18 giugno 22:42 Da domani in Umbria riaprono discoteche e altri locali

Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Da domani in Umbria riaprono le discoteche e altri locali assimilabili destinati all'intrattenimento, in particolar modo serale e notturno. Lo prevede un'ordinanza firmata dalla presidente della Regione, Donatella Tesei. Saranno consentite cerimonie con banchetti come quelli ad esempio di matrimoni e congressi. Tali attività – sottolinea Palazzo Donini – "dovranno avvenire nel rigoroso rispetto delle indicazioni riportate nel Dpcm 11/6/2020 e nella precedente Ordinanza della presidente della Giunta regionale del 12/6/2020".

18 giugno 22:11 USA, in 15 festeggiano la fine del lockdown in un bar. Tutti contagiati

Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Quindici amici della Florida sono usciti per la prima volta dopo la fine del lockdown e hanno deciso di festeggiare in un locale di Jacksonville Beach, città costiera a ovest del capoluogo della contea di Duval. Proprio in quell'occasione hanno però tutti contratto il coronavirus. Alcuni giorni dopo però una di loro ha iniziato a stare male, per poi scoprire di essere positiva al covid; di seguito anche altri giovani  hanno manifestato sintomi e si sono ammalati. Nessuno del gruppo indossava la mascherina quella sera, ma i ragazzi si sono "giustificati" dicendo che il governo ha allentato le misure di sicurezza, così avevano deciso di vedersi.

18 giugno 21:30 Focolaio di Pechino, Ilaria Capua: “Impossibile che il virus circoli tra i salmoni”

"È impossibile che il virus circoli tra i salmoni e questi possano essere fonte di contagio”: lo ha detto Ilaria Capua, intervenendo a proposito dell’ipotesi che il nuovo focolaio di coronavirus a Pechino possa derivare dai salmoni presenti in un mercato. "Credo che possiamo affermare che i salmoni non sono in grado di trasmettere questa infezione. I virus funzionano a certe temperature, i pesci vivono ad altre temperature", ha spiegato a Zapping su Radio1.

18 giugno 20:45 Nelle acqua di scarico di Milano e Torino tracce del virus a dicembre

Nelle acque di scarico di Milano e Torino c’erano tracce del virus SARS-CoV-2 già a dicembre 2019. È quanto emerge da uno studio in via di pubblicazione dell’Istituto Superiore di Sanità realizzato attraverso l’analisi di acque di scarico raccolte in tempi antecedenti al manifestarsi del coronavirus in Italia.

18 giugno 20:15 In Francia 28 morti, preoccupa la Normandia

In Francia nelle ultime 24 ore sono morte 28 persone per Covid-19, il totale delle vittime sale così a 29.603, secondo le cifre fornite dalla Direzione generale della Salute. Preoccupa la Normandia, dove il valore R0 è risalito al di sopra della soglia di vigilanza fissata a 1, ed è ora di 1,14. "Questo aumento – spiegano le autorità sanitarie – si spiega con l'individuazione di casi raggruppati o ‘cluster' a sud dell'agglomerazione di Rouen, che sono in via di gestione. Questa situazione riflette una circolazione virale reale, ma controllata". Continua il calo dei ricoveri (meno 142 da ieri, totale a 10.125) e quello dei pazienti in rianimazione (20 in meno, in tutto sono ormai 752).

18 giugno 19:25 Afp, oltre 450.000 morti. Europa continente che ha avuto più vittime

Sono oltre 450.000 le vittime di coronavirus nel mondo, secondo l'ultimo bilancio dell'agenzia France Presse. I casi di Covid-19 sono 8.395.929. L'Europa è il continente che conta più morti (190.120 per 2.469.242 contagiati), ma è l'America Latina l'area in cui la pandemia avanza più velocemente con un totale di 86.706 vittime per 1.840.488 casi.

18 giugno 19:06 Risposta Stati Ocse al Coronavirus, peggio dell’Italia solo il Belgio

La risposta dell’Italia all’emergenza Coronavirus è stata la peggiore tra 21 paesi Ocse, fatta eccezione per il Belgio: lo dice uno studio dell’Economist intelligence unit che analizza alcuni fattori e offre una sorta di classifica degli Stati per la loro capacità di affrontare la pandemia e l’emergenza sanitaria.

18 giugno 18:33 Dopo settimane di calo aumentano i ricoveri in terapia intensiva

Dopo settimane di calo, tornano a salire i pazienti ricoverati in terapia intensiva. Oggi sono 168 i pazienti Covid ricoverati nei reparti di rianimazione, 5 più di ieri. In Lombardia sono 60, uno più di ieri. Secondo il bollettino di oggi rimane stabile l'aumento giornaliero dei contagi, con un incremento di 333 casi rispetto a ieri, quando si era registrata una crescita di 329. In Lombardia i nuovi contagiati sono 216 in più, pari al 64,8% per cento dell'aumento odierno in Italia. Scendono a 4 le regioni ad aumento zero: Umbria, Valle D'Aosta, Molise e Basilicata. Torna a salire il numero l'incremento giornaliero delle vittime, 66 nelle ultime 24 ore, in aumento rispetto alle 43 di ieri. In Lombardia nell'ultima giornata se ne sono registrate 36, quasi tre volte più di ieri, quando erano state 14.

18 giugno 18:17 In Lombardia 216 contagi e 36 decessi

Sono 36 le persone morte nelle ultime 24 ore in Lombardia dove, dall'inizio della pandemia, si sono registrate 16.516 vittime. Lo rende noto la Regione. Sono stati fatti 11.475 tamponi e sono stati scoperti 216 nuovi casi positivi, di cui 54 dopo il test sierologico, con una percentuale dell'1,9%. Le persone in terapia intensiva sono 60, una più di ieri, quelle non in intensiva 1.673 (-123).

18 giugno 17:57 Bollettino Protezione Civile: 66 morti in 24 ore

I numeri del bollettino della Protezione Civile aggiornato ad oggi: in Italia il numero dei casi positivi al Covid-19 è salito a 238.159 (+333), di cui 180.544 guariti (+1.089) e 34.514 morti (+66).

18 giugno 17:24 Non vuole indossare la mascherina in aereo, lo fanno scendere

Invitato ad indossare la mascherina, un passeggero sul volo 1263 da New York a Dallas dell'American Airlines si è rifiutato di farlo e pertanto è stato fatto scendere a terra. Da quando le compagnie aeree hanno annunciato misure rigorose sull'uso della maschera durante il volo questo è il primo episodio noto di questo tipo. Lo rende noto un comunicato del vettore statunitense, come riferisce la Cnn. Indossare le mascherine protettive sugli aerei non è obbligatorio per legge, ma le compagnie aeree – inclusa la American Airlines – hanno istituito delle proprie regole di condotta in merito all'uso a bordo per la salvaguardia della salute dell'equipaggio e e dei passeggeri. Una volta a terra, Brandon Straka, il passeggero che non voleva mettere la mascherina, ha accettato di rispettare le politiche di sicurezza sanitaria dell'American Airlines e si è così potuto imbarcare su un altro volo. In un post di Periscope sui social media Straka è tornato sulla vicenda: "Questo è folle. Assolutamente folle. Non abbiamo nemmeno più scelta".

18 giugno 17:03 Enac: “Con cancellazione voli, scattano i rimborsi non i voucher”

Pista dell'aeroporto Marconi di Bologna (Wikipedia).

Con la cancellazione voli non riconducibili all'emergenza Covid-19, per chi aveva acquistato i biglietti devono scattare i rimborsi non i voucher, a ricordarlo è l'Enac richiamando le compagnie aeree al rispetto del Regolamento comunitario di tutela dei passeggeri. Visto che dal 3 giugno scorso "sono state rimosse le restrizioni alla circolazione delle persone fisiche all'interno del territorio nazionale e nell'area europea, Schengen, Regno Unito e Irlanda del Nord, le cancellazioni operate da tale data non sembrano possano essere ricondotte, salvo casi specifici, a cause determinate dal Covid-19 ma a scelte imprenditoriali", spiega l'Enac, sottolineando che "continuerà a monitorare la situazione intervenendo con l'eventuale avvio di procedimenti sanzionatori nei confronti dei vettori in caso di accertata violazione del Regolamento comunitario di riferimento".

18 giugno 16:49 Oms: “Nuovi casi con riaperture scuole, prepariamoci a una seconda ondata in autunno”

"La riapertura delle scuola in alcuni Paesi ha provocato un aumento del numero di casi. È stato una sorta di segnale di avvertimento: Dobbiamo essere diligenti e allentare le restrizioni con cura perché il lockdown ci ha permesso solo di guadagnare tempo. La nostra priorità è prepararci per una seconda ondata in autunno" è l'allarme lanciato da Hans Kluge, direttore regionale per l'Europa dell'Organizzazione mondiale della sanità. "Il Covid-19 è ancora in una fase attiva in molti Paesi. È fondamentale ricostruire la vita normale dopo il lockdown, ma è anche molto importante che le autorità investano in un sistema aggressivo di monitoraggio, test e tracciabilità per evitare misure adeguate nelle settimane e nei mesi a venire in caso di ritorno del virus" ha aggiunto l'esperto dell'Oms.

18 giugno 16:29 In Turchia nuovo lockdown nel weekend dopo l’aumento dei contagi

In Turchia nuovo lockdown dopo l'aumento dei contagi registrati nell'ultima settimana. Lo ha annunciato il governo locale dopo il parere del comitato scientifico nazionale. Si tratterà di un blocco parziale: Sabato 20 giugno sarà  vietato uscire dalle 9.00 alle 15.00 in tutte le 81 province del Paese. Sabato 27 giugno stesso divieto, in occasione degli esami di accesso alle università, mentre domenica 28 sarà proibito uscire tra le 9.00 alle 18.30. La decisione a seguito dell'impennata di contagi visto che negli ultimi cinque giorni i casi di contagio sono raddoppiati rispetto a inizio giugno. Il governo di Ankara ha deciso anche di rendere obbligatorio l'uso della mascherina nelle province più popolose.

18 giugno 16:22 Ammalata e guarita, ospite Rsa toscana torna positiva: è allarme in casa di cura

È allarme in una Rsa di Montevarchi, in provincia di Arezzo, dove una anziana ospite ammalata di covid e poi dichiarata guarita è risultata nuovamente positiva ai test. "Si tratta di una donna che si era già ammalata e che, in seguito alla cure, era stata dichiarata guarita il 26 maggio" spiegano i sanitari. Arrivata in ospedale per altre cause è stata accertata la positività. A seguito del caso il dipartimento di prevenzione della Asl ha deciso di effettuare, a titolo precauzionale, una nuova serie di controlli sugli ospiti della rsa dichiarati guariti a seguito di accertamenti diagnostici e valutazioni cliniche.

18 giugno 16:08 Speranza: “Italia al centro della sfida per vaccino anti Covid, orgogliosi dei nostri scienziati”

"L'Italia è al centro della sfida per il vaccino contro Sars-Cov2", lo ha ricordato ancora un volta il Ministro della salute Roberto Speranza. "Ho incontrato oggi il management, le ricercatrici e i ricercatori della Irbm, l'azienda italiana che sta lavorando, in collaborazione con l'Università di Oxford, alla sperimentazione del vaccino contro Covid-19" ha scritto Speranza su facebook, aggiungendo: "Solo un vaccino sicuro ed efficace ci può portare fuori dall'emergenza. Per questo è importante il ruolo dell'Italia nell'iniziativa europea. Siamo orgogliosi dei nostri scienziati e delle eccellenze della ricerca italiana".

18 giugno 16:02 Danimarca riapre le frontiere agli stranieri dal 27 giugno

Anche la Danimarca riapre le sue frontiere agli stranieri a partire dal 27 giugno. Lo hanno annunciato le autorità locali spiegando che le aperture seguiranno un criterio ben preciso: Il parametro in base al quale verranno allentate le restrizioni è di 20 nuovi casi di contagio per 100mila abitanti nell’arco di una settimana. Una lista di Paesi che soddisfano questi criteri sarà pubblicata il 25 giugno. La Danimarca ha chiuso i suoi confini a metà marzo, ma già all’inizio della settimana i confini sono stati riaperti a Germania, Norvegia e Islanda.

18 giugno 15:48 Coppia cinese guarita dona 40mila dollari allo Spallanzani

I due turisti cinesi guariti dal coronavirus in Italia hanno donato 40 mila dollari allo Spallanzani di Roma per la ricerca sul coronavirus. I coniugi, primi casi di Covid-19 in Italia e ricoverati nell’ospedale a gennaio scorso, sono stati dimessi ad aprile dopo una lunga riabilitazione. Hanno voluto così omaggiare il personale sanitario che li ha curati nel nostro Paese.

18 giugno 14:45 Bollettino Spallanzani di Roma: 111 ricoveri, 36 positivi e 6 in terapia intensiva

Il bollettino medico dell’ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma di giovedì 18 giugno registra 111 pazienti, 47 casi accertati di coronavirus e 36 positivi presenti all’interno dell’Istituto nazionale di Malattie Infettive. Tra i casi accertati, 6, più gravi, si trovano ricoverati in terapia intensiva e necessitano di supporto respiratorio.

18 giugno 14:40 Andrea Orlando in quarantena: “Ho preso aereo con un malato Covid”

L'ex ministro e attuale vicesegretario del Pd Andrea Orlando è in quarantena a causa di un contatto con una persona risultata positiva al nuovo coronavirus. Ad annunciarlo è stato lo stesso esponente del Pd. "Sono stato contattato da una dottoressa gentilissima del ministero della sanità che mi ha comunicato che nei giorni scorsi avevo viaggiato su un aereo dove era presente un passeggero malato di Covid, dovrò osservare per questo alcuni giorni di isolamento" ha scritto Orlando su Facebook, aggiungendo: "Pochi minuti dopo mi è arrivata la telefonata dell’asl del Lazio (poiché mi trovo a Roma)competente che mi ha dato le indicazioni e le prescrizioni necessarie comprese quelle per fare il tampone. Nel pomeriggio mi è arrivata la mail con i riferimenti necessari per l’esame che ho fatto oggi. Questa mattina, infatti, nel complesso ospedaliero di S.Maria della pietà, dopo qualche minuto di attesa, il personale, gentile e professionale, ha fatto il prelievo necessario. Adesso altra quarantena".

18 giugno 13:45 Pechino, parla l’epidemiologo: “Focolaio portato sotto controllo”

Il focolaio di Covid-19 emerso a Pechino "è stato portato sotto controllo": Wu Zunyou, il capo epidemiologo del Centro di controllo e prevenzione delle malattie (Cdc), ha spiegato in conferenza stampa che un alto numero di infezioni è stato riscontrato tra venditori di frutti di mare, carne di manzo e montone. Il picco è stato toccato intorno al 13 giugno e ora l'infezione "è sotto controllo. Questo non vuole dire — ha chiarito — che non ci saranno nuovi casi domani". La curva proseguirà per altro tempo ancora, ma "il numero di casi sarà sempre più basso".

18 giugno 13:35 Focolai in Germania: Gottinga, altri 100 casi, 700 in quarantena

Ci sono altri 100 casi di contagio da Coronavirus a Gottinga, la città universitaria della Bassa Sassonia tedesca, in cui nei giorni scorsi si era registrato un ampio focolaio dell'infezione, esplosa dopo la festa dello zucchero, celebrata da alcune famiglie musulmane alla fine del Ramadan. Al momento, 700 persone del complesso residenziale colpito devono sottoporsi alla quarantena, secondo quanto ha reso noto l'amministrazione locale.

18 giugno 13:27 Oncologo Ascierto: “Ho notato che il tocilizumab funziona solo nei pazienti gravi”

"Sarei cauto nell'affermare che questo farmaco non funziona, a causa di una serie di limitazioni che riguardano lo studio in questione, che è giunto a conclusioni già note, su pazienti non gravi. Nei pazienti con forma più severa, il tocilizumab funziona e noi lo stiamo dimostrando". Lo spiega all'Adnkronos Salute Paolo Ascierto, direttore dell'Unità di oncologia melanoma, immunoterapia oncologica e terapie innovative dell'Istituto tumori Irccs Fondazione Pascale di Napoli, commentando i risultati di uno studio randomizzato coordinato da Reggio Emilia resi noti ieri dall'Agenzia italiana del farmaco (Aifa), secondo cui il medicinale non ha benefici nei pazienti Covid-19 meno gravi. Ascierto per primo ha utilizzato a Napoli il farmaco anti-artrite reumatoide tocilizumab nel trattamento della polmonite interstiziale da Covid-19, intuendo che il medicinale potesse avere effetto frenando la ‘tempesta citochinica' nei pazienti colpiti dal virus, una iper-risposta infiammatoria che può essere appunto bersagliata con terapie anti-artrite. (

18 giugno 13:02 OMS: “Puntiamo a 2 miliardi di dosi del vaccino entro la fine del 2021”

L'Organizzazione mondiale della sanità spera che quest'anno possano essere prodotte centinaia di milioni di dosi di vaccino contro il coronavirus e 2 miliardi di dosi entro la fine del 2021, ha detto il dottor Soumya Swaminathan. L'OMS sta elaborando piani per decidere chi dovrebbe assumere le prime dosi una volta approvato un vaccino. La priorità verrebbe data ai lavoratori in prima linea come i medici, le fasce d'età più deboli e coloro che lavorano o vivono in contesti ad alta trasmissione come prigioni e case di cura. "Sono fiducioso, sono ottimista. Ma lo sviluppo del vaccino è un'impresa complessa, comporta molta incertezza ", ha affermato Swaminathan. "La cosa buona è che abbiamo molti vaccini e piattaforme, quindi anche se il primo fallisce, o il secondo fallisce, non dovremmo perdere la speranza, non dovremmo arrenderci".

18 giugno 12:30 L’indagine Federalberghi su bonus vacanze: a breve l’elenco delle strutture ricettive

L’Agenzia delle Entrate ha fornito le indicazioni per richiedere e utilizzare il bonus vacanze, il contributo previsto dal decreto “Rilancio” per le famiglie che intendono trascorrere le vacanze in Italia.
Federalberghi, con il supporto dell’Istituto ACS Marketing Solutions, ha realizzato un’indagine su un campione rappresentativo della popolazione italiana, per sondare gli umori del mercato, che sembra aver apprezzato la novità. Sul portale di Federalberghi (www.italyhotels.it) sarà disponibile a breve l’elenco delle strutture turistico ricettive italiane disponibili ad accettare i bonus.

L’80% degli italiani conosce o almeno ha sentito parlare del «bonus vacanze».
La percentuale sale al 91,6% se si considerano coloro che intendono fare una vacanza quest’estate.
Il 52,2% degli italiani che andranno in vacanza nel 2020 ha intenzione di richiedere il bonus vacanze.
Di questi, il 57% intende utilizzare il bonus entro settembre, mentre il 16,7% guarda ai mesi successivi.Infine, il 26,2% è ancora indeciso.

18 giugno 12:22 Gentiloni: nessun segno seconda ondata contagi in Ue

La possibilità di una seconda ondata di contagi legati alla pandemia di Covid-19 sarebbe "lo scenario peggiore" per l'Europa, ma "in questo momento non abbiamo nessun segnale" che questa possa arrivare. Cosi' il commissario Ue all'Economia Paolo Gentiloni, intervistato da France 2. "Ovviamente guardiamo a cosa succede in Cina", ha sottolineato ricordando la previsione della Commissione di un calo del 7,4% del Pil per l'Ue, "ma in caso di seconda ondata, il crollo dell'economia sarebbe molto più serio".

18 giugno 11:53 Gimbe: “Nuovi casi aumentano. Regioni devono aiutarci a capire il perchè”

Questa settimana i nuovi casi di coronavirus in Italia sono in leggero aumento. Il monitoraggio della fondazione Gimbe segnala 2.294 nuovi contagi, contro i 1.927 della settimana precedente. Tuttavia, denunciano i ricercatori, non è possibile conoscere le cause di questa crescita, in quanto le Regioni non comunicano tutti i dati riguardanti gli indicatori definiti dal ministero della Salute per il controllo dell’evoluzione dell’epidemia nella fase 2.

18 giugno 11:45 Hong Kong, dopo 5 mesi di chiusura riapre Disneyland

Dopo quasi cinque mesi di chiusura a causa del coronavirus, riapre le sue porte il parco divertimenti Disneyland ad Hong Kong. L’apertura rappresenta un nuovo slancio e una nuova pagina per il territorio situato sulla costa meridionale della Cina, dopo lo scoppio della pandemia da Covid 19.

18 giugno 11:32 Pechino ringrazia lo “Zio Tang”, l’uomo che ha dato l’allarme sui nuovi contagi

Tang ha 52 anni ed è il Paziente Uno dei nuovi casi di Coronavirus riscontrati a Pechino. E’ stato lui a farsi avanti e a dare alle autorità le informazioni vitali per risalire al mercato Xinfadi e ai primi contagi. I pechinesi gli sono grati e sul web lo hanno ribattezzato “Daye Tang”, lo Zio Tang, in segno di rispetto, come scrive il Corriere della Sera. Il 6 giugno ha cominciato a sentirsi poco bene, stanchezza e scosse gelide lo hanno accompagnato fino al 10 giugno. Ha cominciato a preoccuparsi e ha preferito restare in casa. Risultato del tampone il giorno 11: Tang aveva preso il Covid-19. L’uomo fu così lucido da ricordare tutti i suoi spostamenti e contatti a partire dal 30 maggio: non era mai uscito dalla città, aveva incontrato 38 persone, era andato una volta al ristorante, una in un centro commerciale e due volte al grande mercato Xinfadi, a comprare frutta, verdura e pesce per la famiglia. Pian piano si è avuta notizia di altri casi nella capitale della Cina, ma anche grazie allo zio Tang si è evitato il peggio.

18 giugno 11:06 Kazakistan, l’ex presidente Nazarbayev è positivo al Coronavirus

L’ex presidente del Kazakistan, Nursultan Nazarbayev, è risultato positivo al test per il coronavirus, ha reso noto il suo addetto stampa. “Il primo presidente del Kazakistan è in autoisolamento. Sfortunatamente lo yelbasy (il leader della nazione) è risultato positivo all’ultimo test per il coronavirus. Non c’è nessun motivo di preoccupazione. Nursultan Nazarbayev continua a lavorare da remoto”, ha scritto Aidos Ukibay su Twitter.

Nazarbayev, presidente sin dall’indipendenza della nazione nel 1990 fino al 2019, detiene ancora la carica di presidente del Consiglio di Sicurezza del Kazakistan, di cui ha ampliato i poteri.

18 giugno 11:02 Morto di Covid 19 il capo degli indigeni dell’Amazzonia: negli Anni 80 salvò Foresta dalla speculazione

Il capo indigeno dell'Amazzonia, Paiakan, è morto dopo aver contratto il nuovo coronavirus: lo hanno riferito gli attivisti per la protezione della foresta pluviale. Paiakan, diventato celebre per aver guidato la lotta contro il progetto idroelettrico di Belo Monte negli Anni Ottanta, è morto in un ospedale di Redencao, nel nord del Brasile, ha affermato Gert-Peter Bruch, fondatore del gruppo ambientale Planet Amazone. Paiakan, che aveva circa 65 anni, era un capo del popolo Kayapo. Paiakan fu organizzatore principale del raduno di Altamira, una conferenza del 1989 che riunì gli oppositori al progetto di Belo Monte riuscendo a convincere la Banca mondiale a ritirare i finanziamenti, sebbene il progetto sia poi andato avanti fino al 2011.

18 giugno 10:47 Ranieri Guerra (Oms) ‘contro’ tifosi del Napoli: “Sciagurati”

"Sciagurati. Cosa vuole che le dica… Fa veramente male vedere queste immagini". Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), commenta così le immagini dei festeggiamenti dei tifosi del Napoli, scesi in strada ieri sera dopo il trionfo in Coppa Italia. Durante la puntata odierna di Agorà, scorrono le immagini che documentano la presenza di centinaia di persone ammassate in strada, senza mascherina e senza alcun dispositivo di protezione. E ovviamente senza alcun distanziamento sociale.

18 giugno 10:23 President Sanofi: “Il nostro vaccino contro il Covid ha forti probabilità di successo”

"Il vaccino per il coronavirus in fase di sperimentazione nei laboratori di Sanofi "ha forti probabilità di successo ed efficacia". Lo ha detto in un’intervista a Les Echos il presidente del gruppo farmaceutico francese, Paul Hudson, alla guida dell’azienda dallo scorso settembre. Hudson spiega che Sanofi punta ad avere il vaccino per "aprile, maggio, giugno del prossimo anno. Vogliamo sia accessibile e che tutti coloro che lo vogliono, che ne hanno bisogno, possano averlo, in tutti i Paesi". "Per il vaccino Covid-19 non riceviamo ad oggi nessun finanziamento per lo sviluppo mentre AstraZeneca ha ricevuto in tutto 2 miliardi dall’Unione europea, dagli Stati Uniti e dal Regno Unito", ha chiarito.

18 giugno 10:17 Bce: in Italia, Francia e Spagna i cali più gravi dell’economia

Fra le maggiori economie dell'area dell'euro si è registrato un calo dell'attività economica più marcato in Francia, Italia e Spagna che in Germania e nei Paesi Bassi. Lo rileva la Bce nel bollettino economico, diffuso a seguito dell'ultima riunione del consiglio direttivo. l'istituzione ribadisce la gravità della contrazione economica causata dalla pandemia di covid e dai locked-down decisi per contenerla.

18 giugno 10:02 Errore di calcolo: “In Sicilia gli attuali positivi sono meno della metà”

In Sicilia le persone attualmente ancora positive sarebbero meno della metà di quanto riportato nei bollettini ufficiali. Ne è certo Bruno Cacopardo, direttore dell’Unità operativa Malattie infettive al Garibaldi di Catania e membro del Comitato tecnico-scientifico per l’emergenza epidemiologica istituito dalla Regione, intervistato da Andrea D'Orazio sul Giornale di Sicilia.

Secondo l'esperto, gli attuali 805 malati, ma soprattutto i 777 che si trovano in isolamento domiciliare sono un numero troppo altro, se confrontato con quello di altre regioni che dall’inizio dell’epidemia hanno avuto molti più contagi.

Dunque, come si spiega il dato diffuso dai bollettini ufficiali? Cacopardo parla di "mero errore di calcolo, dovuto a due fattori. Il primo: le cifre degli attuali malati non vengono aggiornate costantemente, causando così uno sfasamento temporale rispetto ai pazienti reali, che sono parecchi di meno. Il secondo: molte volte il malato viene conteggiato due volte, una dall’Asp, l’altra dall’ospedale in cui è stato effettuato il tampone. È un problema provinciale più che regionale. Manca il controllo incrociato nei territori, perlomeno a Catania, dove gli attuali malati, conteggiati in 397, saranno poco più di 16". Cacopardo spiega di aver già allertato l’Osservatorio epidemiologico regionale: "Sono certo che nelle prossime ore allineeranno i dati".

18 giugno 09:07 L’infettivologo Cauda: “Rischio nuovi focolai, solo il vaccino ci salverà”

"Finché c'è un solo caso di Covid in giro il rischio sussiste". Lo dice intervistato da Il Giornale, Roberto Cauda professore Ordinario di Malattie Infettive dell'Università Cattolica del Sacro Cuore e direttore dell'Unità Operativa di malattie infettive della Fondazione Policlinico Gemelli Irccs. "Attenzione: il rischio di nuovi contagi – osserva – è lo stesso di una settimana fa. Oggi non è maggiore per la situazione che sta cambiando in Cina. Il problema non era e non è risolto. E non ci sono motivazioni scientifiche per ritenere che i contagi ripartissero di nuovo da Wuhan. Ma sappiamo che nelle zone più densamente popolate la circolazione del virus è favorita. Potrebbe accadere anche qui". "Il virus – avverte – è ancora in circolazione ed è subdolo perché si trasmette per via aerea anche dagli asintomatici che rappresentano il 45 per cento circa degli infetti. Non possiamo escludere che si creino nuovi focolai". E sui due nuovi cluster a Roma che hanno destato preoccupazione: "Sono sotto controllo – riferisce – come ha anche confermato l'assessore alla Sanità, Alessio D'Amato. Sono la dimostrazione che è impossibile prevederli ma è possibile invece contenerli tempestivamente. I focolai non sono prevedibili con un virus che si trasmette per via aerea ma l'azione delle istituzioni sanitarie deve essere immediata: identificazione, isolamento, tracciamento. A livello individuale mascherina e prudenza".

18 giugno 08:54 Il direttore di Lancet: “Se l’Italia avesse chiuso prima molte vite sarebbero state salvate”

Secondo il direttore della prestigiosa rivista scientifica “The Lancet“, se l’Italia avesse chiuso prima, avrebbe evitato “diverse migliaia” di morti, o anche più morti, per la pandemia di Coronavirus: intervistato da Repubblica, rispondendo a una domanda su quante vite in più si sarebbero potute salvare se l’Italia non avesse esitato a imporre il lockdown, Richard Horton ha risposto: “Diverse migliaia e anche di più. Questo è un virus con contagi esponenziali. Un ‘lockdown’ anticipato di una o due settimane può significare fino al 50% di vittime in meno“.

18 giugno 08:29 Giappone: sospetto cluster di infezioni legato ad una discoteca a Fukuoka

Il governo della prefettura di Fukuoka, principale città del sud-ovest del Giappone, ha confermato la possibile presenza di un nuovo cluster di infezione da covid-19 collegato ad un locale di intrattenimento notturno nel famoso quartiere di Nakasu. Si sospetta che potrebbe essersi verificata un'infezione ‘cluster' in un singolo club, dopo la conferma di otto persone positive al test tutte collegate allo stesso locale. Le autorita' locali hanno prontamente isolato la zona e chiesto ai club notturni del distretto il rispetto delle misure contro le infezioni indicate dal ministero della salute, ovvero l'assoluto divieto di spazi ristretti, luoghi affollati e stretto contatto fisico.

18 giugno 08:19 Australia: persi 227mila posti di lavoro nel periodo del lockdown

Nel mese di maggio, gli effetti del mix micidiale pandemia coronavirus + lockdown hanno azzerato in Australia 227.000 posti di lavoro, facendo schizzare il tasso di disoccupazione al 7,1%, record dal 2001. L'Ufficio Nazionale di Statistica dell'Australia ha reso noto che, negli ultimi due mesi, l'economia ha perso più di 824.000 posti di lavoro, con l'occupazione che è tornata ai livelli di marzo del 2017. A maggio il tasso di disoccupazione ha continuato a salire, dal 6,4% rivisto al rialzo di aprile. I numeri sono stati decisamente peggiori delle attese, visto che gli analisti, per il mese di maggio, avevano previsto una perdita di posti di lavoro inferiore, pari a -78.800 unità, rispetto alla perdita monstre di aprile, rivista a -607.400 unità. Il tasso di disoccupazione era stato stimato a un livello inferiore, pari al 6,9%, rispetto al precedente 6,4% (rivisto al rialzo).

18 giugno 08:10 Cassa integrazione, i numeri. Inps: “mezzo milione di lavoratori in attesa”

La ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, parla di 23.542 persone in attesa della cassa integrazione. Per l’Inps invece, se ne registrano mezzo milione. Ma i sindacati denunciano che potrebbero essere oltre il doppio. Al di là dei numeri, i ritardi continuano ad essere un nodo da sciogliere per il governo, duramente criticato sulla questione anche da Confindustria.

18 giugno 07:41 Honduras, il presidente Hernandez è stato ricoverato in ospedale

Il presidente dell'Honduras, Juan Orlando Hernandez, è stato ricoverato in ospedale dopo che martedì, insieme alla moglie, era risultato positivo al coronavirus. Il Paese centroamericano ha registrato da marzo al 7 giugno 6.327 casi di Covid-19; nei dieci giorni successivi sono aumentati di 3.329, un'impennata arrivata dopo che e' stata avviata una graduale riapertura delle attivita' economiche.

18 giugno 07:33 India, 12.881 nuovi casi: è il maggiore incremento giornaliero dall’inizio dell’epidemia

L'India ha registrato altri 12.881 casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, il maggiore incremento giornaliero dall'inizio dell'epidemia. In totale finora in 366.946 sono risultati positivi con 12.237 morti

18 giugno 07:23 Cina: altri 28 nuovi casi, 21 solo a Pechino

La Cina ha registrato 28 nuovi casi di contagio da coronavirus, mentre le autorità sono alle prese con il nuovo focolaio che ha avuto origine nel grande mercato di Xinfadi, a Pechino. Ventuno dei nuovi casi sono stati riportati proprio nella capitale cinese, con tre altri casi nella vicina città di Tianjin e nella provincia di Hebei. I restanti quattro casi sono di ‘importazione' e sono stati registrati a Shanghai, Shaanxi e Gansu. Per impedire una ulteriore diffusione del virus le autorità hanno isolato diversi quartieri di Pechino, chiuso nuovamente le scuole e cancellato centinaia di voli

18 giugno 07:04 America latina, 1.826.000 contagi e 86.200 morti

Il Brasile guida la drammatica classifica dei paesi più colpiti dal coronavirus in America Latina, regione in cui nelle ultime 24 ore il bilancio dei contagi è salito a 1.826.090 casi, mentre i morti si sono stabilizzati a quota 86.252. Il dato emerge da una elaborazione statistica realizzata dall'ANSA sulla base dei dati riguardanti 34 Nazioni e territori latinoamericani. Le autorità sanitarie brasiliane hanno reso noto che i contagiati continuano a crescere ad un ritmo importante, e sono ora 955.377 (+32.188), di cui ben 46.510 (+1.269) sono poi morti. Dietro al Brasile si collocano due Nazioni della Cordigliera andina che non riescono a frenare l'espansione della pandemia. Il Perù, prima di tutto, con 240.908 contagi e 7.257 morti, e poi il Cile, non lontano (220.628 e 3.615), che dopo aver sostituito il ministro della Sanità cerca una nuova strategia per debellare il Covid-19.

18 giugno 07:00 Le ultime notizie sul Coronavirus in Italia e nel mondo di giovedì 18 giugno

Sono 237.828 i contagi da Coronavirus in Italia, di cui 328 nuovi casi registrati nell'ultimo bollettino della Protezione Civile (242 in Lombardia). 919 guariti e 43 morti nella giornata di ieri, 77.701 i tamponi effettuati. Ecco il dato regione per regione:

Lombardia: 92.302

Piemonte: 31.131

Emilia Romagna: 28.11

Veneto: 19.225

Toscana: 10.193

Liguria: 9.896

Lazio: 7.977

Marche: 6.764

Campania: 4.614

Puglia: 4.516

Trento: 4.449

Sicilia: 3.462

Friuli VG: 3.299

Abruzzo: 3.281

Bolzano: 2.661

Umbria: 1.437

Sardegna: 1.366

Valle D'Aosta: 1.191

Calabria: 1.162

Molise: 440

Basilicata: 401

Sono iniziati ieri gli esami di Maturità, profondamente rivoluzionati a causa dell'emergenza Coronavirus: obbligo di mascherina e distanze nelle aule, nonchè di esibire un'autodichiarazione per attestare il proprio stato di salute. Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha tenuto un'informativa alla Camera dei Deputati in vista del Consiglio Europeo in programma domani: "Bisogna trarre lezione dalla crisi attuale e cogliere l'opportunità per affrontare nodi importanti". La Ministra dell'Istruzione Azzolina ha dichiarato che le scuole saranno aperte fin dal 1 settembre per i recuperi.

Superati gli 8,1 milioni di contagi da Coronavirus nel mondo, raggiunta la soglia dei 5mila morti in Svezia. A Pechino scuole chiuse e voli cancellati dopo la scoperta di un nuovo focolaio, verranno effettuati quasi 400mila test al giorno per fermare il contagio. Continuano a crescere i casi positivi in America Latina e in particolare in Brasile. Negli Stati Uniti il Coronavirus ha fatto più morti della Prima Guerra Mondiale. Allarme a Pechino dopo la scoperta di un nuovo focolaio: chiuse le scuole, cancellati diversi voli aerei e limitato l'accesso ai parchi.