20 Aprile 22:18 Morta Alessandra Bagnoli: medico e capogruppo di Fratelli d’Italia, aveva 62 anni

Lutto a Siena per la morte di Alessandra Bagnoli, consigliere comunale di Fratelli d'Italia. Aveva 62 anni, era medico, e negli ultimi anni aveva coltivato la passione per la politica, conquistando il seggio in consiglio e diventando capogruppo del suo partito. Il decesso sarebbe stato causato da un infarto dopo che la donna era già stata trovata positiva al Coronavirus.

20 Aprile 21:35 Il ministro Spadafora: “Al momento non vedo ripresa per il calcio”

"Al momento non dò per certo nè la ripresa degli allenamenti il 4 maggio né del campionato". Lo ha detto, al Tg2 Post il ministro per le politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora. "Lo sport non è solo il calcio e non solo la serie A – ha aggiunto -. La Serie A è una industria economica, ci concentriamo anche su calcio di serie A. Mercoledì incontro la Figc che presenterà il protocollo per gli allenamenti. Valuteremo insieme". La dichiarazione di Spadafora arriva dopo quella del viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, che per il quale "gli stadi non potranno riaprire, il rischio tra i giocatori anche per partite a porte chiuse resterebbe troppo alto".

20 Aprile 21:15 All’ospedale di Bergamo primi due giorni senza decessi e pronto soccorso vuoto

Segnali positivi arrivano dall'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, diventato uno dei simboli dell'emergenza Coronavirus in Lombardia e in Italia, dove negli ultimi giorni si è registrata la diminuzione dei pazienti in arrivo al pronto soccorso e dei ricoveri in terapia intensiva, oltre che il calo dei decessi. Lo ha spiegato il direttore del Dipartimento di Medicina Stefano Fagiuoli intervistato da Fanpage.it: "Un dato frutto della curva epidemiologica e del fatto che il virus di fatto sta girando di meno".

20 Aprile 21:03 Domani informativa di Conte in Parlamento sulle iniziative del governo contro il Coronavirus

Nella giornata di domani, martedì 21 aprile, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte terrà un'informativa alle ore 15.00 al Senato e alle 17.30 alla Camera sulle recenti iniziative del Governo per fronteggiare l'emergenza Covid-19. Lo ha reso noto Palazzo Chigi sui propri canali social.

20 Aprile 20:29 L’Oktobertfest 2020 sarà cancellato

L'Oktobertfest 2020 sarà cancellato: l'annuncio ci sarebbe stato nel corso della conferenza stampa di domani a Monaco dal presidente della Baviera, Markus Soeder, e dal sindaco della città bavarese, Dieter Reiter, secondo quanto riferisce Bildonline. La decisione è già stata presa, sostiene il tabloid berlinese, che cita fonti vicine al governo bavarese. Soeder aveva annunciato in un'intervista dei giorni scorsi che riteneva "in bilico" la manifestazione che riunisce ogni anno milioni di visitatori, a causa dell'emergenza coronavirus. L'edizione di quest'anno si sarebbe dovuta tenere tra il 19 settembre e il 4 ottobre.

20 Aprile 20:01 Sale a 140 il numero dei medici morti in Italia per Coronavirus

Continua ad aumentare il numero dei medici italiani morti per Coronavirus, arrivati a quota 140. Gli ultimi due sono Oscar Ros, 61 anni, specialista in Igiene e Medicina preventiva della direzione sanitaria unità di crisi dell’ospedale di Vimercate (MB) e Andrea Farioli, epidemiologo impegnato nella ricerca su Covid-19, le cui cause del decesso sono ancora da accertare. Lo riferisce la federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo), che riporta nel suo portale listato a lutto l’elenco dei colleghi deceduti. In totale, stando ai dati dell’Istituto Superiore di Sanità, sono 17.306 gli operatori sanitari contagiati.

20 Aprile 19:44 In Francia superati i 20mila morti per Coronavirus

La Francia ha superato nelle ultime 24 ore quota 20mila morti, raggiungendo il numero di 20.265 decessi tra ospedali, case di riposo e istituti per disabili. Lo ha annunciato il direttore generale della Sanità, Jerome Salomon. La Francia diventa così il quarto paese al mondo per numero di vittime di Covid-19 dopo Usa, Italia e Spagna.

20 Aprile 19:38 In Italia 60 infermieri albanesi contro il Coronavirus, Di Maio: “Orgoglioso del vostro aiuto”

"Ringrazio il primo ministro Edi Rama, il governo albanese e il popolo albanese per il secondo grande attestato di amicizia concreto inviato all’Italia.
Sessanta infermieri a supporto delle nostre forze bianche, in prima linea da oltre 40 giorni di lotta al virus". Lo ha comunicato il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, che ha accolto i camici bianchi in arrivo dall'Albania nella lotta al Coronavirus. Il numero uno della Farnesina ha poi aggiunto: "Orgoglioso dell'aiuto che l'Italia sta ricevendo da tanti Stati nel mondo".

20 Aprile 19:22 Oms: “Anticorpi in percentuale piccola di popolazione, anche nelle zone più colpite”

"Accogliamo con favore lo sviluppo di test per lo studio degli anticorpi che aiutano a tracciare la diffusione del virus nella popolazione. I dati preliminari che abbiamo raccolto segnalano che una percentuale relativamente piccola possiede gli anticorpi, anche nelle zone più colpite dall'epidemia". Lo ha reso noto Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), oggi in conferenza stampa a Ginevra. "Mentre i test sugli  anticorpi sono importanti per sapere chi è stato infettato – ha ricordato il Dg – i test che rilevano il virus sono uno strumento fondamentale per la ricerca, la diagnosi, l'isolamento e il trattamento di casi attivi".

20 Aprile 18:59 Bloccata in Spagna, studentessa di Vicenza riesce a tornare a casa in taxi (e gratis)

Bloccata in Spagna, dove si trovava in Erasmus, è riuscita a raggiungere Vicenza e la sua famiglia grazie ad un taxista che le ha permesso di percorrere gratis più di tremila chilometri. E' la storia a lieto fine di Giada Collalto che da Bilbao è arrivata a Montebello dopo 12 ore di viaggio grazie a Kepa Amantegi, di professione taxista. Quest'ultimo ha chiamato la polizia basca e l'ambasciata per capire se fosse stato possibile effettuare il viaggio e la risposta che ha ricevuto è che sì, compilando le dovute autocertificazioni in cui avrebbero spiegato che Giada doveva rientrare a casa e che lui stava svolgendo il suo lavoro di taxista, il viaggio si sarebbe potuto fare. "Non ti chiedo nulla in un momento per te di grande difficoltà", ha detto il ragazzo rifiutando qualunque compenso una volta accompagnata la studentessa a destinazione.

20 Aprile 18:47 Per la prima volta diminuisce il numero di persone attualmente positive

Per la prima volta dall'inizio dell'emergenza Coronavirus il numero di persone attualmente positive cala di 20 unità. Lo ha annunciato il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, nel corso della conferenza stampa di oggi, lunedì 20 aprile. Secondo l'ultimo bollettino di oggi, inoltre, i nuovi contagi rilevati nelle ultime 24 ore sono stati 2.256 (ieri 3.047), il minimo dall'11 marzo.

20 Aprile 18:40 Il ministro Bonetti: “I bambini vivranno l’estate, dobbiamo attrezzarci per farli andare al mare”

"In qualche modo i bambini dovranno vivere il tempo dell'estate, nel modo migliore possibile e quindi dobbiamo attrezzarci con attività e lo sto facendo. Ringrazio anche i sindaci che su questo hanno risposto al mio appello e con i quali volentieri lavorerò per costruire occasioni ricreative, educative e di gioco per poter vivere i mesi estivi, come mesi di benessere per i bambini e le loro famiglie". L'ha detto la ministra per le Pari opportunità e la Famiglia Elena Bonetti durante la trasmissione Il mix delle cinque su Rai Radio 1. Sulla possibilità di portare i bambini al mare, la ministra ha aggiunto: "Dobbiamo attrezzarci perché questo possa accadere".

20 Aprile 18:26 L’annuncio di Borrelli: “Al via due nuovi bandi per medici e operatori socio-sanitari”

"Sarà lanciato un nuovo bando per i medici, che andranno ad aggiungersi a quelli della task force già creata nei giorni scorsi, e un altro per 1500 operatori socio-sanitari destinati alle residenze sanitarie per anziani, per disabili e case di riposo oltre che agli istituti penitenziari. Quest'ultimo scadrà mercoledì alle ore 20, il primo giovedì alle ore 16″. Lo ha annunciato il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, nel corso della conferenza stampa di presentazione del bollettino quotidiano.

20 Aprile 17:59 Borrelli: “In Italia 181.228 positivi, 454 nuovi decessi nelle ultime 24 ore”

In Italia il numero dei casi positivi al Coronavirus è di 181.228 (+2256 rispetto a ieri), di cui 48.877 guariti (+1822) e 24.114 deceduti (+454 rispetto a ieri). Sono questi i numeri aggiornati del bollettino di oggi, lunedì 20 aprile, dell'emergenza Covid-19 in Italia, reso noto il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, nel corso del punto stampa, diventato settimanale.

20 Aprile 17:42 In Lombardia i casi di Coronavirus sono 66.971, 163 nuove morti nelle ultime 24 ore

In Lombardia i casi positivi al nuovo Coronavirus sono in totale 66.971 (+ 735 rispetto a ieri). E' quanto comunicato nel consueto punto stampa giornaliero con il bollettino aggiornato a oggi, lunedì 20 aprile. I decessi sono 12.376, con un aumento di 163 unità nelle ultime 24 ore. Cala il numero dei ricoveri in terapia intensiva, con 901 posti occupati (-21 rispetto a ieri), e diminuisce pure quello degli ospedalizzati con sintomi: in totale ne sono 10.138 (-204).

20 Aprile 17:32 “Spesa minima al supermercato di 50 euro”: polemiche per la decisione del sindaco di Crespina

Vietato fare la spesa al supermercato se lo scontrino non è di minimo 50 euro. E' scoppiata la polemica intorno alla decisione presa da Thomas D'Addona, sindaco di Crespina, in provincia di Pisa, per limitare le uscite dei suoi concittadini durante l'emergenza Coronavirus. Tuttavia, l'ordinanza, in vigore dallo scorso sabato, in poche ore ha scatenato numerose critiche, al punto che lo stesso primo cittadino è dovuto intervenire per calmare i toni. "Il senso dell’ordinanza sui minimi di spesa – ha scritto su Facebook – è che il cittadino rifletta sulla opportunità di razionalizzare le proprie uscite evitando inutili rischi. Siamo convinti che la nostra cittadinanza comprenda l’opportunità di adottare questi comportamenti anche senza porre obblighi perentori in capo agli esercenti, per cui abbiamo modificato il testo dell’ordinanza senza mutarne il significato: i limiti minimi di spesa sono delle indicazioni che saranno sottoposte alla clientela dei nostri esercizi commerciali mediante avviso, indicazioni con le quali i cittadini dovranno confrontarsi e poter scegliere di discostarsi se ritengono che sia il caso".

20 Aprile 17:16 Papa Francesco rinvia di un anno la Giornata mondiale della Gioventù e l’incontro delle Famiglie

"A causa dell'attuale situazione sanitaria e delle sue conseguenze sullo spostamento e l'aggregazione di giovani e famiglie, il Santo Padre, insieme al dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, ha ritenuto di posporre di un anno il prossimo Incontro Mondiale delle Famiglie, in programma a Roma nel giugno del 2021, e la prossima Giornata Mondiale della Gioventù, in programma a Lisbona nell'agosto del 2022, rispettivamente a giugno 2022 e ad agosto 2023". Lo ha annunciato il portavoce vaticano Matteo Bruni.

20 Aprile 17:00 Come comportarsi durante l’emergenza Coronavirus: i consigli di Fabrizio Pregliasco

Cosa fare con vestiti, spesa e scarpe durante la pandemia di Coronavirus? Fanpage.it lo ha chiesto a Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Università degli Studi di Milano che ha dato alcuni consigli da seguire per vivere in sicurezza. Ma attenzione a non esagerare: "Ci vuole buon senso per l'igiene in generale. Ricordiamo che l'aspetto fondamentale è sempre il lavaggio delle mani".

20 Aprile 16:40 Come saranno le fasi 2 e 3 per gli studenti universitari italiani

Anche gli studenti universitari, come quelli di tutte le altre scuole, hanno visto la loro vita sconvolta dall'emergenza coronavirus e dallo stop alle lezioni. Per questo il ministero dell’Università e della Ricerca sta programmando la graduale riapertura degli atenei dopo il lockdown: e lo fa pianificando sia una Fase 2, da maggio fino all’estate, e una Fase 3 che andrà da settembre, con il nuovo anno accademico, fino a gennaio 2021. Un periodo in cui si dovranno continuare a favorire le attività in telepresenza, potenziando le infrastrutture digitali di cui il sistema dispone. Insomma, ancora per molto le lezioni saranno tenute in videoconferenza.

20 Aprile 16:29 Viaggio tra i medici e i pazienti dell’ospedale Cotugno di Napoli

Viaggio all'ospedale Cotugno di Napoli, struttura sanitaria in prima linea nell'emergenza coronavirus in cui i medici e gli infermieri entrano solo dopo aver seguito una preparazione che cerca, quanto più è possibile, di azzerare il rischio contagio. Fanpage.it ha visitato i reparti di terapia intensiva, sub intensiva e l'unità operativa complessa malattie infettive a indirizzo respiratorio dove i pazienti Covid tornano alla vita.

20 Aprile 16:10 Diciannovenne positivo al covid scappa dall’ospedale: accusato di tentata epidemia

Un ragazzo di 19 anni di origini gambiane, già scappato dall'ospedale di Lugo il 9 aprile, è stato bloccato dalla polizia a Rimini . Gli agenti l'hanno piantonato in cella di sicurezza fino a quando, venerdì sera, non è stato dichiarato in stato di fermo con le accuse di tentata epidemia, minaccia a pubblico ufficiale e tentato furto, su ordine della Procura della Repubblica. Il 15 aprile il giovane era stato denunciato a piede libero per furto aggravato, perché, dopo aver infranto con un estintore la porta a vetro di un'edicola in stazione, si era impossessato di alcuni dolciumi. Accompagnato all'ospedale Infermi di Rimini perché positivo al Covid-19, il giovane straniero si era subito allontanato.

20 Aprile 15:59 A Torino musica a 432 hertz per i pazienti covid in rianimazione: “Allevia lo stress”

I pazienti covid delle strutture sanitarie dell'Asl To3 di Torino potranno beneficiare non solo delle cure convenzionali, ma anche della musicoterapia con brani a frequenza di 432 hertz. Alcuni studi hanno infatti dimostrato che l'utilizzo della musica con queste frequenze è in grado di abbassare i livelli di ansia e di stress nei malati in rianimazione, migliorando la tolleranza ai trattamenti. La musica  trasmessa nei presidi ospedalieri è stata composta da Emiliano Toso, biologo e musicista biellese, e sarà diffusa attraverso 30 nuovi tablet donati dalla Società Mutua Piemonte agli ospedali dell'Asl To3. "Questo progetto – spiega il direttore generale dell'Asl, Flavio Boraso – vuole essere un supporto alle terapie, ai pazienti e agli stessi operatori sanitari".

20 Aprile 15:48 La Germania ha curato gratuitamente i 44 pazienti italiani affetti da coronavirus

Venti milioni di euro: è la spesa sostenuta dalla Germania per curare nei propri ospedali i 229 pazienti malati di coronavirus provenienti da altri paesi, Italia compresa. A renderlo noto il ministro della Sanità, Jens Spahn, sottolineando che ai pazienti e ai paesi interessati non sarà addebitato alcun costo. Si è trattato di un gesto "di solidarietà europea", ha precisato il ministro. Per quanto riguarda l’Italia sono stati ammessi nei reparti di terapia intensiva di ospedali in Germania 44 pazienti, 130 sono invece arrivati dalla Francia e 55 dall’Olanda: "La Germania è disposta e ha la capacità per curare altre persone" in futuro, ha aggiunto Spahn. L’emendamento introdotto per l’esclusione dei pagamenti delle cure per i pazienti gravi di Covid-19, provenienti da paesi europei vicini con capacità insufficienti, è valido fino a fine settembre.

20 Aprile 15:36 Disoccupato chiama il 112: “Non ho più soldi, mi ammazzo”. La polizia gli fa la spesa

"Non ho più soldi, ho perso il lavoro: mi voglio ammazzare". Son le parole utilizzate – in due distinte telefonate alla polizia – da un uomo di 58 anni di Torino che a causa del coronavirus è rimasto disoccupato: prima dell'emergenza sanitaria riusciva a tirare avanti facendo dei lavoretti in nero ma da quasi due mesi ormai le sue entrate alla fine del mese sono nulle. Per questo il 58enne ieri pomeriggio ha chiamato il 112 e detto all'operatore di volerla fare finita. Gli uomini delle volanti lo hanno trovato poco lontano da casa sua, in via Breglio. Era su una panchina. "La faccio finita, non riesco più ad andare avanti così", ha detto ai poliziotti, che lo hanno ascoltato accompagnandolo in ospedale. Dopo essere stato dimesso l'uomo ha richiamato il 112: "Nessuno mi ha dato una mano, io mi ammazzo". Gli agenti stavolta si sono presentati a casa sua carichi di buste della spesa.

20 Aprile 15:20 A Padova morta di covid-19 una donna di 34 anni, Anna Bonafini

Tra le otto persone morte a causa del covid-19 ieri in provincia di Padova c'è anche  Anna Bonafini, una donna di appena 34 anni residente a Teolo insieme alla sua famiglia. La giovane, molto conosciuta in città, lavorava come cassiera in un negozio e aveva già una lunga serie di patologie pregresse, tra le quali un tumore; è morta in ospedale a Schiavonia. Su Facebook tantissimi amici l'hanno ricordata lasciando un messaggio sulla sua bacheca.

20 Aprile 14:57 PD e Forza Italia: “Per l’impiego dell’app Immuni si voti in Parlamento”

Non dovrà il governo, ma eventualmente del Parlamento, a dare il via libera all'utilizzo nella cosiddetta "fase 2" della app Immuni, strumento scaricabile su base volontaria che dovrebbe aiutare a controllare gli spostamenti dei malati di coronavirus e, in questo modo, contenere la diffusione dei contagi. Grazie alla tecnologia Bluetooth dello smartphone, l'app dovrebbe consentire di  ripercorrere a ritroso tutti gli incontri di una persona risultata positiva al Covid-19 così da poter rintracciare e isolare i potenziali contagiati.

L'impiego dell'app non potrà dovrà quindi passare per un voto in Parlamento: "Un terreno tanto delicato, che riguarda i diritti e le libertà costituzionali delle persone, non può essere affrontato esclusivamente con lo strumento dell'ordinanza commissariale", dichiara Graziano Delrio, capogruppo del Pd alla Camera. "È importante che si stia procedendo con la scelta del contact tracing come parte della strategia per condurre in sicurezza la fase 2  ma è necessario che la materia venga esaminata dalle Camere. Vanno assicurati la proprietà e la gestione pubblica dei dati e l'assenza di discriminazioni fra cittadini nel pieno rispetto della privacy". Anche Forza Italia è dello stesso avviso: "Urge  – sostiene Fiammetta Modena  – un confronto serio in Parlamento sulla libertà e tutela della privacy, l'utilizzo dell'app non può cadere sulle nostre teste per circolari e decreti una semplice ordinanza che il commissario per l'emergenza Covid, Domenico Arcuri, ha firmato qualche giorno fa".

20 Aprile 14:40 Multato mentre va dal padre che sta morendo

Multato per essersi messo in viaggio per raggiungere il padre in fin di vita. È successo a un uomo di Pietra Ligure, in provincia di Savona, fermato ieri mentre era in auto in provincia di Pavia dai carabinieri di Santa Giuletta. L'uomo, beneficiario della legge 104 per assistere il padre malato terminale, ha spiegato di essere andato nel pavese per l'ultimo saluto all'anziano genitore, ma i militari non hanno ritenuto si trattasse di "assoluta urgenza" e hanno sanzionato il savonese per violazione del Dpcm sul Coronavirus.

20 Aprile 14:07 Nel mondo oltre 166mila morti per coronavirus

I casi di contagio del coronavirus nel mondo sono oltre due milioni e 400mila mentre i morti sono saliti a oltre 166mila. Sono i dati forniti dalla Johns Hopkins University che raccoglie le comunicazioni dei vari stati interessati. In particolare 2.416.135 persone sono state infettate dal virus mentre 165.939 sono rimaste uccise. Le persone guarite sono complessivamente oltre 3 milioni e 800mila. I Paesi più colpiti dalla pandemia sono Stati Uniti, Spagna, Italia, Francia, Germania, Regno Unito, Turchia, Cina, Iran e Russia.

20 Aprile 14:02 In Germania oltre 4.400 morti e 141mila contagiati dal coronavirus

Hanno superato quota 4.400 i decessi per coronavirus in Germania mentre i contagi superano i 141mila casi. Secondo i dati dell'istituto Koch i morti da covid-19 nel Paese infatti sono 4.404 mentre i contagi sono 141.672. Secondo l'istituto epidemiologico berlinese, nelle ultime 24 ore i contagi sono aumentati di 1.775 unità. Ancora più grave invece il bilancio stilato dalla Johns Hopkins University che parla di 145.743 contagi totali e 4.642 morti per coronavirus.

20 Aprile 13:50 Oltre 17mila persone multate durante i controlli del weekend

Sono 8.641 le persone multate durante la scorsa domenica dalle forze di polizia per il mancato rispetto delle prescrizioni per il contenimento del Coronavirus. Sono 74 invece quelle denunciate per falsa dichiarazione o attestazione e 9 per violazione del divieto di allontanarsi dalla propria abitazione perché positive al virus.  In totale nel corso dei controlli del weekend sono state 17mila le persone sanzionate.

20 Aprile 13:35 Dal contagio zero all’impennata di casi, a Singapore 1.426 in un giorno

Non si arresta la nuova impennata di casi di coronavirus a Singapore. Il paese che sembrava aver raggiunto il contagio zero alcune settimane fa ormai da tempo sta combattendo contro una nuova pericolosa ondata di casi che nelle ultime 24 ore sono stati addirittura 1.426. Lo ha annunciato il ministero della Salute, assicurando per che si tratta in gran parte di casi collegati ai focolai già noti. In particolare il Paese asiatico sta facendo controlli a tappeto nei dormitori dei lavoratori stranieri, impegnati sopratutto nel settore delle costruzioni, dove sono stati riscontrati migliaia di casi. Il totale dei contagi, con i dati odierni, è schizzato a 8.014 in pochissimi giorni dopo che l'isola era risultata tra i Paesi più efficaci nel contenimento dell'infezione.

20 Aprile 13:24 Dal Consiglio dei ministri l’ok a rinvio elezioni

Il Consiglio dei Ministri ha  approvato il decreto legge che rinvia le elezioni amministrative previste nella primavera 2020 a causa dell’emergenza coronavirus. Rinviate dunque le elezioni nelle sette regioni interessate: Veneto, Liguria, Campania, Toscana, Marche, Puglia e Valle D’Aosta. Ci sono inoltre oltre mille Comuni interessati al rinvio. La finestra elettorale per le amministrative decisa dal Consiglio dei ministri, a quanto apprende l'ANSA da fonti di governo, andrà dalla metà del mese di settembre al mese di dicembre

20 Aprile 13:17 Walter Ricciardi: “Troppo presto per riaprire, fase due solo quando nuovi casi saranno meno di cinque”

"È assolutamente troppo presto per iniziare la fase due, i numeri, soprattutto in alcune Regioni, sono ancora pieni di una fase uno che deve ancora finire”, a ribadirlo è Walter Ricciardi, rappresentante dell'Italia nel comitato esecutivo dell'Organizzazione Mondiale della Sanità(Oms) e consulente del ministro della Salute. Dare il via libera troppo presto allentando le misure di sicurezza ci potrebbe esporre a "una seconda ondata, che il passato ci dice che molto spesso è peggiore della prima” ha sottolineato l'esperto a Sky Tg24, aggiungendo: "la fase successiva solo quando conteremo i nuovi casi sulle dita di una mano e non certamente con numeri a quattro cifre”.  Nel frattempo bisogno prepararsi perché per la fase due servono tamponi di massa che coinvolgano anche per le persone paucisintomatiche cioè con sintomi lievi del coronavirus in modo da "isolarli immediatamente",  ha ribadito Ricciardi.

20 Aprile 13:01 Ispezioni dei Nas nelle case di riposo in Lombardia

Continuano i controlli dei Nas sulle case di riposo per anziani in Lombardia dopo il caso del Pio Albergo Trivulzio di Milano. I militari vanno avanti col ritmo di 10 controlli al giorno per verificare l'operato delle strutture durante l'emergenza coronavirus. Questa mattina per acquisire documentazione i carabinieri si sono presentatati anche all'Istituto Frisia di Merate (Lecco), residenza per anziani che fa capo proprio al Pio Albergo Trivulzio, ma contemporaneamente proseguono anche i controlli nelle altre Rsa delle province lombarde. Decine le ispezioni amministrative effettuate dai militari tra Monza, Como, Varese e Brescia. Proprio nei giorni scorsi tra i pm, durante un incontro tra i Nas e il direttore di Ats di Brescia era emerso che erano più' di 500 gli ospiti delle case di riposo bresciane deceduti in poco più di un mese tra gli oltre 9400 ospiti.

20 Aprile 12:45 Osservatorio nazionale sulla salute: “Contagi zero in Lombardia e Marche non prima di fine giugno”

Le regioni più colpite dal coronavirus come Lombardia e Marche potrebbero essere le ultime a vedere lo stop ai nuovi contagi e non prima della fine di giugno. Lo sostiene uno studio dell'Osservatorio nazionale sulla salute nelle regioni italiane, coordinato da Walter Ricciardi, basato sui dati messi a disposizione quotidianamente dalla Protezione Civile. Secondo il report che ha calcolato "la data minima di assenza di nuovi casi di contagio", le prime a uscire sarebbero Basilicata e Umbria, le ultime a uscirne invece  le regioni del Centro-Nord più colpite

20 Aprile 12:17 Calano i decessi in Spagna ma ancora 399 morti nelle ultime 24 ore

Cala il bilancio delle vittime giornaliero da coronavirus in Spagna, nelle ultime 24 ore nel Paese iberico infatti sono stati registrati 399 nuovi decessi. Secondo l'ultimo bilancio delle autorità sanitarie di Madrid, 20.852 persone sono morte dall'inizio della pandemia in Spagna, mentre sono state registrate oltre 200mila infezioni.

20 Aprile 11:52 Spostamenti limitati per chi non scarica l’app Immuni: l’ipotesi per la fase 2

Non sarà obbligatoria. O forse sì. Oppure solo parzialmente. Immuni, l’applicazione scelta dal governo per avviare il tracciamento dei contatti, apre ora la discussione in merito all’importanza della sua adozione: perché sia efficace è indispensabile che un grande numero di italiani la utilizzino, secondo i dati almeno il 60 percento. Così come è fondamentale che alla diffusione dell’app venga associato un aumento del numero di tamponi, perché se da un lato il software registra i contatti tra cittadini (attraverso l’uso del bluetooth low energy e senza registrare la posizione), dall’altro questi devono poter sapere di essere positivi per poi dirlo all’app e notificare le persone con cui sono stati a contatto.

Per questo il Governo sta pensando a incentivare l’utilizzo dell’applicazione lasciando volontaria la decisione di utilizzare o meno il software per il tracciamento dei contatti, ma imponendo delle restrizioni nella mobilità a chi è sprovvisto dell’app. In breve, chi decide di non utilizzare il sistema offerto da Immuni potrebbe uscire di casa ma subirebbe una stretta negli spostamenti possibili rispetto a chi invece decide di installare l’app. Limitazioni che, però, non hanno ancora delle chiare definizioni, ma rappresentano un’ipotesi del Governo riportata dal Corriere della Sera e attualmente al vaglio della commissione tecnico-scientifica e del commissario straordinario Domenico Arcuri. Tra le ipotesi figura anche quella di fornire agli anziani degli speciali braccialetti in sostituzione all’app, che potrebbe essere difficile da utilizzare per chi è poco avvezzo all’utilizzo di smartphone.

20 Aprile 11:44 Virologo Crisanti: “Con fase 2 sicuramente nuovi casi, bisogna prepararsi alle conseguenze”

Con la fase due e le prime riaperture "Verranno fuori sicuramente nuovi focolai di coronavirus", per questo "Occorre prepararsi alle inevitabili conseguenze" con misure di protezione, controlli a tappeto e reazione sanitaria. Lo ha spiegato il virologo Andrea Crisanti, direttore di microbiologia dell'Azienda ospedaliera universitaria di Padova. "Ora che andiamo incontro a una riapertura caotica dobbiamo essere a maggior ragione preparati. Ci sarà sicuramente il rischio di ripresa localizzata del fenomeno, se non addirittura un interessamento di aree più vaste" perché "ci saranno molte più occasioni di trasmissione del virus. Venendo meno le misure di contenimento" ha ricordato Crisanti, sottolinenando: "Il rischio zero non esiste, specialmente in situazioni del genere. Per agire occorre sapere quanti casi si verificano ogni giorno, e dove si distribuiscono". "Si tratta di circoscrivere rapidamente l'area, fare tamponi a tutti subito, isolare i positivi, ripetere l'operazione dopo 7-8 giorni per agguantare i casi che dovessero essere sfuggiti alla prima osservazione. Chiudi, e il cluster finisce. Ma bisogna essere preparati, avere la capacità di fare esami" ha sottleinato il virologo.

20 Aprile 11:31 I medici morti in Italia per coronavirus salgono a 136

Sono 136 i medici morti in Italia per coronavirus. Lo riferisce la federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo) che dall'inizio dell'emergenza sta tenendo il triste elenco dei decessi tra i camici bianchi nel nostro Paese. Nelle ultime ore il bilancio di aggravato con altre 5 morti.  Si tratta di Carmela Laino, specialista in pediatria e stomatologia, Nicola Cocucci, specialista in odontoiatria e medicina legale, Alessandro Preda, medico di famiglia, Italo D'Avossa, virologo e immunologo, e Renato Pavero, medico del 118. In totale, stando ai dati dell'Istituto Superiore di Sanità, sono 17.306 gli operatori sanitari contagiati.

20 Aprile 11:23 In Austria riaprono anche fast food e cinema ma solo drive in

In Austria riaprono anche fast food e cinema ma solo con formula drive in. Da lunedì infatti nel Paese prime prove di ritorno alla normalità con l’apertura di diversi negozi e l’adeguamento di altri alla nuova vita sociale. La prima catena di fast food a riaprire i battenti è il McDonald's con il servizio McDrive mentre alcuni operatori hanno fatto rinascere il cinema in macchina col drive in. Nei prossimi giorni seguiranno anche le altre catene di fast food Gli orari saranno ancora ridotti così come le pietanze da poter ordinare in modo da garantire anche la sicurezza dei dipendenti con minore personale in cucina

20 Aprile 11:13 Rimpatriati i dipendenti italiani di Disney World

Sono tornati finalmente in Italia i nostri giovani connazionali dipendenti di Disney World che erano rimasti bloccati in Usa a causa dell'emergenza sanitaria. Circa un centinaio di loro tra i 18 e i 28 anni, sono stati rimpatriati dalla Florida e sono atterrati questa mattina a Roma Fiumicino. Il loro caso dopo che il famoso parco divertimenti aveva sospeso 43mila dipendenti per l'emergenza coronavirus, fra cui appunto gli italiani, originari di varie parti del nostro Paese. Il consolato generale a Miami e l’ambasciata italiana a Washington, in stretto raccordo con la Farnesina, si erano mossi per trovare una soluzione riuscendo ad allestire un volo partito da Orlando.

20 Aprile 10:28 Patuanelli: “Si pensa ad apertura in tempi diversi per ogni regione”

Per la fase due il governo sta pensano a una "regionalizzazione delle riaperture” con tempi diversi per ogni regione ovviamente considerando il numero di contagi e la situazione specifica, Lo ha spiegato Stefano Patuanelli, ministro dello Sviluppo economico. "Si può ragionare su una regionalizzazione delle riaperture, nelle regioni che hanno meno persone positive è più facile tracciare i contatti", ha detto il ministro ospite di Fabio Fazio a Che tempo che fa.

20 Aprile 10:00 Prestiti alle imprese, via alle richieste, Abi: “Fino a 25mila euro i soldi in 24 ore”

Parte oggi lunedì 20 aprile, la prima fase operativa del decreto governativo a sostegno del sistema economico e delle imprese italiane. Tutte le grandi banche infatti hanno predisposto sui propri siti le istruzioni e la modulistica per i primi prestiti, quelli con importo inferiore ai 25mila euro e che secondo l’Abi potrebbero essere erogato anche in appena 24 ore. “Se l'imprenditore porta le carte che il decreto legge impone e completa la domanda, in una giornata si ottengono" ha spiegato infatti il Presidente dell'Abi, Antonio Patuelli, avvertendo però che in caso di richieste massicce i computer potrebbero saltare. Si tratta di prestiti garantiti al 100% dallo Stato. Per gli altri prestiti maggiori non garantiti completamente serve invece l’avvio della piattaforma Sace e i codici per inviare le domande di garanzia

20 Aprile 09:41 Rezza: “Il Paese sta meglio, per fase 2 identificare tempestivamente qualsiasi focolaio”

"L'Italia sta decisamente meglio, lo dicono tutti gli indicatori: diminuiscono i nuovi casi, c'è meno pressione sugli ospedali e il famoso R0, l'indice di contagio, che nelle prime fasi dell'epidemia era superiore a 3 (ogni infetto contagiava in media più di tre persone) oggi è di poco inferiore a uno" lo ha spiegato  l'epidemiologo Gianni Rezza, ricordando però che il virus continuerà a circolare ancora a lungo e quindi per la fase 2 c'è bisogno di controllare il territorio per individuare subito i focolai. "È giusto voler tornare alla normalità, soprattutto per chi sta soffrendo economicamente ma d'ora in poi occorre agire sul territorio per identificare tempestivamente qualsiasi focolaio" ha spiegato un'intervista a Repubblica, Rezza.

20 Aprile 09:29 In Usa superati 40mila morti per coronavirus

Negli Usa il numero dei morti per coronavirus ha superato i 40mila. Sono i dati dell'ultimo bollettino delle autorità statunitensi sulla situazione del contagio. Sale anche il numero di contagiati on circa 760mila persone colpite. Gli Stati Uniti restano il Paese resta il più colpito in assoluto dalla pandemia di Covid-19 ma secondo il Presidente Donald Trump la fase più acuta è superata. Confortanti sono i numeri delle grandi metropoli come Nw York, il principale focolaio de Paese. "Nelle aree metropolitane ci son segni di miglioramento” ha spiegato infatti il vicepresidente  Pence annunciano un nuovo vertice con i governatori per valutare altri interventi.

20 Aprile 08:52 Ministro Speranza: “Il calcio ora è l’ultimo problema di cui possiamo occuparci”

Il calcio al momento "è l’ultimo problema di cui possiamo occuparci", è quanto dichiarato questa mattina dal ministro della salute Roberto Speranza rispondendo ad alcune domande sulla questione della riapertura del campionato di calcio in Italia dopo il blocco dovuto all'emergenza covid-19. "Io sono un grande appassionato di calcio, ma mi permetta di dire che con questa situazione, con 400 morti al giorno, è l’ultimo problema di cui possiamo occuparci" ha spiegato Speranza intervenendo ai microfoni di Radio capital. "Le priorità sono altre, dobbiamo salvare vite, poi lavoreremo perché a un certo punto si possa riprendere la vita normale. Lo dico da grande appassionato di calcio, ma viene prima la vita delle persone" ha ribadito il ministro.

20 Aprile 08:45 Virologo Giorgio Palù: “La distanza minima raccomandata resta di un metro”

"Un metro resta la distanza minima raccomandata in presenza di un virus come questo che si trasmette per via aerea attraverso goccioline di 5 micron", lo ha speigato il virologo Giorgio Palù della task force Covid 19 Veneto. "Certo, in presenza di colpi di tosse e di ventilazione forzata è utile adottare un distanziamento maggiore" ha sottleinato però l'esperto intervenendo oggi alla trasmissione tv Agorà su Raitre

20 Aprile 08:20 Zaia: “Fase 2 dell’epidemia è quella della convivenza, la ripartenza a luglio”

La Fase 2 dell'epidemia deve essere più quella della convivenza col virus che della ripartenza vera e propria, lo ha spiegato il governatore del Veneto, Luca Zaia, rispondendo a chi lo aveva criticato nei giorni scorsi dopo le sue dichiarazioni favorevoli a un avvio più rapido della fase due, assicurando di non aver mai voluto la riapertura delle attività a tutti i costi. "Dobbiamo tenere fisso in mente che, prima di tutto, viene la salute dei cittadini. Nessuno si permetta di dire che noi veneti pensiamo soltanto al dio denaro" ha sottolineato infatti Zaia in una intervista al Corriere della Sera, aggiungendo: "Non lo dico per i 54 milioni di contributi che ci sono arrivati da imprenditori, cittadini e anche da bambini che hanno rotto il salvadanaio", ma per il semplice fatto che "noi abbiamo un tessuto economico e una forma mentis che è la nostra, e non è questione di denaro" e "se non l'avessimo, non avremmo neanche questa sanità".

Per Zaia "la miglior finestra, quella meno rischiosa per la riapertura è a luglio" perche' "è la fase in cui la prima infezione è  superata e non è ancora partita la fase di ritorno di cui ci ha avvisato l'Oms", mentre "in autunno, con il rischio vero di una nuova fiammata dell'epidemia, si possono indire elezioni?", chiede retorico. Parlando dell'ipotesi di Election day nella primavera 2021, Zaia, ribatte: "E' questo che ci insegna la Costituzione? In questo caso saremmo davvero alla democrazia sospesa. Non dimentichiamo, tra l'altro, che si tratta di elezioni dirette".

20 Aprile 07:52 Nel mondo oltre 165mila morti per coronavirus

Ad oggi nel mondo ci sono oltre 165mila morti per coronavirus. È il drammatico dato della pandemia di coronavirus che emerge dai numeri raccolti dalla Johns Hopkins University.  Gli Stati che hanno registrato più morti nelle ultime 24 ore sono gli Usa, la Gran Bretagna e l'Italia. Stati Uniti e Italia restano anche i due Paesi più colpiti in assoluto. I casi accertati di positività sono invece oltre 2milioni e 400mila

20 Aprile 07:23 Papa Francesco: “Politici cerchino il bene del popolo e non del partito”

"Gli esponenti politici devono cercare il bene del proprio popolo e non del proprio partito", è l'esortazione lanciata questa mattina da Papa Francesco nella sua solita messa mattutina a Casa Santa Marta, sua residenza in Vaticano. Oggi, lunedì 20 aprile, Bergoglio infatti ha ripreso la consuete celebrazione dopo la Domenica della Divina Misericordia riservando in apertura un pensiero proprio ai governanti. "Preghiamo oggi per gli uomini e le donne che hanno vocazione politica: la politica è una forma alta di carità. Per i partiti politici nei diversi Paesi, perché in questo momento di pandemia cerchino insieme il bene del Paese e non il bene del proprio partito" ha sottolineato il Pontefice.

20 Aprile 07:00 Le ultime notizie sul Coronavirus in Italia e nel mondo

Il bilancio del contagio da Coronavirus in Italia si allarga a 178.972 casi, di cui 47.055 guariti e 23.660 morti. Nella giornata di ieri c'è stato un incremento di 3047 casi rispetto al giorno precedente. Aumentano i guariti e diminuiscono i ricoveri nelle terapie intensive. Ecco la situazione sui casi da Coronavirus in Italia regione per regione:

Lombardia: 66.236 (+855)

Emilia Romagna: 22.560 (+376)

Piemonte: 21.057 (+593)

Veneto: 15.935 (+243)

Toscana: 8.372 (+135)

Liguria: 6.528 (+227)

Marche: 5.769 (+48)

Lazio: 5.755 (+87)

Campania: 4.029 (+41)

Trento: 3.532 (+101)

Puglia: 3.529 (+120)

Friuli VG: 2.745 (+14)

Sicilia: 2.717 (+45)

Abruzzo: 2.521 (+34)

Bolzano: 2.380 (+55)

Umbria: 1.348 (+4)

Sardegna: 1.215 (+17)

Calabria: 1.035 (+24)

Valle D'Aosta: 1.088 (+15)

Basilicata: 342 (+3)

Molise: 279 (+10)

Aumentano le ipotesi sulla Fase 2 di contenimento del contagio, che dovrebbe scattare in tutta Italia a partire dal 4 maggio. Dai pannelli in plexiglass sulle spiagge al bonus vacanze, sono al vaglio diverse proposte per l'estate degli italiani al tempo del Coronavirus; aumentano anche le indiscrezioni sul lavoro della task force guidata da Vittorio Colao in relazione al calendario delle riaperture, agli spostamenti, ai trasporti pubblici e al lavoro. I governatori delle Regioni hanno però idee contrastanti sui risvolti pratici della Fase 2 all'interno dei territori, con un conseguente dibattito tra chi vuole riaprire e chi chiede la chiusura dei confini.

Aumentano i casi nel mondo: 2.330.259 i contagi da Coronavirus nei cinque continenti secondo gli ultimi dati della John Hopkins University. Gli Stati Uniti contano oltre 732mila contagi confermati e sono attualmente il Paese con più casi al mondo. In Europa sono avvenute 157.538 morti da Coronavirus, i due terzi delle vittime mondiali sono decedute nel Vecchio Continente.