Covid 19
18 Gennaio 2022
06:59
AGGIORNATO18 Gennaio

Le notizie del 18 gennaio sul Coronavirus

Le notizie e gli aggiornamenti sul Covid in Italia e nel mondo di martedì 18 gennaio 2022.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19
18 Gennaio
23:00

In Brasile 137mila casi, record da 4 mesi

In Brasile nelle ultime 24 ore si sono registrati 137.103 contagi, record da 4 mesi.  La variante Omicron colpisce duro  uno dei Paesi che ha registrato più contagi e decessi per la pandemia: il numero di casi  registrati oggi è inferiore solo a quelli dello scorso 18 settembre. Dall'inizio dell'anno, il numero dei contagi giornalieri si moltiplicato in Brasila: erano 1.720 il 2 gennaio scorso.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
22:48

In Usa sito web del Governo per ordinare fino a quattro test gratuiti per il coronavirus a casa

In Usa partita la piattaforma web del Governo per ordinare fino a quattro test gratuiti per il coronavirus a casa. è andato in onda tranquillamente martedì, un giorno prima del suo lancio formale, e la domanda sembra già essere significativa. In una conferenza stampa alla Casa Bianca, l'addetto stampa Jen Psaki ha affermato che il "lancio ufficiale" è mercoledì mattina, ma che il sito ha iniziato a prendere ordini durante quella che ha descritto come una "fase di beta test" condotta dal servizio digitale statunitense, la divisione di supporto tecnologico del governo.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
22:40

Positivi e quarantena durante elezione del presidente della Repubblica, le ipotesi

In questi giorni si parla molto delle assenze per Covid o quarantena di deputati e senatori che quindi non potranno partecipare all'elezione del presidente della Repubblica. Alcuni parlamentari hanno ipotizzato il voto da remoto, altri hanno addirittura suggerito di trovare una modalità per far votare i positivi asintomatici. Al momento non sarebbero moltissimi parlamentari, circa una trentina, ma sul tema si è aperta la discussione tra le forze politiche. Per Giorgia Meloni "sarebbe intollerabile" non far votare i Grandi elettori positivi o in quarantena dopo un contatto.

A cura di Gabriella Mazzeo
18 Gennaio
22:27

Approvata circolare con protocollo anti-Covid per lo sport

Il ministero della Salute ha approvato la circolare con il nuovo protocollo anti-Covid per lo sport che era stato approvato la scorsa settimana dalla Conferenza Stato-Regioni e quindi aveva passato il vaglio del Cts. Il documento – che prevede tra l'altro il blocco dell'intero gruppo squadra nel caso in cui si raggiunga un numero di positivi superiore al 35% dei componenti – individua regole "sicure e condivise" per assicurare parità di trattamento e dare certezza al prosieguo dei campionati alla luce della nuova ondata di Covid-19. Nel pomeriggio si è tenuta una riunione allargata con i ministri Speranza e Gelmini, il presidente della Conferenza delle Regioni, Fedriga, il presidente del Coni, Malagò, la sottosegretaria Vezzali e il presidente Fmsi, Casasco, per le ultime valutazioni. Sono attese nelle prossime ore le decisioni della Federcalcio con il numero dei giocatori per rosa da cui si deve calcolare il 35%. "La predisposizione e il varo del documento dimostrano che quando si lavora di squadra, in maniera coordinata, da parte del governo e da parte dell'area sportiva e tecnico-medica Coni e federazioni si arriva a portare a casa un risultato straordinario nell'interesse degli atleti e dell'industria dello sport", ha dichiarato all'ANSA il presidente della Federazione medico sportiva, Maurizio Casasco.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
22:02

Decreto Super Green Pass, via libera della Camera alla fiducia

Via libera della Camera alla fiducia sul decreto Super Green Pass. I voti a favore sono stati 408, 49 invece quelli contrari e un solo astenuto. Dopo l'approvazione in Senato, il provvedimento era arrivato alla Camera e il governo aveva posto la fiducia. Il decreto introduceva il Super Green Pass per contenere la curva dei contagi e la diffusione della variante Omicron.

A cura di Gabriella Mazzeo
18 Gennaio
21:46

Green Pass, ordinanza Occhiuto dà ok ai traghetti per tutti

Il presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto ha firmato un'ordinanza che prevede la possibilità di usare i mezzi di trasporto pubblico via mare tra Calabria e Sicilia anche con Green Pass base. Resta l'obbligo di mantenere le distanze di sicurezza e di indossare la mascherina FFP2. L'accesso ai locali chiusi resta consentito ai soli possessori di Green Pass rafforzato.

A cura di Gabriella Mazzeo
18 Gennaio
21:28

Vaccini, in Italia somministrate finora 121 milioni di dosi

Sono più di 121 milioni le dosi di vaccino somministrate in Italia fino ad ora, il 99,9% di quelle consegnare finora (nel dettaglio 82.172.144 Pfizer/BioNtech, 22.622.184 Moderna, 11.544.703 Vaxzevria-AstraZeneca, 3.114.000 Pfizer pediatrico e 1.849.252 Janssen). Questo è quanto riportato nel report del Commissario straordinario per l'emergenza sanitaria.

A cura di Gabriella Mazzeo
18 Gennaio
20:57

In Sudafrica, leoni e puma contagiati da lavoratori dello zoo

I grandi felini negli zoo sono a rischio di contrarre il Covid-19 da chi si occupa di loro: lo dice uno studio sudafricano pubblicato sul giornale ’Viruses’. Ricercatori guidati da scienziati dell’Università di Pretoria hanno trovato tre leoni e due puma positivi al Coronavirus, con indizi che rimandano alla positività degli esseri umani con cui sono stati a contatto, alcuni dei quali asintomatici. Tale fenomeno “rappresenta un rischio per i grandi felini in cattività”, dicono gli autori dello studio, avviato dopo che tre leoni di uno zoo privato di Johannesburg si sono ammalati lo scorso anno con difficoltà respiratorie, naso gocciolante e tosse secca. Uno dei tre ha sviluppato anche la polmonite, mentre gli altri due sono guariti dopo sintomi più lievi. Vista la similitudine con i sintomi degli esseri umani che contraggono Covid-19, gli animali sono stati sottoposti a tampone, risultando positivi.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
20:46

Boom di casi Covid tra i detenuti, sono oltre 2.600

Boom di casi Covid tra i detenuti nelle carceri italiane: su una popolazione carceraria pari a 53.669 unità, i positivi al virus tra i reclusi risultano essere 2.625 (di cui 36 nuovi giunti), oltre mille in più rispetto a 7 giorni fa quando i contagiati erano 1.532 su 53.561 presenze. La maggior parte dei detenuti positivi, però sono asintomatici (2.586), mentre sono 25 quelli che hanno sintomi ma sono gestiti all'interno degli istituti penitenziari. I ricoverati in ospedale, invece, sono 14. E' quanto emerge dal report settimanale del ministero della Giustizia-Dap pubblicato oggi pomeriggio con dati aggiornati a ieri sera.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
20:39

In Lombardia si potranno fare i tamponi anche nelle parafarmacie

In Lombardia si potranno effettuare tamponi anche nelle parafarmacie: è stata infatti approvata in Consiglio Regionale la mozione presentata dal Movimento 5 Stelle. Nella giornata di oggi, martedì 18 gennaio, si è svolto il consiglio regionale che ha approvato la mozione che richiedeva che i test potessero essere fatti anche in queste attività

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
20:26

Ricciardi: “Curva cala per misure anti-contagio e e vaccini, in settimana capiremo”

“Da qualche giorno stiamo rilevando un raffreddamento della curva epidemica. E chiaramente è frutto della straordinaria ripresa dalla campagna di vaccinazioni anti Covid, mai abbiamo vaccinato così tanto. Ed è frutto del rispetto delle regole, come il Super Green pass”. A dirlo Walter Ricciardi, consigliere scientifico del ministro della Salute e docente di Igiene all’università Cattolica. “Le misure messe in campo, in pratica, stanno dando risultati. Questo non vuol dire, però, che siamo usciti da questa situazione. E’ una fase che sicuramente ci fa intravedere un importante miglioramento. Ma deve essere stabilizzato. Già questa settimana, in ogni caso, capiremo”.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
20:13

Fauci: con Omicron possibile fase endemica, ma c’è l’incognita nuove varianti

È troppo presto per predire se la rapida diffusione della variante Omicron aiuterà a passare dalla fase pandemica del coronavirus a quella endemica, più facilmente gestibile, ma il consulente medico della Casa Bianca Anthony Fauci spera "che questo sia il caso". «Questo tuttavia succederà solo se non avremo un’altra variante che elude la risposta immunitaria alla precedente variante", ha sottolineato a Davos Agenda, un evento virtuale tenuto dal World Economic Forum. Per il noto immunologo, "siamo stati fortunati" che Omicron non condivida alcune caratteristiche come quelle di Delta, "ma il grande numero di persone che si sta contagiando annulla quel livello minore di patogenicità".

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
20:00

La Campania rischia la zona arancione: crescono terapie intensive e ricoveri per Covid

Cresce in maniera costante l'occupazione dei posti letto riservati a malati Covid negli ospedali della Campania. A far paura è soprattutto il dato sulle terapie intensive: se la media italiana è attorno al 18% dei posti letto occupati, in Campania il dato è sopra all'11%, avvicinandosi anche al limite massimo che farebbe scattare la zona arancione. Limite, quest'ultimo, già ampiamente superato dai posti letto occupati in degenza ordinaria.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
19:51

In Francia record assoluto di contagi covid: 464.769 casi in 24 ore

Nelle ultime 24 ore, in Francia si sono registrati 464.769 nuovi contagi di Covid-19, un record assoluto dall’inizio della pandemia, secondo i dati del bollettino di Santé publique France. Il tasso di positività dei test è salito a 23,9%. L’incidenza è di 3.063 contagi ogni 100.000 abitanti.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
19:42

In Piemonte cala la presenza del corovirus in acque reflue

In Piemonte cala la concentrazione del virus Covid nelle acque reflue. Lo conferma l'analisi condotta dall'Arpa sui campioni prelevati fino al 13 gennaio. Lo stesso trend in discesa è riscontrabile sia nel depuratore di Torino sia nei depuratori degli altri tre quadranti di Novara, Cuneo e Alessandria. La variante principale su tutto il territorio regionale si conferma Omicron, mentre non compare traccia fino a oggi in Piemonte della nuova variante Ihu, "Pur continuando a mantenere alta l'attenzione – spiegano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l'assessore  regionale alla Ricerca Covid Matteo Marnati è un altro segnale positivo che ci incoraggia e che speriamo si rifletta presto sulle ospedalizzazioni".

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
19:35

In Israele 130mila contagi covid in 48 ore 

Dopo due giorni di ‘black out', imputato a difficoltà tecniche di fronte ad una grande mole di dati, il ministero della sanità ha reso noto stasera che il 16 gennaio si sono avuti in Israele 62.210 contagi di Covid ed il 17 gennaio altri 65.259. In precedenza il ministero aveva informato anche che il numero dei malati gravi è salito adesso a 498: il doppio rispetto ad una settimana fa. Nelle dichiarazioni alla stampa gli esperti prevedono che l'ondata di contagi stia raggiungendo adesso i massimi livelli e che dalla prossima settimana dovrebbe iniziare a calare.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
19:22

Un anno fa in Italia 4,6% di contagiati covid in ospedale, oggi lo 0,8%

L'ondata di variante Omicron in Italia ha fatto impennare i contagi a numeri mai visti prima, nemmeno nei momenti più drammatici della prima ondata, ma finora i ricoveri e le terapie intensive sono rimasti molto sotto i picchi della seconda ondata, quella numericamente più rilevante finora, grazie al fatto che il 90% della popolazione over 12 è vaccinata. E il tasso di malati ricoverati è crollato, dal 4,6% di un anno fa allo 0,8%. Se oggi è il giorno del nuovo record di casi di sempre, 228.179, il confronto con lo stesso giorno dell'anno scorso fotografa insomma uno scenario diverse. Il 18 gennaio del 2021 la seconda ondata, che aveva lasciato sul terreno già oltre 50mila morti, era in netto calo: i nuovi casi furono 8.825, addirittura 220mila in meno rispetto a oggi. Eppure le terapie intensive salivano di 41 unità, mentre oggi sono scese di 2, ed erano all'epoca 2.544 (avendo anche superato quota 4mila a novembre) mentre oggi sono 1.717. Con gli stessi ingressi giornalieri, circa 150.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
19:15

Deve operarsi a Roma per un tumore: a Olbia le negano l’imbarco perché ha una sola dose di vaccino

Una donna cagliaritana in partenza verso l’Ospedale Gemelli di Roma, dove si sarebbe dovuta operare a un tumore, si è vista negare l’imbarco a Olbia perché sprovvista del Green Pass. "Mia moglie doveva subire un intervento urgente mercoledì 12 gennaio al Gemelli di Roma, perché affetta da tumore", ha raccontato all'AdnKronos il marito Giuseppe. "Avendo noi fatto il vaccino il 7 gennaio, e non essendo dunque ancora trascorsi i 15 giorni per l'arrivo della certificazione verde, abbiamo ottenuto dal nostro medico un certificato che attestava come io e lei, io come accompagnatore perché lei è invalida al 100%, potessimo partire".

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
19:00

Covid Trentino, oggi 3.354 nuovi positivi e 6 morti

Foto di repertorio
Foto di repertorio

Nelle ultime 24 ore si registrano in Trentino sei decessi per Covid, di cui tre avvenuti in ospedale. Sul fronte dei contagi, si contano complessivamente 3.354 nuovi contagi da Covid-19, a fronte di oltre 20.000 test.  Lo riporta il bollettino quotidiano dell’azienda sanitaria della Provincia di Trento. Le persone positive al tampone molecolare (su 1.432 test effettuati) sono 82, mentre in 3.272 risultano positive all’antigenico (su 18.769 test). Si aggrava la situazione dei ricoveri ospedalieri, con 172 pazienti totali, di cui 21 i pazienti in rianimazione. Nella giornata di ieri ci sono stati 22 nuovi ricoveri in ospedale e 5 dimissioni.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
18:55

Covid Sicilia, oggi 8.606 i nuovi casi e 72 morti

Oggi in Sicilia registrati 8.606 i nuovi casi di coronavirus su 42.698 tamponi analizzati nelle ultime 24 ore e 72 morti covid. Aumentan gli attulai positivi che sono ora 184.138. Stabili i ricoveri Ricoverati totali: 1.562 (-3) in area medica e 170 in terapia intensiva
Ricoverati in terapia intensiva: 170 con 13 ingressi del giorno

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
18:42

Covid Lazio, oggi 13.286 nuovi casi e 26 morti

Sono 13.286 i nuovi casi di coronavirus registrati nel Lazio nelle ultime 24 ore. Lo ha dichiarato la Regione nel bollettino di oggi, martedì 18 gennaio 2022. Sono stati processati 22.945 molecolari e 97.206 antigenici per un totale di 120.151 test. Le persone decedute sono 26, le guarite 5.247. Il rapporto tra positivi e tamponi è all'11%.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
18:35

Covid Lombardia, oggi 37.823 contagi e 64 morti

Sono 37.823 i nuovi casi giornalieri di Coronavirus registrati oggi in Lombardia a fronte di 319.123 tamponi eseguiti. Nelle ultime 24 ore sono stati segnalati altri 64 decessi covid: ieri erano state registrate 81 vittime. In totale i decessi da inizio pandemia sono 36.056. Aumentano ancora i casi rispetto a ieri, a fronte di un numero maggiore di tamponi. A livello di ricoveri, continuano invece ad aumentare quelli nei reparti d'area medica degli ospedali: stabili invece i ricoveri in terapia intensiva.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
18:31

In Italia oltre 200 ricoverati covid in più in 24 ore 

In Italia oltre 200 ricoverati covid in più in 24 ore. Secondo il bollettino di oggi martedì 18 gennaio, sono 19.448 le persone ricoverate nei normali reparti con aumento di 220 pazienti. Sostanzialmente stabile invece il numero dei posti occupati in teapia intensiva con 1.715 pazienti e 150 ingressi nelle ultime 24 ore .

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
18:24

Covid Italia, oggi 228.179 contagi e 434 morti: il bollettino

Oggi 228.179 nuovi contagi e 434 morti per covid, il numero più alto della quarta ondata della pandemia. Sono questi i dati del  bollettino appena diffuso dal Ministero della salute. Sono 1.481.349 i tamponi analizzati nelle ultime ore con un tasso di positività stabile al 15,4%

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
18:20

Covid Friuli Venezia Giulia, oggi 4.853 contagi e 9 morti

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati individuati 4.853 nuovi positivi: 922 da 8.997 tamponi molecolari (10,25%) e 3.931 da 25.614 test rapidi antigenici (15,35%). Nelle ultime 24 ore si registrano altri 9 morti covid che portano a 4.364 il totale dei decessi da inizio pandemia. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 42 e i pazienti ospedalizzati in altri reparti sono 436.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
18:09

Nel Regno Unito 94.432 casi e 438 morti nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore il Regno Unito ha registrato 94.432 nuovi casi di Covid e 438 decessi. Lo rendono noto le autorità sanitarie. Ieri i nuovi contagi erano stati 84.429 e i morti 85. L'elevato numero di decessi probabilmente è dovuto ai recuperi dei dati dello scoro weekend

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
17:58

Covid Abruzzo, oggi 5.075 contagi e 2 decessi

Sono 5.075 i nuovi positivi al coronavirus emersi oggi in Abruzzo, di cui 3.842 identificati attraverso test antigenico rapido. Il tasso di positività è pari a 12.91%. Il bilancio dei deceduti covid registra 2 casi e sale a 2.707 da inizio pandemia. Sono 400 i pazienti (+2 rispetto a ieri) ricoverati in ospedale in area medica e 36 (+1 rispetto a ieri) i pazienti in terapia intensiva.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
17:47

Covid Liguria, oggi 8.482 nuovi casi e 20 morti

In Liguria oggi sono stati registrati 8.482 nuovi casi di coronavirus, a fronte 43.400 di tamponi  tra molecolari e antigenici rapidi. Nell'ultima giornata registrati anche altri 20 decessi covid. Sono 768 i pazienti Covid ricoverati in ospedale, 2 più di ieri, di cui 42 in terapia intensiva. Sono 56.265, invece, le persone attualmente positive, 2.056 più di ieri.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
17:39

Covid, Ghebreyesus (Oms): "Pandemia non è per niente finita, probabili nuove varianti"

"La pandemia non è assolutamente vicina alla fine e con l'incredibile crescita di Omicron a livello mondiale è probabile che emergano nuove varianti"  Lo ha detto Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'Oms smentendo in parte l'ottimismo di David Nabarro inviato speciale su Covid-19 per l'Organizzazione mondiale della sanità che invece aveva parlato di luce infondo al tunnel n base alla situazione in Uk. "Il numero di decessi rimane per il momento stabile, ma siamo preoccupati per l'impatto che Omicron sta avendo sugli operatori sanitari già esausti e sui sistemi sanitari sovraccarichi" ha spiegato Ghebreyesus, aggiungendo: "Il virus sta circolando troppo intensamente e per molti paesi, le prossime settimane saranno davvero critiche". "In alcuni paesi i casi sembrano aver raggiunto il picco, il che fa sperare che il peggio di quest'ultima ondata sia finito Ma nessun paese è ancora fuori pericolo. Rimango particolarmente preoccupato per molti paesi che hanno bassi tassi di vaccinazione. Omicron può essere generalmente meno grave, ma la narrazione che si tratti di una malattia lieve è fuorviante, danneggia la risposta generale e costa più vite", ha affermato Ghebreyesus.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
17:31

Covid Piemonte, oggi 18.905 nuovi casi e 35 morti

In Piemonte sono 18.905 i nuovi contagi comunicati dall'Unità di crisi della Regione, pari al 16,5% dei 109.837 tamponi eseguiti, di cui 95.933 antigenici, 35 i morti positivi al Covid, di cui 5 oggi. Stabile il numero complessivo dei ricoverati, 149 in terapia intensiva (+4 rispetto a ieri), 2.059 negli altri reparti (-3). I nuovi casi di guarigione sono 16.528. Dall'inizio della pandemia il totale dei casi positivi accertati diventa 725.595, le vittime 12.348, i casi di guarigione 544.212. Le persone in isolamento domiciliare sono a oggi 166.827.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
17:22

Covid Emilia-Romagna, oggi 17.977 nuovi contagi e 40 morti

Sono 17.977 i nuovi contagi da Coronavirus nel bollettino quotidiano dell'Emilia-Romagna, che però oggi ‘recupera' anche 3.147 casi dei giorni scorsi, 1.718 della provincia di Piacenza e 1.429 di Reggio Emilia. I nuovi positivi, 14.830, sono stati rilevati con  91.456 tamponi nelle ultime 24 ore. Si registrano anche 40 nuovi decessi per covid. Due ricoverati in più invece nelle terapie intensive (151), il 63% non vaccinati, 15 in meno negli altri reparti (2.441) e si contano altri 40 morti, dai 56 ai 99 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 3.608 nuovi casi più 518 dell'Imolese, a seguire Modena (2.610). I casi attivi sono 323.440 (+11.794), il 99,2% in isolamento a casa. I guariti sono 6.143 in più rispetto a ieri.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
17:18

Per Ema al momento non c’è necessità di quarta dose di vaccino covid: solo per fragili

Per L'Ema al momento non ci sono prove e dati clinici sulla necessità e utilità della quarta dose di vaccino anti covid per tutti mentre è consigliata per le persone fragili. L'Ema non ha ancora analizzato dati sulla cosiddetta quarta dose e al momento non ci sono prove dai dati clinici o empirici sulla necessità e utilità della quarta dose nella popolazione generale e usando gli attuali vaccini" ha sottolineato Marco Cavaleri, responsabile per i vaccini dell’Agenzia europea del farmaco Ema

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
17:09

Covid Campania, oggi 21.670 contagi e 38 morti

Sono 21.670 i nuovi casi di positività a Covid in Campania nelle ultime 24 ore, a fronte di 130.428 tamponi tra molecolari ed antigenici rapidi complessivamente analizzati nei laboratori regionali. Lo ha comunicato l'Unità di Crisi della Protezione Civile della Regione Campania nel consueto bollettino quotidiano. Dei nuovi positivi, 6.118 sono emersi dalle analisi di 35.331 tamponi molecolari, mentre i restanti 15.552 sono emersi dai 95.097 tamponi antigenici rapidi analizzati. Il tasso di positività di oggi è così del 16,61% complessivo, e del 17,31% riferito ai soli tamponi molecolari. Sono 38 i nuovi decessi legati a Covid: 25 di questi risalgono alle ultime 48 ore, ed altri 13 invece ai giorni precedenti ed aggiunti solo nel bollettino odierno. Calano leggermente invece i ricoverati: 1.382 le persone negli ospedali Covid della Campania, 21 in meno nelle ultime 24 ore.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
16:53

Covid Sardegna: oggi 685 contagi e 7 morti

In Sardegna oggi si registrano oggi 685 ulteriori casi confermati di positività al Ccovid, sulla base di 4.346 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 81508 tamponi ( N.B. nel numero totale dei tamponi processati sono ricompresi 53614 test effettuati nei giorni scorsi e finora non conteggiati). I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 27 (uno in meno di ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 235 (3 in meno di ieri). Sono 20.757 i casi di isolamento domiciliare (440 in meno di ieri). Si registrano 7 decessi per covid

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
16:45

Party-gate, Boris Johnson si difende: “Nessuno mi ha detto che quella festa era contro le regole”

Boris Johnson travolto dalla bufera part-gate torna a difendersi dalle accuse di aver partecipato alla festa nel giardino di Downing Street a Londra durante il primo lockdown. In una intervista a Sky News ha ribadito: “Nessuno mi ha detto che si trattava di qualcosa contrario alle regole”.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
16:29

Covid Calabria, oggi 2.834 nuovi casi e 12 decessi

Sono 2.834 in più, rispetto a ieri, le persone risultate positive al coronavirus in Calabria su 12.408 tamponi eseguiti Dodici i decessi. Finora sono stati effettuati 1.877.570 tamponi, finora le persone risultate positive al coronavirus sono 145.097 (ieri erano 146.790). Lo rende noto la Regione nel bollettino quotidiano dei dati relativi al Covid: rispetto a ieri sale il rapporto tra tamponi fatti e tamponi positivi (dal 18,05% al 22,84%). Dall'inizio dell'emergenza i decessi sono 1.743, i guariti sono 109.519 (+1.592 rispetto a ieri), attualmente i ricoveri sono 479 di cui 446 in area medica (+8 rispetto a ieri) e 33 in terapia intensiva (-2 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi sono 38.362 (+1.230).

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
16:13

Ema: "I vaccini mRna anti Covid-19 non causano complicazioni durante la gravidanza"

"I vaccini mRna contro il Covid-19 non causano complicazioni durante la gravidanza per le future mamme e i loro bambini". E' quanto ha confermato la task force dell'Ema per il Covid-19 al termine di una revisione dettagliata di diversi studi che hanno coinvolto circa 65 mila gravidanze in diverse fasi. "La revisione non ha riscontrato alcun segno di un aumento del rischio di complicazioni della gravidanza, aborti spontanei, nascite pretermine o effetti avversi nei bambini non ancora nati dopo la vaccinazione con mRnra Covid-19.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
16:01

Valle D'Aosta a rischio zona rossa, chiede deroga al Governo

Valle D'Aosta è a rischio zona rossa e chiede deroga al Governo sulle regole di passaggio alla zona con maggiori restrizioni. La maggioranza regionale infatti si è riunita per valutare una strategia perché con le regole attuali il temuto passaggio in zona rossa scatterebbe una volta raggiunto il numero di 10 pazienti Covid positivi in terapia intensiva che son ora otto. Si chiede una deroga provvisoria da parte del governo Draghi che prenda in considerazione anche il numero assoluto e non solo la percentuale dei posti letto occupati in intensiva.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
15:54

Pregliasco: "Presto per allentare regole ma pianificare nuova normalità"

"C'è l'esigenza di una transizione verso una nuova normalità, mi pare una cosa da pianificare, da valutare in una fase di riduzione della curva di contagio. Aspettiamo il picco o il plateau che sia e poi procediamo in questo senso". Così all'Adnkronos Salute il virologo Fabrizio Pregliasco, docente delle Statale di Milano, commentando alcune ipotesi avanzate dal sottosegretario alla Salute Andrea Costa per semplificare le regole e rimuovere molti vincoli nella gestione del Covid dallo stop a tamponi per gli asintomatici e alla dad per i vaccinati fino alla riduzione della quarantena. "E' ancora un pochino presto ma pianifichiamolo e valutiamo questo aspetto. Attrezziamoci anche per dare una prospettiva a quella che sarà un'esigenza di nuova normalità"

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
15:43

Covid, Oms: "Fine pandemia in Gran Bretagna non sembra lontana"

"Guardando al Regno Unito, sembra che ci sia luce in fondo al tunnel. La fine della pandemia non sembra lontana". Così l'emissario speciale dell'Oms per il dossier Covid, David Nabarro, si è espresso a proposito della teoria che la Gran Bretagna possa essere il primo Paese d'Europa a uscire dalla pandemia per entrare in una fase endemica più gestibile. Gli ultimi dati britannici, ha spiegato, "ci offrono basi per sperare" che il trend possa essere ora in calo. Nabarro però invoca cautele: "E' prematuro promettere la fine delle restrizioni a una data prestabilita".

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
15:39

Covid Puglia, oggi 12.414 nuovi casi e 10 morti

Oggi in Puglia si registrano altri 12.414 casi di contagio da Coronavirus su 74.684 test (incidenza del 16,6%) e 10 morti. Sale a 133.344 il numero di persone positive, di cui 655 sono ricoverate in area non critica (+40 rispetto a ieri) e 64 in terapia intensiva (ieri erano 63).  I casi riscontrati nelle ultime 24 ore sono così suddivisi: 3.775 in provincia di Bari, 1.401 nella provincia Barletta-Andria-Trani, 1.212 nel Brindisino, 1.948 nel Foggiano, 2.213 in provincia di Lecce, 1.705 in quella di Taranto. Tra i residenti fuori regione si registrano 82 contagi, mentre per altri 78 la provincia di appartenenza non è definita.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
15:26

Lopalco: "Tutte le regole di quarantena e isolamento vanno riviste" 

"Non bastano ‘ritocchini'. Sono convinto che dobbiamo rivedere tutte le regole, sia della quarantena che dell'isolamento legati al Covid. Lo scenario è profondamente cambiato, non possiamo usare le stese indicazioni". A dirlo all'Adnkronos Salute Pier Luigi Lopalco, docente di igiene all'Università del Salento. "Oggi abbiamo a che fare con un virus  diverso. Ormai è Omicron la variante che sta circolando nel nostro Paese. E abbiamo una popolazione vaccinata al 90%. Non possiamo prescindere da questi due elementi e applicare le stesse regole, appena modificate, che applicavamo quando circolava la variante Alfa o la Delta, in una popolazione molto meno vaccinata", aggiunge. Facendo solo ‘ritocchini',  dice Lopalco, "rischiamo di creare più danni, con le regole, che vantaggi per la salute pubblica. Per esempio: possiamo evitare, finalmente di fare il tampone per uscire dalla quarantena? Questa indicazione sovraccarica il sistema per i test molecolari. E per gli antigenici, se li facciamo, siamo consapevoli che servono a poco. L'autorità di sanità pubblica ci dice che con due o tre dosi di vaccino, continuando ad avere banali regole di precauzione, come quella di non andare a far visita a persone immunodepresse se si sono avuti contatti o sintomi, si può essere liberi di vivere. Non sei prigioniero a casa in attesa di un certificato".

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
15:16

Sebastiani (Cnr): "L'Italia sembra aver raggiunto il picco dei contagi"

L’Italia sembrerebbe aver raggiunto ieri il picco dei contagi, con un valore medio dell’incidenza di circa 2.200 casi a settimana per 100.000 abitanti, ma saranno i dati dei prossimi giorni a permettere di stabilirlo con maggiore accuratezza. Di quanto la curva scenderà dipenderà dagli effetti quantitativi (ritardati) delle attività legate ai saldi e della riapertura delle scuole. È quanto evidenziano le analisi del matematico Giovanni Sebastiani, dell’Istituto per le Applicazioni del Calcolo ’M.Picone’, del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr). “Anche la Francia sembra aver raggiunto il picco tre giorni fa, con un valore medio dell’incidenza dei positivi pari a circa 3.200 casi a settimana per 100.000 abitanti. L’Austria invece – spiega Sebastiani – è ancora in una fase di crescita esponenziale (con circa 1.200 casi a settimana ogni 100.000 abitanti) al pari della Slovenia (che ha circa 2.300 casi a settimana ogni 100.000 abitanti)”. Il tempo di raddoppio degli incrementi dei positivi nella fase di crescita esponenziale della curva epidemica è stato pari a circa 6 giorni in Italia (ma a livello provinciale si sono registrati tempi di raddoppio fino a 3 giorni). Anche la Francia ha avuto un tempo di raddoppio simile (circa 7 giorni), pari a quelli di Austria e Slovenia. “Questo sembra indicare che la prevalenza della variante Omicron a livello nazionale in questi Stati non sia ancora superiore al 50%”, sottolinea il matematico del Cnr. Il dato vale anche per l’Italia, sebbene l’indagine dell’Istituto superiore di sanità abbia indicato una prevalenza di Omicron superiore all’80%. “La discrepanza – precisa Sebastiani – potrebbe essere dovuta al fatto che il sequenziamento dei genomi virali in Italia è basato su un numero di casi molto basso rispetto al totale dei positivi e non segue uno schema a campione adeguato”. La prevalenza di Omicron sembra invece molto alta in Israele, “che ha raggiunto il picco 5 giorni fa con un tempo di raddoppio degli incrementi nella fase esponenziale pari a circa 2 giorni”.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
15:02

Appello Siae al Governo: "Aiutate settore dello spettacolo, non possiamo aspettare"

"Aiutate il settore dello spettacolo, non possiamo più aspettare", è  l'appello che il presidente della Siae Giulio Rapetti Mogol ha lanciato al presidente del Consiglio Mario Draghi e al ministro della Cultura Dario Franceschini in una lettera nella quale chiede sostegni per il settore dello spettacolo il quale, spiega, sta pagando le conseguenze della nuova ondata pandemica dopo aver già sofferto, nella prima fase del contagio, perdite ingenti.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
14:52

Oltre 600mila interventi per tumori rinviati da inizio pandemia Covid

"I dati sul rallentamento dell’attività di prevenzione nel periodo pandemico sono impietosi: 2 milioni e mezzo di screening in meno, con un calo del 33% per lo screening cervicale, del 32% per quello colon-rettale e del 26% per quello mammografico. Questa riduzione si traduce fatalmente in mancate diagnosi precoci, decorsi delle malattie più difficili da trattare, prognosi ritardate e spesso purtroppo infelici. La paura del contagio scaturita dalla pandemia, la riconversione dei reparti, l’attesa di nuove ondate hanno portato ad un aumento dell’incidenza dei tumori". Lo ha detto il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, intervenendo oggi alla presentazione del documento ‘Insieme per l’oncologia del futuro', realizzato da Cittadinanzattiva con il supporto di Novartis e il contributo di associazioni di pazienti, società scientifiche, mondo sanitario, accademico e istituzionale. Da inizio pandemia Covid sono oltre 600mila gli interventi per tumori rinviati

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
14:44

La BA.2, la variante “invisibile” di Omicron che ha preso piede in Danimarca

Soprannominata “stealth Omicron” perché non distinguibile come la standard attraverso il solo test molecolare, è una delle diverse linee evolutive del lignaggio B.1.1.529. Eccop Cosa sappiamo di BA.2, la variante “invisibile” di Omicron che ha preso piede in Danimarca.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
14:32

Covid Molise, oggi 445 contagi e un decesso

Decessi covid in aumento in Molise. Dopo una prima metà del mese di gennaio durante la quale si è registrata una sola vittima in regione, negli ultimi tre giorni ci sono stati 4 morti. L'ultimo caso la notte scorsa: al Cardarelli di Campobasso è morto un anziano di Campobasso, 88 anni, non vaccinato. Altri tre decessi sono avvenuti nel fine settimana Nelle ultime 24 ore in regine si registrano 445 nuovi contagi da coronavirus su 752 teste molecolari

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
14:18

Pfizer, pillola antivirale mantiene efficacia contro Omicron

Primi dati sulla pillola antivirale di Pfizer contro la variante Omicron di Sars-CoV-2. Secondo quanto comunicato dall’azienda oggi “i risultati di numerosi studi dimostrano che l’efficacia in vitro di nirmatrelvir”, il principale inibitore della proteasi del farmaco anti-Covid Paxlovid*, “viene mantenuta contro Omicron”. Nel loro insieme, questi studi in vitro suggeriscono che l’antivirale orale “ha il potenziale di mantenere concentrazioni plasmatiche molte volte superiori alla quantità necessaria per impedire la replicazione di Omicron nelle cellule”.

A cura di Antonio Palma
18 Gennaio
14:00

In Italia 113 bambini ricoverati per Covid in 7 giorni, i pediatri: "Vaccinarli"

Nella settimana dal 2 al 9 gennaio in Italia sono stati registrati oltre 64mila casi Covid tra bimbini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni, più 113 ospedalizzazioni e un ricovero in terapia intensiva. La Sip: "Vaccinare, anche a scuola".

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
13:32

Covid nelle Marche, oggi record di 7.748 positivi

Nuovo record di contagi da coronavirus nelle Marche che nell'ultima giornata schizzano a 7.748 nuovi positivi, mentre il tasso di incidenza sale a 2.319,16 su 100mila abitanti. Si tratta anche dell'effetto dei nuovi criteri che sanciscono la diagnosi di positività anche con testa antigenici rapidi, effettuati in farmacie, laboratori e strutture convenzionate. Sono infatti 22.494 i tamponi analizzati complessivamente nelle ultime 24 ore, di cui 19.138 del percorso diagnosi, con una positività del 40,5%.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
13:14

Scuola, Floridia a Fanpage.it: "No alle mascherine FFP2 ai più piccoli"

Fonte: Facebook
Fonte: Facebook

In un’intervista a Fanpage.it la sottosegretaria all’Istruzione Barbara Floridia dice che le norme per la quarantena in classe potrebbero cambiare presto: “Si tratta di una procedura che può essere snellita, stiamo lavorando a semplificazioni”, mentre sulle mascherine FFP2 ha sottolineato che "non vanno imposte ai più piccoli".

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
13:12

Scuola, Costa: "No test per rientro? Al vaglio per asintomatici"

Permettere il ritorno dopo 10 giorni in classe degli alunni che sono stati positivi al Covid senza dover fare il tampone? "Ci sono delle riflessioni in corso. Stiamo valutando il quadro epidemiologico ma credo che quando parliamo di asintomatici positivi, ragionare sull'ipotesi del ritorno in classe senza più prevedere un tampone credo che possa essere una risposta importante che semplificherebbe la gestione sul territorio". Lo ha detto il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, sottolineando la necessità di semplificare le regole e garantire una procedura più rapida e semplice. Inoltre, ha continuato il sottosegretario, "se pensiamo ai ragazzi dai 12 anni in su, ovvero gli studenti che frequentano le medie e le superiori, parliamo di platee dove l'80% si è vaccinato e non possiamo non tenerne conto. Se vogliamo garantire la didattica in presenza credo che chi si è sottoposto a vaccinazione debba continuare a restare in classe".

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
13:02

Positivi al Covid Parolin e Pena Parra, primi collaboratori di Papa Francesco

Il Segretario di Stato vaticano, il card. Pietro Parolin, e il Sostituto, mons. Edgar Pena Parra, sono positivi al Covid-19. Sono i principali collaboratori di Papa Francesco. Parolin "ha sintomi molto lievi", riferiscono dalla sala stampa vaticana mentre Pena Parra "non ha sintomi. Entrambi sono in isolamento fiduciario nei loro appartamenti in Vaticano". Il card. Parolin e mons. Pena Parra sono vaccinati e hanno anche fatto la terza dose.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
12:56

Covid in Toscana, oggi 14.799 nuovi casi e tasso positivi al 15,82%

Tornano a crescere in modo esponenziale i contagi di Covid-19 in Toscana, ma scende il tasso complessivo di positività, mentre sale quello sulle prime diagnosi. Secondo quanto riferisce su Telegram il presidente della Regione Eugenio Giani, i nuovi casi registrati in Toscana sono 14.799 su 93.572 test di cui 20.014 tamponi molecolari e 73.558 test rapidi, e il tasso dei nuovi positivi è 15,82% (76,0% sulle prime diagnosi).

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
12:46

Ordinanza di Musumeci in Sicilia: "Sì a passaggio Stretto senza Green pass con traghetti"

"Dalle 14 di oggi martedì 18 gennaio è consentito anche ai passeggeri privi di green pass, diretti verso la Penisola, di attraversare lo Stretto di Messina con i traghetti. La disposizione resta vigente fino alla cessazione dello stato di emergenza". E' quanto si legge nell'ordinanza firmata dal presidente della Sicilia, Nello Musumeci, "decorse inutilmente le 24 ore dall'ultimo appello al ministro della Salute Roberto Speranza, dopo quello rivolto il 5 gennaio al premier Draghi. La stessa facoltà è riconosciuta agli abitanti delle Isole minori siciliane". Il provvedimento – si legge – è adottato "al fine di garantire e salvaguardare la continuità territoriale, l’accesso e l’utilizzo dei mezzi marittimi di trasporto pubblico per l’attraversamento dello Stretto di Messina nonché per i collegamenti da e per le Isole minori siciliane".

Nell'ordinanza del governatore si legge inoltre che "i soggetti che si avvalgono delle navi aperte per i collegamenti marittimi nello Stretto di Messina a bordo di autovetture o di altro mezzo di trasporto è fatto divieto di abbandonare il mezzo medesimo per tutto il tempo della traversata. Se si tratta invece di pedoni, gli stessi sono obbligati a permanere negli spazi comuni aperti delle imbarcazioni, restando al contrario inibito l’accesso ai locali chiusi. In ogni caso, è fatto obbligo per tutti i passeggeri di mantenere indossata, per tutto il periodo di permanenza a bordo dei suddetti mezzi di trasporto marittimo, una mascherina Ffp2. "Poniamo fine così – dichiara Musumeci – a un'assurda ingiustizia ai danni soprattutto dei passeggeri siciliani. Una norma discriminatoria del governo centrale al quale abbiamo fatto appello già da due settimane, affinchè si rimediasse. E' assurdo che nella Penisola ogni cittadino privo di vaccino mossa spostarsi da una regione all'altra, mentre per passare dalla Sicilia alla Calabria si debba esibire il certificato verde. Sanno tutti che non sono mai stato generoso con i no vax, ma qui si mette in discussione persino l'appartenenza della Sicilia al resto d'Italia. Voglio sperare che anche il collega Occhiuto della Calabria – al quale ho preannunciato la mia iniziativa – intenda adottare lo stesso provvedimento. Roma deve smetterla di apparire arrogante o distratta verso i diritti dei siciliani".

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
12:40

Agenas, ricoveri in aumento in Italia: quasi tutte le Regioni verso la zona arancione

Secondo l’Agenas cresce in cinque regioni italiane la pressione sui reparti di terapia intensiva: Campania (13%), Friuli (24%), Marche (25%), Puglia (13%) e Toscana (24%).

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
12:34

In Campania 25mila bambini contagiati dal Covid in 7 giorni

In Campania ci sono 25.745 bambini fino a 13 anni d’età risultati positivi a Covid. Lo spiega Vincenzo De Luca in una nota ufficiale. "Ritengo opportuno inviare questi dati al Ministero della Salute, e, per sua opportuna conoscenza, al Ministro dell'Istruzione Bianchi", ha aggiunto il presidente.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
12:25

Anelli (Fnomceo): "Medici positivi a lavoro? Proposta irresponsabile"

"Una proposta irresponsabile". Commenta così il presidente della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici, Filippo Anelli, la richiesta delle Regioni: richiamare in servizio i medici positivi al Covid, purché asintomatici e vaccinati con tre dosi. "Se venisse attuata, tanto varrebbe abolire l’obbligo di vaccinazione -commenta -. La ratio dell’obbligo è quella di garantire la sicurezza dei pazienti, evitando che il medico diventi veicolo di contagio. La vaccinazione è strumento di prevenzione, non certo il lasciapassare per poter lavorare da positivi".

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
12:19

Covid in Alto Adige, oggi record di 4.223 casi e 4 morti

Corrono i numeri del contagio da Covid-19 in Alto Adige. Per le conseguenze dell'infezione, altre
quattro persone sono morte, mentre si registra un altro record di nuovi casi positivi che, nelle ultime 24 ore, sono 4.223 e di persone in quarantena o isolamento che sfiorano i 30mila. Le quattro vittime della pandemia sono un ultrasettantenne, due ultraottantenni ed un ultranovantenne. Il totale, dall'inizio dell'emergenza sanitaria, è ora di 1.335. L'incidenza settimanale sale a 3.253 per 100mila abitanti. In crescita anche i ricoveri: i pazienti assistiti in terapia intensiva sono 18 (2 in più), quelli nei normali reparti ospedalieri 101 (6 in più).

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
12:13

Covid in Veneto, record di 25.166 contagi e 44 morti nelle ultime 24 ore

Il Veneto registra 25.166 nuovi contagi Covid in sole 24 ore, il dato più alto dall'inizio della pandemia. Pesante anche il numero dei decessi, 44, che porta il totale a 12.797 vittime dall'inizio della crisi sanitaria. Lo riferisce il bollettino della Regione. Il dato degli infetti da inizio pandemia sale a
913.054. Crescono i numeri ospedalieri. I posti letto occupati da malati Covid in area medica sono 1.797 (+31), quelli nelle terapie intensive 208.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
12:09

Covid in Umbria, oggi 2.421 nuovi casi e 6 morti

Sono 2.421 i nuovi positivi registrati in Umbria nelle ultime 24 ore, dove si contano anche 6 morti. Emerge dal bollettino regionale: in calo i ricoveri Covid negli ospedali dell'Umbria, 217, 11 in meno rispetto a lunedì, e scendono anche a 11, da 12, i posti occupati nelle terapie intensive. Prosegue anche l'andamento in discesa degli attualmente positivi 26.651, 1.029 in meno.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
11:57

Ristoratore no vax in terapia intensiva per Covid: "Ho sbagliato a non vaccinarmi"

La storia di Pietro Candela, ristoratore di Bolzano no vax finito in terapia intensiva per Covid: “Guardandomi indietro penso di avere fatto una scelta sbagliata: quella di non vaccinarmi, perché ho fatto rischiare la vita anche a mia mamma e a mia moglie in maniera esagerata”.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
11:50

Scuola, Bianchi: "Al lavoro per protocolli più semplici per quarantene"

“Per quanto riguarda la semplificazione, noi stiamo ascoltando veramente tutti e stiamo trovando il modo per permettere a tutti di gestire al meglio una situazione che però è gestibile e sotto controllo. Quindi, con grande serenità d’animo lavoriamo come sempre con tutti , ma soprattutto per tutti i nostri bambini”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, questa mattina a Firenze, a margine di un convegno all’Istituto degli Innocenti, commentando le richieste, che arrivano da più parti, di semplificare i protocolli per le quarantene dovute al Covid, specialmente per la scuola primaria. Per quanto riguarda la scuola primaria, ha osservato Bianchi, “stiamo lavorando anche con loro, stiamo ascoltando tutti i dirigenti, i sindaci, stiamo ascoltando tutti proprio per fare in modo che sia progressivamente sempre migliore e più semplice per tutti”.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
11:38

Israele, avanti con quarta dose anche se non garantisce contro Omicron  

Le autorità sanitarie israeliane continueranno a somministrare una quarta dose di vaccino contro il coronavirus anche se studi preliminari hanno confermato l'aumento degli anticorpi, ma non abbastanza per proteggersi dalla variante Omicron. Lo ha dichiarato il direttore generale del ministero della Salute israeliano, Nachman Ash, definendo "non sorprendenti" i risultati degli studi preliminari dato che alcune persone sono state contagiate dalla Omicron nonostante avessero ottenuto la quarta dose del vaccino.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
11:12

Covid in Russia, oggi oltre 31mila nuovi casi: record dal 7 dicembre

La Russia ha registrato oltre 31mila nuovi casi di Covid-19 nelle ultime 24 ore (31.252), un record
dal 7 dicembre scorso. Lo riportano le agenzie russe, rilanciando il bollettino ufficiale delle autorità sanitarie secondo cui Mosca e San Pietroburgo rimangono le zone più colpite dalla pandemia.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
11:05

Quirinale, Sileri: "Elettori positivi al Covid hanno diritto voto"

"Sicuramente i positivi dovrebbero avere il diritto di poter votare per l'elezione del presidente della Repubblica. E' chiaro che esiste la malattia, ma qui ci troviamo davanti a una positività senza malattia, dove non c'è malattia ma semplice positività una soluzione può essere trovata". Cosi' il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri a Rainews24.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
11:00

Sileri: "Bollettino non cambia, ma va comunicato bene"

"Il bollettino rimane, al momento non cambia nulla, è come vanno presentati i dati che fa la differenza e qui devono aiutarci la comunicazione e i media". Lo ha detto il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, intervenendo a Radio anch'io su Rai Radio1. "Oggi – ha spiegato il sottosegretario – non è importante il numero dei contagi, che ovviamente deve essere riportato, quanto andare a vedere il numero di ricoveri e dei ricoveri nelle terapie intensive. Allora è chiaro che dobbiamo dare dei dati migliori, ma è altrettanto vero che su quei dati e va fatta una comunicazione migliore", perché "se il bollettino mostra 200mila contagi, si tratta di 200mila positivi, ma non di 200mila malati". Per il sottosegretario occorre poi "spiegare il trend settimanale, che dà quadro più veritiero".

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
10:26

Figliuolo: "Dose booster al 69,5% delle persone che devono averla"

La dose booster è stata somministrata finora al 69,5% della popolazione oggetto della dose, si tratta
di 27.475.782 persone. Lo fa sapere la struttura Commissariale del generale Francesco Figliuolo, secondo cui ci sono numeri in crescita per le dosi booster, che nella settimana 11-17 gennaio
ha fatto registrare oltre 3,6 milioni di somministrazioni, 350mila in più rispetto alla settimana precedente. In generale, negli ultimi 7 giorni la media giornaliera si è attestata a quasi 645 mila somministrazioni/giorno. L'accelerazione nelle somministrazioni vede l'Italia in terza posizione a livello europeo, e undicesima a livello mondiale, nelle dosi somministrate ogni 100 abitanti.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
10:13

Bonaccini (Emilia Romagna): "Contagi rallentano, speriamo picco vicino"

Sebbene siano "passati troppi pochi giorni per confermare che sia una tendenza strutturale", in merito ai contagi da Covid, "è vero che si vede un rallentamento nell'aumento". Lo ha detto il presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. "Speriamo, come dicono i matematici o coloro che studiano gli andamenti – sottolinea – che ci si avvicini al picco per poi tornare a scendere. Questo è quanto accaduto in altri paesi e credo, mi auguro, che succeda così anche da noi".

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
10:05

Sileri: "Rimodulazione del sistema dei colori non è necessaria"

"Da qui a qualche giorno o qualche settimana si tornerà a situazione in cui il giallo scomparirà, non ci sarà quindi bisogno di una rimodulazione" del sistema dei colori per le Regioni, "visto l'andamento del virus con la riduzione dei ricoveri". Lo ha detto il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri. Per Sileri il sistema dei colori "è fondamentale lasciarlo nel caso in cui possa arrivare una nuova variante più cattiva di Omicron", anche se "ne dubito perche' Omicron è un passaggio intermedio verso qualcosa di più gestibile con cui possiamo convivere".

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
09:50

Presidi: "Stimiamo il 50% delle classi in Dad"

"La nostra stima è del 50% di classi in Dad. Aspettiamo ora la pubblicazione di dati ufficiali". Lo ha detto il presidente dell'Associazione nazionale Presidi, Antonello Giannelli. "La ripresa della scuola c'è stata – aggiunge Giannelli – e il sistema ha tenuto, ma non avevamo dubbi su questo: questo sta avvenendo grazie all'impegno dei presidi e dei docenti e di tutto il personale. Non ci sono stati catastrofi ma c'è un enorme difficoltà gestionale".

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
09:41

Australia registra picco 74 morti: è il più alto da inizio pandemia 

L'Australia ha registrato un bilancio-record di morti nelle ultime 24 ore, 74 decessi in tutto. Si tratta del bilancio giornaliero più alto dall'inizio della pandemia. L'Australia sta affrontando la sua peggiore ondata di Covid-19, alimentata dalla variante Omicron che ha spinto a livelli record le ospedalizzazioni anche se i contagi sono lievemente diminuiti.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
09:22

Oms: "Situazione in Gran Bretagna dà speranza, fine non lontana"

La situazione Covid nel Regno Unito "ci dà motivi di speranza": lo ha detto David Nabarro, massimo esperto e inviato speciale dell'Oms per il Covid-19. Nabarro ha ripetuto alla Bbc il messaggio sostanzialmente già lanciato ieri, ovvero che la fine della pandemia è a portata di mano nel Regno Unito, anche se ancora ci vorrà tempo. "L'obiettivo a cui puntiamo tutti è una situazione in cui questo virus è presente, ma la vita è organizzata in modo che non venga interrotta".

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
09:16

Scuola, Costa: "Dad solo dalle medie in su"

La scuola verso nuove misure anti Covid “più leggere”. Secondo il sottosegretario alla Salute Costa “la Dad è inevitabile solo per i più piccoli quando ci sono contagi, perché loro sono ancora molto scoperti”. I presidi: “Troppe criticità”.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
09:00

Bassetti: "Non fare il vaccino vuol dire essere cattivi cittadini"

"Oggi non vaccinarsi vuol dire essere cattivi cittadini". Lo ha detto Matteo Bassetti, direttore del Reparto Malattie Infettive del San Martino di Genova ospite di Facciamo finta che su R101. "Oggi che abbiamo avuto 10 miliardi di dosi somministrate nel mondo – spiega – non si può più dire che questo è un vaccino sperimentale. Non approfittare di un'opportunità come quella della vaccinazione – tra l'altro offerta dal nostro Paese gratuitamente – è veramente una perdita di chance".

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
08:49

Dl super green pass: stasera voto di fiducia alla Camera, domani ok definitivo

L’Aula della Camera voterà nella serata di oggi la questione di fiducia posta dal Governo sull’approvazione definitiva del Dl super green pass. La chiama dei deputati si terrà dalle 20,18. Domani mattina l’Assemblea procederà alla conclusione dell’esame degli ordini del giorno e al voto finale del provvedimento (già approvato dal Senato e da convertire in legge entro il 25 gennaio).
Il decreto legge introduce l’obbligo della cosiddetta certificazione verde ’rafforzata’, rilasciata al completamento del ciclo vaccinale anti-Covid 19, oltre che in ambiente sanitario, anche in una serie di comparti della pubblica amministrazione, attività commerciali e ricreative e mezzi di trasporto.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
08:42

Immunologo Forni: "Tre dosi di vaccino sufficienti, oggi virus meno aggressivo"

Con la variante Omicron "il Covid oggi è meno aggressivo rispetto a un anno fa, ma è sempre una malattia grave, che diventa nella maggior parte dei casi una malattia piuttosto lieve nelle persone ben immunizzate. Nella vicinanza di un richiamo, si ha anche la possibilità di non infettarsi più e questa è la giustificazione della quarta dose che è una giustificazione non così completamente convincente. Se il nostro obiettivo è ridurre i contagi, la quarta dose è giustificatissima, se invece l'obiettivo è avere una situazione in cui riduciamo i decessi e i ricoveri, la quarta dose può essere molto discutibile perché l'immunità che abbiamo acquisita con le prime tre dosi dà una prolungata protezione contro la gravità della malattia. Quanto prolungata non possiamo ancora saperlo, lo capiremo nel tempo".

Lo afferma Guido Forni, immunologo dell'Accademia Nazionale dei Lincei, a Cusano Italia Tv aggiungendo: "Dobbiamo decidere quanti morti siamo disposti ad accettare per mantenere un certo tipo di normalità. Questa è una scelta drammatica che ogni Paese interpreta e fa in maniera differente. Prevedere il futuro di questa epidemia magari sarà possibile, ma è estremamente difficile. Quindi temo che dovremo adattarci di volta in volta alla situazione. Tutti siamo convinti che l'epidemia scemerà con la bella stagione e probabilmente si spegnerà, diventerà qualcosa di presente nella società ma non così grave. Questa è un'ipotesi avvalorata dai dati, ma la realtà potrebbe essere completamente differente per i cambiamenti che il virus potrebbe fare".

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
08:34

Ceo Pfizer: "Con vaccini presto torneremo alla vita normale"

"Nessuno può dirlo, abbiamo avuto tante sorprese dall’inizio della pandemia. Non voglio sembrare pessimista, ma credo che per qualche anno dovremo convivere con un virus molto difficile da debellare. Si è diffuso in tutto il mondo, può contagiare più volte la stessa persona e ha avuto tante mutazioni da farci riscoprire l’alfabeto greco. Non si tratta tanto di sapere se il virus sparirà o meno, quanto di capire se potremo riprendere una vita normale. Io credo di sì. Probabilmente ci riusciremo in primavera, grazie agli strumenti a nostra disposizione: test, vaccini molto efficaci e i primi farmaci da assumere a casa". Lo dice in una intervista a Repubblica Albert Bourla, ceo di Pfizer, confermando quando già dichiarato ieri alla stampa francese.

"La variante Omicron ha messo tutto in discussione. È troppo presto per dire se serviranno richiami più frequenti o un nuovo vaccino. Stiamo valutando molte possibilità, compresa quella di un vaccino che protegga da Omicron e ad altre varianti – afferma -. Prenderemo una decisione entro marzo, in funzione dei risultati delle nostre ricerche, e saremo in grado di avviare immediatamente la produzione".

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
08:26

Super Green pass sullo Stretto, sindaco di Messina in sciopero della fame: "Aspettiamo segnali"

Seconda notte in tenda e terzo giorno di protesta per il sindaco di Messina, Cateno De Luca, che ha piazzato la sua tenda alla rada San Francesco per chiedere la modifica della norma che prevede il Green pass rafforzato per l'attraversamento dello Stretto. Da Roma non è ancora arrivato
quello che De Luca definisce "un colpo di penna" per cancellare il "sequestro di Stato" ai danni dei siciliani, la protesta "si alza di livello" con il primo cittadino che annuncia l'inizio dello sciopero della fame. "Se non avremo novità, sabato bloccheremo Messina con una presenza da tutte le province della
Sicilia. Spero di non arrivare a questo cortocircuito. L'Italia non può fermarsi a Reggio Calabria – ha affermato -. Pazienterò ancora qualche giorno e se la sfida che lo Stato vuole fare alla Sicilia è questa, io la accolgo ma arrivati a questo punto, dall'occupazione pacifica si passerà ad un'altra reazione. Una reazione voluta da chi, in questo momento, con un semplice colpo di penna, non vuole rendere giustizia alle nostre prerogative della continuità territoriale, al proprio diritto dei cittadini
di tornare al proprio domicilio, alla propria abitazione".

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
08:13

Party-gate, ex consigliere attacca: "Johnson ha mentito, sapeva della festa"

L'ex consigliere di Boris Johnson, Alan Cummings, torna all'attacco del premier britannico accusandolo di aver mentito al parlamento sulla famigerata festa a Downing Street il 20 maggio del 2020, durante il primo lockdown contro il Covid. Lo riporta Skynews citando l'ultimo post di Cummings sulla sua pagina Substack. "Il primo ministro aveva ricevuto l'invito, sapeva che si
trattava di un party, ha mentito al parlamento", ha scritto su Twitter l'ex consigliere di Bojo, che si era giustificato dicendo che si trattava di un evento di lavoro. Se le accuse di Cummings fossero confermate la posizione del premier, già in crisi, si aggraverebbe. Nel suo post l'ex consigliere sostiene anche di aver messo in guardia il segretario personale di Johnson, Martin Reynolds, che la festa era contro le regole e di averne anche parlato direttamente con il primo ministro.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
08:07

Deroghe al Green pass: dove non servirà più dal 1 febbraio

È stata definita la lista delle attività in cui dal 1 febbraio sarà obbligatorio il Green pass base: ecco tutte le novità. Oltre agli alimentari e ai sanitari, si potrà accedere senza il Green pass anche nei negozi di ottica o negli esercizi commerciali che vendono legna per il riscaldamento.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
08:00

Morta per Covid la cantante Hana Horká, si era contagiata volontariamente per non fare il vaccino

La cantante folk ceca Hana Horká è morta a 57 anni per Covid. Sui social aveva scritto di essersi contagiata volontariamente per non fare il vaccino. L'attacco del figlio ai no vax: "L'avete uccisa voi".

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
07:49

Sottosegretaria Sartore: "In arrivo ristori per settori chiusi, a forfait per 3 mesi"

"I ristori ci saranno, ma limitati ai settori chiusi dai provvedimenti del governo: sale da ballo, discoteche, ma anche sport e cinema e più in generale il settore dello spettacolo che hanno avuto una riduzione significativa di entrate". Così la sottosegretaria all'Economia Alessandra Sartore, in un'intervista al Messaggero, annuncia che nel prossimo decreto legge sono previsti ristori per alcuni settori. Che forma prenderanno i ristori? "Saranno riprodotte esattamente le procedure e le modalità già ormai oleate. Dobbiamo intervenire – afferma- per i primi tre mesi dell'anno. Gli aiuti saranno a fondo perduto e a forfait, erogati direttamente dagli organismi competenti".

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
07:39

Covid in Cina, altri 171 casi di cui 127 interni e 44 importati

In Cina sono 171 i casi Covid registrati nelle ultime 24 ore, meno dei 223 contagi del giorno precedente pari ai massimi da marzo 2020: la Commissione sanitaria nazionale, nei suoi aggiornamenti quotidiani, ha riportato la conferma di 127 infezioni a trasmissione locale, di cui 102 nella provincia di Henan, 18 nella città portuale di Tianjin (il primo focolaio domestico di variante Omicron), cinque nel Guangdong e uno ciascuno a Pechino, dove il prossimo 4 febbraio prenderanno il via le Olimpiadi Invernali, e nello Shaanxi.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
07:35

Bollettino vaccini, finora somministrate in Italia 120.895.225 dosi

Sono 120.895.225 le dosi di vaccino anti-Covid somministrate in Italia, il 99,7% del totale di quelle consegnate pari finora a 121.205.453 (nel dettaglio 82.086.430 Pfizer/BioNtech, 22.611.068 Moderna, 11.544.705 Vaxzevria-AstraZeneca, 3.114.000 Pfizer pediatrico e 1.849.250 Janssen). E' quanto si legge nel report del Commissario straordinario per l'emergenza sanitaria aggiornato alle ore 06.12. Oltre 26 milioni le terze dosi somministrate.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
07:31

Covid in Germania, contagi raddoppiati in 24 ore: oggi oltre 74mila

Contagi Covid raddoppiati in Germania nelle ultime 24 ore. Secondo il Robert Koch Institute, sono stati registrati 74.405 nuovi casi, più del doppio rispetto ai 34.100 contagi delle 24 ore precedenti. I morti sono stati 193, portando a 115.842 il numero dei decessi a causa del coronavirus.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
07:28

Il Covid cancellerà 52 milioni posti di lavoro nel 2022

Secondo l'Organizzazione Internazionale del Lavoro che ha fatto un confronto con i livelli pre-pandemia il mercato del lavoro globale impiegherà più tempo a riprendersi di quanto si pensasse in precedenza, almeno fino al 2023 a causa dell'incertezza sul corso e la durata dell'emergenza Covid-19: lo riferisce l'Organizzazione Internazionale del Lavoro nel report appena pubblicato. L'agenzia delle Nazioni Unite stima l'equivalente di circa 52 milioni di posti di lavoro in meno nel 2022 rispetto ai livelli pre-Covid, circa il doppio della sua precedente stima fatta a giugno 2021.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
07:23

Antonella Viola sotto scorta dopo minacce no vax: "Guardo con sospetto chiunque si avvicini"

"Non andrò mai in televisione a dire che i bambini non vanno vaccinati perché metterei a rischio le loro vite e per me è inaccettabile. Non saranno certo le minacce a farmi cambiare idea. Essere sempre accompagnata impatterebbe sulla vita di chiunque. Sulla mia che ero molto abituata a star sola, a fare lunghe camminate sull’argine, oppure sport, shopping, ora è tutto molto strano. Ma non sento addosso nessuna ansia. Ma non posso negare di aver modificato un po’ il mio atteggiamento". Lo ha detto l'immunologa Antonella Viola, sotto scorta dopo aver ricevuto minacce no vax.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
07:20

Epidemiologo Signorelli: "Vicini al picco, poi nuova fase della pandemia"

"C'è da soffrire ancora un po'", ha detto l'epidemiologo Carlo Signorelli, ordinario di Igiene al San
Raffaele, che ha fatto il punto in un'intervista al Corriere della Sera sull'emergenza Covid. "Già in questi giorni – precisa – dovremmo aver raggiunto il picco dei contagi. Domani i dati ci diranno se siamo nel giusto. Ci aspettiamo che i casi non superino i 200mila. Significherebbe che sono in discesa. Il bollettino di metà settimana è importante per capire la situazione". Poi, ha aggiunto, "ci vorrà circa un mese per entrare nella nuova fase e vedere tutti i parametri diminuire". Di certo, ha precisato ancora l'espidemiologo, "oggi il parametro più importante è l'occupazione dei posti letto in terapia intensiva. Gli altri dati vanno raccolti ma senza attribuire loro un peso statistico. Tutti noi siamo favorevoli a poter disporre di numeri quotidiani".

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
07:16

Studio Israele: "Quarta dose di vaccino non blocca la variante Omicron"

La somministrazione di una quarta dose dei vaccini all'mRna contro la Covid-17 di Pfizer e Moderna aumenta il livello degli anticorpi nell'organismo, ma non abbastanza per immunizzare i soggetti vaccinati dalla variante Omicron del coronavirus. E' il risultato di uno studio condotto presso lo Sheba Medical Center di Israele. Il centro medico ha studiato a distanza di una e due settimane gli effetti della quarta dose di vaccino Pfizer somministrata anticipatamente a 154 operatori medici, e della quarta dose di vaccino Moderna somministrata a 120 persone. "Ormai sappiamo che il livello di anticorpi necessario a proteggersi ed evitare l'infezione dalla variante Omicron è probabilmente troppo alto per questi vaccini", ha dichiarato la direttrice dell'unità.

A cura di Ida Artiaco
18 Gennaio
07:10

Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, martedì 18 gennaio

Ultimi aggiornamenti sull'emergenza Covid-19 in Italia e nel mondo. Ieri nel nostro Paese sono stati registrati altri 83.403 casi e 287 morti, tasso di positività al 15,4%: è quanto emerge dal bollettino del Ministero della Salute. La curva rallenta, Italia vicino al picco ma aumentano i ricoveri in area medica e terapia intensiva. La Valle d'Aosta scivola verso la zona rossa. Ecco, di seguito, i dati dei contagi Regione per Regione:

  • Lombardia: +9.883
  • Veneto: +6.381
  • Campania: +9.370
  • Emilia Romagna: +11.189
  • Piemonte: +9564
  • Lazio: +6.447
  • Toscana: +5.626
  • Sicilia: +4.037
  • Puglia: +6.652
  • Liguria: +2.496
  • Friuli-Venezia Giulia: +1.757
  • Marche: +2.012
  • Abruzzo: +1.527
  • Calabria: +1.693
  • Umbria: +774
  • P.A Bolzano: +1.347
  • Sardegna: +1.007
  • P.A Trento: +885
  • Basilicata: +144
  • Molise: +440
  • Valle d'Aosta: +172

Governo e Regioni lavorano per alleggerimento delle misure Covid in vista del tavolo ad hoc. Al centro del dibattito lo stop al sistema dei colori e la riduzione della quarantena per i positivi asintomatici e con booster o seconda dose di vaccino da meno di 4 mesi. Green pass, dagli alimentari alle farmacie, l'Esecutivo lima la lista delle attività essenziali pass-free. Settimana record per le immunizzazioni: oltre 27 milioni di italiani hanno ricevuto la terza dose di vaccino.

Nel mondo 330.801.504 contagi e 5.545.823 decessi per Covid. Secondo uno studio israeliano la "quarta dose non ferma la variante Omicron". Preoccupa in Cina la ripresa della pandemia a pochi giorni dall'inizio delle Olimpiadi invernali, in programma dal 4 febbraio. Aumento dell'incidenza in Germania, in Austria dalla prossima settimana entra in vigore l'obbligo vaccinale per gli over 18.

A cura di Ida Artiaco
31051 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni