Conflitto in Ucraina
14 Giugno 2022
06:01
AGGIORNATO14 Giugno

Le notizie del 14 giugno sulla guerra in Ucraina

Cosa è successo nel 111esimo giorno di guerra in Ucraina. La Russia taglia del 40% il gas alla Germania, il prezzo si impenna. Kiev denuncia il ritrovamento di una fossa comune di civili a Bucha. Zelensky ammette: "A Severodonetsk costo umano terrificante", e chiede più armi a lungo raggio. Secondo gli ucraini i russi hanno distrutto i ponti per uscire dalla città e molti civili sono nascosti nell'impianto Azot. Dall'inizio della Guerra Kiev ha perso un quarto delle terre coltivabili. Le autorità ucraine chiedono nuove armi all'Occidente. Mikhail Kasyanov, ex primo ministro russo prevede che la guerra in Ucraina potrebbe durare fino a due anni. Secondo una ricerca la Russia ha guadagnato 93 miliardi di euro di entrate dalle esportazioni di combustibili fossili

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina
14 Giugno
22:23

Zelensky: "La difesa del Donbass è vitale per Kiev"

La difesa del Donbass è "vitale" per Kiev perché il suo esito "darà un'indicazione" della continuazione della guerra con la Russia, ha dichiarato questa sera il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. "È fondamentale rimanere nel Donbass. (…) La difesa della regione è essenziale per dare un'indicazione di chi dominerà (sul campo) nelle prossime settimane", ha detto Zelensky nel suo discorso quotidiano agli ucraini in onda su Telegram, di cui riferisce la Ukrainska Pravda.  "Nell'ultimo giorno nella battaglia del Donbass non ci sono stati cambiamenti drastici. I combattimenti più feroci, si sono svolti a Severodonetsk e in tutte le città e comunità vicine", ha detto il presidente ucraino, aggiungendo che "sfortunatamente, ci sono perdite e sono dolorose". Tuttavia, ha detto ancora, "è fondamentale rimanere nel Donbass, e più perdite vi subisce il nemico, meno forza avrà per continuare l'aggressione". "L'obiettivo chiave è la liberazione di Kherson. Ci muoveremo verso questa direzione passo dopo passo", ha infine detto Zelensky.

A cura di Davide Falcioni
14 Giugno
21:41

Mosca mette nella black list i reporter britannici

Mosca ha inserito nella sua lista nera 49 cittadini britannici: si tratta di funzionari della Difesa e giornalisti di Bbc, Financial Times, Guardian, Sky News e altri media. Queste persone non potranno più entrare in Russia perché presenti sulla "stop list". Il ministero degli Esteri li accusa di "diffusione deliberata di informazioni false e unilaterali sulla Russia e sugli eventi in Ucraina e nel Donbass" e di contribuire alla russofobia nella società britannica. Tra le firme britanniche colpite dal divieto d'ingresso ci sono commentatori come Gideon Rachman del Financial Times,  o Coughlin del Daily Telegraph, o l'accademico e specialista in studi russi Mark Galeotti. Ci sono poi una dozzina di comandanti della marina e dell'aeronautica militare di Sua Maestà, nonché qualche top manager dell'industria della difesa.

A cura di Gabriella Mazzeo
14 Giugno
20:28

Unicef: "La guerra in Ucraina è una crisi dei diritti dei bambini"

"La guerra in Ucraina è una crisi dei diritti dei bambini. Unicef continua a chiedere un cessate il fuoco immediato e di proteggere tutti i bambini dai danni. Ogni giorno che questa guerra continua, aumenta l'impatto devastante e duraturo sui bambini nel Paese, nella regione e in tutto il mondo". A dirlo Afshan Khan,  direttrice regionale di Unicef per Europa e Asia Centrale, parlando con i giornalisti all'Onu. "I bambini hanno bisogno di pace", ha aggiunto, raccontando di aver "visitato Kiev, Irpin, Bucha, Zhytomyr e Lviv, e il tempo che ho trascorso nel paese ha fornito una chiara visione dell'enorme impatto che la guerra continua ad avere sui minori, sia all'interno che all'esterno dell'Ucraina". Khan ha ricordato che "quasi due terzi dei bambini ucraini sono sfollati all'interno del paese o fuggiti oltre confine come rifugiati".

A cura di Davide Falcioni
14 Giugno
19:57

Kiev: "Abbiamo ricevuto solo il 10% delle armi promesse dall'Occidente"

L'Ucraina ha ricevuto finora solo il 10% delle armi promesse dall'Occidente per fronteggiare l'invasione russa. È quanto affermato dal vice ministro della Difesa ucraino, Anna Malyar. "Per quanto duramente proviamo, per quanto sia professionale il nostro esercito, senza l'aiuto dei nostri partner occidentali non saremo in grado di vincere questa guerra", ha rimarcato, sottolineando la necessità di Kiev di avere "scadenze chiare perché ogni giorno c'è un ritardo".

A cura di Davide Falcioni
14 Giugno
19:15

Cnn: "Gli USA si aspettano che altri paesi mandino nuove armi a Kiev"

Gli Stati Uniti si aspettano che altri Paesi annuncino l'invio di nuove armi all'Ucraina in occasione della riunione del Gruppo di Contatto dell'Ucraina che si terrà mercoledì: lo ha affermato un alto funzionario della Difesa Usa, secondo quanto riporta la Cnn.

A cura di Davide Falcioni
14 Giugno
18:45

La Corea del Sud rafforza le difese militari contro Pyongyang: “Temiamo attacco come in Ucraina”

La Corea del Sud ha annunciato il rafforzamento delle capacità di difesa nazionali. Secondo il ministro della Difesa, Pyongyang sta conducendo sempre più test missilistici. Seoul ha fatto sapere di voler collaborare con Stati Uniti e Giappone per contrastare eventuali attacchi futuri da parte di Kim Jong Un.

A cura di Davide Falcioni
14 Giugno
18:36

Zelensky: "Negoziati impossibili senza Kiev"

"Se la Russia vuole porre fine alla guerra, deve sedersi al tavolo dei negoziati. Il tavolo dei negoziati sull'Ucraina è impossibile senza l'Ucraina. Pertanto, questi colloqui devono essere diretti. Per me possiamo parlare con i mediatori , possiamo parlare senza mediatori. Se la Federazione Russa è pronta a porre fine alla guerra, il che significa ritirarsi dai nostri territori, sono personalmente pronto per un simile formato in qualsiasi momento", ha affermato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, dicendosi pronto a parlare con il presidente russo Vladimir Putin, durante una conferenza stampa online con i media danesi. Zelensky ha aggiunto che si dovrebbe cogliere ogni opportunità per porre fine alla guerra, non importa quanto difficile possa essere. Secondo lui oggi solo il Presidente della Federazione Russa decide se l'esercito russo si fermerà o meno.

A cura di Davide Falcioni
14 Giugno
18:11

750mila persone stanno già morendo di fame, e la guerra in Ucraina non c’entra quasi nulla

Eugenio Dacrema, analista del World Food Programme: “Il conflitto in Ucraina è senza dubbio un fattore esacerbante della crisi alimentare, tuttavia i prezzi delle materie prime erano in salita in tutto il mondo anche prima dell’invasione russa”.

A cura di Davide Falcioni
14 Giugno
17:56

Von der Leyen: "Energia da Israele contro ricatto Mosca"

"Il Cremlino ha usato la nostra dipendenza dai combustibili fossili russi per ricattarci. E dall'inizio della guerra, la Russia ha deliberatamente interrotto le sue forniture di gas alla Polonia, alla Bulgaria, alla Finlandia, alle società olandesi, alle società danesi, come rappresaglia per il nostro sostegno all'Ucraina. Ma il comportamento del Cremlino ha solo rafforzato la nostra determinazione a liberarci dalla nostra dipendenza dai combustibili fossili russi. Ad esempio, stiamo ora esplorando modi per rafforzare la nostra cooperazione energetica con Israele". Lo ha dichiarato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, durante la sua visita in Israele.

A cura di Ida Artiaco
14 Giugno
17:52

Urso (Copasir): "Usa aiutino a ripartire costo sanzioni"

"L'Italia ha recepito tutte le misure sanzionarie nei confronti della Russia, ha sequestrato il  patrimonio degli oligarchi e intende uscire dalla dipendenza dal gas russo in 18 mesi, ma questo avrà un costo. Sarebbe opportuno che gli Usa agissero per ripartire in modo equo il costo delle sanzioni perchè se ciò non dovesse accadere, se l'opinione pubblica capisse che paghiamo un prezzo più alto di altri sarebbe difficile tenere unito il fronte unito": lo ha detto a Washington il presidente del Copasir Adolfo Urso in un dibattito dell' ‘American Enterprise Institute'.

A cura di Ida Artiaco
14 Giugno
17:50

Biden: "I prezzi sono troppo alti, colpa di Vladimir Putin"

"I prezzi sono troppo alti, il nostro lavoro non è finito". Lo afferma Joe Biden assicurando che farà il possibile per ridurre il costo della benzina, balzato a "causa di Vladimir Putin. Il nostro tasso di disoccupazione è ai minimi storici. Stiamo rendendo il ‘Buy America' una realtà. Con il mio predecessore il deficit è esploso, con me lo abbiamo ridotto lo scorso anno e quest'anno lo ridurremo ancora" per un totale di quasi 2.000 miliardi di dollari, osserva Biden dicendosi "stanco" di essere etichettato come un presidente che spende molto. "Stiamo cambiando la vita della gente".

A cura di Ida Artiaco
14 Giugno
17:44

Secondo gli Usa "probabilmente Putin punta ancora a tutto il Paese"

"Crediamo che Putin non abbia modificato i suoi obiettivi" in Ucraina e, quindi, "e' probabile che abbia ancora gli occhi su una parte significativa del Paese, se non su tutto il Paese": lo ha detto il sottosegretario americano alla Difesa, Colin Kahl.

A cura di Ida Artiaco
14 Giugno
17:43

Russia: 49 britannici in lista nera, anche giornalisti

La Russia ha inserito in una lista nera 49 cittadini britannici inclusi funzionari della Difesa e giornalisti della Bbc, Financial Times, Guardian e Sky News che non potranno entrare nel Paese. Ne ha dato notizia in un comunicato il ministero degli Esteri russo.

A cura di Ida Artiaco
14 Giugno
17:10

Sindaco Severodonetsk: "Abbiamo ancora forza per fermare i russi"

"I bombardamenti non si fermano neanche un momento. Procedono 24 ore su 24. La situazione è molto difficile. Ma abbiamo ancora la forza per trattenere l'avanzata russa". Lo ha detto il sindaco di Severodonetsk, Oleksandr Stryuk, in un'intervista su Rai Radio 1. "Dobbiamo lottare con tutte le nostre forze. Certamente aspettiamo le armi", ha aggiunto il sindaco, dicendosi poi ancora convinto di poter vincere la battaglia.

A cura di Susanna Picone
14 Giugno
16:58

Russia chiede a ucraini di Severodonetsk di deporre le armi

Il ministero della Difesa russo ha chiesto ai combattenti ucraini a Severodonetsk, nell’Ucraina orientale, di deporre le armi "come è già successo ai vostri compagni che si erano arresi a Mariupol". In una nota diffusa dal ministero russo si legge: "Chiediamo alle autorità ufficiali di Kiev di mostrare prudenza e di dare adeguate istruzioni ai militanti in modo che fermino la loro insensata resistenza e si ritirino dal territorio dello stabilimento di Azot".

A cura di Ida Artiaco
14 Giugno
16:51

Mosca: "Ancora non pianificato incontro Putin-Biden"

L’atteso incontro tra il presidente russo, Vladimir Putin e quello americano, Joe Biden "non è ancora stato pianificato". Lo ha affermato il consigliere di Putin Yury Ushakov nel corso di un briefing a Mosca. "Nessuno nega che sia possibile – ha aggiunto – ma richiede delle condizioni appropriate e, cosa molto importante, una preparazione molto, molto meticolosa".

A cura di Ida Artiaco
14 Giugno
16:29

Ucraina: Viminale, 133.594 i profughi finora in Italia

Sono 133.594 le persone in fuga dal conflitto in Ucraina giunte fino a oggi in Italia. Lo riferisce il Viminale su Twitter, spiegando che si tratta di 70.282 donne, 20.493 uomini e 42.819 minori. Le destinazioni principali sono Milano, Roma, Napoli e Bologna.

A cura di Susanna Picone
14 Giugno
15:26

Kiev: "Il Lugansk in Donbass è un vero inferno" 

"Le condizioni nel Lugansk, sotto pesanti attacchi russi di artiglieria, sono "un vero inferno". Lo ha detto il governatore della regione Serhiy Gaidai. "I bombardamenti sono così potenti che la gente non riesce più a resistere nei rifugi. Ma non possiamo perdere, finché è possibile salvare almeno una vita, noi la salveremo", ha aggiunto Gaidai, citato dalla Bbc, riferendo che altri 70 civili sono stati evacuati da Lysychansk e dagli insediamenti circostanti.

A cura di Ida Artiaco
14 Giugno
15:04

Contraerea intercetta missile a Leopoli: 4 feriti

"Le forze di difesa aerea hanno abbattuto un missile su Zolochev, nella regione di Leopoli. In seguito allo schianto del razzo, sono state danneggiate delle infrastrutture e una fornace. Al momento è noto che quattro persone sono rimaste ferite. Uno di loro è un bambino. Le condizioni delle vittime sono valutate dai medici come lievi e moderate. Lo riporta su Telegram il capo dell'amministrazione statale regionale di Lviv Maksym Kozytsky.

A cura di Ida Artiaco
14 Giugno
15:01

Ucraina, Papa Francesco: "Spero di vedere patriarca Kirill a settembre"

Il Papa ha auspicato d'incontrare il patriarca di Mosca, Kirill, a settembre in Kazakistan in occasione del Congresso dei capi delle religioni mondiali e tradizionali, che si terrà a Nur-Sultan. "Spero d'incontrarlo in occasione di un'assemblea generale in Kazakistan, a settembre", ha dichiarato il Pontefice in un'intervista con i direttori delle riviste dei Gesuiti, che
verrà pubblicata su ‘La Civiltà Cattolica' e anticipata da La Stampa.

A cura di Susanna Picone
14 Giugno
14:45

Kiev: penuria di grano ucraino durerà almeno tre stagioni

L'invasione russa dell'Ucraina creerà una carenza globale di grano per almeno tre stagioni, mantenendo gran parte del raccolto ucraino lontano dai mercati e spingendo i prezzi a livelli record. Così il ministro dell'Agricoltura ucraino Mykola Solskyi in un'intervista a Reuters. "L'Ucraina resterà fuori dal mercato per molto tempo", prevede Mykola Solskyi. "Ora parliamo di tre raccolti di grano contemporaneamente: non possiamo tirar fuori il raccolto dell'anno scorso, non possiamo raccogliere quello attuale, e non vogliamo particolarmente seminare il prossimo", ha detto ancora il ministro di Zelensky. L'Ucraina, un tempo nota come il granaio d'Europa, deve oggi fare i conti con il blocco russo delle sue rotte marittime di
esportazione del grano deve e con un vortice di altri problemi, dai campi di grano minati alla mancanza di spazio per lo stoccaggio del grano.

A cura di Susanna Picone
14 Giugno
14:20

Ucraina, Mosca aprirà corridoio per civili da impianto Azot

I militari russi e le milizie della Repubblica popolare di Lugansk sono pronti ad effettuare l'evacuazione dei civili rifugiati nello stabilimento Azot a Severodonetsk, a partire dalle 7 alle 19 (ora italiana) di domani. Lo ha annunciato Mikhail Mizintsev, capo del Centro nazionale per il controllo della difesa della Federazione Russa, il quale ha specificato che a chiedere l'apertura di un corridoio umanitario è stata Kiev che però vorrebbe l'evacuazione dei civili verso il territorio controllato dagli ucraini nella vicina Lysychansk. Lo riporta Ria Novosti.

A cura di Susanna Picone
14 Giugno
14:00

Kiev, recuperate salme 64 soldati morti ad Azovstal

Nuovo scambio tra Mosca e Kiev di salme di soldati morti in guerra. Il governo ucraino ha fatto sapere di aver ricevuto i cadaveri di 64 soldati morti a difesa delle acciaierie di Mariupol in cambio dei resti di militari russi. Lo riferisce l'agenzia Ukrinform. "L'Ucraina ha recuperato le salme di 64 valorosi difensori di Azovstal", ha fatto sapere il governo. Azovstal, l'acciaieria rimasta assediata per mesi dalle truppe russe, fu l'ultimo punto della resistenza Ucraina a Mariupol. Lo scambio, ha aggiunto il governo, ha avuto luogo nella regione di Zaporizhzhia, ma non è chiaro dove o quando. Per quel che si sa, ci sono già stati altri due scambi tra Kiev e Mosca, che hanno riguardato almeno 210 soldati ucraini morti.

A cura di Susanna Picone
14 Giugno
13:27

Gazprom, Russia riduce del 40% consegne gas via Nord Stream

La Russia ha ridotto del 40% le consegne quotidiane di gas tramite Nord Stream. Lo ha annunciato Gazprom.

A cura di Susanna Picone
14 Giugno
13:03

Ucraina, Zelensky: "Abbiamo bisogno di più armi a lungo raggio"

L'Ucraina ha bisogno di più armi a lungo raggio, afferma il suo presidente Volodymyr Zelenskiy. "L'esercito ucraino ha abbastanza munizioni e armi, ma ha bisogno di più armi a lungo raggio", ha detto Zelensky a giornalisti danesi durante una conferenza stampa, citata dal Guardian.

A cura di Susanna Picone
14 Giugno
12:30

Cremlino, da Kiev nessun dettaglio sull'export del grano

Dall'Ucraina non ci sono ancora indicazioni dei dettagli sulle esportazioni di grano o su qualsiasi altra cosa voglia esportare. Lo afferma il Cremlino citato dalla Tass.

A cura di Susanna Picone
14 Giugno
12:05

Ucraina, Draghi: "Subito corridoi grano o sarà tardi"

"Abbiamo discusso anche del rischio di catastrofe alimentare dovuta al blocco dei porti del Mar Nero. Dobbiamo operare con la massima urgenza dei corridoi sicuri per il trasporto del grano. Abbiamo pochissimo tempo, perché tra poche settimane il nuovo raccolto sarà pronto e potrebbe essere impossibile conservarlo". Lo ha detto il premier Mario Draghi durante le dichiarazioni con il primo ministro israeliano Bennett.

A cura di Susanna Picone
14 Giugno
11:20

Il papà ucciso in guerra, bimba ucraina festeggia il compleanno sulla sua tomba: la foto simbolo

La foto diventata virale della bimba ucraina che festeggia il primo compleanno sulla tomba del papà morto combattendo nella guerra in Ucraina. La mamma: “Dolore che non può essere espresso a parole, il mio cuore è lacerato”. L'articolo.

A cura di Susanna Picone
14 Giugno
11:02

Ucraina: regione Kharkiv, attacchi russi causano un morto e 5 feriti di cui 3 bambini

Un morto e cinque feriti, tra cui tre bambini: questo il bilancio dei bombardamenti russi effettuati nella regione di Kharkiv, nell'Ucraina orientale, nelle ultime 24 ore. Lo ha dichiarato questa mattina il capo dell'amministrazione militare della regione di Kharkiv, Oleg Sinegubov, sul proprio canale Telegram. Inoltre, case private e pertinenze annesse, nonché magazzini sono stati danneggiati nella regione, dove si sono verificati incendi boschivi. "Nel villaggio di Malinovka, a causa dei bombardamenti degli invasori, sono rimasti feriti 2 minori: un ragazzo di 11 anni e una ragazza di 17 anni. Nel villaggio di Pechenegy è stato ferito un bambino di 3 mesi, purtroppo sua madre, di 35 anni, è morta", ha scritto Sinegubov.

A cura di Susanna Picone
14 Giugno
10:45

Ucraina, Cremlino: sanzioni alla Russia un boomerang per l'Occidente

"Gli errori" compiuti dai leader mondiali durante gli ultimi anni, e in particolare nel periodo della pandemia di coronavirus, "sono stati aggravati dalla guerra economica condotta" da paesi ostili "alla Russia". "E la Russia è un paese troppo grande perché la guerra (economica) non si trasformi per loro in u boomerang": lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov in un'intervista alla Tass. "Le economie sono state prese in ostaggio dalla politica e i politici di molti paesi hanno commesso un numero colossale di errori durante il coronavirus", ha spiegato Peskov, definendo la situazione "una tempesta sistemica ideale". "Stiamo vedendo come tutte queste restrizioni e sanzioni imposte" contro la Russia, ha proseguito, "stiano alimentando i prezzi nei settori dell'energia, del cibo e di altri settori". "Possiamo vedere che gli errori commessi da molti paesi stanno iniziando a manifestarsi nell'evoluzione della crisi alimentare", ha sottolineato ancora Peskov.

A cura di Susanna Picone
14 Giugno
10:20

Ci sarebbero ancora 500 civili in pericolo nell'impianto Azot di Severodonetsk

Tra i 540 e i 560 civili si trovano ancora rifugiati nelle strutture dello stabilimento chimico Azot a Severdonetsk, dove è ancora in corso una battaglia all'ultimo sangue per il possesso di questa città-chiave, ormai in larga parte già in mano alle truppe del Cremlino. Lo ha annunciato su Facebook il capo dell'amministrazione militare-civile della città, Alexander Stryuk. "All'Azot ci sono circa 540 persone, forse 560 – ha scritto -. I rifugiati possono contare su alcune scorte di cibo e acqua". L'evacuazione di massa non è possibile in questo momento, ma si cerca comunque di sfruttare i momenti di relativa tranquillità tra un attacco e l'altro per far allontanare dalla zona di operazioni quante più persone possibili. Stryuk conferma inoltre che "tutti e tre i ponti attraverso il Seversky Donet sono stati distrutti, ma ci sono altri modi per collegare la città con il territorio controllato" dalle forze di Kiev.

A cura di Susanna Picone
14 Giugno
09:57

Ucraina, comandante filorusso: "Occupanti Azot si arrendano, non hanno speranze"

"I militanti delle Forze armate ucraine, che si trovano nello stabilimento Azot a Severdonetsk, possono salvarsi la vita arrendendosi, altrimenti moriranno, la loro situazione è catastrofica. Sono privi di rifornimenti e isolati". Così il tenente colonnello della milizia popolare dell'autoproclamata repubblica di Lugansk, Andrei Marochko intervistato su Rossiya 24. "Chi è asserragliato nell'Azot ora si trova tra l'incudine e il martello: da un lato sono contrastati dalle nostre unità, dall'altro ci sono i distaccamenti russi. Quindi, l'unica via d'uscita possibile per i militari ucraini è la resa. Almeno salveranno la vita. In caso contrario, verranno eliminati", ha aggiunto Marochko.

A cura di Susanna Picone
14 Giugno
09:23

Ministro Gb: russi avanzano a Kharkiv, prima volta in settimane

Le forze russe hanno con tutta probabilità segnato limitati passi avanti a Kharkiv, avanzando nella zona per la prima volta in settimane, stando all'ultimo aggiornamento fornito dal ministero britannico della Difesa, scrive la Bbc. Resta tuttavia chiaro che i miluitari di Mosca stanno concentrando gli sforzi nell'assalto contro Severodonetsk, in Donbass.

A cura di Susanna Picone
14 Giugno
08:50

Kiev: "Morti 35,500 soldati russi, distrutti 1,434 tank"

Ammonterebbero a 32.500 le perdite fra le fila russe dal giorno dell'attacco di Mosca all'Ucraina, lo scorso 24 febbraio. Lo rende noto il bollettino quotidiano dello Stato Maggiore
delle Forze Armate ucraine, appena diffuso su Facebook, che riporta cifre che non è possibile verificare in modo indipendente. Secondo il resoconto dei militari ucraini, a oggi le perdite russe sarebbero di circa 32.500 uomini, 1434 carri armati, 3503 mezzi corazzati, 721 sistemi d'artiglieria, 229 lanciarazzi multipli, 97 sistemi di difesa antiaerea. Stando al bollettino, che specifica che i dati sono in aggiornamento a causa degli intensi combattimenti, le forze russe avrebbero perso anche 213 aerei, 179 elicotteri, 2473 autoveicoli, 13 unità navali e 588 droni.

A cura di Susanna Picone
14 Giugno
08:30

Ucraina, Kiev: "Trovata fossa comune di civili a Bucha"

Le autorità ucraine affermano di aver rinvenuto una fossa comune con corpi di civili nei pressi di Bucha, nella regione di Kiev. Stando alla polizia locale, sono stati trovati i corpi di sette civili vicino al villaggio di Myrotske, molti di loro con "mani legate e ferite di arma da fuoco nelle ginocchia", ha detto il capo della polizia locale, Andrii Niebytov, citato dal Guardian. In un comunicato si sottolinea che i corpi ritrovati sono stati torturati. Sono in corso le operazioni di identificazione. L'ufficio della procura nazionale ucraina ha confermato che è stata avviata un'indagine per crimini di guerra.

A cura di Susanna Picone
14 Giugno
08:17

Ucraina, Austin: impegno Usa per fornire armi necessarie

Gli Stati Uniti sono impegnati sia sul fronte dell'Indo-Pacifico, per garantire che sia libero e aperto, sia per garantire che l'Ucraina abbia tutte le armi necessarie "per difendersi da una guerra non provocata". Lo ha detto, secondo quanto riferisce il Pentagono, il segretario alla Difesa Usa, Lloyd J Austin, durante la sua visita a Bangkok. A Bruxelles, dove parteciperà alla riunione dei ministri Nato della Difesa, "il mio primo punto sarà la convocazione della terza riunione del gruppo di contatto sulla difesa dell'Ucraina: un'occasione importante per riunire il nostro gruppo di partner di tutto il mondo, sempre di più, per assicurare che stiamo fornendo all'Ucraina ciò di cui ha bisogno in questo momento. Ascolteremo direttamente i leader ucraini, guidati dal mio buon amico e omologo Oleksii Reznikov, e lavoreremo per intensificare i nostri sforzi condivisi per soddisfare i requisiti prioritari dell'Ucraina per difendersi", ha dichiarato Austin, che ha voluto ribadire nelle sue tappe asiatiche, che gli Stati Uniti sono in grado di impegnarsi su entrambi i fronti, quello indo-pacifico e quello europeo con la Nato.

A cura di Susanna Picone
14 Giugno
07:45

Kiev, russi avanzano verso Kharkiv

I russi stanno avanzando, anche se lentamente, nella regione di Kharkiv, la seconda città dell'Ucraina che si trova nel nord del Donbass. A constatarlo è il capo dello staff del presidente Volodymyr Zelensky, Oleksiy Arestovych, durante un intervento televisivo. Le truppe russe nell'area hanno ricevuto nuovi rinforzi e hanno potuto ottenere dei successi sul campo, ha spiegato, ma "fortunatamente" le cose l'avanzata non è veloce e al momento ha smentito la conquista russa di Old Saltov, nell'est della regione, dove c'è un insediamento militare; ma la stessa città capoluogo è da alcuni giorni oggetto di attacchi da parte dell'artiglieria di Mosca.

A cura di Susanna Picone
14 Giugno
07:07

Ucraina-Germania, Zelensky: "Mi aspetto sostegno di Scholz ad adesione a Ue"

Il presidente dell'Ucraina Zelensky ha dichiarato di aspettarsi "il sostegno personale" del cancelliere tedesco, Olaf Scholz, all'adesione del suo Paese all'Ue. Intervistato dall'emittente televisiva "Zdf", il capo dello Stato di Kiev ha aggiunto che, prima dell'insediamento di Scholz e del suo governo, ossia quando era cancelliera Angela Merkel (CDU), "un certo scetticismo" prevaleva nelle autorità tedesche in merito all'adesione dell'ex repubblica sovietica all'Ue e alla Nato.

A cura di Susanna Picone
14 Giugno
06:45

Podolyak: "Russia ha superato linea rossa, negoziati possibili solo a parità di armi"

"Mentre il signor Kissinger propone di nutrire il coccodrillo con la gamba destra, così dimentica la fame, Hillary Clinton sembra ragionevole. La Russia ha superato tutte le linee rosse. I negoziati sono possibili solo da una posizione forte, che richiede la parità di armi. Semplicemente non c'è altro modo". Ad affermarlo su twitter è il consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, Mykhailo Podolyak commentando le dichiarazioni rilasciate sabato dall'ex segretaria di Stato degli Stati Uniti alla radio francese ‘France Culture'. "Putin ha superato la linea rossa da tanto tempo", aveva affermato Clinton sabato.

A cura di Antonio Palma
14 Giugno
06:33

Zelensky: "A Severodonetsk costo umano terrificante"

"Il costo umano della battaglia" per Severodonetsk "è molto alto, è semplicemente terrificante" per gli ucraini. Lo ha dichiarato nel suo discorso quotidiano su Telegram il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky. "Le battaglie nel Donbas sicuramente passeranno alla storia militare come una delle battaglie più brutali in Europa e per l'Europa – l'esercito ucraino e la nostra intelligence hanno ancora tatticamente battuto l'esercito russo. E questo nonostante il vantaggio significativo dei russi nella quantità di equipaggiamento e, soprattutto, nei sistemi di artiglieria. Il prezzo di questa battaglia per noi è molto alto. È  spaventoso. E attiriamo quotidianamente l'attenzione dei nostri partner sul fatto che solo un numero sufficiente di artiglieria moderna per l'Ucraina garantirà il nostro vantaggio e, infine, la fine della tortura russa del Donbass ucraino" ha aggiunto Zelensky.

A cura di Antonio Palma
14 Giugno
06:14

L'Ucraina ha perso il 25% delle terre coltivabili

L'Ucraina ha perso un quarto delle sue terre coltivabili per l'occupazione russa di territori nel sud e nell'est del Paese. Lo ha annunciato il Ministero ucraino dell'Agricoltura, aggiungendo tuttavia che ciò non rappresenta "una minaccia per la sicurezza alimentare". "Malgrado la perdita del 25% delle terre coltivabili, la struttura delle colture seminate quest'anno è più che sufficiente per assicurare il consumo" della popolazione ucraina, ha affermato il vice ministro dell'Agricoltura, Taras Vysotskii, in una conferenza stampa

A cura di Antonio Palma
14 Giugno
06:03

Russia-Ucraina, le news di oggi 14 giugno sulla guerra

Continua l'offensiva russa nel Donbass. Il presidente ucraino Zelensky ammette: "A Severodonetsk costo umano terrificante". Dall'inizio della Guerra Kiev ha perso un quarto delle terre coltivabili. Le autorità ucraine hanno affermato di aver scoperto una nuova fossa comune di civili vicino a Bucha e chiedono nuove armi all'Occidente. Mikhail Kasyanov, ex primo ministro russo prevede che la guerra in Ucraina potrebbe durare fino a due anni. Secondo una ricerca la Russia ha guadagnato 93 miliardi di euro di entrate dalle esportazioni di combustibili fossili

A cura di Antonio Palma
2567 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni