188 CONDIVISIONI
Covid 19
4 Febbraio 2021
07:08
AGGIORNATO05 Febbraio

Le notizie del 4 febbraio sul Coronavirus

188 CONDIVISIONI

Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 in Italia e nel mondo e i dati di oggi, giovedì 4 febbraio 2021. Nel bollettino di oggi 13.659 nuovi casi e 421 morti. Nel nostro paese dovrebbero arrivare 14 milioni di dosi di vaccino entro aprile con Astrazeneca a under 55 e Pfizer e Moderna ai più anziani. Dall’Aifa ok all’impiego di alcuni anticorpi monoclonali come farmaco anticovid in Italia. Sono quasi 2,3 milioni le dosi di vaccino finora somministrate, 867mila hanno ricevuto anche la seconda dose. Locatelli: "Entro giugno ne avremo 40 milioni". Crisanti: "Per immunità di gregge globale serviranno anni". Anche a Papa Francesco è stato vaccinato. Ippolito (Spallanzani): "Vietare ristorante, cinema, stadio e aereo a chi non farà il vaccino”. Si teme intanto che anche in Italia le varianti di coronavirus diventino dominanti. Il Ministro inglese Zahawi: "Ce ne sono 4mila, ma solo alcune allarmano". Riapertura impianti sci, le linee guida: mascherine FFP2 obbligatorie e capienza al 50%. Nel mondo quasi 105 milioni di contagi e 2,2 milioni di morti. Negli USA superati i 450mila decessi. Il Regno Unito supera i dieci milioni di vaccinati con la prima dose. Il Messico autorizza il vaccino russo Sputnik V, in Cina continua la missione degli esperti Oms al lavoro sul Coronavirus. La Francia ha registrato altri 26.362 casi e presto produrrà vaccini Moderna e Pfizer. In Germania quasi oltre 700 morti in un giorno.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19
04 Febbraio
22:24

Usa, a New York lo Yankee Stadium diventa un centro di vaccinazione

Da domani venerdì 5 febbraio, lo Yankee Stadium, tempio del baseball americano, diventerà il più grande centro di vaccinazione di New York. L'impianto sarà aperto dalle 8 di mattina alle 8 di sera, ogni giorno della settimana, per consentire a tutti gli abitanti del Bronx di vaccinarsi contro il Covid-19. Il tutto fa parte del piano di incremento delle vaccinazioni: lo scopo è vaccinare 15mila persone a settimana.

A cura di Gabriella Mazzeo
04 Febbraio
21:56

L'Alto Adige torna in lockdown da lunedì 8 febbraio

L'Alto Adige torna in lockdown da lunedì 8 febbraio: chiuderanno i negozi, tornerà la didattica a distanza a pieno regime nelle scuole e vi sarà il divieto si spostamento tra Comuni. Nonostante i test a tappeto su tutto il territorio per individuare i positivi, il numero di contagi da Covid in Alto Adige non accenna a diminuire ed è stato registrato il primo caso di variante inglese del virus. Per questo la giunta provinciale ha deciso di istituire un nuovo lockdown, inasprendo le misure già in vigore.

A cura di Gabriella Mazzeo
04 Febbraio
21:32

Vaccino anti-Covid: 2.318.481 dosi somministrate in Italia

Nonostante la crisi di governo, va avanti la campagna vaccinale per combattere la pandemia da Coronavirus. Sono state somministrate 2.318.481 dosi di vaccino in Italia, pari al 79,9% delle dosi consegnate. Lo attestano i dati del report somministrazione vaccini anti-Covid forniti dal Commissario straordinario all'emergenza Coronavirus Domenico Arcuri.

A cura di Gabriella Mazzeo
04 Febbraio
21:07

Usa, Fauci: "Per uscire dall'emergenza bisogna vaccinare 85% della popolazione"

"Per uscire definitivamente dall'emergenza bisognerà vaccinare tra il 70 e l'85% della popolazione. Molto però dipenderà dalle varianti del virus". Lo ha dichiarato Anthony Fauci, consulente della Casa Bianca per l'emergenza Coronavirus. Massima attenzione, campagna vaccinale e obiettività davanti alle nuove difficoltà: questa è la ricetta dell'immunologo per gli Stati Uniti. Gli Usa dovranno aumentare i ritmi della campagna vaccinale, poiché almeno l'80% della popolazione deve aver ricevuto entrambe le dosi di vaccino. "Per ora siamo solo al 2% della popolazione per la seconda dose, mentre all'8% per la prima", spiega. Secondo Fauci, la maggioranza della popolazione dovrebbe essere vaccinata per l'inizio del prossimo autunno. "Le varianti restano una grande incognita – dichiara – e non so come le gestiremo. Dobbiamo aumentare numero dei vaccini senza rinviare la somministrazione della seconda dose".

A cura di Gabriella Mazzeo
04 Febbraio
20:46

Merkel: "Superato picco seconda ondata. Vedo chiaramente luce fuori dal tunnel"

"Il picco della seconda ondata è superata. Dobbiamo reggere". Lo ha detto Angela Merkel in un’intervista a Rtl-Ntv. E anche alla luce della diffusione del vaccino, la cancelliera ha affermato: "vedo chiaramente la luce alla fine del tunnel". "È un tempo molto duro – ha ribadito – ci è arrivato qualcosa addosso che non succedeva da 100 anni". E una pandemia del genere "cambia il mondo".

A cura di Biagio Chiariello
04 Febbraio
20:37

"Vaccini come Auschwitz", il fratello di Jeremy Corbyn arrestato

È stato arrestato il meteorologo inglese Piers Corbyn. Il fratello dell'ex leader laburista Jeremy Corbyn è accusato di aver fatto stampare diversi volantini che equiparano la campagna vaccinale anti Covid al campo di concentramento nazista di Auschwitz. "Vaccines are safe path to freedom" (i vaccini sono un percorso sicuro verso la libertà) questa la scritta che appare sui volantini al posto di "Arbeit Macht Frei". Rilasciato, poi, su cauzione, dovrà ripresentarsi in commissariato a marzo.

A cura di Biagio Chiariello
04 Febbraio
20:29

Vaccino, in Turchia oltre 2,5 milioni le dosi somministrate

La Turchia ha superato i 2 milioni e mezzo di cittadini che hanno ricevuto la prima dose del vaccino cinese Sinovac, nell'ambito della campagna di vaccinazioni iniziata lo scorso 14 gennaio. Terminato il primo round di vaccinazioni di operatori sanitari, novantenni, farmacisti e over 80, si procede con la prima iniezione degli over 70 prima di passare agli over 65. A renderlo noto il ministero della Salute. La Turchia ha ricevuto le prime 10 milioni di dosi del vaccino cinese Sinovac in due differenti consegne, e attende ora altre 10 milioni di dosi nei prossimi  giorni. Sono in totale 50 le milioni di dosi attese entro aprile dalla Cina. Ankara ha raggiunto anche un accordo con Pfizer Biontech per 4,5 milioni di vaccini e con la Russia per produrre in Turchia il vaccino russo Sputnik V.

A cura di Biagio Chiariello
04 Febbraio
20:24

Oms, in Africa 90 milioni di vaccini entro fine mese

L’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) ha promesso che entro febbraio arriveranno in Africa 90 milioni di dosi di vaccino contro il coronavirus per quella che sarà "la più grande campagna di vaccinazione di massa» nel continente. E che servirà a vaccinare il 3 per cento dell’intera popolazione africana nella prima metà del 2021. Lo ha annunciato il direttore regionale dell’Oms per l’Africa, Matshidiso Moeti, affermando che "l’Africa ha visto per troppo tempo altre regioni iniziare le campagne di vaccinazioni contro il Covid-19 restando ai margini. Quello in programma è un primo passo critico per garantire che il continente abbia un accesso equo ai vaccini". Il dirigente dell’Oms ha ribadito che 2lo sappiamo tutti, nessuno sarà al sicuro fino a quando ognuno di noi sarà al sicuro". La maggior parte dei vaccini destinati all’Africa sono quelli prodotti da AstraZeneca e dall’Università di Oxford AZD1222. Quattro Paesi africani, ovvero Capo Verde, Ruanda, Sudafrica e Tunisia, riceveranno circa 320mila sodi del vaccino prodotto da Pfizer e BioNTech. L’Oms si propone di vaccinare il 209 per cento della popolazione africana con 600 milioni di dosi entro la fine del 2021, come si legge in una nota stampa.

A cura di Biagio Chiariello
04 Febbraio
20:03

USA, Consigliere Biden: variante Gb è "uragano in arrivo"

L'epidemiologo USA Michael Osterholm, direttore del dipartimento di Malattie infettive dell'università del Minnesota e consigliere del presidente Biden per la lotta alla pandemia, ha paragonato i rischi della variante inglese del virus SarsCoV2 a "un uragano di categoria 5" in arrivo, in grado di causare "una marea in salita di nuovi casi". Parlando con i media americani, Osterholm ha lanciato l'allarme: "Ci vorrà più di un vaccino per tenere a bada questa mutazione e non avere un'impennata di infezioni nelle prossime settimane" Senza mezzi termini, l'esperto ha detto: "E' come se ora fossimo seduti su una spiaggia con 20 gradi al sole, un cielo blu e una brezza perfetta, ma io vedo un uragano in lontananza ed e' difficile convincere la gente ad evacuare adesso, con questo cielo. Ma l'uragano sta arrivando".

A cura di Biagio Chiariello
04 Febbraio
19:19

Vaccino: ore 19 aggiornamento Italia, 2.233.982 dosi 

 2.233.982 le dosi di vaccino contro il Covid-19 finora somministrate in Italia, il 93,4% del totale di quelle consegnate (2.390.985). La somministrazione ha riguardato 1.403.909 donne e 830.173 uomini. E' quanto si legge nel report online del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria aggiornato alle 8:04 di oggi. Le persone che hanno già ricevuto anche la seconda dose sono 867.237. Nel dettaglio, le dosi sono state somministrate a 1.577.602 operatori sanitari, 420.692 unita' di personale non sanitario, 219.610 ospiti di strutture residenziali e 16.078 over 80.

A cura di Biagio Chiariello
04 Febbraio
19:02

Siena, focolaio Covid partito dalla scuola materna: 56 positivi, "è la terza ondata"

Nel Comune di Chiusi, in Toscana, è allarme Covid dopo lo scoppio di un focolaio nella scuola materna del Sacro Cuore. Su ottomila cittadini, 56 sono positivi e altri 143 sono in isolamento precauzionale. Pertanto, il sindaco Juri Bettollini ha disposto la chiusura dell’istituto e di tutti i parchi e i giardini pubblici oltre al divieto di consumare cibo e bevande in strada: “Numeri mai avuti, non c’eravamo mai trovati in questa condizione”.

A cura di Biagio Chiariello
04 Febbraio
18:45

 Vaccini, pronti 152 drive through della Difesa per somministrazioni

Sono 152 i drive through della Difesa già schierati per essere utilizzati per le somministrazioni in occasione della fase della vaccinazione di massa, qualora richiesto dalle Asl o dal ministero della Salute. Di questi, 27 sono in Lombardia, 20 nel Lazio e 16 in Campania, altrettanti nel Veneto e 15 in Emilia Romagna. La Difesa aveva messo a disposizione fino a 200 drive through. A Milano, la struttura più ampia, che esegue il numero maggiore di operazioni con otto linee al lavoro.

A cura di Biagio Chiariello
04 Febbraio
18:02

Regno Unito: 20.634 nuovi contagi e 915 morti

Ancora alto nel Regno Unito il numero dei contagi: 20.634 quelli registrati nelle ultime 24 ore. In lieve aumento rispetto a ieri: 19.202. Mentre si contano 915 decessi (1322 ieri). Nel frattempo si registra anche che sono 10.490.487 i britannici che hanno ricevuto la prima dose di vaccino.

A cura di Biagio Chiariello
04 Febbraio
17:36

Il bollettino di oggi: 13.659 nuovi contagiati e 421 morti

Sono 13.659 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore su un totale di 270.142 test effettuati, tra antigenici e tamponi molecolari. È quanto emerge dal bollettino di oggi, giovedì 4 febbraio. Il tasso di positività è del 5,1%. Stabile il numero dei morti: altri 421 decessi da ieri. La regione con il più alto numero di infezioni giornaliero è la Lombardia, seguita da Campania ed Emilia Romagna.

A cura di Biagio Chiariello
04 Febbraio
17:12

Oms: "Variante sudafricana preoccupa perché c'è rischio di reinfettarsi"

"Le nuove varianti del Covid preoccupano, in particolare quella sudafricana, perché il virus si trasmette più velocemente, ed i sistemi sanitari potrebbero avere più difficoltà. Ma soprattutto perché rapporti preliminari mostrano che con la mutazione sudafricana c'è il rischio di reinfettarsi". Così il direttore dell'Oms Europa Hans Kluge intervenendo alla plenaria del Comitato delle Regioni. "Inoltre – aggiunge – dobbiamo valutare cosa significhi questo per i vaccini".

A cura di Biagio Chiariello
04 Febbraio
17:09

Sci, via libera all'apertura degli impianti in zona gialla

Via libera allo sci dal 15 febbraio, ma solo nelle Regioni gialle, mentre gli impianti resteranno chiusi nelle zone arancioni e rosse. Lo avrebbe deciso il Comitato tecnico scientifico al termine della riunione in cui è stato esaminato il protocollo messo a punto dalle Regioni il 28 gennaio. Bocciata quindi la proposta delle Regioni di riaprire gli impianti anche in zona arancione, con una capienza ridotta al 50% su funivie, cabinovie e seggiovie e l'utilizzo obbligatorio di mascherine Ffp2.

A cura di Biagio Chiariello
04 Febbraio
16:56

Cosa dice il primo rapporto dell'Aifa sulla sorveglianza dei vaccini utilizzati finora

Secondo il primo rapporto dell’Agenzia italiana del Farmaco (Aifa) sulla sorveglianza dei vaccini utilizzati finora nella lotta al Coronavirus, in Italia su 1.564.090 dosi somministrate tra il 27 dicembre 2020 e il 26 gennaio 2021 sono pervenute 7.337 segnalazioni di reazioni avverse, di cui il 92,4% sono riferite a eventi non gravi, come dolore in sede di iniezione, febbre, astenia e stanchezza, dolori muscolari. Le reazioni più gravi rappresentano il 7,6% delle totali, ma per queste è in corso la valutazione del nesso causale con i sieri.

A cura di Biagio Chiariello
04 Febbraio
16:30

Primo rapporto Aifa su vaccini: confermato profilo sicurezza

Le sospette reazioni avverse segnalate per i vaccini Pfizer-BioNTech e Moderna "sono in linea con le informazioni già presenti nel riassunto delle caratteristiche del prodotto dei vaccini e le analisi condotte sui dati fin qui acquisiti confermano il loro profilo di sicurezza". Lo rileva il primo rapporto AIFA sulla sorveglianza dei vaccini Covid-19. I dati si riferiscono alle segnalazioni di sospetta reazione avversa registrate tra il 27/12/2020 e il 26/1/2021 per i vaccini in uso nella campagna, e riguardano soprattutto la prima dose del vaccino Comirnaty (99%), che è stato il più utilizzato, e solo in minor misura Moderna (1%).

A cura di Biagio Chiariello
04 Febbraio
15:49

Magrini (Aifa): "Per il vaccino Reithera necessari ancora 4/6 mesi"

Per il vaccino Reithera "c’è un tempo di sviluppo più lento, siamo ancora alla programmazione dello studio di fase due, penso siano ancora necessari 4/6 mesi per questa fase in funziona anche dei risultati". Lo ha detto Nicola Magrini, Direttore Generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco, a 24Mattino di Simone Spetia su Radio 24.

A cura di Biagio Chiariello
04 Febbraio
15:43

La mappa covid Ue aggiornata ad oggi: le zone italiane più a rischio

La mappa covid Ue aggiornata oggi dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie. Per l’Italia sono soltanto due le aree indicate con il rosso scuro vale a dire il colore che segnala zone ad alto contagio: la provincia di Bolzano e la regione Friuli Venezia Giulia. Quasi tutte le restanti regioni sono invece rosso a parte la Valle D’Aosta che è è arancione.

A cura di Biagio Chiariello
04 Febbraio
15:25

Oms a Wuhan: "Covid nato in laboratorio? Scenario da film" 

Il team dell’Organizzazione mondiale della Sanità è impegnato in missione in Cina per ricostruire le origini della pandemia da Coronavirus. Il gruppo di esperti è guidato da Peter Ben Embarek. “Se iniziamo a seguire e dare la caccia ai fantasmi qua e là, non andremo mai da nessuna parte”, ha detto in un’intervista all’Afp.

A cura di Biagio Chiariello
04 Febbraio
15:17

Ricciardi: "La variante inglese muta velocemente e ora è più pericolosa"

Per Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute, Roberto Speranza, e docente di Igiene all’Università Cattolica di Roma, “la variante inglese si diffonde soprattutto nelle scuole perché si trasmette molto più frequentemente nei bambini, negli adolescenti e nei giovani, rispetto al ceppo originario. Ed ha anche una più elevata letalità. Per altro, sta già mutando per cui bisogna accelerare con la campagna di vaccinazione”.

A cura di Biagio Chiariello
04 Febbraio
14:57

Regno Unito, Ministro Zahawi: "Ci sono 4mila varianti Covid, ma solo alcune allarmano"

Sono circa 4mila le varianti del covid 19 individuate nel mondo dall'inizio della pandemia, che come tutte le infezioni virali tende a mutare col tempo. Lo ha sottolineato oggi a SkyNews il ministro britannico Nadhim Zahawi, messo nei mesi scorsi dal premier Boris Johnson a capo di un team governativo ad hoc per il coordinamento della campagna vaccinale nazionale, precisando tuttavia che secondo gli esperti solo alcune di esse appaiono al momento preoccupanti per il potenziale di diffusione.

A cura di Biagio Chiariello
04 Febbraio
14:50

 Cgil, Cisl, Uil a Draghi: "Si proroghi blocco dei licenziamenti"

I leader di Cgil, Cisl, Uil, Landini, Furlan e Bombardieri esprimono le loro "preoccupazioni per la situazione di emergenza sanitaria, sociale, occupazionale ed economica del paese che rischia di aggravarsi nelle prossime settimane quando scadrà il blocco dei licenziamenti e la cassa Covid". Lo si legge in una nota congiunta. "Cgil, Cisl, Uil – di legge – valutano molto positivamente che il Presidente incaricato Mario Draghi abbia ieri affermato di voler aprire un confronto di merito anche con le parti sociali. Per questo , Cgil, Cisl Uil sono disponibili fin da subito ad incontrare Draghi per esternare le loro preoccupazione".

A cura di Biagio Chiariello
04 Febbraio
14:13

Oms: "L'impatto del Covid è stato catastrofico sulla cura dei tumori"

L'impatto della pandemia da Coronavirus e delle restrizioni alla mobilità sul trattamento del cancro è "catastrofico": lo ha denunciato la branca europea dell'Oms, che ha registrato interruzioni nei servizi oncologici in un terzo dei Paesi del Vecchio Continente. "L'impatto della pandemia sul cancro nella regione è a dir poco catastrofico", ha detto il direttore dell'Oms per l'Europa Hans Kluge in occasione della Giornata mondiale contro il cancro. Tra i 53 paesi della regione (compresi diversi paesi dell'Asia centrale), uno su tre ha interrotto parzialmente o completamente i propri servizi oncologici. Tra i vari esempi, l'Oms prevede che nel Regno Unito i ritardi nella diagnosi e nel trattamento dovrebbero portare a un aumento del 15% dei decessi per cancro del colon-retto e del 9% per cancro al seno nei prossimi cinque anni. Nel continente europeo, i tumori, il diabete e le malattie respiratorie croniche sono responsabili di oltre l'80% delle morti ogni anno.

A cura di Biagio Chiariello
04 Febbraio
14:00

Da AstraZeneca +9 milioni di dosi di vaccino all'Unione Europea

AstraZeneca ha promesso un aumento di 9 milioni di dosi di vaccini da destinare all'Unione Europea. Lo ha detto oggi un portavoce della Commissione europea in conferenza stampa. Le dosi destinate ai Paesi Ue passano quindi da 31 milioni a 40 milioni, sempre a fronte delle 100 milioni di cui si era parlato all'inizio.

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
13:52

Ricciardi: "Trovati fondi per anticorpi monoclonali, vanno ordinati subito"

"Il ministro ha trovato i fondi per comprare gli anticorpi monoclonali, ora bisogna ordinarli rapidamente perché ordinandoli adesso arrivano a marzo-aprile. Quindi dobbiamo sbrigarci perché siamo in concorrenza con il resto del mondo". A dirlo Walter Ricciardi, professore di Igiene all'università Cattolica di Roma e consulente del ministro della Salute Speranza, ospite di ‘L'aria che tira' su La7.

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
13:42

Vaccino Sputnik V, Lopalco: "Nessuna preclusione. Se arriva ok dell'EMA si userà"

Il Prof. Pier Luigi Lopalco
Il Prof. Pier Luigi Lopalco

"Il problema del vaccino russo è tutto autorizzativo. Non ci sono altre preclusioni. Un vaccino per essere usato in un Paese dell'Unione europea deve avere l'autorizzazione dell'agenzia europea, l'Ema". A ricordarlo all'Adnkronos Salute Pier Luigi Lopalco, epidemiologo e assessore alla Sanità della Regione Puglia. "Le autorità nazionali, l'Aifa per quanto ci riguarda – continua Lopalco – non possono autorizzare autonomamente un vaccino. Se il vaccino russo passa al vaglio Ema non si vede perché non dovrebbe essere usato. Più vaccini abbiamo meglio è", conclude.

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
13:35

Toscana, Giani: "Aumentano i contagi nella nostra regione, è campanello d'allarme"

L'aumento di contagi da Covid 19 registratesi in Toscana nelle ultime 24 ore "indubbiamente è un campanello d'allarme perché oggi ci 760 casi rispetto ai 550 di ieri. Noi siamo stati quattro settimane in zona gialla, sicuramente la maggiore mobilità crea più opportunità di contagio". A dirlo il governatore toscano Eugenio Giani a margine di una iniziativa in svolgimento nella sede del Cesvot a Firenze. E a chi gli ha chiesto se si senta di fare un appello ad evitare assembramenti in vista del prossimo week-end ormai alle porte, Giani ha risposto: "Invito i giovani ma non solo loro ma anche tutti coloro che vivono nella nostra comunità ad avere comportamenti virtuosi: distanziamento, mascherina, igiene della mani, ricerca di stare in luoghi dove il contatto non si manifesta. Noi entriamo in una fase in cui è necessario avere molta attenzione e molta cautela. La battaglia si vince tutti insieme, attraverso il comportamento responsabile di ciascuno".

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
13:20

Francia, il 14% dei nuovi contagi legato alle varianti

Aumenta la circolazione delle varianti di Covid-19 in Francia, secondo i risultati preliminari di un sondaggio. Lo riporta Le Figaro citando una intervista a Bruno Lina, professore di virologia del centro ospedaliero universitario di Lione (HCL, Hospices civil Lyon) e membro del comitato scientifico del governo francese, alla BFMTV. Le varianti riguardano il 14% dei casi positivi al coronavirus, secondo l'indagine del 26 e 27 gennaio. Una diffusione che aumenta ma che non è "esplosiva", ha sottolineato Lina. "L'aumento è lineare e continuo" ha aggiunto al microfono di BFM Lyon. L'esperto precisa però che il 20% dei casi deve ancora essere sequenziato. I risultati finali dell'indagine saranno resi pubblici in giornata. Nell'ultimo sondaggio flash del 7 e 8 gennaio, la variante inglese rappresentava solo il 3,3% dei test.

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
13:14

In Veneto 896 nuovi positivi al coronavirus nelle ultime 24 ore

"Nelle ultime 24 ore, in Veneto si sono registrati 896 nuovi casi di positività al Coronavirus, con un'incidenza, rispetto ai tamponi eseguiti, del 2,74%". A dichiararlo il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, nel corso del punto stampa indetto presso la sede della Protezione Civile di Marghera (Venezia). "Attualmente, in Veneto – ha concluso Zaia -, sono 28.704 le persone positive".

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
13:07

Svezia, passaporto vaccinale per i cittadini che vorranno viaggiare

La Svezia svilupperà un certificato di vaccinazione digitale per permettere alle persone vaccinate di viaggiare. A renderlo noto il ministro per la digitalizzazione Anders Ygeman secondo cui alle autorità svedesi è stato chiesto di lavorare alla produzione del certificato coordinandosi con l’Organizzazione mondiale della sanità e l’Unione europea. Mercoledì, anche il governo della Danimarca ha dichiarato di aver attivato le imprese del paese per sviluppare un “passaporto coronavirus” digitale che sarà pronto per l’uso entro la fine dell’anno.

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
12:54

Vaccino Sputnik V, Locatelli: "Dati molto interessanti, valutare con approccio laico"

"Per il vaccino russo anti-Covid Sputnik, la pubblicazione apparsa giorni fa su The Lancet è significativamente interessante". A dirlo il presidente del Consiglio superiore di sanità (Css) Franco Locatelli, ospite di Sky TG24. "Io credo – ha spiegato – che ci dobbiamo accostare a ogni vaccino con un atteggiamento che definirei laico, cioè valutare quello che è il profilo di sicurezza ed efficacia attraverso analisi rigorose, come quelle che garantiscono l'autorità regolatoria europea e quella italiana, e fare valutazioni sulle pubblicazioni scientifiche che verranno a essere prodotte".

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
12:47

Anticorpi monoclonali, Palù: "Troppi morti, non potevamo attendere ancora per il via libera dell'EMA"

Giorgio Palù, presidente dell’Agenzia italiana del farmaco Aifa, ha spiegato all'Adnkronos Salute le ragioni dell'approvazione delle terapie con alcuni anticorpi monoclonali: "Il tributo di vittime che paghiamo ogni giorno non poteva farci attendere. È stato uno dei motivi per spingere sul via libera agli anticorpi monoclonali. E ho trovato la sensibilità del ministro della Salute Roberto Speranza". Palù ha aggiunto che "c’era qualche motivo di riflessione perché l’agenzia europea Ema non si è ancora espressa. Negli Usa la Fda ha autorizzato l’uso emergenziale di questi anticorpi monoclonali. Ricorderete il ‘cocktail' di farmaci utilizzato per l’allora presidente Donald Trump, che in 24 ore uscì dall’ospedale. Ma ora ci sono dati inoppugnabili. Quello che emerge dai lavori pubblicati su riviste importantissime è il fatto che sono un’arma potente se somministrata nelle prime fasi d’infezione, ai primi sintomi".

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
12:27

Pregliasco: "Contro le varianti del virus meglio le mascherine monouso di quelle di stoffa"

Fabrizio Pregliasco, ricercatore e direttore sanitario dell’Ircss Istituto Galeazzi di Milano, in un'intervista rilasciata a Fanpage.it ha fatto il punto sulle strategie da mettere in atto per proteggersi dalle temibili varianti del coronavirus: "Le mascherine chirurgiche hanno buone prestazioni, costano poco e per questo si possono cambiare anche più volte al giorno. Il limite delle riutilizzabili è la manipolazione che può diventare addirittura un rischio ulteriore”.

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
12:11

Alto Adige, volano i contagi: 747 nuovi casi nelle ultime 24 ore

Repentino aumento dei contagi e del numero di persone in quarantena in Alto Adige. Nelle ultime 24 ore si registrano infatti 747 nuovi casi e – per la prima volta – oltre 15 mila persone in quarantena. I laboratori dell'Azienda sanitaria hanno effettuato 2.677 tamponi pcr rilevando 350 casi di positività. A questi vanno aggiunti 397 test antigenici positivi su 4979 effettuati. Nei normali reparti ospedalieri attualmente si trovano 249 pazienti (ieri 241), nelle cliniche private 159 (invariato) e in terapia intensiva 35 (32). Nelle ultime 24 ore sono deceduti due pazienti covid mentre sono in quarantena 15.429 altoatesini. Si tratta di un dato record mai registrato dall'inizio della pandemia in Alto Adige.

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
10:48

Quasi tutta Italia in zona gialla: cosa potrà fare e cosa no nel weekend

Bar e ristoranti aperti fino alle 18, hotel, spa, terme e centri commerciali, seconde case, spostamenti, musei e mostre: cosa si può fare e cosa invece resta vietato in base ai decreti e dpcm anti-Covid in vigore nel prossimo weekend, il primo del mese di febbraio con quasi tutta Italia in zona gialla.

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
10:45

Cosa prevede il nuovo piano vaccinale del Governo: si parte subito con insegnanti e under 55

Con l’approvazione del vaccino di AstraZeneca – riservato agli under 55 – Governo, commissario Arcuri e Regioni hanno ridefinito il piano di vaccinazioni: parallelamente ai soggetti più a rischio (Fase 1) come operatori sanitari, ospiti delle Rsa e anziani – ai quali sono riservati i sieri Pfizer e Moderna – scatterà anche la Fase 3: il vaccino di Oxford verrà somministrato a insegnanti e personale scolastico, detenuti, ospiti delle comunità e persone con comorbidità moderata più giovani.

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
10:20

Cartabellotta (Gimbe): "La campagna vaccinale è rallentata, forniture vengono continuamente riviste a ribasso"

"Nel bel mezzo della crisi di Governo stiamo attraversando una delle fasi più critiche della pandemia: da un lato l’inevitabile rallentamento della campagna vaccinale, segnata da continue revisioni al ribasso delle forniture, dall’altro i primi segnali di aumento di circolazione del virus, indubbiamente sottostimata": a dirlo il presidente della fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta, commentando i dati del monitoraggio settimanale.

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
09:49

Locatelli: "In Italia entro giugno 40 milioni di dosi di vaccino"

Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di Sanità, ha dichiarato che la disponibilità di vaccini anti-Covid entro il mese di giugno 2021 è quantificabile nell’ordine più o meno dei 40 milioni di dosi. Entro quel mese, dunque, la speranza è aver vaccinato 20 milioni di persone in Italia.

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
09:43

Vaccini, il commissario UE: "Puntiamo all'autosufficienza in 18/24 mesi"

La Commissione europea punta alla totale autosufficienza dell'Unione Europea nella produzione di vaccini contro il coronavirus nel giro di 18-24 mesi. A dirlo a La Stampa il commissario all'Industria Thierry Breton a capo di una task force incaricata di individuare i siti produttivi per il vaccino, ma anche di contribuire alla soluzione dei problemi tecnici che stanno ritardando la consegna dei vaccini da parte delle aziende che già li producono. "Lavoriamo su più fronti. Innanzitutto siamo a disposizione delle aziende 24 ore su 24 per aiutarle in caso di problemi industriali. Abbiamo un team di esperti che possono essere dispiegati. Inoltre, nessuna di queste aziende aveva esperienze di produzione su larga scala di vaccini con la tecnologia mRna, che richiede più di 400 componenti: alcune case stanno affrontando problemi legati alle catene di approvvigionamento che vanno risolti. C'è poi una questione legata agli intoppi che si possono creare nella fase di finitura dei vaccini, quella dell'imbottigliamento" ha spiegato Breton.

Secondo il commissario "in alcuni siti la produzione del vaccino in sé non è un problema, ma i rallentamenti subentrano in fase di finitura. Il sostegno di altri impianti può certamente servire. Alcuni lo stanno già facendo con BioNTech, il che permetterà di aumentare la capacità produttiva. Siamo impegnati per ottenere risultati al più presto, in modo da rispettare il calendario delle consegne. Ma lavoriamo anche con una prospettiva a medio-termine". "Puntiamo a essere totalmente autosufficienti nel giro di 18-24 mesi. Abbiamo dimostrato di esserlo sul terreno della ricerca e dello sviluppo, ma dobbiamo diventarlo anche in termini di capacità produttiva. La questione principale ora non è legata alle licenze, ma all'incremento della capacità produttiva. È su questo che ci stiamo concentrando".

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
09:03

Quali sono gli anticorpi monoclonali approvati dall'AIFA

È arrivato il via libera dall’Aifa a due anticorpi monoclonali per il trattamento di Covid-19, con alcune condizioni e per una categoria limitata di pazienti. Gli anticorpi monoclonali approvati sono quelli prodotti da Regeneron e da Eli Lilly. Sono circa una quindicina invece i gruppi di ricerca che stanno lavorando allo sviluppo di questa terapia.

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
08:56

Crisanti: "Per l'immunità di gregge a livello globale serviranno anni"

Secondo Andrea Crisanti, direttore del dipartimento di Microbiologia dell’università di Padova, l'immunità di gregge a livello mondiale verrà raggiunta solo tra diversi anni: "Ci sono aree del mondo – ha detto al Fatto Quotidiano – dove non è mai iniziata la vaccinazione, e dove non hanno la forza economia per poter acquistare i vaccini né hanno le infrastrutture per distribuire e trasportare quelli Pfizer e Moderna. Glielo dico schiettamente: questi sono vaccini per ricchi". In merito alla sospensione dei brevetti "anche se li liberassero, in molte aree del continente africano non sarebbero mai in grado di vaccinare la popolazione con questi vaccini nuovi, a mRna. Sono tecnologicamente inadeguati, sarebbe impossibile mantenere la catena del freddo per il trasporto, e la distribuzione capillare. Le dico chiaro e tondo, per i paesi poveri bisognerà aspettare i vaccini ‘Low tech', tradizionali, e prima che verranno sviluppati e approvati, ci vorrà ancora tempo. E prima che vengano distribuiti su larga scala passeranno anni".

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
08:43

Il virologo Silvestri: "Ok dell'AIFA ad anticorpi monoclonali è vittoria per l'Italia"

La Commissione tecnico scientifica dell'Agenzia italiana del farmaco Aifa ha autorizzato l'uso dei due anticorpi monoclonali anti-Covid delle americane Eli Lilly e Regeneron, per l'impiego in fase precoce in pazienti ad alto rischio. "Una vittoria" per il Paese, ha commentato il virologo Guido Silvestri, docente negli Usa alla Emory University di Atlanta, ma "anche una terribile sconfitta per la credibilità di molte persone. Prima di tutto di quelli che nell'ottobre scorso si sono opposti in modo durissimo a questa autorizzazione, così facendo perdere tempo prezioso a tutti". Tramite Silvestri, infatti, il Chief Scientific Officer di Lilly Dan Skovronsky aveva offerto gratuitamente all'Italia decine di migliaia di dosi di prodotto per uno studio clinico. "Sarebbe importante ora – ripete Silvestri su Facebook – che questi personaggi spiegassero, una volta per tutte, cosa gli ha fatto cambiare idea circa la necessità di un'approvazione europea e l'efficacia clinica degli anticorpi nei pazienti con Covid-19. Perché bisogna spiegare al Paese – insiste lo scienziato – per quali motivi si approva a inizio febbraio una cosa che fu fatta fallire ad ottobre".

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
08:37

La metà dei morti di Covid del mondo (1,1 milioni) concentrati in soli 5 paesi

Quasi la metà dei decessi provocati dal coronavirus a livello globale, ovvero oltre 1,1 milioni, si concentra in appena cinque Paesi: è quanto emerge dai dati della Johns Hopkins University. Oggi, come è noto, gli Stati Uniti hanno superato la soglia dei 450mila decessi, con un aumento di oltre 50mila vittime in appena due settimane. E con questo bilancio il totale delle vittime dei primi cinque Paesi per maggior numero di decessi sale a quota 1.103.734, quasi la metà del bilancio complessivo dei morti registrati nel mondo dall'inizio della pandemia (2.268.691). Oltre agli Usa, che contano 450.681 decessi, gli altri quattro Paesi sono Brasile (227.563), Messico (161.240), India (154.703) e Regno Unito (109.547).

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
08:31

Nel Regno Unito sarà somministrato un mix di vaccini: al via studio per verificarne l’efficacia

Ottocento volontari britannici hanno accettato nelle prossime settimane di farsi somministrare un mix di vaccini anti COVID, con la seconda dose diversa dalla prima. Nella fase iniziale dello studio saranno inoculati quelli di AstraZeneca e Pfizer, ma più avanti saranno coinvolte anche altre preparazioni. L’obiettivo è valutare i potenziali benefici della combinazione, anche contro le varianti emergenti.

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
08:21

Sileri: "Con 'stop and go' riaprirei i ristoranti da fine febbraio"

"Con uno stop and go, da fine febbraio si possono riaprire i ristoranti la sera, lasciando le ore 22 come coprifuoco, anche se a me questa parola non piace". A dirlo il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri nel corso di ‘Porta a porta', sottolineando che si tratta di una sua opinione e che c'è un Comitato tecnico-scientifico che fa le sue valutazioni. A parere di Sileri, "con il progredire dell'immunità, che comunque c'è, e la campagna vaccinale, potrebbero riaprire, sempre con controlli rigidi, cinema, teatri e via dicendo. Controlli la temperatura, una fila sì e una no, i posti sono assegnati…", tenendo anche conto che occorre subito intervenire non appena scatti una variabile nella situazione che lo richieda.

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
07:53

Oggi nuove regole per impianti da sci e voli Covid-free

Il Comitato tecnico scientifico si riunirà oggi per prendere in esame il protocollo messo a punto dalle Regioni per la ripartenza degli impianti da sci, che dovrebbero riaprire il 15 febbraio, data in cui scadrà il divieto di spostamento tra le Regioni. Anche i voli Covid free e il protocollo per il festival di Sanremo al centro della riunione del Cts.

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
07:43

Negli USA superati i 450mila morti di Covid-19

Negli Stati Uniti – il paese più colpito dalla pandemia di Covid-19 – sono stati superati i 450mila morti a causa del coronavirus: è quanto emerge dai conteggi della Johns Hopkins University. Secondo l'università americana ad oggi i decessi da Covid-19 nel Paese sono 450.681 a fronte di un totale di 26.554.792 casi di contagio. Il 19 gennaio scorso gli Usa avevano superato le 400mila vittime.

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
07:37

Germania, 14.211 casi e 786 morti nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore in Germania sono stati diagnosticati 14.211 casi di coronavirus portando a 2.252.001 il totale dei contagiati da inizio pandemia. A renderlo noto l'Istituto Robert Koch per le malattie infettive. Il bilancio delle vittime riportato è aumentato di 786, per un totale di 59.742.

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
07:31

Ippolito (Spallanzani): "Vietare ristorante, cinema, stadio e aereo a chi non farà il vaccino"

"Ho fiducia che gli italiani abbiano capito l'importanza del vaccino. L'adesione al distanziamento, che da noi è elevata, dimostra che se le cose sono spiegate chiaramente, vengono capite". È quanto ha dichiarato  il direttore scientifico dell'Istituto Spallanzani di Roma, Giuseppe Ippolito, in un'intervista al quotidiano la Repubblica. Sulla possibilità di introdurre una patente di immunità, per incentivare la popolazione a vaccinarsi, Ippolito ha commentato: "Molte attività dovranno essere precluse a chi non è vaccinato: ristorante, cinema, stadio, aereo. Le misure potranno essere adottate quando il vaccino sarà disponibile per tutti, altrimenti sarebbero un fattore discriminante".

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
07:22

Nelle ultime 24 ore nel mondo 535.436 contagi e 15.866 morti da Covid-19

535.436 contagi e 15.866 morti da Covid in 24 ore, dalle 6.30 di ieri mattina alla stessa ora di oggi, sono stati segnalati dal database della Johns Hopkins University, con un incremento di 1.027 vittime e di 90.766 infezioni rispetto allo stesso orario del giorno precedente. Stando alla Jhu, dalla comparsa dell'epidemia sono stati causati 104.389.508 contagi di cui 2.268.678 risultati letali. A livello di singoli paesi, Gli Stati Uniti restano di gran lunga la nazione più colpita e proprio dopo le ultimissime rilevazioni hanno superato la soglia delle 450mila vittime totali, per la precisione 450.681. Sempre negli States almeno 26.554.216 persone hanno contratto il nuovo coronavirus dalla sua apparizione, che risale "ufficialmente" al 29 febbraio nello stato di Washington anche se gli scienziati più di recente hanno scoperto che precedentemente almeno due persone erano già morte per il Covid in California. Sul fronte delle infezioni la classifica (limitatamente alle nazioni che hanno oltrepassato i due milioni di casi) prosegue con l'India (10,79 milioni), il Brasile (9,33), la Gran Bretagna (3,88), la Russia (3,85). Seguono quindi la Francia (3,31), la Spagna (2,88), l'Italia (2,58), la Turchia (2,50), la Germania (2,25) e la Colombia (2,12).

A cura di Davide Falcioni
04 Febbraio
07:13

Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, 4 febbraio

Nel bollettino diramato ieri sono stati diagnosticati 13.189 nuovi casi di Coronavirus su un totale di 279.307 test effettuati, tra antigenici e tamponi molecolari. Dall’inizio dell’epidemia di Covid-19 nel nostro Paese i contagi sono dunque 2.583.790. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 476 morti per Covid, per un totale di 89.820 morti dall’inizio dell’emergenza sanitaria. I guariti salgono a 2.059.248 (+15.749). I casi attualmente positivi sono 434.722 (-3.043), di cui 20.071 ospedalizzati con sintomi, mentre i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 2.145. La regione con il più alto numero di infezioni giornaliero è la Lombardia, seguita da Campania e Lazio. Questa la situazione dei contagi regione per regione.

Lombardia: +1.738

Veneto: +629

Piemonte: +819

Campania: +1.539

Emilia Romagna: +1.047

Lazio: +1.164

Toscana: +551

Sicilia: +886

Puglia: +1.044

Liguria: +233

Friuli Venezia Giulia: +692

Marche: +408

Abruzzo: +449

Sardegna: +143

P.A. Bolzano: +653

Umbria: +458

Calabria: +318

P.A. Trento: +261

Basilicata: +68

Molise: +78

Valle d'Aosta: +11

Nel mondo intanto sono 104.389.634 i casi accertati, mentre i decessi sono 2.268.681. Con 26.554.792  gli Stati Uniti continuano ad essere il paese più colpito dalla pandemia seguiti da India, Brasile, Regno Unito, Russia, Francia, Spagna e Italia.

A cura di Davide Falcioni
188 CONDIVISIONI
32157 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni