1.188 CONDIVISIONI
Coronavirus
23 Giugno 2020
07:00
AGGIORNATO24 Giugno

I fatti del 23 giugno sul Coronavirus in Italia: 238.833 casi e 18 morti nelle ultime 24 ore

1.188 CONDIVISIONI

Le ultime notizie sul Coronavirus in Italia e le news dal mondo di oggi, martedì 23 giugno. 113 nuovi contagi, 18 decessi e 1.159 guariti nell'ultimo bollettino. Continuano a calare i pazienti in terapia intensiva. Oltre 9 milioni invece i contagi nel mondo di cui otre 2 milioni in America Latina secondo i dati della John Hopkins University. Djokovic risultato positivo dopo il torneo delle polemiche. In Germania deciso nuovo lockdown nel distretto del mattatoio. Situazione grave che potrebbe portare a un nuovo innesco di contagi anche in Italia, secondo Locatelli. Per Lopalco invece "Il virus è endemico e in autunno avremo nuova ondata". L'OMS: "Il desametasone è un potenziale salvavita".

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus
23 Giugno
21:53

Di Maio: "Se l’Europa vuole salvarsi dalla crisi Coronavirus servono misure straordinarie"

"Se vogliamo limitare al massimo gli effetti di questa crisi economica causata dal Coronavirus allora dobbiamo agire senza perdere tempo. Nessuno Stato può pensare di farcela da solo, questa pandemia sta ancora causando vittime e colpendo il tessuto sociale dell’Italia, ma anche di tanti altri Paesi". Così il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in un lungo post su Facebook al termine dei due incontri di oggi con i colleghi della Slovenia e dell'Olanda. "O ci mettiamo in testa che in Europa dobbiamo lavorare tutti insieme con trasparenza e lealtà, oppure l’Europa perde, ogni singolo stato perde – ha continuato Di Maio -. Come Italia stiamo portando avanti una trattativa per raggiungere un accordo ambizioso sugli aiuti europei. Perché quando di mezzo c’è la salute e il lavoro degli italiani un governo deve agire dando il massimo, anche l’impossibile. Oggi al ministero degli Esteri ho incontrato prima il collega sloveno Anže Logar e dopo quello olandese Stef Blok. Abbiamo battuto su un punto fondamentale: nessuno ha la responsabilità di questa crisi e se l’Europa vuole salvarsi servono misure straordinarie".

A cura di Ida Artiaco
23 Giugno
21:30

Ue verso lo stop agli arrivi dall'Usa dopo il 1 luglio: "Ancora troppi contagi"

L'Unione Europea sarebbe pronta a vietare l'arrivo di viaggiatori americani dal 1 luglio, quando saranno riaperte le frontiere perché il contagio da Coronavirus non è ancora sotto controllo. L'indiscrezione arriva direttamente dal sito del New York Times che cita le bozze degli elenchi allo studio di Bruxelles. Secondo il quotidiano newyorkese, "questa prospettiva, secondo la quale gli americani sarebbero nell'elenco degli ‘indesiderati', come russi e brasiliani, è un duro colpo per il prestigio americano alla gestione dell'emergenza negli Usa da parte del presidente Trump". Finora l'America ha registrato più di 2,3 milioni di casi e più di 120mila morti, più di qualsiasi altro Paese.

A cura di Ida Artiaco
23 Giugno
20:31

Ministero Salute: "Tutte le raccolte dati in un unico sito"

Al fine di fornire una notifica piu' immediata dei dati epidemiologici e offrire un quadro completo sull'andamento della diffusione del Covid-19 sul territorio nazionale, da giovedi' 25 giugno la scheda dati quotidiana (Aggiornamento casi Covid-19) sara' pubblicata ogni giorno alle ore 18 sul sito web del ministero della Salute (www.salute.gov.it/nuovocoronavirus) e sulla mappa interattiva dashboard del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile (http://opendatadpc.maps.arcgis.com/apps/opsdashboard/index.html#/b0c68bce2cce478eaac82fe38d4138b1). Lo rende noto il ministero, spiegando che il report, da giovedi', sara' anche arricchito con nuovi dati: casi identificati dal sospetto diagnostico; casi identificati da attivita' di screening. I "casi identificati dal sospetto diagnostico" sono casi positivi al tampone emersi da attivita' clinica. I "casi identificati da attivita' di screening" emergono da indagini e test, pianificati a livello nazionale o regionale, che diagnosticano casi positivi al tampone.

La comunicazione dei dati e le informazioni piu' rilevanti sul Covid-19 continueranno ad essere fornite anche in inglese sul sito del Ministero della Salute (http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/homeNuovoCoronavirus.jsp?lingua=english). Sulla mappa interattiva dashboard del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile, inoltre, saranno contestualmente pubblicate tutte le raccolte dati elaborate sulla base delle diverse fonti dei dati: la scheda dati quotidiana (Aggiornamento casi Covid-19) con i casi aggregati quotidiani di Regioni/PPAA; l'infografica della sorveglianza epidemiologica (Infografica epidemiologica ISS) realizzata dall'Istituto Superiore di Sanita' con i dati individuali di casi con test positivo diagnosticati dalle Regioni/PPAA; il report settimanale del monitoraggio regionale della Cabina di Regia DM 30 aprile 2020 (Sorveglianza settimanale R

A cura di Biagio Chiariello
23 Giugno
19:59

Giudice brasiliano: "Multa a Bolsonaro se non indossa la mascherina in pubblico"

La giustizia brasiliana ha alzato la voce contro il presidente Jair Bolsonaro, che sarà multato ogni qualvolta che non indosserà la mascherina di protezione in pubblico nel distretto di Brasilia. Lo ha deciso il magistrato Renato Borelli, del tribunale distrettuale di Brasilia, dove l'uso di questo dispositivo di protezione contro Covid-19 è obbligatorio dallo scorso marzo, come decretato dalle autorità locali e l'ammenda giornaliera è di 2mila real (338 euro). In più occasioni il capo di Stato brasiliano ha partecipato ad eventi pubblici, raduni e manifestazioni, senza mai indossare la mascherina e senza rispettare il distanziamento sociale, stringendo mani ai suoi sostenitori come non ci fosse alcuna pandemia in corso.

A cura di Ida Artiaco
23 Giugno
19:41

In Germania nuovo focolaio di Coronavirus: 44 casi in un condominio di Berlino, anche bambini

Sono 44 le persone risultate positive al Coronavirus in un complesso abitativo a Berlino, nel distretto di Friedrichshain. I test sono stati effettuati dopo che la settimana scorsa erano stati individuati alcuni contagi in questo quartiere. Le autorità locali hanno testato in maniera estensiva tutti i possibili contatti. I 44 positivi non manifestano sintomi. Le famiglie dove sono stati riscontarti contagi sono state poste in quarantena a casa e l'amministrazione locale si occupa della spesa e di recapitare loro altri beni di prima necessità. Fra i contagiati vi sono anche dei bambini. Non sono state fornite informazioni sull'origine del contagio, né è stato detto se vi sia un legame con un focolaio recentemente scoperto nel quartiere di Neukoelln, dove sono stati riscontrati 100 positivi e 370 famiglie sono state poste in quarantena.

A cura di Ida Artiaco
23 Giugno
19:09

La Finlandia riapre i suoi confini a 12 paesi europei "sicuri": c'è anche l'Italia

A partire dal 13 luglio la Finlandia riaprirà le sue frontiere ai visitatori di 12 Paesi europei considerati "sicuri" tra cui l'Italia. Lo ha annunciato il governo di Helsinki nel corso di una conferenza stampa. Il ministro dell'Interno finlandese, Maria Ohisalo, ha dichiarato che il 13 luglio saranno rimosse le restrizioni alle frontiere per i cittadini degli Stati in cui l'indice di contagio è inferiore al rapporto di otto ogni 100mila abitanti. Oltre l'Italia, gli altri Paesi che hanno avuto il via libera sono Germania, Austria, Grecia, Svizzera, Slovacchia, Slovenia, Ungheria, Liechtenstein, Irlanda, Cipro e Croazia.

A cura di Ida Artiaco
23 Giugno
19:05

Nel Regno Unito 171 nuovi decessi nelle ultime 24 ore

Sono 171 le vittime del Coronavirus nelle ultime 24 ore nel Regno Unito, tra le cifre più basse fatte registrare negli ultimi 3 mesi dal Paese guidato da Boris Johnson. Il bilancio delle vittime, tuttavia, è salito  rispetto a ieri di 280, portando il totale a 42.927, perché i funzionari hanno aggiunto altri 109 "decessi storici" al conteggio, alcuni dei quali avvenuti fino ad aprile.

A cura di Ida Artiaco
23 Giugno
18:46

Il virogolo Fauci: "Faremo molti più test, non è vero che Trump ha chiesto di bloccarli"

"Nessuno ci ha mai detto di rallentare sui test" per il Covid-19. Lo ha detto nell'audizione al Congresso l'epidemiologo Anthony Fauci, direttore del National Institute of Health e consigliere principale della task force della Casa Bianca messa insieme da Donald Trump per fronteggiare l'epidemia di Coronavirus. Fauci ha aggiunto che "faremo molti più test" non certo di meno. Sabato, nel comizio a Tulsa dove pochissimi indossavano le mascherina, il presidente aveva detto che i test "sono una lama a doppio taglio" e che aveva chiesto agli esperti di "rallentare con i test", salvo arrivare una smentita dal suo staff a sottolineare che il presidente stava scherzando. L'esperto ha poi dichiarato di essere mkolto preoccupato per l'andamento dei contagi: "Nel giro di un paio di giorni – ha spiegato – siamo passati da 30mila a 20mila casi, e poi siamo risaliti. Due giorni fa c'erano 30mila nuovi contagiati. Questo è preoccupante per me". Le prossime due settimane, ha detto, saranno "decisive per capire quale sarà il percorso in Florida, Texas, Arizona e in altri Stati", dove si registrano picchi di contagi.

A cura di Ida Artiaco
23 Giugno
18:10

Bollettino Lombardia: 62 nuovi casi e 6 decessi nelle ultime 24 ore

Secondo il bollettino di oggi, martedì 23 giugno, in Lombardia si registrano 62 nuovi positivi (di cui 23 a seguito di test sierologico) su 6.986 tamponi effettuati. Sono 6 i decessi registrati mentre le persone ricoverate in ospedale sono 910 (meno 137). Stabile il dato relativo ai pazienti ricoverati in terapia intensiva pari a 55. Il rapporto tra positivi e tamponi effettuati è pari allo 0,88 per cento.

A cura di Ida Artiaco
23 Giugno
18:05

Bollettino Protezione Civile: 238.833 casi in Italia, 18 decessi

Il bollettino della Protezione civile sui contagi da Coronavirus in Italia di martedì 24 giugno 2020. Secondo l’ultimo bilancio aggiornato a oggi, il numero dei casi positivi al Covid-19 è salito a 238.833(+113 rispetto a ieri), di cui 184.585 guariti (+1.159  e 34.675 decessi (+18) . Sono 41.135 i tamponi effettuati nelle ultime 24 ore.

A cura di Susanna Picone
23 Giugno
18:01

Brasile, una sentenza obbliga il presidente Bolsonaro a indossare la mascherina

Il Brasile è il secondo paese più colpito al mondo dal Covid-19, con oltre 50.000 morti, ma il Presidente Bolsonaro sembra non voler portare la mascherina in pubblico. Ma dovrà farlo dato che una Corte di giustizia ha sentenziato che anche lui è obbligato a indossare la mascherina, pena una multa di 2.000 real. Secondo la magistratura, il governo federale deve pretendere l'uso della protezione anche da parte di tutto il personale in servizio. L'uso delle mascherine è obbligatorio nel Paese e Bolsonaro in più occasioni non ha indossato alcuna protezione o lo ha fatto male. Secondo il giudice, è irrispettoso uscire in pubblico senza usare DPI mettendo a rischio la salute di altre persone.

A cura di Susanna Picone
23 Giugno
17:52

Non indossa la mascherina, multa per il primo ministro della Bulgaria

Il primo ministro bulgaro Boyko Borissov verrà multato di 174 dollari per aver violato l'obbligo di indossare una mascherina protettiva durante una visita a una chiesa. Lo ha detto il ministero della salute. Lunedì il ministro della Sanità ha ordinato ai bulgari di riprendere a indossare le mascherine in tutti i locali pubblici chiusi dopo che il paese dei Balcani la scorsa settimana ha registrato il più alto aumento settimanale di casi di coronavirus.

A cura di Susanna Picone
23 Giugno
17:39

In Abruzzo zero casi di Coronavirus

In Abruzzo sono stati registrati in totale 3282 casi positivi al Coronavirus, diagnosticati dai test eseguiti nel laboratorio di riferimento regionale di Pescara, dall'Istituto Zooprofilattico di Teramo, dall'Università di Chieti e dal laboratorio dell'ospedale dell'Aquila. Rispetto a ieri non si registra alcun nuovo caso su un totale di 670 tamponi analizzati.

A cura di Susanna Picone
23 Giugno
17:26

Ritorno a scuola a settembre, le linee guida del ministero

Il ministero dell'Istruzione ha trasmesso alle parti sociali le linee guida per il rientro nelle scuole a settembre. Fanpage.it ne ha potuto visualizzare la bozza, che dovrà poi essere approvata anche dalla Conferenza Stato-Regioni. Si parla, tra le altre cose, di classi divise in gruppi, in modo da limitare il numero di persone nella stessa aula, e di una riorganizzazione dei tempi e degli spazi. Si andrà a scuola anche di sabato e si potrà fare lezione anche nelle palestre.

A cura di Susanna Picone
23 Giugno
17:08

Coronavirus Lazio, oggi 8 casi di cui 3 da focolaio Pisana

"Oggi registriamo un dato di 8 casi positivi e 2 decessi". Così l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, precisando che 3 degli 8 casi di Coronavirus del Lazio "sono riferiti a una coda del focolaio del San Raffaele Pisana, in un cluster famigliare, dunque al di fuori della struttura, e ha riguardato un infermiere posto in isolamento domiciliare". D'Amato sottolinea inoltre che "si conferma il trend in calo nelle province, che registrano zero casi".

A cura di Susanna Picone
23 Giugno
16:51

Allarme in Sudafrica, contagiati 180 alunni in una scuola

Allarme in una scuola in Sudafrica della provincia del Capo Orientale in cui 180 alunni sono stati risultati positivi al Covid-19, costringendo la direzione a chiudere l'istituto per un intervento di sanificazione. Lo riferisce la stampa locale aggiungendo che sono in corso test su familiari degli studenti e ricerche per identificare tutte le persone con le quali i ragazzi sono stati in contatto. La scuola media Makaula Senior Secondary School ha sede nella provincia costiera del Capo Orientale, la seconda maggiormente colpita dalla pandemia dopo quella del Capo Occidentale.

A cura di Susanna Picone
23 Giugno
16:16

Speranza: "Proteggere le persone col vaccino è la priorità"

"Proteggere le persone con il vaccino è la priorità. Faremo tutto il necessario per arrivare a quel punto". Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, in un colloquio realizzato con il quotidiano statunitense Washington Post durante la visita alla Irbm di Pomezia, l'azienda italiana che sta lavorando, con l'Università di Oxford, alla sperimentazione del vaccino contro il Covid-19. "Non possiamo immaginare di scommettere solo su questo vaccino. Ma questo è il vaccino che, secondo i nostri scienziati, arriverà prima degli altri. In questo momento, non c'è nessun'altra società che dice che potremmo avere il vaccino entro la fine dell'anno. Mi fa venire la pelle d'oca pensare che stiamo parlando della possibilità di salvare vite umane", ha aggiunto Speranza.

A cura di Susanna Picone
23 Giugno
15:50

Garante della privacy Antonello Soro: "Impedire uso improprio smart working"

"Il diffuso ricorso allo smart working, generalmente necessitato e improvvisato, ha catapultato una quota significativa della popolazione in una dimensione delle cui implicazioni non sempre si ha piena consapevolezza e di cui va impedito ogni uso improprio". A dirlo è il Garante della privacy, Antonello Soro, nel discorso di presentazione della Relazione 2019 su "Protezione dati, emergenza, democrazia". "Potendo favorire una nuova articolazione dei processi produttivi in grado di accrescere efficienza e flessibilità – ha spiegato Soro – lo smart working potrebbe ragionevolmente divenire una forma diffusa, effettivamente alternativa, di organizzazione del lavoro. Per questa ragione andranno seriamente affrontati e risolti tutti i problemi emersi in questi mesi: dalle dotazioni strumentali alla garanzia di connettività, alla sicurezza delle piattaforme, all'effettività del diritto alla disconnessione, senza cui si rischia di vanificare la necessaria distinzione tra spazi di vita privata e attività lavorativa: annullando così alcune tra le più antiche conquiste raggiunte per il lavoro tradizionale". Il Garante della privacy ha parlato anche dell'app Immuni: "Nell'ambito delle attività di prevenzione della pandemia di coronavirus abbiamo indicato, al parlamento e al governo, i principali criteri da seguire per migliorare l'efficacia delle misure adottate, in particolare rispetto al contact tracing, che sin da subito abbiamo richiesto tracciasse i contatti, non le persone".

A cura di Susanna Picone
23 Giugno
15:25

Regno Unito, dal 4 luglio si potranno incontrare familiari e amici

Il Regno Unito verso la fine del lockdown. Lo ha formalizzato Boris Johnson alla Camera dei Comuni, indicando che il distanziamento sociale passerà in Inghilterra dai due metri attuali a un metro, in modo da consentire l'avvio della riapertura di hotel, ristoranti e pub dotati degli spazi sufficienti. Tra le novità annunciate da Johnson, anche la possibilità a partire dal 4 luglio di tornare ad incontrare familiari e amici. Fino a due nuclei familiari, a prescindere dal numero di componenti, potranno incontrarsi sia all'aperto che al chiuso, mentre viene sconsigliato l'incontro contemporaneo di più nuclei familiari. Il premier ha sottolineato come "da ora in poi" il governo farà affidamento soprattutto sul senso di disciplina dei britannici e ai cittadini verrà chiesto di "seguire le linee guida, piuttosto che la legge". L'annuncio della riapertura di pub e ristoranti è stato accolto con un coro di "alleluia" dalla Camera dei Comuni, dove molti deputati continuano a seguire le sedute in videoconferenza. Tuttavia, in questi locali pubblici sarà possibile solamente il servizio ai tavoli e ai clienti verrà chiesto di compilare un modulo con i propri dati, in modo che sia possibile rintracciare le persone in caso di contagio. Johnson ha detto che il governo da qui al 4 luglio lavorerà con gli operatori del settore per mettere a punto le misure. Riaperture previste anche per parrucchieri ed estetisti, con una serie di misure di prevenzione, come visori e mascherine. Via libera anche per alberghi, bed and breakfast e alloggi per vacanze, campeggi, biblioteche, cinema e sale bingo, musei e gallerie d'arte, teatri e sale concerti, ma senza spettacoli dal vivo, palestre all'aperto e parchi giochi all'aperto, zoo e acquari. Dal luglio riapriranno anche i luoghi di culto, come chiese, moschee e sinagoghe. Consentiti i matrimoni, fino a un massimo di 30 partecipanti, e seguendo le regole di distanziamento. Rimangono chiusi per il momento nightclub, casinò, palestre al coperto e piscine. Nel Paese dal picco di 943 decessi da coronavirus in un giorno registrato a metà aprile, si è passati ora ad una media di 130. "Rimarremo vigili, ma al momento non crediamo che ci sia il rischio di una nuova ondata che travolgerà il Servizio sanitario nazionale”, ha detto Johnson. Il premier ha tuttavia riconosciuto che "vedremo nuovi contagi in futuro e saremo in una posizione migliore per poterli controllare". Tra gli annunci fatti dal premier, anche quello di un "giro dei pub" che intende fare in tutta l'Inghilterra, non appena i locali riprenderanno le loro attività.

A cura di Susanna Picone
23 Giugno
15:12

Alto Adige, ok a sport di squadra e pubblico con la mascherina

In Alto Adige torna ad essere consentito lo sport di squadra. Si tratta di una "prima" a livello nazionale considerando che attualmente si possono riunire solo squadre nazionali o professionistiche. Lo ha annunciato il presidente altoatesino Arno Kompatscher al termine della giunta provinciale che ha previsto un nuovo pacchetto di alleggerimento delle misure anti-Covid che prevede anche la possibilità di occupare tutti i posti a sedere sempre con utilizzo della mascherina.

A cura di Susanna Picone
23 Giugno
15:05

In Italia boom di acquisti di biciclette dopo il lockdown: da maggio ne sono state vendute mezzo milione

In Italia è stato registrato un vero e proprio boom dell'acquisto di biciclette dopo il lockdown per l'emergenza Coronavirus. Le due ruote si confermano così il mezzo preferito dagli italiani come alternativa alle auto e ai mezzi pubblici. Secondo dati Ancma, sono circa 540mila le bici vendute a livello nazionale da quando i negozi in tutto il paese hanno riaperto all'inizio di maggio, facendo segnare un aumento del 60% rispetto allo stesso periodo del 2019.

A cura di Ida Artiaco
23 Giugno
14:55

Aumento di casi in Israele, si va verso nuove zone rosse

In Israele si va verso nuove zone rosse a fronte del nuovo aumento di infezioni da Covid. La decisione sarà presa in una una riunione del cosiddetto Gabinetto coronavirus presieduta dal premer Benyamin Netanyahu. Nella settimana passata già si è intervenuti su alcune cittadine beduine del Negev e in alcune zone di Giaffa, sobborgo a prevalenza arabo di Tel Aviv. Ora però la decisione potrebbe riguardare aree ben più estese.

A cura di Susanna Picone
23 Giugno
14:29

Djokovic positivo al coronavirus

Novak Djokovic è risultato positivo al test del coronavirus. Ne ha dato notizia l'agenzia Tanjug. Prima del tennista serbo anche il bulgaro Grigor Dimitrov e il croato Borna Coric erano stati contagiati, tutti impegnati nel contestato torneo Adria Tour. L’Adria Tour si è giocato davanti al pubblico e di fatto senza alcun tipo di precauzioni per i giocatori e i loro staff.

A cura di Susanna Picone
23 Giugno
14:22

Record di contagi e vittime in Argentina, si valutano nuove chiusure

L'Argentina ha registrato nelle ultime ore il numero più alto di contagi e vittime da coronavirus dall'inizio della pandemia e questo sta spingendo il governo a valutare nuove chiusure. In base al bilancio diffuso dal ministero della Sanità, nelle ultime 24 ore sono stati confermati 2,146 nuovi casi e 32 decessi, per un totale di 44.931 contagi e 1.043 decessi. Finora il 90% dei casi di contagio è concentrato a Buenos Aires e alla periferia della capitale, dove risiedono 14 milioni di persone su una popolazione totale di 44 milioni.

A cura di Susanna Picone
23 Giugno
14:02

Mortalità al 35% tra pazienti con tumore a polmone, poco accesso alla terapia intensiva

Durante l'epidemia da coronavirus, la mortalità tra pazienti con tumore a polmone e affetti da covid è stata del 35%. Il drammatico dato emerge dai risultati preliminari del primo studio internazionale sugli effetti del coronavirus nei pazienti con tumore toracico, pubblicato su Lancet Oncology. Secondo la ricerca, i pazienti colpiti da tumore al polmone hanno avuto meno accesso alle terapie intensive (8,3%) rispetto agli altri pazienti oncologici (26%) e la mortalità è stata molto più elevata (35% rispetto al 13%). Lo studio ha coinvolto 200 pazienti con carcinoma toracico e positivi al Covid-19, provenienti da 8 Paesi (Italia, Spagna, Francia, Svizzera, Paesi Bassi, Stati Uniti, Regno Unito e Cina). Non è chiaro perché la percentuale degli accessi in terapia intensiva sia stata bassa ma per gli studiosi è possibile che la scelta di non rianimare questi malati sia in parte dovuta a un pregiudizio sulla loro malattia, che li colloca tra i pazienti senza speranza. "Lanciamo quindi un appello a tutti i governi per inserirli, insieme alle altre categorie fragili, tra coloro che riceveranno per primi il vaccino anti-Covid, non appena disponibile" ha dichiarato Marina Garassino, presidente di Women For Oncology Italy.

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
13:46

Bonus babysitter, a chi spetta e come fare domanda: i chiarimenti dell'Inps 

Con una circolare l’Inps ha fornito i chiarimenti per il bonus babysitter messo in campo dal governo per affrontare l’emergenza coronavirus sottolineando i casi di incompatibilità, e le modalità con cui inoltrare la propria domanda. La misura è valida anche per i centri estivi e per i nonni nel caso in cui vivano e siano residenti in un altro Comune rispetto a quello del nucleo familiare mentre è escluso chi è beneficiario di misure di sostegno al reddito per la sospensione o la cassazione dell'attività lavorativa.

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
13:39

Brasile, a San Paolo si stimano 1,2 milioni di contagi

A San Paolo in Brasile potrebbero essere stato contagiato oltre 1,2 milioni di persone. È quanto emerge dai primi risultati di una massiccia campagna di test condotta dal Comune locale. Dopo aver completato i primi cinquemila esami sierologici condotti su un campione di residenti scelti per estrazione, infatti è emerso che il 9,5% è sttao infettato. Se questa cifra fosse confermata, sarebbe superiore agli 1,1 milioni di infetti registrati lunedì dal ministero della Sanità in tutto il Paese. Finora, San Paolo ha segnalato ufficialmente solo 120mila casi, ma sia le autorità municipali sia quelle statali sanno che potrebbe esserci una sottostima a causa dell'elevato numero di pazienti asintomatici e dei pochi test effettuati.

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
13:32

Zaia: "Sui mezzi pubblici veneti nessuna limitazione dei posti"

Il Veneto punta a tornare al periodo pre covid per i mezzi pubblici eliminando la limitazione dei posti prevista dalle norme anticontagio. Lo ha annunciato il governatore Zaia. "La filosofia che vorremmo portare è quella di poter portare un numero di persone pari alla capienza del mezzo omologata, senza distanziamenti o riduzioni, purché si indossi la mascherina, come avviene in giro per l'Europa" ha spiegato il Presidente della Regione. "Stiamo inviando al Comitato Tecnico Scientifico una proposta di ordinanza per il Trasporto pubblico locale, dopo averne inviata già una sul trasporto privato. È ovvio che questa seconda ordinanza è più impegnativa, perché va a cozzare con il Dpcm" ha sottolineato Zaia, concludendo: "In auto i non conviventi possono tranquillamente viaggiare insieme, se indossano la mascherina: non si capisce perché questo non possa avvenire in autobus o in treno".

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
13:09

Usa nel pieno della prima ondata, in metà degli Stati aumentano i casi

Tra i timori di una seconda ondata di infezioni gli Usa in realtà sembrano ancora nel pieno della prima ondata di contagi visto che più della metà degli stati sta facendo registrare un aumento costante di nuovi casi di coronavirus e addirittura alcuni fanno segnare record giornalieri. Secondo alcuni sarebbe solo il frutto dei tanti test effettuati. Così la pensa anche Trump che sabato ha dichiarato di aver chiesto ai funzionari di limitare i test, al fine di ridurre il numero di nuovi casi. La maggior parte dei nuovi focolai si verificano in stati come Georgia, Florida e Texas.

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
12:34

In Inghilterra riaprono cinema, musei e pub dal 4 luglio: distanza di un metro sufficiente

L'Inghilterra si prepara a riaprire cinema, musei, hotel e Pub dal 4 luglio modificando le raccomandazioni della distanza interpersonale. Secondo le ultime linee guida dei consulenti scientifici, sarà sufficiente la distanza interpersonale minima di un metro, rispetto a quella raccomandata di 2 metri, per consentire un riavvio gestibile delle attività di ristoranti e pub. La riapertura del 4 luglio vale per l'Inghilterra mentre per Scozia, Galles e Irlanda del Nord ci saranno tempi diversi in base alle scelte dei governi locali.

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
12:24

Nelle Filippine è record di contagi: 1.150 in 24 ore

Continua a salire il numero di contagi da coronavirus anche nelle Filippine dove nelle ultime 24 ore si è raggiunto il nuovo record giornaliero. Secondo i dati diffusi dal ministero della salute, nelle ultime 24 ore segnalati ulteriori 1.150 casi che portano i casi totali a 31.825. I decessi invece hanno raggiunto quota 1.186.

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
12:19

Allo Spallanzani 45 positivi, 4 ricoveri più seri

Allo Spallanzani ci sono ancora 45 persone ricoverate per covid tra cui 4 in condizioni più gravi. È quanto emerge dall'ultimo bollettino diramato oggi dall'Istituto nazionale di malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma. "In questo momento sono ricoverati presso il nostro Istituto 113 pazienti. Di questi, 45 sono positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV 2, mentre 68 sono sottoposti ad indagini", si legge nel bollettino odierno precisando che "4 pazienti necessitano di supporto respiratorio".

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
12:15

Il desametasone non serve per sintomi lievi, l'avvertimento dell'Oms

Il desametasone "non deve essere assunto per prevenire Covid-19 o per trattarne i sintomi lievi", a ricordarlo è l'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) dopo le notizie diffuse ieri sui risultati molto promettenti del farmaco per ridurre la mortalità dei pazienti covid. Il recente studio condotto nel Regno Unito "ha mostrato risultati molto promettenti solo per i pazienti che erano gravemente malati e in condizioni critiche", riducendo di un terzo la mortalità per i pazienti sottoposti a ventilazione e di un quinto per i pazienti che necessitano di supporto di ossigeno, ha ricordato l'Oms.

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
12:05

Inail, oltre 49mila denunce di infortunio da contagio Covid 19

Sono oltre 49mila le denunce di infortunio da contagio Covid 19 registrate in tutta Italia da inizio anno. Lo comunica l'Inail nell'ultimo report. Nello stesso periodo di tempo i decessi invece sono 236, corrispondenti al 40% dei casi mortali da inizio anno. Il settore più colpito è quello della sanità mentre  livello geografico, otto casi su dieci arrivano dal Nord Italia.

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
11:35

Reggio Emilia: la Procura fa riesumare 18 salme di anziani deceduti in casa di cura

La Procura di Reggio Emilia ha fatto riesumare 18 salme di anziani deceduti in casa di cura durante l'epidemia di coronavirus disponendo l'autopsia per accertarne le cause di morte.  L'inchiesta riguarda le morti avvenute nella casa di carità San Giuseppe di Montecchio Emilia, uno dei luoghi più colpiti dal virus della provincia reggiana. Lo riporta la stampa locale che dà notizia anche di cinque persone iscritte nel registro degli indagati per omicidio colposo e delitto colposo contro la salute pubblica.

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
11:19

In Germania nuovo lockdown locale dopo contagi nel mattatoio

In Germania è di nuovo lockdown anche se limitato al distretto Guetersloh dopo il caso dei contagi nel mattatoio di Toennis che ha portato l'indice di Ro a 2.88. Lo hanno annunciato le autorità locali. Si tratta della prima volta che nel Paese vengono reintrodotte le misure di contenimento. A chiederlo era stata la stessa Merkel ricordando ribadendo che era necessario contenere l'espansione del focolaio.

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
10:50

Alessandria, focolaio in Rsa: altri 5 casi positivi

Immagine di archivio
Immagine di archivio

Altri cinque ospiti della Rsa di Madonna del Pozzo, a Salvatore Monferrato (Alessandria), sono risultati positivi al coronavirus a seguito del test. Il tampone ha certificato il contagio il 21 giugno e i cinque sono stati trasferiti alla clinica Salus di Alessandria. Lo comunica la stessa Opera diocesana assistenza che gestisce la struttura. Nei giorni scorsi tre ospiti della casa di riposo sono  stati ricoverati all'ospedale Santo Spirito di Casale e una decina alla Clinica Salus di Alessandria, attrezzata per assisterli.

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
10:45

In Campania mini-zona rossa nel Casertano

Un piccolo focolaio di contagio a Mondragone, nel Casertano, ha fatto scattare l'allarme in Campania dove la regione ha istituito una mini zona rossa rossa fino al 30 giugno nel quartiere dove sono stati riscontrati già dieci casi. Sono già 220 i tamponi analizzati a Mondragone, nelle ultime 48 ore, sugli abitanti dei palazzi ex Cirio dove è scoppiato un nuovo focolaio di Coronavirus. Nei giorni prossimi proseguirà lo screening e si arriverà a 7-800 tamponi

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
09:55

Crisanti: "Nostro autunno sarà come nei mattatoi tedeschi"

"Il nostro autunno sarà come i mattatoi tedeschi adesso, dove il virus anche ora sta facendo danni seri. Ci serva da lezione perché è quello che potrebbe succedere anche da noi in autunno e inverno” è l'allarme lanciato al virologo Andrea Crisanti, direttore della Microbiologia e virologia dell'Università di Padova e in prima linea durante l'emergenza in Veneto. "Non possiamo aspettarci che SarsCov2 sparisca come la Sars, nel giro di un'estate, perché ci sono milioni di contagiati in tutti e cinque i continenti, è soltanto diventato meno probabile infettarsi in Italia in questo preciso momento, per l’effetto positivo del lockdown, delle mascherine e della distanza" ha spiegato l'esperto al Fatto Quotidiano. "I contagi importati da Paesi in cui l'epidemia è fuori controllo sono molto pericolosi. Dovremo aggredire sul nascere ogni singolo cluster perché se non vengono individuati subito, l'Italia rischia di perdere tutto il lavoro fatto con il lockdown" ha concluso Crisanti.

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
09:23

Oltre 9,1 milioni i casi nel mondo e più di 472mila morti

Sono ormai oltre 9,1 milioni i casi di contagio da coronavirus nel mondo e più di 472mila i morti. secondo i dati della Johns Hopkins University, nel mondo si è toccato quota 9.100.090 contagiati mentre i morti sono 472.216. Gli Stati Uniti sono il Paese con più contagi con 2.312.302 positivi, seguiti dal Brasile (1.106.470) e dalla Russia (591.465). Il più a to numero di decessi in Usa , Brasile e  Regno unito

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
08:39

Sanofi: vaccino pronto entro la prima metà del 2021

Il vaccino anti covid che sta testando la casa farmaceutica francese Sanofi non arriverà prima della metà del 2021. Si tratta del vaccino che il gruppo sta sviluppando con la britannica GlaxoSmithKline (GSK). Tempi più veloci del previsto dunque ma superiore all'altro vaccino allo studio presso l'Università di Oxford in collaborazione con AstraZeneca. "Ci sono aziende che si muovono più velocemente, ma cerchiamo di essere brutalmente chiari, la velocità ha tre aspetti negativi: stanno usando il lavoro esistente, in molti casi fatto per la Sars; è probabile che non sia altrettanto efficace; e non vi è alcuna garanzia sulla fornitura in grandi volumi” ha affermtao l'amministratore delegato di Sanofi.

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
07:56

Lopalco: "Il virus è endemico, lo abbiamo in casa e in autunno avremo nuova ondata"

Il Prof. Pier Luigi Lopalco
Il Prof. Pier Luigi Lopalco

"Anche se potrebbe esserci qualche caso che viene da fuori il virus è endemico, lo abbiamo a casa. E se anche chiudessimo in maniera ermetica i nostri confini, ormai il Sars Cov 2 è stabile nella nostra popolazione" lo ha ricordato Pier Luigi Lopalco, professore di Igiene generale e applicata all'Università di Pisa e membro della task force in Puglia.  Il virus "durante l'estate circolerà in maniera molto leggera, a bassa intensità, grazie anche al fatto che si sta all'aperto. Ma in autunno e inverno occorrerà alzare ancora di più la guardia, perché in quel momento la circolazione tende ad aumentare e potrebbe passare a una fase a intensità maggiore" ha spiegato l'esperto

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
07:49

Galli: "Le mascherine servono ancora, il virus è tra noi"

"Sospenderne adesso l’uso delle mascherine è prematuro, è un segnale sbagliato, si mette il carro davanti ai buoi: il virus è ancora tra noi", a lanciare l'allarme è Massimo Galli, direttore del dipartimento di Malattie infettive dell’Ospedale Sacco di Milano. "Si potrebbe fare a meno della mascherina se fosse garantito il tracciamento ma non è così" ha spiegato l'esperto a Repubblica.  "Io lo dico da tempo: avrei preferito più test e meno plexiglass, più test e meno mascherine. Mi auguro che il virus sparisca, come è successo per la Sars, ma faccio fatica a crederlo" ha concluso Galli

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
07:42

"I debolmente positivi non infettano", lo studio in Lombardia: "Stop a quarantena per i guariti"

Chi è guarito ha una carica virale bassa e quindi non è più contagioso, a questa conclusione è arrivata una ricerca condotta dal  San Matteo di Pavia su un campione di pazienti in Lombardia considerati clinicamente guariti ma ancora in quarantena perché positivi al tampone. "Nei pazienti che hanno superato i sintomi il virus ha una carica bassa, dunque chi è guarito non è più contagioso", ha spiegato il virologo Fausto Baldanti del San Matteo di Pavia, aggiungendo: "L’abbiamo scoperto mettendo dei campioni di virus di 280 tamponi in coltura e abbiamo visto che non è più in grado di infettare le cellule se non per la percentuale minima del 3% dei casi". "Il tampone dei pazienti può risultare ancora positivo perché restano residui di virus ma senza più capacità di contagiare" ha sottolineato Baldanti confermando la conclusone a cui era arrivato nei giorni scorsi anche il direttore dell’Istituto Mario Negri, Giuseppe Remuzzi.

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
07:29

Salgono a 1500 i contagiati nel mattatoio in Germania, si pensa a nuovo lockdown

È ormai allerta massima in Germania dove il numero dei contagi nel mattatoio è salito a oltre 1500 e son in crescita le infezioni anche nelle zone circostanti l'impianto industriale.  "Bisogna fare tutto ciò che è in nostro potere per contenere questo focolaio" ha detto la cancelliera Angela Merkel invitando le autorità regionali a varare misure drastiche come un nuovo blocco a livello locale. A raccogliere l'appello il presidente del circondario di Gütersloh che per la prima volta ha confermato che un nuovo lockdown, almeno a livello regionale, è possibile. Al momento sono oltre settemila le persone  in quarantena, tra lavoratori e familiari

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
07:19

Locatelli: "Ora In Italia il pericolo può arrivare da fuori"

"In Italia l' epidemia è tenuta a freno, ma il pericolo ora può arrivare da fuori", a ricordarlo è il Professor Franco Locatelli del comitato tecnico scientifico. "In Europa nel complesso c’è sicuramente una netta e assai incoraggiante flessione dei contagi ma quanto sta avvenendo nel più grande mattatoio della Germania fa comprendere quanto sia pericoloso distrarsi" ha aggiunto l'esperto intervistato dal Corriere della sera, spiegando: "Brasile e India sono nel pieno della pandemia, in questi Paesi la diffusione del contagio è altissima. Viviamo in un mondo globale e queste realtà epidemiche, apparentemente lontane, non possono non attirare la nostra attenzione non soltanto per il doloroso numero delle vittime ma anche nella prospettiva di un nuovo innesco di contagi nel nostro Paese".

"L’Italia è attualmente messa bene a parte alcuni focolai locali che comunque andavano messi in conto perché fanno parte della storia di un’epidemia. Quanto succede fuori deve però costituire un chiaro segnale di allarme. L’attenzione non deve essere alta, di più. Deve mantenersi altissima. Ci vuole poco a riaccendere la miccia del virus. Non dimentichiamo come tutto è cominciato" ha concluso Locatelli.

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
07:10

In Sud America superati i 2 milioni di contagi

In America Latina superati i 2 milioni di contagi da coronavirus mentre le vittime sono quasi 100mila. Dati che confermano che ormai il fronte principale della pandemia è proprio in America visto che i due Paesi più colpiti restano Usa e Brasile sia per quanto riguarda i contagi che per i decessi. In Sud America oltre al Brasile, che ha raggiunto quota 1.106.470 contagi e 51.271 morti, grave la situazione anche in Perù, Cile, Messico e Colombia.

A cura di Antonio Palma
23 Giugno
07:00

Le ultime notizie sul Coronavirus in Italia e nel mondo di martedì 23 giugno

Il bollettino della Protezione Civile trasmesso nella giornata di ieri ha registrato 221 contagi e 23 decessi in Italia, con 533 guariti. Ecco la situazione regione per regione:

Lombardia: 93.111

Piemonte: 31.248

Emilia Romagna: 28.243

Veneto: 19.247

Toscana: 10.211

Liguria: 9.935

Lazio: 8.025

Marche: 6.774

Campania: 4.624

Puglia: 4.527

Trento: 4.464

Sicilia: 3.072

Friuli VG: 3.305

Abruzzo: 3.282

Bolzano: 2.633

Umbria: 1.438

Sardegna: 1.369

Valle D'Aosta: 1.193

Calabria: 1.174

Molise: 444

Basilicata: 401

Istituita in Calabria una zona rossa in alcune aree del comune di Palmi, in provincia di Reggio Calabria; le disposizioni resteranno in vigore fino alle 14 di venerdì 26 giugno. Secondo diversi esperti, in Lombardia potrebbe arrivare una nuova ondata di contagi da Coronavirus: l'indagine è stata portata avanti mediante un modello matematico, e dimostra che potrebbero aumentare i contagi asintomatici e paucisintomatici che permetterebbero al virus di circolare nuovamente. Il premier Conte, durante il suo discorso di ringraziamento a medici e infermieri nella sede della Protezione Civile di Roma, ha ricordato che bisogna continuare a rispettare le regole, invitando a ricordare i morti per Coronavirus: "Non sono numeri, non dobbiamo dimenticarli". Otto nuovi positivi nel Lazio, di cui due collegati al focolaio scoppiato all'istituto religioso Teresianum.

Continuano a crescere i contagi da Coronavirus nel mondo, che superano quota 9 milioni. In Germania l'indice Rt è schizzato a 2,88 dopo che sono stati registrati 537 nuovi casi in 24 ore. Il Brasile ha superato i 50mila morti per Coronavirus, i contagi sono più di un milione. Nella giornata di domenica è stato registrato il record mondiale di aumento di casi nel mondo, ben 183mila nuovi contagi, dovuti soprattutto all'aumento dei positivi in America Latina. A New York con l'inizio della Fase 2 riaprono negozi e ristoranti. Dalla Croazia alla Germania, fino ad arrivare in Cina, ecco la mappa dei Paesi in cui sono ripartiti i contagi da Coronavirus.

A cura di Quale Compro Team
1.188 CONDIVISIONI
26079 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni