alle spedizioni dovrebbero aggiungersi obici e mortai. Scholz ha anche nuovamente ricordato che non prenderà alcuna decisione che porterebbe a un conflitto diretto tra Nato Russia, ad esempio una no-fly zone, che per il cancelliere significherebbe l'ingresso in guerra della Nato.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
06:40

La Turchia dice no all’ingresso di Svezia e Finlandia nella Nato, Erdogan: “Ambigue su terrorismo”

La Turchia è contraria all'ingresso di Svezia e Finlandia nella Nato. Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha detto che Ankara "non cederà" sulla domanda di adesione all'Alleanza atlantica che Stoccolma e Helsinki intendono presentare. Spiegando i motivi della sua posizione, Erdogan ha definito i due Paesi "ambigui" sul terrorismo.

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
06:25

I motivi per cui la lista delle armi che l'Italia invia in Ucraina è segreta

Non sappiamo quali armi l'Italia sta mandando in Ucraina. Infatti anche il terzo decreto con cui il governo sancisce l'invio di armamenti a Kiev, per sostenere la difesa ucraina contro l'invasione da parte della Russia, rimarrà secretato. Il Copasir, che oggi ha ascoltato il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, si è limitato ad assicurare che anche questo ultimo provvedimento sia in linea con gli indirizzi forniti dal Parlamento, che a inizio marzo aveva autorizzato l'invio di armi in Ucraina. Ma perché la lista delle armi rimane segreta? E soprattutto, perché il governo può decidere di non rivelare il contenuto di un decreto così importante? Ecco perché la lista è segreta: i tre motivi spiegati da Guerini

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
06:11

La mappa aggiornata del conflitto nel Donbass

Dopo essere stati costretti a ritirarsi dal nord dell’Ucraina, i russi hanno riorientato i loro sforzi per prendere il controllo del Donbass. Ma la resistenza di Kiev continua ad essere tenace e ben organizzata. Mosca afferma che l'esercito russo sta combattendo per la "completa liberazione" delle regioni di Donetsk e Luhansk, dove i progressi nelle ultime settimane sarebbero stati però particolarmente lenti. Dopo la conquista di Rubizhne e Popasna, i russi sono stati respinti a Izyum e sembrano ora concentrarsi sul tentativo di accerchiare Severodonetsk, secondo l'Istituto per lo studio della guerra (ISW). Nel frattempo, le forze ucraine stanno continuando i tentativi di respingimento delle truppe russe da Kharkiv, la seconda città più grande dell'Ucraina, con alcuni rapporti che indicano che parti della controffensiva ucraina hanno raggiunto il confine tra Ucraina e Russia. La mappa aggiornata del conflitto nel Donbass

A cura di Antonio Palma
17 Maggio
06:02

Russia-Ucraina, le news di oggi 17 maggio 2022 sulla guerra

Continua senza tregua la guerra tra Russia e Ucraina. A Mariupol  Battaglione Azov evacua dall'Azovstal. Ucraini spingono i russi al confine oltre Kharkiv. Combattimenti intensi più a sud e nel Donbass dove i russi però non riescono sfondare. Bombardamenti e lancio di missili: almeno 10 morti nei raid su Severodonetsk. Nessun accordo in Ue sull'embargo al petrolio russo: l'Ungheria si oppone. Turchia contro l'ingresso di Finlandia  e Svezia nella Nato. Per Erdogan sono "ambigui sul terrorismo".

A cura di Antonio Palma
2594 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni