317 CONDIVISIONI
24 Aprile 2020
07:00
AGGIORNATO28 Aprile

Le notizie del 24 aprile sul Coronavirus: malati in calo, ma ancora 420 morti in un giorno

317 CONDIVISIONI

Gli aggiornamenti e i dati di venerdì 24 aprile sul Coronavirus in Italia e nel mondo. Ad oggi sono 192.994 i casi di Covid-19 in Italia, di cui 60.498 guariti e 25.969 decessi. Per la Fase due la riapertura di fabbriche e negozi sarà spalmata su quattro lunedì, a partire dal 27 aprile: è questo il calendario a cui pensa il Governo per far ripartire l'Italia. Via al nuovo Protocollo per la sicurezza all'interno dei luoghi di lavoro. Il Veneto con Zaia allenta le restrizioni. Ipotesi autocertificazione dal 4 maggio per chi si sposta tra Regioni. Il Consiglio dei Ministri approva il Def. Oltre due milioni e mezzo i contagi in tutto il mondo secondo i dati della John Hopkins University, 50mila morti in Usa dove Trump propone iniezioni di disinfettante per uccidere il virus.

24 Aprile
22:52

Dal 4 maggio anche in Belgio comincia la fase 2: quattro tappe per riaprire negozi e scuole

Test dall’auto al Santa Maria della Pietà di Roma (La Presse)
Test dall’auto al Santa Maria della Pietà di Roma (La Presse)

Anche in Belgio, come in Italia, comincerà il prossimo 4 maggio la fase 2 dell'emergenza Coronavirus. Oltre un mese dopo l'entrata in vigore delle restrizioni per contenere la pandemia di Covid-19, il Belgio si avvia così ad uscire dalla quarantena. Il processo sarà "graduale. Non potremo mai escludere di dover fare dei passi indietro", perché l'operazione "dipende dall'evoluzione dei dati sanitari", quindi "nessuna data è scolpita nella pietra", ha avvertito la premier Sophie Wilmes al termine di una riunione del Consiglio nazionale per la sicurezza durata oltre sette ore. La ripresa avverrà secondo quattro tappe: il 4 maggio riaprirà un numero molto limitato di attività, ma per le aziende resta consigliato il telelavoro. L'attività fisica all'aperto sarà permessa con massimo due persone. L'11 maggio riapriranno le attività commerciali, seguendo restrizioni che devono ancora essere definite. Il 18 maggio ci sarà una riapertura graduale e parziale delle scuole, mentre solo a giugno potrebbe toccare a bar e ristoranti. Portare una mascherina o una protezione per naso e bocca sarà obbligatorio sui mezzi pubblici e sul luogo di lavoro quando non è possibile garantire le distanze di sicurezza.

A cura di Ida Artiaco
24 Aprile
22:31

Stop alle zone arancioni in provincia di Rimini e nel comune di Medicina

Stop alle limitazioni supplementari in due ‘zone arancioni‘, la provincia di Rimini e nel Comune bolognese di Medicina (dove saranno valide le misure previste nel resto della Regione), ritorno alla vendita di cibo da asporto in rosticcerie, friggitorie, gelaterie, pasticcerie e pizzerie al taglio. Sono le nuove misure previste dalla nuova ordinanza della Regione Emilia-Romagna che saranno in vigore da lunedì. Secondo l'ordinanza, firmata dal presidente della Regione Stefano Bonaccini e già annunciata nel pomeriggio, nei locali che potranno riaprire si potrà vendere, ma solo dietro ordinazione e quindi in maniera contingentata. Nel locale non potrà esserci più di un cliente per volta e l'ordinazione non potrà in alcun modo essere consumata sul posto. Via libera anche all'attività da parte degli esercizi di toelettatura degli animali da compagnia

A cura di Ida Artiaco
24 Aprile
22:26

Standard & Poor's conferma rating negativo dell'Italia: "Il Pil calerà del 10%"

L'agenzia internazionale Standard and Poor's Global Rating ha annunciato di aver confermato il rating sovrano dell'Italia, mantenendolo a ‘BBB‘, due gradini sopra il il livello speculativo, definito appunto "junk" (spazzatura). Inoltre S&P conferma anche l'outlook ‘negativo', prevedendo che il deficit nazionale salirà al 6,3% del pil alla fine del 2020 con un debito vicino al 153%, stando a quanto si legge in una nota. Secondo S&P il pil italiano si contrarrà del 9,9% nel 2020, con un rimbalzo il prossimo anno quando segnerà un aumento del 6,4%. Previsto anche un tasso di disoccupazione all'11,2% quest'anno.

A cura di Ida Artiaco
24 Aprile
21:58

Mattarella sul 25 aprile: "Allora è nata una nuova Italia e abbiamo costruito il nostro futuro"

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha lanciato un messaggio in occasione della festa della Liberazione di domani, sabato 25 aprile. "Nasceva allora una nuova Italia e il nostro popolo, a partire da una condizione di grande sofferenza, unito intorno a valori morali e civili di portata universale, ha saputo costruire il proprio futuro", ha detto il capo dello Stato, il quale ha aggiunto poi che "va espressa riconoscenza a tutti coloro che si trovano in prima linea per combattere il virus e a quanti permettono il funzionamento di filiere produttive e di servizi essenziali. Manifestano uno spirito che onora la Repubblica e rafforza la solidarietà della nostra convivenza, nel segno della continuità dei valori che hanno reso straordinario il nostro Paese".

A cura di Ida Artiaco
24 Aprile
21:24

Il ministro Gualtieri: "55 miliardi a famiglie, imprese, sanità. Così il Paese riparte"

"55 miliardi per le famiglie, per le imprese, per la sanità e ulteriori risorse per la liquidità e per proteggere le nostre aziende e poi cancelliamo tutti gli aumenti Iva previsti per i prossimi anni. E' un intervento poderoso, senza precedenti,necessario per sostenere e aiutare il paese in questo momento così difficile e provare a ripartire tutti insieme". Così il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri in un post condiviso sul proprio profilo Facebook dopo il varo del Def e la richiesta di scostamento per finanziare il prossimo decreto di aprile.

A cura di Ida Artiaco
24 Aprile
20:44

Cura Italia: Mattarella firma la conversione in decreto legge

Il presidente Sergio Mattarella ha firmato la conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, recante misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19, detto "Cura Italia". Lo si è appreso al Quirinale.

A cura di Biagio Chiariello
24 Aprile
20:37

Guarisce a 103, da bimba era stata cagionevole di salute

All'età di 103 anni ha sconfitto il Coronavirus. E dire che i suoi parenti, da piccola, la consideravano "cagionevole di salute". Lei è Romana Gastaldelli, 104 anni a giugno. Classe 1916, ha vissuto a Bolzano due guerre mondiali. Contagiata dal Covid 19, nonostante la sua età avanzata, ha combattuto e adesso è ufficialmente guarita dopo il terzo tampone negativo.

A cura di Biagio Chiariello
24 Aprile
20:12

Puglia, il governatore Emiliano: "Penso a tamponi per turisti"

 "Stiamo pensando a misure molto rigide a tutela della salute, che consenta a chiunque decida di passare le vacanze in Puglia di effettuare tamponi all'entrata delle strutture turistiche per garantire tutti gli altri ospiti". Il governatore pugliese Michele Emiliano, in una intervista a Rai Radio1, ha annunciato alcuni provvedimenti che la Regione Puglia intende adottare per salvaguardare i turisti e, allo stesso tempo, permettere che la stagione estiva non vada persa.

A cura di Biagio Chiariello
24 Aprile
19:45

Rebecca, 14enne con una malattia rara, sarà operata in Germania. Di Maio: "Una bella notizia"

Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha accolto il grido d'aiuto di una mamma, per la quale è arrivata una buona notizia. E' lo stesso titolare della Farnesina a raccontarlo: "Questa foto – si legge sul suo account Facebook – me l’ha mandata la madre di Rebecca. La figlia ha 14 anni ed è affetta da una malattia rara. Si sarebbe dovuta operare a Friburgo lo scorso marzo, poi è scoppiata l’emergenza Covid e non è stato possibile farlo. La signora Alessia però non si è arresa. Una madre davanti alla vita della propria figlia farebbe qualsiasi cosa. E la sua richiesta d’aiuto per riprogrammare l’operazione è arrivata anche al ministero degli Affari Esteri. Abbiamo attivato immediatamente la nostra rete diplomatica in Germania e Svizzera (dove c’è un’altra clinica specializzata) e ieri, grazie a Dio, è arrivata la bella notizia. Le due strutture ospedaliere, dopo aver sentito anche i medici che seguono Rebecca, hanno dato l’ok e la giovane il 4 maggio potrà finalmente sottoporsi all’operazione. In questa storia c’è l’impegno di tutti: del governo, della Farnesina, della regione Piemonte, di ogni singola persona e istituzione che si è interessata a Rebecca. C’è l’unità di un Paese che davanti a un ostacolo si impegna per superarlo. Ma soprattutto c’è l’impegno della signora Alessia e l’energia di Rebecca, alla quale faccio un grande in bocca al lupo".

A cura di Ida Artiaco
24 Aprile
19:31

L'epidemiologo Lopalco: "Aumento inevitabile di casi con la fase 2, ma niente isterismi"

"Con la riapertura, avremo un probabile incremento di casi. E' inevitabile che questo accada, ma dobbiamo farci trovare preparati, è un elemento da tenere presente che non deve creare isterismi". Lo ha detto l'epidemiologo Pier Luigi Lopalco, durante il webinar, organizzato da Edra, dal titolo "Nuovi modelli per la Governance delle cure". L'esperto ha sottolineato che "questa è una pandemia, come quella osservata 100 anni fa, che ha fatto cento milioni di morti nel mondo. Oggi la situazione e' simile, ma la differenza è che abbiamo un Sistema sanitario che ci permette di contrastarla. Ci sono due elementi che convivono, nel bene e nel male: stiamo evitando milioni di morti, però, allo stesso tempo, non siamo abituati ad accettare un rischio infettivo di questo tipo".

A cura di Ida Artiaco
24 Aprile
19:27

In Francia superate le 20mila vittime tra ospedali e case di riposo

In Francia i morti per Coronavirus dall'inizio dell'epidemia, fra ospedali, case di riposo e istituti per disabili, hanno superato il numero di 22mila e sono, questa sera, 22.245. Continuano a scendere i ricoverati, questa sera 561 meno di ieri (28.658) e i pazienti in rianimazione, 183 in meno. La Francia è il quarto paese al mondo per numero di vittime Covid-19 dopo Stati Uniti, Italia e Spagna.

A cura di Ida Artiaco
24 Aprile
19:20

Dietrofront di Trump: "Iniezioni di disinfettante? Era una proposta sarcastica"

"Era una proposta sarcastica": così Donald Trump si è difeso davanti ai giornalisti che gli chiedevano sul suo suggerimento di iniezioni di disinfettante e candeggina per trattare il Coronavirus. "Stavo rispondendo a una domanda in maniera sarcastica a giornalisti come te, così per vedere cosa succedeva", ha aggiunto l'ex tyconn rispondendo a un reporter alla Casa Bianca

A cura di Ida Artiaco
24 Aprile
18:37

In Italia calano i contagi in quasi tutte le Regioni, in controtendenza Lombardia e Piemonte

Più della metà delle regioni italiane fanno segnare un calo dei malati per il Coronavirus. Dai dati della Protezione civile emerge resi noti con il bollettino di oggi, venerdì 24 aprile, risulta che i pazienti attualmente positivi sono in diminuzione in 11 regioni – Emilia Romagna, Veneto, Toscana, Liguria Campania, Puglia, Abruzzo, Umbria, Sardegna, Calabria e Valle d'Aosta – e nelle province autonome di Trento e Bolzano. Inoltre, in Basilicata non si registrano nuovi casi. In controtendenza, invece, sono ancora la Lombardia, con 495 nuovi malati in più rispetto a ieri, e il Piemonte, con 239 in più.

A cura di Ida Artiaco
24 Aprile
18:18

Conte: "Orgogliosi di partecipare al progetto Oms per la ricerca sul vaccino anti-Covid"

"Il virus non conosce confini. Siamo orgogliosi di partecipare insieme ad altri Paesi all'iniziativa globale dell'Organizzazione mondiale della Sanità per la ricerca e la distribuzione di un vaccino contro il Covid-19. Insieme ce la faremo". Lo ha annunciato il premier Giuseppe Conte con un  messaggio condiviso sui suoi canali social.

A cura di Ida Artiaco
24 Aprile
18:02

Protezione civile: "Oggi in Italia 192.994 e 25.969 decessi"

La Protezione civile ha reso noto il bollettino di oggi, venerdì 24 aprile, dell'emergenza Coronavirus in Italia. Al momento ci sono 192.994 casi di Coronavirus (+3.021 rispetto a ieri), di cui 60.498 guariti (+2922) e 25.969 decessi (+420). Il numero dei tamponi effettuati è di 1.642.356, con un aumento di +62447 nelle ultime 24 ore.

A cura di Ida Artiaco
24 Aprile
17:38

In Lombardia i casi di Coronavirus sono 71.256, più 1.091 unità rispetto a ieri

Ad oggi, venerdì 24 aprile, sono 71.256 i casi positivi di Covid-19 in Lombardia, con un incremento di 1.091 rispetto a ieri quando erano 70.165. Sono questi i numeri del bollettino regionale quotidiano. I pazienti ricoverati in ospedale con sintomi sono 8.791, in diminuzione di 401 casi rispetto al precedente aggiornamento. Scende anche il numero delle persone ricoverate in terapia intensiva: sono 756, in totale, in calo di 34 unità. Il numero dei pazienti dimessi arriva a quota 45.382, mentre aumenta purtroppo anche il numero dei decessi che sale a 13.106, con un aumento di 166 morti in 24 ore.

A cura di Ida Artiaco
24 Aprile
17:34

In Italia morti 150 medici per Covid-19

Altri 4 medici sono morti per il Coronavirus in Italia. Si tratta di un odontoiatra, un geriatra, un primario emerito e di un medico di medicina generale. Il totale delle vittime tra i camici bianchi sale così a 150. Lo riferisce la federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo), che riporta nel suo portale listato a lutto l'elenco dei colleghi deceduti. In totale, stando ai dati dell'Istituto Superiore di Sanità, sono 19.628 gli operatori sanitari contagiati.

A cura di Ida Artiaco
24 Aprile
17:34

Verso la fase 2, ma la diffusione dei contagi non si è ancora stabilizzata

La fase 2 è sempre più vicina, ma i numeri continuano a imporre la massima prudenza: a lanciare l'avvertimento è la fondazione Gimbe. Il contenimento del contagio non starebbe funzionando a dovere e la diffusione del coronavirus non si sarebbe stabilizzata: due criteri giudicati fondamentali dalla Commissione europea per il termine del lockdown. "I numeri invitano alla massima cautela, sia perché alcune Regioni e numerose province sono ancora in piena Fase 1, sia perché gli eventuali effetti negativi delle riaperture si vedranno solo dopo 2-3 settimane", sottolinea la fondazione Gimbe.

A cura di Susanna Picone
24 Aprile
17:32

In Francia i decessi sono aumentati del 25% rispetto al 2019

In Francia il numero dei decessi registrati dal primo marzo al 13 aprile è aumentato del 25% rispetto all'anno precedente e del 13% rispetto al 2018. Lo ha reso noto l'Insee, l'istituto nazionale di statistica francese. Secondo i dati diffusi dall'istituto tra il 1 marzo e il 13 aprile del 2020 sono state registrate in Francia 93.839 morti, con una media di 2.130 morti al giorno, contro i 75.100 del 2019 e gli 83.108 del 2018. L'aumento dei decessi è stato registrato nelle regioni più colpite dal Covid-19.

A cura di Ida Artiaco
24 Aprile
17:29

In Svezia record nuovi casi: +812 in 24 ore

La Svezia ha riportato 812 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore. È il numero più alto di nuovi infetti registrati finora. Il bilancio nel Paese è salito a 17.567 casi in totale. Sono invece 131 i decessi di oggi per un totale di 2.152 vittime. Finora, 1.256 pazienti sono stati ricoverati in terapia intensiva. Lo riporta il quotidiano The Guardian.

A cura di Susanna Picone
24 Aprile
17:27

Lufthansa: "Dopo la pandemia avremo 10mila dipendenti in meno"

Dopo aver annunciato perdite da 1,2 miliardi di euro nel primo trimestre dell'anno, Lufthansa ha fatto sapere che una volta passata l'emergenza Coronavirus, prevede di operare con 100 aeromobili in meno e con diecimila dipendenti in meno. Lo ha dichiarato il suo amministratore delegato Carsten Spohr ai dipendenti, sulla rete intranet dell'azienda.

A cura di Ida Artiaco
24 Aprile
17:23

Negli Stati Uniti superati i 50mila morti per Coronavirus

Negli Stati Uniti i decessi per Covid-19 hanno superato le 50mila unità. È quanto emerge dall'aggregatore di dati della Johns Hopkins University. Il totale include i casi di tutti e 50 gli Stati, del District of Columbia e dei territori statunitensi, oltre ai casi riguardanti cittadini rimpatriati. Il numero delle persone contagiate dal Covid-19 è di 869.172, confermando gli Usa al primo posto in tutto il mondo per numero di casi.

A cura di Ida Artiaco
24 Aprile
17:23

Il direttore del Cdc in Cina: "Vaccino di emergenza forse per settembre"

Un vaccino contro il coronavirus, da inoculare in casi di emergenza, ad esempio a operatori sanitari in prima fila negli ospedali, potrebbe essere pronto per settembre: lo ha detto Gao Fu, direttore in Cina del Center for Disease Control (Cdc). Nel corso di una conferenza stampa, il responsabile ha sottolineato il carattere "emergenziale" del preparato. "Il vaccino serve a chi sta bene e quindi tutti vogliono essere certi che sia sicuro" ha evidenziato Gao. "La Cina però oggi è in prima fila nello sviluppo dei vaccini e forse per settembre ne avremo uno per l'utilizzo in casi di emergenza, nell'eventualità di una ripresa dei casi, per gruppi specifici come gli operatori sanitari". Gao ha detto che per ora nel Paese si stanno sperimentando due preparati e che comunque, anche dopo settembre, serviranno "test ulteriori" per avviare una produzione in serie del vaccino.

A cura di Susanna Picone
24 Aprile
17:17

Fase 2 trasporti, il piano del governo per treni, aerei, navi e mezzi pubblici

Il governo ha stilato un protocollo per treni, metro, bus, tram, navi e aerei che sarà operativo a partire dal prossimo 4 maggio. Sono state redatte delle linee guida da seguire per evitare il diffondersi ulteriore del contagio. Distanziamento sociale e igienizzazione saranno le armi indispensabili per abbassare il pericolo di nuove infezioni anche su bus, metropolitane ed aerei.

A cura di Susanna Picone
24 Aprile
17:13

Un quarto delle aziende tedesche ha problemi di liquidità a causa della crisi prodotta dal coronavirus

Un quarto delle aziende tedesche ha seri problemi di liquidità a causa della crisi economica prodotta dal coronavirus. Lo ha fatto sapere, secondo quanto riferisce Dpa, Ig Metall da Francoforte. Il 10 percento delle imprese sta già incontrando serie difficoltà mentre il 15 percento delle aziende avrà problemi nei pagamenti a partire dalle prossime 4-6 settimane. Il sindacato tedesco teme soprattutto che fornitori strategici, soprattutto nell'industria automobilistica, possano cedere alla pressioni degli speculatori ed essere venduti sotto costo. Per il sindacato il Fondo di stabilizzazione economica del governo tedesco e altri investitori dovrebbero intervenire. Soprattutto nell'industria dell'auto c'è una grande attenzione nel tenere in piedi la catena di distribuzione.

A cura di Susanna Picone
24 Aprile
17:03

Fase 2, ipotesi autocertificazione dal 4 maggio solo per viaggi tra Regioni

Dal 4 maggio sarà probabilmente necessaria l'autocertificazione solo per chi dovrà spostarsi tra una Regione e l'altra e non servirà invece per uscire e muoversi all'interno dei Comuni e della stessa Regione. È questa l'ipotesi allo studio del governo in vista della fase 2. La nuova autocertificazione dovrà essere utilizzata da chi viaggia da una regione e l'altra, uno spostamento che dovrebbe essere consentito – almeno nella prima fase – solo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e motivi di salute, come avviene già oggi per tutti i movimenti.

A cura di Susanna Picone
24 Aprile
16:57

Altri 684 morti negli ospedali inglesi, nuovo incremento rispetto a ieri

Nuovo anche se lieve incremento – dopo due giorni in calo – del numero dei morti per coronavirus censiti nel Regno Unito, nei soli ospedali nelle ultime 24 ore. Il ministero della Sanità dà notizia di altri 684 decessi, una cinquantina più di ieri, fino a un totale di a 19.506. I contagi diagnosticati superano intanto quota 140.000 (143.464), con curva d'incremento attorno a 5000 al giorno. I test eseguiti, seppur in leggero aumento, restano ancora lontani dal target di 100.000 al giorno promesso dal governo per fine mese.

A cura di Susanna Picone
24 Aprile
16:44

Sono quasi 20.000 gli operatori sanitari contagiati: netta prevalenza femminile

Sono quasi 20.000, per l'esattezza 19.628, i casi confermati di coronavirus tra gli operatori sanitari. È quanto emerge dall'ultimo aggiornamento epidemiologico dell'Istituto Superiore di Sanitaà. L'età mediana dei contagiati è di 48 anni e ci sono più donne. Gli uomini sono solo il 31,3 percento del totale dei casi.

A cura di Susanna Picone
24 Aprile
16:33

Reggio Emilia, 5 nascite da madri positive: i neonati tutti negativi

Dall'inizio della pandemia all'ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia si sono registrate 5 nascite da madri positive al nuovo coronavirus. I neonati sono stati sottoposti a due tamponi, risultati tutti negativi. Il primo parto – nell'unico punto nascite della provincia reggiana indicato dall'Ausl durante l'emergenza – è avvenuto il 19 marzo scorso mentre l'ultimo risale a tre giorni fa. "Le cinque, al momento del parto, una sintomatologia lieve o assente – ha detto Giancarlo Gargano, direttore del dipartimento materno-infantile dell'Arcispedale – In tre casi è stato eseguito un taglio cesareo programmato, reso necessario da motivazioni non collegate all'infezione virale. Ad eccezione della prima nascita, che ha richiesto un ricovero in terapia intensiva neonatale per la concomitante prematurità del piccolo, le altre coppie di donne e neonati hanno usufruito della degenza rooming-in che prevede la vicinanza madre-figlio giorno e notte, così i piccoli hanno potuto essere coccolati e accuditi dai genitori". In questi casi – fa sapere l'azienda sanitaria locale – l'allattamento al seno è iniziato da subito, con l'accortezza da parte delle madri di indossare sempre la mascherina chirurgica e rispettare appropriate misure igieniche. Le dimissioni sono avvenute a distanza di qualche giorno dalla nascita. Dati che dimostrano come la diffusione dell'infezione da Covid 19 in ambito ostetrico e neonatologico riguarda le donne gravide nella stessa misura che il resto della popolazione. La trasmissione verticale dell'infezione da madre a feto, inoltre, non è stata dimostrata e i neonati contagiati hanno presentato una sintomatologia prevalentemente lieve o moderata.

A cura di Susanna Picone
24 Aprile
16:22

Svolta in Repubblica ceca, il governo riapre i confini

Il governo della Repubblica ceca con una mossa a sorpresa ha riaperto i confini e annullato il divieto sui viaggi per e fuori dal Paese, dopo che le cifre ufficiali sull'epidemia di coronavirus hanno registrato un calo nel numero dei contagi. A dare l'annuncio il ministro della Salute, Adam Vojtech. Il Paese era stato tra i primi in Europa a chiudere i confini, il 16 marzo. Come riporta il Guardian, fino a pochi giorni fa le autorità ceche avevano insistito sul fatto che il bando ai viaggi da e per l'estero sarebbe rimasto in vigore per il futuro immediato, col presidente Milos Zeman che aveva suggerito di tenere chiuse le frontiere anche il prossimo anno. A partire da lunedì si potrà invece riprendere a viaggiare ma chi si sposta, al rientro, dovrà provare di non essere contagiato o sarà costretto a una quarantena di 14 giorni. Non è ancora chiaro quali saranno le misure per gli stranieri che volessero visitare la Repubblica ceca. Il governo, allo stesso tempo, ha anche allentato le restrizioni agli spostamenti dentro il Paese e aumentato da 2 a 10 il numero concesso di persone in assembramenti pubblici.

A cura di Susanna Picone
24 Aprile
16:05

Conte: "Italia in prima linea nella lotta contro virus, sappiamo che non conosce confini"

Coronavirus in Italia
Coronavirus in Italia

"L'Italia è dall'inizio in prima linea in questa battaglia. Abbiamo imparato sulla nostra pelle che il virus non conosce confini". Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte alla conferenza stampa virtuale per la presentazione di un'iniziativa Onu-Oms per accelerare lo sviluppo di un vaccino contro il coronavirus. "Siamo fieri di far parte di questa alleanza e vorrei dedicare il progetto a chi ha perso la vita e ai nostri eroi, dottori e medici. Il loro sforzo non sarà vano", le parole del premier.

A cura di Susanna Picone
24 Aprile
15:49

Oms lancia un'iniziativa "storica" per accelerare il vaccino contro il coronavirus

L'Organizzazione mondiale della sanità ha lanciato un'iniziativa globale "storica" che riunisce molti paesi, tra cui Francia e Germania, per accelerare la produzione di vaccini, trattamenti e test contro il virus e garantire un accesso equo. "Questa è una collaborazione storica per accelerare lo sviluppo, la produzione e l'equa distribuzione di vaccini, tamponi e trattamenti contro Covid-19", ha detto il capo dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, durante una conferenza stampa virtuale alla presenza del presidente francese, Emmanuel Macron, e della presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen.

A cura di Susanna Picone
24 Aprile
15:33

Locatelli (Consiglio superiore di sanità): eparina non è risolutiva

L'anticoagulante eparina non appare "risolutiva e l'unico modo per capirne l'efficacia è condurre studi seri". Lo ha detto il presidente del Consiglio superiore di sanità, Franco Locatelli, durante la conferenza stampa all'Istituto superiore di sanità di questa mattina. Ad oggi, ha detto Locatelli, "non si può dire che la sua efficacia sia inconfutabilmente dimostrata".

A cura di Susanna Picone
24 Aprile
15:19

Da Consiglio dei ministri ok a Def e scostamento di bilancio

Il Consiglio dei ministri ha approvato il Documento di economia e finanza. L’esecutivo ha anche approvato, a quanto viene confermato, la relazione alle Camere per chiedere l'autorizzazione allo scostamento di bilancio, in vista del decreto di aprile. Tra le novità, in arrivo un decreto per una “drastica semplificazione” di settori come appalti ed edilizia. Per il 2020 e 2021 sono previsti 3 miliardi di euro dalle privatizzazioni.

A cura di Susanna Picone
24 Aprile
15:02

Il governatore della Lombardia Fontana: "Più controlli ma inaccettabile limitare i 60enni"

"Sono convinto che si deve ripartire ma non liberi tutti e ognuno ricomincia a fare quello che vuole". Lo ha detto il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, in collegamento a Mattino Cinque. Fontana ha detto che la ripartenza dovrà avvenire "gradualmente, cercando di rispettare le precauzioni dettate e ripetute in questi giorni" per "ripartire garantendo la sicurezza sui trasporti, garantendo le attività produttive e commerciali e poco per volta per evitare che si crei troppa confusione e capendo che i nostri stili di vita cambieranno, per un certo periodo finché non avremo una cura sicura" e "dovremo imparare a conviverci", ha aggiunto. Ma ha detto anche che "arrivare a limitare la vita dell'ultrasessantenne sembra inaccettabile". "Percorsi differenziati sì" ha aggiunto, "ma limitare la vita e la libertà in base alle fasce d'età la vedo molto più discutibile anche dal punto di vista costituzionale e delle libertà che la Costituzione sancisce". "Bisognerà prevedere maggiori attenzioni e fare in modo che le attività che comportano un rischio maggiore non vengano compiute da chi ha più possibilità di essere colpito dal virus, prevedere controlli maggiori anche dal punto di vista sanitario delle possibilità di essere sottoposti più spesso a valutazioni, questo sì, ma arrivare a limitare la vita dell'ultrasessantenne mi sembra inaccettabile", ha ribadito il presidente della Regione.

A cura di Susanna Picone
24 Aprile
14:47

Giappone, 91 contagiati su nave Costa Atlantica: anche due italiani

Aumentano i contagi tra il personale a bordo sulla nave da crociera Costa, ormeggiata senza la presenza di passeggeri a Nagasaki, in Giappone. Altri 43 individui sono stati trovati positivi al virus portando il totale a 91 su un totale di 623 persone. Tra i positivi ci sono anche due italiani. La prefettura della città a sud ovest dell'arcipelago riferisce che fino ad oggi il numero dei test condotti è arrivato a 208, e una persona è stata ricoverata in ospedale per l'aggravarsi delle sue condizioni. Il ministro della Salute ha riferito che il governo si appresta a far tornare i membri del personale risultati negativi nei rispettivi Paesi. La Costa Atlantica si trova nel golfo di Nagasaki da fine di gennaio per lavori di manutenzione nei cantieri della Mitsubishi Heavy Industries, e la sua partenza era prevista alla fine di questo mese.

A cura di Susanna Picone
24 Aprile
14:30

Iss: tenere indice di contagio sotto 1 o ci sarà ricrescita della curva e dei morti

Il prossimo scenario "è tenere l'indice di contagio R con zero sotto il valore 1: se dovesse invece risalire sopra l'1 ci sarebbe una ricrescita della curva, con nuovi grandi numeri per le terapie intensive e decessi". Lo ha detto il presidente dell'Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro alla conferenza stampa di questa mattina all'Iss. Secondo Brusaferro, strumenti fondamentali sono quindi "l'individuazione e il monitoraggio tempestivo dei casi". "Arrivare ad un indice di contagio pari a zero – ha affermato Brusaferro – non è per ora verosimile, è uno scenario nel tempo. È invece verosimile mantenere tale indice sotto l'1, cosa che ci consentirà di avere meno casi con la possibilità di garantire la risposta ospedaliera".

A cura di Susanna Picone
24 Aprile
14:11

Inps: più contagi dove le aziende sono rimaste aperte

Durante il periodo di lockdown, nelle zone dove sono rimaste aperte le aziende dei settori indispensabili si sono registrati molto più contagi rispetto al resto del Paese,  è quanto ha constatato l'Inps attraverso uno studio interno che ha analizzato come si è propagata l'epidemia dopo la chiusura delle aziende non indispensabili. "Nelle province con più occupati nei settori essenziali c’è stato un 25% di contagi da coronavirus in più” spiegano dalla direzione centrale Studi e Ricerche dell’istituto di previdenza sociale. Dal 24 febbraio al 21 aprile, secondo lo studio, in queste zone dove c'è una lata densità di aziende che non sono state bloccate, vi sono stati in media 10 contagiati in più al giorno.

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
13:57

Il Protocollo per la sicurezza sul lavoro nella fase 2: Tutte le misure

Il testo integrale con tutte le misure previste dal Protocollo per la sicurezza siglato oggi da governo, sindacati e rappresentanti delle imprese in vista della riapertura delle attività produttive nella fase 2. Il documento aggiorna le misure previste nell'intesa già siglata tra le parti il 14 marzo scorso e stabilisce alcuni criteri chiave per garantire la sicurezza, il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID 19 negli ambienti di lavoro. Il testo completo

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
13:40

Crollano le emissioni di Co2 in Italia: -35% in due mesi

Il blocco delle attività produttive per l'emergenza coronavirus ha avuto un effetto straordinario sul livello di inquinamento nel nostro Paese. Secondo i dati di elaborati da "Italy for Climate", iniziativa promossa da imprese italiane della green economy, infatti, in soli due mesi le emissioni di anidride carbonica in Italia hanno fatto registrare un -35%. Un calo così drastico da sfiorare addirittura gli obiettivi dell'accordo di Parigi sul clima  per i prossimi dieci anni. "Non è però un calo strutturale e a fine pandemia c'è il rischio che si inneschi una crescita senza precedenti" avertono da "Italy for Climate" chiedendo misure per contenere una nuova impennata di emissioni nei prossimi mesi.

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
13:18

Zaia vara nuova ordinanza per il Veneto: "Togliamo tutte le restrizioni rimaste"

"Raschiamo il fondo del barile e apriamo tutto l'apribile", così il governatore del veneto Luca Zaia ha presentato oggi a sorpresa una nuova ordinanza regionale che si propone di eliminare tutte le residue restrizioni anticontagio rimaste per l'emergenza coronavirus. "Siamo andati a raschiare sul fondo del barile con lucidità e considerando un trend positivo che dura ormai da due settimane, aprendo tutto l'apribile anche esponendoci a qualche ricorso ma la mia preghiera ai cittadini è di non abbassate la guardia" ha spiegato Zaia nella solita conferenza stampa alla protezione civile regionale. Revocate ad esempio le restrizioni che limitavano a soli due giorni alla settimana l'apertura delle cartolerie, delle librerie e dei negozi di abbigliamento per bambini. Ammessa l'esecuzione di lavori pubblici di strade, autostrade e infrastrutture a prescindere dal codice Ateco e via libera anche a take away e asporto riprenda previa ordinazione online se possibile e garantendo ingressi per il ritiro dei prodotti scaglionato e distanziati .

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
13:01

Inail: a marzo +102% di infortuni tra gli operatori sanitari

Nell'ultimo mese, in concomitanza con l'emergenza nazionale per la pandemia di coronavirus, gli infortuni degli addetti del settore sanitario sono aumentati di oltre il cento per cento su base annua. Lo segnala l'Inail che ha raccolto i dati delle denunce nel mese di marzo. Un andamento che è ancor più impressionante se confrontato con il totale delle denunce di tutti i settori che nello stesso tempo è calato del 16,9%. Rispetto all'andamento degli altri settori economici, il settore Ateco "Sanità e assistenza sociale" ha fatto registrato un +33% su base trimestrale e +102% su base annuale. In pratica i casi denunciati sono raddoppiati, passando dai 1.788 del marzo 2019 ai 3.613 del marzo 2020. Una situazione fortemente influenzati dall'emergenza Coronavirus visto che tre denunce su quattro riguardano il contagio da Covid-19

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
12:48

Iss, l'indice di contagio in Italia tra 0,2 e 0,7

L'indice di contagio il famoso R0 in Italia si aggira tra 0,2 e 0,7, è quanto hanno sottolineato gli esperti dell'Istituto superiore di sanità nella consueta conferenza stampa all'istituto sull'andamento epidemiologico del Covid-19 nel nostro Paese.  Nel dettaglio si va da un indice di 0,34 in Sicilia a uno di 0,71 in Emilia Romagna. In Lombardia il valore è di 0,40, in Veneto di 0,61, nel Lazio 0,59. Dati che, come spiegato dallo stesso presidente Iss Silvio Brusaferro, indicano una "situazione epidemiologica nettamente migliorata".  Questo però non ci deve far dimenticare che "c'è una circolazione del virus che continua e di cui tener conto" e che ci vuole dunque "cautela nelle misure di riapertura". "Anche nelle zone a bassa circolazione del virus ci sono comunque dei focolai, come nel Lazio, in Calabria, in Sicilia: globalmente l'intensità di circolazione si è molto ridotta, ma rimane la circolazione del virus"  ha tenuto a precisare lo sesso Brusaferro, concludendo: "Questo è il motivo per cui anche quando parliamo di allentare alcune misure – ha aggiunto – si esprime sempre la cautela e la necessità di muoversi passo passo".

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
12:34

In Spagna 367 morti nelle ultime 24 ore, cifra più bassa da un mese

Sale ancora il numero delle persone morte per coronavirus in Spagna con ulteriori 367 morti nelle ultime 24 ore ma, come sottolinea il ministero della Sanità di Madrid, in questi drammatici dati c'è anche una buona notizia: si tratta del minore incremento di decessi da un mese nel Paese iberico. Non solo, per la prima volta il numero dei guariti giornaliero ha superato  quello dei nuovi contagi. In totale in Spagna le persone morte a causa del Covid-19 sono salite a 22.524 mentre i contagi sono quasi 220mila.

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
12:22

Sala: "Riapertura di Milano non può basarsi sui bollettini ufficiali”

"Se le nostre riflessioni sull'aprire e chiudere si basano sul numero di contagi che vediamo la sera peggio mi sento. Bisogna basarsi sulla situazione che rileviamo negli ospedali, dai nostri medici di base sulla criticità rispetto alla cura", lo ha dichiarato il primo cittadino del capoluogo lombardo, Giuseppe Sala, spiegando in pratica che la riapertura dei Milano non può basarsi solo sui bollettini ufficiali. "A Milano ci sono 7.221 contagiati, che diviso 1,4 milioni di abitanti fa lo 0,5 per cento. La scienza ci dice che a loro quel numero risulta essere attorno al 15-20 per cento. Per cui il Re è nudo", ha concluso Sala.

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
12:12

Usa contro Cina, Mike Pompeo: "Sapevano del contagio già a novembre ma non hanno detto nulla"

"In Cina forse sapevano del contagio in corso già a  novembre ma non hanno detto nulla", è l'ennesimo attacco di Washington a Pechino dall'inizio della pandemia da coronavirus. Secondo il segretario di Stato americano Mike Pompeo, infatti, i primi casi di coronavirus "erano noti al governo cinese forse già a novembre, sicuramente a metà  dicembre, ma si sono presi del tempo per riferirlo al resto del mondo, compresa l'Organizzazione mondiale per salute". "La Cina ha causato un'enorme quantità di dolore, perdita di vite umane e ora una grande sfida per l'economia globale e l'economia americana, non condividendo le informazioni che avevano", ha detto Pompeo, concludendo: "Molti americani sono arrabbiati per come la Cina ha gestito la situazione e so che il presidente si sente allo stesso modo".

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
11:52

In un mese il prezzo della farina è aumentato del 7%, per le uova +4%

Dall'inizio dell'emergenza sanitaria e dal blocco anticontagio il prezzo della farina in Italia è aumentato di circa il 7% mentre quello delle uova del 4%. Sono i dati elaborati da Unioncamere e Borsa merci sui numeri rilevati dalle Camere di Commercio sui prezzi all'ingrosso. I dati riguardano l'andamento dei prezzi all'ingrosso nel periodo tra febbraio e marzo. Un aumento che, secondo Unioncamere, rispecchia l'aumento delle vendite nei supermercati  registrato in questo periodo dove gli italiani hanno riscoperto la tradizione del pane e della pizza in casa. Allo stesso meccanismo si deve anche l’aumento del prezzo delle uova (+4,2% rispetto a febbraio, +17,7% su base annua). Secondo Unioncamere, "l’innalzamento della domanda di farine e sfarinati per uso domestico è stata tale da compensare la pesante riduzione delle vendite destinate al sistema della ristorazione e dell’ospitalità". I prezzi di marzo di questi prodotti sono i più elevati anche rispetto allo scorso anno, con +5,8% per la farina ma dalle prime rilevazioni di aprile, l'impennata sembra sia rientrata.

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
11:33

In Germania oltre 150mila contagi e 5321 morti

In una Germania già alle prese con una prima fase dell'allentamento le misure di blocco, la soglia dei contagi ha superato quota 150mila. Nelle ultime 24 ore il Paese ha visto un incremento di ulteriori 2.337 casi che portano il totale a 150.383, secondo i dati del Robert Koch Institute. I morti per Covid-19 in Germania ad oggi invece sono 5.321 con ulteriori 227  decessi nell'ultimo giorno. Secondo i dati della Johns Hopkins University, i casi sono 153.129
e le morti 5.575. Il focolaio principale nel Land della Baviera, che conta quasi 40mila casi di contagio e oltre 1.500 decessi.

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
11:24

Garattini: "Su vaccini non prevalgano interessi economici o nazionalistici"

“Nel momento in cui ci sarà un vaccino è molto importante che non prevalgano solo interessi economici o nazionalistici”, lo ha ricordato oggi Sivio Garattini, presidente dell'Istituto ricerche farmacologiche "Mario Negri" di Milano. "È chiaro che se verrà realizzato negli Stati Uniti ci si occuperà di darlo prima negli Usa, ma abbiamo bisogno che arrivi dappertutto. Si potrebbe anche pensare ad abolire il brevetto per permettere a tutti di realizzarlo" ha aggiunto Garattini.

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
11:19

Ministro Speranza: "Curva contagi si è piegata, guardare con fiducia al futuro ma con cautela"

"La curva dei contagi si è piegata, possiamo guardare con fiducia al futuro, ma con cautela" è quanto ha affermato oggi il ministro della Salute Roberto Speranza alla luce dei dati sul contagio in Italia. "Ci sono le condizioni per programmare il domani ma con i piedi ben piantati nell'oggi" ha precisato Speranza intervenuto eusta mattina all'inaugurazione dell'Edificio Alto Isolamento dell'Istituto Spallanzani di Roma. "Il virus circola ancora nel nostro territorio, guai a pensare che la battaglia sia vinta. Abbiamo creato le condizioni ma adesso prudenza e gradualità massima, siamo davanti a un nemico difficile" ha concluso il Ministro.

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
11:14

Coldiretti: con il lockdown un milione di nuovi poveri

A seguito delle misure di contenimento del coronavirus col il blocco delle attività produttive, sarebbero saliti di oltre un milione i nuovi poveri che hanno bisogno di aiuto per portare a tavola il cibo necessario. Lo segnala la Coldiretti che ha fatto una una stima a due mesi dall’inizio del primo lockdown. “Fra i nuovi poveri – sottolinea la Coldiretti – ci sono coloro che hanno perso il lavoro e non possono utilizzare lo smart working, piccoli commercianti o artigiani che hanno dovuto chiudere, le persone impiegate nel sommerso che non godono di particolari sussidi o aiuti pubblici e non hanno risparmi accantonati, come pure molti lavoratori a tempo determinato o con attività saltuarie”. Le situazioni più critiche nel Mezzogiorno con il 20% degli indigenti che si trova in Campania, il 14% in Calabria e l’11% in Sicilia.

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
10:55

Fase due, via al nuovo Protocollo sicurezza lavoro: c'è l'accordo tra le parti sociali

Raggiunto l'accordo tra le varie parti sociali e il governo per l‘aggiornamento del Protocollo sicurezza lavoro in vista della riapertura delle attività produttive nella fase 2. Ad annunciarlo è stata la ministra del Lavoro e delle Politiche sociali, Nunzia Catalfo. "Il lungo confronto con le parti sociali si è concluso in modo proficuo e positivo. Un confronto dal quale, in vista dell'avvio della fase 2, la tutela della salute di tutti i lavoratori, la bussola che ci ha sempre guidati, esce ulteriormente rafforzata" ha dichiarato la rappresentante del governo  dopo l'incontro di oggi. Si tratta di "un ulteriore passo avanti per garantire alle nostre imprese di ripartire", ha sottolineato Catalfo. Tra le novità definite dopo un confronto andato avanti tutta la notte, ci sono le varie misure per il rientro dei lavoratori come l'uso dei dispositivi di protezione, le sanificazioni degli ambienti, la possibilità dello smart working e il distanziamento tra le postazioni. Prevista anche la sospensione temporanea per le imprese che non applicano le regole.

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
10:45

L'accordo Ue non convince i mercati, Borse in calo e spread in rialzo

L'accordo Ue per il finanziamento del recovery fund raggiunto ieri durante la riunione del Consiglio UE non sembra aver convinto i mercati finanziari. Questa mattina all'avvio delle transazioni infatti le Borse del vecchio Continente hanno aperto in ribasso mentre lo spread è di nuovo in rialzo. In forte calo la Borsa di Milano dove l’indice Ftse Mib in apertura è arretrato di oltre  2 punti percentuali. In calo però tutti i mercati europei come Francoforte (-2,04%), Parigi (-1,44%), Londra (-1,36%) e Madrid (-1,56%).

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
10:32

In Turchia oltre 100mila casi, Ministro della salute: "Istanbul è la nostra Wuhan"

Sempre più drammatica la situazione del contagio anche in Turchia dove ormai è stata superata la soglia dei centomila casi e si registrano quasi 2500 decessi. La zona più colpita del Paese è Istanbul che rappresenta il principale focolaio turco. A confermarlo con parole drammatiche è stato il ministro della Salute turco Fahrettin Koca. "Istanbul è diventata la Wuhan della Turchia" ha dichiarato infatti il rappresentante del governo locale sostenendo però che "Ora abbiamo messo l’epidemia sotto controllo. Abbiamo individuato la catena dei contagi e abbiamo potuto curare i pazienti con diagnosi precoci, in un modo più gestibile". La paura, come confermato anche dall'Oms, è una nuova impennata di casi nei prossimi giorni con l'inizio del ramadan.Per questo lo stesso Ministro ha invitato la popolazione a mantenere il distanziamento sociale

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
10:21

Salvini rilancia: "Chi è in sicurezza dovrebbe riaprire oggi"

"Per quello che mi riguarda tutti quelli che possono riaprire in sicurezza dovrebbero poter riaprire oggi stesso", lo ha ribadito ancora una volta il leader leghista Matteo Salvini ritornando a premere per una riapertura immediata delle attività produttive che possono garantire misure di sicurezza per i propri lavoratori senza attendere maggio. Intervenendo ad Agorà su Rai tre, l'ex ministro ha ribadito anche la sua contrarietà al Mes che sarebbe "una drammatica ipoteca sul futuro dell’Italia e dei nostri figli"

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
10:08

Costa Favolosa attraccata a Taranto, equipaggio in quarantena

La Costa Favolosa è finalmente attraccata al porto di Taranto. La nave da crociera, che era in navigazione alle Canarie al momento dell'emergenza sanitaria per il coronavirus,  è potuta tornare in italia con il solo equipaggio a bordo dopo il via libera delle autorità. I marittimi ora resteranno in quarantena come impongono le norme anticontagio. Questa mattina, saliranno a bordo i rappresentanti della sanità marittima per acquisire le informazioni e procedere poi con le relative misure previste dal protocollo sanitario in accordo con l'Asl Taranto

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
10:00

Crimi: "Per Fase due no a iniziative di singoli Comuni e Regioni, percorso comune"

Niente iniziative di singoli comuni o regioni in vista della fase due e della riapertura perché si rischia di vanificare gli sforzi fatti finora. A ricordarlo è stato oggi il viceministro dell’Interno e Capo politico di M5s, Vito Crimi. "Nessuno dovrebbe prendere iniziative, si rischia di vanificare un percorso comune: c’è bisogno di unità d’intenti e non di iniziative estemporanee da parte di Comuni o Regioni" ha dichiarato infatti Crimi questa mattina intervenendo ai microfoni di "Radio anch’io" su Radio Uno.

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
09:42

Rimini, focolaio di coronavirus nel reparto di Geriatria dell'ospedale: contagiati pazienti e operatori

Allarme all'ospedale di Rimini dopo la scoperta di un focolaio di contagio nel reparto di Geriatria del nosocomio che ha visto contagiati pazienti e operatori sanitari. Positivi al virus sono risultati otto pazienti (due uomini e sei donne) e sei operatori sanitari, tra cui quattro infermieri. Secondo quanto comunicato dall'Asl, l'allerta è scattata mercoledì scorso quando, a seguito di esami precauzionali eseguiti su pazienti in dimissione e diretti verso strutture residenziali, è emersa la positività proprio di una di queste persone che stava per essere ricondotto in Rsa. Da qui la decisione di ampliare il test anche agli altri ricoverati e al personale, alcuni ancora in corso. L’Ausl fa sapere che "La Direzione medica ha provveduto subito a porre i pazienti in isolamento in attesa di definire il quadro della situazione e i pazienti esterni che abbiano bisogno di ricovero in Geriatria vengono indirizzati in altri reparti".

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
09:20

Il dramma delle case di riposo, in una Rsa del Piemonte tutti positivi

Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Resta drammatica la situazione di alcune case di riposo in Piemonte colpite dal coronavirus . In una delle strutture interessate dal contagio tutti gli ospiti sono risultai positivi. Si tratta di una residenza per anziani di Casale Monferrato che contava 59 ospiti e che nel solo ultimo mese ha fatto registrare 15 decessi anche se non tutti attribuiti a coronavirus in assenza di tampone.

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
08:34

Federfarma: "Accordo su prezzo mascherine o stop alla vendita"

“Nonostante le dichiarazioni del Commissario non è seguito alcun tempestivo provvedimento concreto sul prezzo delle mascherine e in assenza di prezzi di riferimento, grossisti e importatori si guardano bene dall’approvvigionarsi di scorte, così determinando un’ulteriore carenza dei dispositivi, che era, invece, in via di risoluzione” a lanciere l’allarme è Federfarma, minacciando lo stop alla vendita dei Dpi  se non ci sarà un accordo sul prezzo e se non saranno accolte alcune richieste della categoria come ridurre al 4% l’IVA su mascherine rispetto all’attuale aliquota del 22%,

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
08:15

A New York boom di parti in casa per paura dei contagi in ospedale

La paura del contagio ha svuotato gli ospedali in tutto il mondo con pochissimi accessi rispetto al passato e in alcuni Paesi non sembrano fare eccezione nemmeno le partorienti  visto che ad esempio a New York dall'inizio dell'emergenza c'è stato un boom di parti in casa. La direttrice di uno dei tre principali centri per le nascite a New York, ha rivelato che la struttura riceveva circa 15 richieste a settimana prima della pandemia, mentre la scorsa settimana sono salite a 200. Una pratica incoraggiata in qualche modo dallo stesso governatore Andrew Cuomo che ha annunciato l'intenzione di voler autorizzare velocemente dei centri autonomi come alternative sicure agli ospedali per le gravidanze a basso rischio.

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
08:08

Recovery Fund, Beppe Grillo esulta: "Forse l'Europa comincia a diventare una Comunità"

"Forse l'Europa comincia a diventare una Comunità", è il plauso di Bepppe Grillo all'Unione europea dopo il via libera al Recovery Fund da parte del consiglio Europeo. Il fondatore del M5se ha voluto riservare un commento positivo anche al premier Giuseppe Conte che ha voluto la misura straordinaria su cui però devono ancora essere messe a punto le norme attuative. " ‘Giuseppi' sta aprendo la strada a qualcosa di nuovo. Continuiamo così!" ha scritto infatti Grillo in un tweet.

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
08:00

Galli: "Per analisi di massa il test rapido è l’unico possibile"

Per uno screening di massa della popolazione il test rapido sarebbe l’unico possibile per tempi rapidi e sostenibilità. È quanto sostiene il professor Massimo Galli, ordinario alla Statale di Milano e direttore del reparto di malattie infettive dell’Ospedale milanese Luigi Sacco. “Per un uso di massa, volto alla riapertura, il test rapido è l’unico sostenibile. Ha un costo inferiore e la validazione è relativamente semplice. Sarò poi un vecchio purista, ma credo che alla gente che sta a casa i test non vadano fatti pagare" ha spiegato l'esperto ai microfoni di La7 parlano dei test sierologici

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
07:52

Calendario della fase due: 4 date per far ripartire l'Italia

Sarebbero quattro le date individuate dal governo per la cosiddetta fase due del contenimento, quella della prima riapertura delle attività produttive. Secondo una prima ipotesi ancora al vaglio dell'Esecutivo, infatti, la riapertura avverrebbe a scaglioni con un controllo continuo sul numero dei contagi per impedire che l'R0 nazionale risalga sopra l'uno, in questo caso infatti sarebbero apportati i dovuti correttivi con nuovi stop. Secondo questa calendario si partirebbe già il 27 aprile con la prima riapertura riservata alle fabbriche di macchine agricole. Poi dal 4 maggio via libera ai cantieri e al settore manifatturiero mentre l'11 maggio toccherebbe a negozi di abbigliamento e calzature. Infine il 18 maggio potrebbero aprire anche altri negozi come bar e ristoranti sempre con limitazioni e attenzione al distanziamento sociale.

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
07:40

Ministro De Micheli: "Incentivi per l’acquisto di bici e monopattini per la fase 2"

Nella fase due del contenimento del contagio ci saranno incentivi per l’acquisto di bici e monopattini in modo da decongestionare il probabile traffico che caratterizzerà la riapertura delle attività. Lo ha annunciato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli. "Nel prossimo decreto legge ci saranno incentivi per l’ acquisto di bici, bici elettriche e monopattini" h speigato De Micheli al Corriere della Sera, aggiungendo. "Modificheremo il codice della strada per consentire l’ apertura di piste ciclabili in via transitoria anche solo con segnaletica orizzontale e anticiperemo risorse"

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
07:23

Trump propone iniezioni di disinfettante per uccidere il virus

Luce solare, raggi ultravioletti o addirittura candeggina e disinfettante iniettato nel corpo per uccidere il coronavirus. Sono i suggerimento che arrivano dal Presidente Usa Donald Trump e che hanno già scatenato nuove polemiche nel Paese dove ormai si sfiorano i 50mila morti. Pr molti esperti son parole "irresponsabile e pericolose" perché  il suggerimento di Trump potrebbe spingere qualcuno a provare a iniettarsi il disinfettante in casa per conto proprio con conseguenze letali. "Ben venga la ripresa dell’attività economica in molti Stati Usa ma questo non vuol dire che abbassiamo la guardia" contro il coronavirus ha spiegato il presidente Donald Trump durante la conferenza quotidiana alla Casa Bianca assicurando che "I dati continuano a mostrarci segnali di progresso, con molte aree metropolitane che hanno superato il picco".

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
07:14

Nel mondo oltre 2,7 milioni di casi e 190mila morti per coronavirus

Nel mondo hanno superato quota 2,7 milioni i casi confermati di coronavirus, sono quasi 191mila invece i morti. Sono gli ultimi dati che emergono il bilancio fornito dalla Johns Hopkins University che raccoglie le informazioni dei vari Paesi coinvolti. Il Paese più colpito sia per numero di contagi che decessi restano gli Stai Uniti che si avvicinano ai 50mila morti, in questa triste classifica seguono Italia, Spagna e Francia.

A cura di Antonio Palma
24 Aprile
07:00

Gli aggiornamenti in diretta e i dati sul Coronavirus del 24 aprile

Stando all'ultimo bollettino diramato dalla Protezione Civile, sono 189.973 i casi totali di Coronavirus in Italia, di cui 25.549 morti e 57.576 guariti; questi ultimi sono oltre tremila in più rispetto al giorno precedente, dato record dall'inizio della pandemia, che fa ben sperare. Dei quasi 190mila casi totali, 70.165 il numero dei contagi in Lombardia. Per il quarto giorno, inoltre, il numero dei positivi è in calo. Ecco la situazione regione per regione:

Lombardia: 70.165

Emilia Romagna: 23.723

Piemonte: 23.140

Veneto: 16.881

Toscana: 8.780

Liguria: 7.049

Marche: 5.952

Lazio: 6.054

Campania: 4.238

Trento: 3.727

Puglia: 3.839

Friuli VG: 2.858

Sicilia: 2.926

Abruzzo: 2.785

Bolzano: 2.435

Umbria: 1.362

Sardegna: 1.254

Calabria: 1.069

Valle D'Aosta: 1.096

Basilicata: 356

Molise: 284

Al vaglio del governo le ipotesi sulla Fase 2 di contenimento del contagio da Coronavirus in Italia: dal possibile cambiamento dell'autocertificazione per gli spostamenti all'apertura dei negozi, sono diversi gli interrogativi su cosa succederà a partire dal 4 maggio. La FIGC estende la stagione sportiva fino al 2 agosto. Intanto si è tenuta nella giornata di ieri la riunione del Consiglio UE per le possibilità di finanziamento europeo delle misure a sostegno di imprese e famiglie negli stati dell'Unione, che ha dato il via libera al Recovery Fund anche se sarà la Commissione Ue a decidere sulle risorse. In Italia intanto la Camera ha confermato la fiducia al governo sul “Cura Italia”. Sempre nella giornata di ieri sono partiti i test sierologici in Lombardia. Al via entro l'estate la sperimentazione in Italia del vaccino anti Coronavirus sull'uomo.

Nel mondo oltre due milioni e mezzo i casi da Coronavirus, secondo i dati della John Hopkins University; in Gran Bretagna si registrano 616 morti in un giorno, il dato più basso dall'inizio della pandemia (in tutto i decessi sono oltre 18mila). Superati i 22mila morti in Spagna, crescono i decessi anche in Germania. In Francia a partire dall'11 maggio riaprono le scuole, ma i genitori potranno scegliere se far partecipare o meno i figli all'attività didattica in aula. L'OMS ha denunciato che metà delle morti in Europa sono avvenute all'interno delle case di riposo. Allo zoo di New York contagiate 4 tigri e 3 leoni, in USA aumentano a 4,4 milioni le richieste per il sussidio di disoccupazione. Nella città di New York l'88% dei malati sottoposto a ventilazione è morto per Coronavirus. La Corea del Sud intanto si prepara a una nuova ondata di contagi in autunno.

A cura di Quale Compro Team
317 CONDIVISIONI
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni