18 agosto 22:42 Coronavirus in Gran Bretagna, oltre 1.000 nuovi casi in un giorno

In Gran Bretagna segnalati oltre mille nuovi casi di contagio da coronavirus nelle ultime 24 ore. Secondo i dati delle autorità sanitarie di Londra nell'ultimo giorno infatti i casi accertati sono 1.089, in netto aumento rispetto ai 703 di ieri che portano il totale a 320.286. I decessi per covid oggi invece sono 12 che il totale dei morti dall'inizio dell'epidemia a 41.381. I pazienti ricoverati in ospedale sono complessivamente 133.124 con 128 nuovi casi in un giorno.

18 agosto 22:06 In Abruzzo positiva una bimba di 4 mesi, nata durante il lockdown

C'è anche una bimba di 4 mesi tra i cinque nuovi casi di Coronavirus emersi nelle ultime ore in Abruzzo. Il suo contagio è emerso a seguito dei test su contatti di persone già positive, nei giorni scorsi erano risultati positivi anche la madre e il padre . La piccola, nata in pieno lockdown, è residente in un centro della costa teramana. Ora è in isolamento domiciliare. Gli altri quattro nuovi positivi in regione sono tre ragazzi del Teramano di 21, 22 e 23 anni e un 22enne di Pescara rientrato da Malta.

18 agosto 21:13 Coronavirus Francia, 2.238 nuovi contagi in 24 ore

La Francia ha registrato una nuova impennata di contagi con 2.238 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, confermando i trend crescente dei giorni scorsi che invece ieri sembrava esaurito. Il totale dei contagi è salito a 221.267.  I decessi per covid invece son stati 17 che portano il totale a 30.451. I focolai di infezione sotto esame sono 273, con un incremento di 27 in 4 ore. In Francia sarà obbligatorio indossare la mascherina nelle aziende dal primo settembre.

18 agosto 20:34 Contagi raddoppiati in Germania, Merkel si appella ai cittadini : “Rispettate distanziamento”

"Siamo nel mezzo di una pandemia. Il virus c'è, anche se non è visibile. Non c'è ancora un vaccino, e neanche farmaci per curarlo", per questo "Rispettate le regole come il distanziamento", è l'appello rivolto ai cittadini dalla cancelliera Tedesca Angela Merkel a seguito della nuova impennata di casi di coronavirus nel Paese. "I casi in Germania sono raddoppiati nelle ultime tre settimane. E' uno sviluppo che non deve proseguire, ma che deve essere contenuto", ha aggiunto infatti Merkel imputando l'aumento dei casi alla maggior mobilità e dei contatti fra la gente .

18 agosto 20:19 Sileri: “Se uno studente è positivo si chiude la scuola temporaneamente”

"Nel caso in una classe qualcuno risultasse positivo al Coronavirus, dovranno essere fatti i controlli a tutti. Potrebbe scattare una chiusura temporanea, ma poi la scuola riapre" lo ha spiegato il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri a Sky Tg24. "Dal punto di vista sanitario dobbiamo essere rigidi, ma le scuole devono ripartire. Ci aspettiamo un aumento del numero dei contagi e dei focolai però con il virus dobbiamo convivere. Per quanto riguarda la responsabilità legale dei presidi a mio parere ci dovranno essere degli sgravi, Va fatta una discussione da cui emerga qualcosa di chiaro", ha aggiunto i rappresentante del governo. Lo stesso Ministro ha spigato inoltre che Il ministero della Salute sta studiando insieme alle Regioni e alle Asl se sia possibile effettuare test molecolari immediati come avviene in questi giorni negli aeroporti con chi torna da Paesi considerati a rischio per alto numero di positivi.

18 agosto 19:45 Primo contagiato a Taormina: turista del nord in vacanza in Sicilia

Primo contagiato a Taormina, in Sicilia, si tratta di un turista in arrivo dal nord. A comunicarlo  lo stesso sindaco della cittadina etnea, Mario Bolognari. "Il 14 agosto scorso è stato effettuato un tampone che ha dato risultato positivo. Si tratta di una persona di età giovane, proveniente dal Nord Italia e che ora è nella propria casa di vacanza a Taormina" ha spiegato il primo cittadino su Facebook. "Il giovane è stato sottoposto all’obbligo della quarantena assieme ai familiari conviventi. Tutti stanno seguendo il protocollo e viene monitorato dall’autorità sanitaria" ha aggiunto Bolognari, concludendeo: "Voglio al contempo smentire voci ed insinuazioni su altri casi e chiusure locali e hotel. Si tratta solo di voci infondate che smentisco  categoricamente. Denuncerò per procurato allarme quanti contribuiscono anche attraverso i social a divulgare notizie non vere".

18 agosto 19:33 Concerti dal vivo e assembramenti, scattano controlli in discoteche e sale ballo

Centinaia di persone assembrate a seguire un concerto dal vivo nel locale, altre ancora erano a ballare in una discoteca che poteva contenere appena qualche decina: sono le irregolarità emerse durante i controlli in Sicilia scattati in queste ore dopo la chiusura delle sale ballo e discoteche in tutta Italia. A Palermo un discoteca è stata sequestrata dalla polizia su ordine della magistratura do la scoperta che all'interno vi erano 1015 avventori a fronte di una capienza prevista di 85. In un altro locale è stata interrotta una serata danzante non autorizzata durante la quale numerosi giovani ballavano senza nessuna mascherina. In un altri locale ancora un cantante si stava esibendo dal vivo davanti a centinaia di persone assembrate.

18 agosto 19:19 Coronavirus Arezzo: 4 nuovi casi, 3 sono contatti di persona rientrata da Corfù, anche bimba di 6 anni

C'è anche una bambina di sei anni, contatto di una persona risultata positiva dopo una vacanza a Corfù, tra i quattro nuovi casi di positività al covid nell'aretino. Oltre alla bambina ci sono un 22enne residente a Castelfranco Piandiscò rientrato da Corfu, un uomo di 45 anni di Montevarchi, contatto stretto di un caso rientrato da Corfù, e una donna di 67 anni rientrata ad Arezzo dalla Romania. Sono tutti in isolamento domiciliare e asintomatici.

18 agosto 19:07 In 700 ballavano senza mascherina in discoteca: la scoperta dei Nas

Oltre 700 persone che si accalcavano nella sala di una discoteca senza alcuna protezione nonostante le prescrizione anticontagio previste, è la scena che si sono ritrovati davanti i carabinieri dei Nas ad Alcamo, in provincia di Trapani, durante i controlli che hanno preceduto l'ordinanza di divieto delle attività di ballo. Al termine degli accertamenti per la discoteca è stata disposta la sospensione immediata dell’attività per 5 giorni, con comunicazione alla competente Prefettura di Trapani.

18 agosto 18:57 Coronavirus Libano, nuovo lockdown e coprifuoco notturno per due settimane

In Libano nuovo lockdown e coprifuoco notturno per due settimane per contenere il diffondersi del contagio da coronavirus, lo hanno annunciato le autorità libanesi dopo il picco di casi registrato in questi giorni nel Paese mediorientale già sconvolto dall'esposizione del porto di Beirut del 4 agosto scorso. "Le nuove misure entreranno in vigore venerdì e dureranno poco più di due settimane", ha dichiarato il ministero dell'Interno, aggiungendo: "Non influenzeranno le operazioni di bonifica avviate dopo l'esplosione a Beirut".

18 agosto 18:41 Focolaio a Massa, 7 positivi nel centro migranti

Un nuovo focolaio di contagio è emerso a Massa in un centro migranti dove sette persone sono in isolamento dopo essere risultati positivi al Coronavirus. Lo ha comunicato l'Asl Toscana nord ovest diffondendo l'ultimo bollettino dei contagi nel territorio. I sette contagiati sono migranti di nazionalità nigeriana che sono stati sottoposti alla misura di isolamento sanitario all'interno della casa di accoglienza massese. La stessa Azienda sanitaria spiega che "i tamponi nella struttura di accoglienza massese sono stati effettuati per un controllo richiesto dal dipartimento di prevenzione dell'azienda e che tutti i migranti erano di fatto asintomatici". Il caso segue  quello dellaa struttura di Bonascola, nel Comune di Carrara, che ancora oggi vede 17 cittadini nigeriani sottoposti a isolamento sanitario

18 agosto 18:33 Sileri: “Grazie a Immuni individuato focolaio di contagio su un treno”

Grazie all'App Immuni per il tracciamento dei contatti è stato possible individuare un focolaio di contagio su un treno. Lo ha rivelato il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, intervenendo a SkyTg24. Ricordando l'incostanza dell'applicazione, Silerti ha assicurato che per migliorare il tracciamento dei contatti e isolare i positivi, contenendo eventuali focolai, "sicuramente saranno aumentati anche i tracer", cioè gli operatori del Ministero che contattano tutti coloro che si sono trovati nelle vicinanze di una persona risultata contagiata dal coronavirus.

18 agosto 18:03 Spagna, divieto di fumo all’aperto per fermare i contagi

Grazie a un'ordinanza emanata venerdì scorso dal mistero della salute di Madrid, la Spagna dà facoltà ai vari governi regionali di imporre lo stop al fumo in pubblico anche all’aperto qualora non si possa rispettare il distanziamento di almeno due metri tra le persone. Lo stop al fumo all’aperto è stato promosso proprio dagli enti locali a cui spettano ora i provvedimenti attuativi.

18 agosto 17:58 Crisanti: “Se i contagi non rallentano tamponi anche nei bar”

Intervistato da Il Giornale il virologo Andrea Crisanti, ordinario di Microbiologia all'Università di Padova, ha spiegato cosa potrebbe accadere qualora i contagi non dovessero frenare: "Potrebbero chiudere anche bar e ristoranti. Se c'è la volontà politica di farli rimanere aperti, anche in presenza del virus, bisogna trovare soluzioni innovative e in fretta, come controllare con regolarità tutti i dipendenti che lavorano nel settore. Per esempio, in Inghilterra hanno capito che i pub sono aree di trasmissione del virus importante. Non li hanno chiusi, però hanno imposto test obbligatori a tutto il personale per identificare le persone infette. Se non si fa questa mossa, si chiuderà, è inevitabile".

18 agosto 17:23 Bollettino 18 agosto: 403 casi e 5 morti nelle ultime 24 ore

Sono 254.636 i casi di Coronavirus in Italia (+403 nelle ultime 24 ore, ieri +320), di cui 204.142 guariti (+174, ieri +182) e 35.405 morti (+5, ieri +4). Questi i dati dell’emergenza Covid-19 nel nostro Paese secondo il bollettino aggiornato ad oggi, martedì 18 agosto, come reso noto dal Ministero della Salute. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 53.976 tamponi.

18 agosto 17:19 Spagna, 2.128 positivi nelle ultime 24 ore. Ieri erano stati 1.833

Il ministero spagnolo della Sanità conta oggi 5.114 contagi da coronavirus, di cui 2.128 diagnosticati nelle ultime 24 ore. Ieri i nuovi casi erano stati 1.833. Lo riferisce l'agenzia Efe.

18 agosto 17:14 Il biologo Enrico Bucci: “I giovani sono veicolo di infezione. Studio conferma i rischi”

"I giovani rischiano meno la propria salute, ma, come noto da sempre, sono veicoli che il virus può usare per infettare altri soggetti in cui la malattia non ha un decorso così benigno". A scriverlo su Facebook il biologo e docente alla Temple University di Filadelfia, Enrico Bucci. L'esperto cita uno studio pubblicato dai Cdc (Centers for disease control and prevention) "che ha analizzano 61 cluster di trasmissione del virus in Giappone, cioè gruppi di almeno 5 pazienti che si erano contagiati l'uno con l'altro – prosegue – In 22 casi, fu possibile identificare il ‘paziente indice' del cluster: nella stragrande maggioranza dei casi, si trattava di giovani fra i 20 e i 39 anni, asintomatici o presintomatici al momento del contatto infettivo con altri (solo un caso indice presentava tosse al momento in cui aveva infettato altri)".

18 agosto 17:07 L’Iss: “Sulla gestione dei casi Covid sospetti a scuola circolano fake news”

Con una nota l'Istituto Superiore di Sanità mette in guardia contro le bufale che circolano sulla gestione dei casi Covid nella scuola, e in particolare smentisce che in casi sospetti di Covid i genitori non possano prendere i figli a scuola. E a breve arriverà il documento ufficiale con i protocolli da seguire. "In merito alle diverse notizie che circolano sui social media ed in particolare quelle secondo cui nel caso di sintomi compatibili con una positività al Covid-19 non sarà possibile ai genitori andare a prendere i propri figli a scuola, l'Istituto Superiore di Sanità – si legge nella nota – precisa quanto segue: è in preparazione, e verrà finalizzato e reso pubblico nelle prossime ore, un documento che contiene le indicazioni per la gestione di casi e focolai negli istituti scolastici preparato dalle istituzioni competenti"; e "si invita pertanto a considerare le notizie riferite al documento stesso solo una volta che questo venga reso disponibile". In particolare "sono da considerare fake news tutte quelle notizie che riferiscono che l'alunno o lo studente possano venire affidati all'autorità sanitaria, mentre è la figura del genitore che è chiamata a gestire tutti i percorsi". In conclusione "l'Istituto Superiore di Sanità invita, per quanto riguarda le notizie sul Covid-19 e più in generale sulla salute, a consultare sempre fonti ufficiali e affidabili".

18 agosto 17:01 OMS: “Più della metà dei nuovi casi del’ultima settimana registrati nel continente americano”

Il continente americano continua ad essere l'area del mondo con il più alto numero di contagi. "Negli ultimi 7 giorni, la regione Oms delle Americhe rimane la più colpita, con il 53% di tutti i nuovi casi confermati e il 75% dei morti segnalati" a livello globale. A renderlo noto è l'Organizzazione Mondiale della Sanità, facendo il punto sull'andamento di Covid-19 nell'ultima settimana. Fra le aree in salita, la regione del Sudest asiatico, attualmente la seconda più colpita. Mentre nella regione del Mediterraneo orientale, dove il numero di casi era diminuito dalla fine di giugno al 10 agosto, nell'ultima settimana si rileva un aumento del 10%. Il numero di morti segnalati ha tuttavia continuato a diminuire in tutta la regione. A differenza di quanto invece è accaduto nella regione del Pacifico occidentale che ha registrato un grande aumento del numero di decessi rispetto alla settimana precedente, anche se l'area ha pesato per l'1% sul totale delle morti a livello globale. La regione africana infine registra una diminuzione sia del numero di casi che di morti nella scorsa settimana. Per via della recrudescenza di Covid-19 in molti Paesi, rileva l'Oms, si stanno reintroducendo misure di lockdown e restrizioni ai viaggi come parte degli sforzi per limitare la trasmissione del virus.

18 agosto 16:56 Crotone, bimba di due anni positiva al coronavirus

Una bambina di due anni è risultata positiva al coronavirus. La piccola, residente a San Mauro Marchesato, in provincia di Crotone, era arrivata all'ospedale della città calabrese nella serata del 15 agosto scorso in preda a febbre e convulsioni per via di una patologia pregressa. Per questa ragione era stata ricoverata nel reparto Pediatria seguendo le procedure previste dalle norme anti covid. Tra gli esami eseguiti sulla bimba è stato effettuato anche il tampone per il coronavirus che ha dato esito positivo. I medici dell'ospedale di Crotone, dopo aver curato la bambina dalla patologia per la quale era stata portata al pronto soccorso, ne hanno disposto le dimissioni e l'isolamento domiciliare. Sono stati effettuati anche i tamponi sul nucleo familiare della piccola il cui esito si conoscerè nelle prossime ore.

18 agosto 16:48 Il virologo Palù: “L’aumento dei casi? Non è detto che sia una seconda ondata”

Mantenere la lucidità, analizzare la situazione sotto tutti i punti di vista rilevanti e considerare ogni aspetto, perché siamo nella fase di discesa, dobbiamo continuare a restare vigili, ma non dobbiamo spaventarci dei numeri di contagio. Sono queste le indicazioni che il virologo Giorgio Palù, microbiologo presso l'Università di Padova, ha riferito all'AGI, commentando le oscillazioni dei contagi in Italia e la possibilità di un secondo lockdown. "Quelli che osserviamo – spiega Palù – sono casi sporadici, che interessano dai 300 ai 600 casi, e dipendono dal numero di tamponi disponibili o dall'accessibilità dei laboratori nei fine settimana. Non si tratta necessariamente dell'esordio di una nuova ondata, anzi, sono recrudescenze di casi in una curva discendente". L'esperto sostiene che i contagi di questo periodo sono diversi dal punto di vista epidemiologico, virologico, clinico e sociologico rispetto ai casi di febbraio-maggio. "Anzitutto, dal punto di vista epidemiologico – continua il virologo – dobbiamo segnalare che i casi sono circoscritti e localizzati. Nei primi mesi si trattava di contagi di importazione clandestina e turistica, ora dipendono dal ritorno dalle vacanze, dagli assembramenti e dalle movide, tant'è vero che l'età media è scesa dai 65 ai 35 anni, in Veneto siamo addirittura intorno ai 30 anni". L'esperto ricorda che il virus, non essendo in grado di sopravvivere senza un ospite, necessita di cellule vive per poter essere trasmesso e per diffondersi. "L'ambiente ci aiuta – commenta Palù – in estate l'incidenza di raggi ultravioletti nel nostro emisfero e' quasi perpendicolare e raggiunge circa quattro elettronvolt. Se consideriamo che per neutralizzare il legame idrogeno dell'RNA di un virus bastano 0,4 elettronvolt, questo significa che pochi secondi di esposizione alla luce solare inattivano il virus".

Secondo il virolo "un secondo lockdown sarebbe devastante per la nostra economia, soprattutto se non fosse giustificato dai numeri e dalle statistiche. Sarebbe più opportuno indire quarantene selettive, uniformando le decisioni a livello europeo. È stato giusto chiudere le discoteche, ma ci sono situazioni ancora rischiose, ad esempio nei treni a lunga percorrenza o nelle compagnie low cost in cui si viaggia a contatto ravvicinato. In questi casi bisognerebbe studiare soluzioni alternative, come mascherine filtranti efficaci o distanziamenti più significativi". Dal punto di vista virologico, lo scienziato afferma che la mutazione che circola ora, la stessa che si trova in tutto il globo, rispetto al progenitore di Wuhan, consente al virus di crescere meglio e in più in fretta. "Delle mille mutazioni esistenti – ribadisce Palù – non abbiamo evidenze del fatto che ce ne siano alcune in grado di ridurre la carica virale, ci vogliono anni per condurre studi di questo tipo. Dobbiamo sottolineare che è scorretto affermare che il virus sia meno virulento. Quello che possiamo dire è che infetta in modo diverso. Per il semplice fatto che l'ambiente si frappone".

18 agosto 15:56 In Lombardia 50 positivi nelle ultime 24 ore

Sono stati cinquanta i nuovi casi di Coronavirus rilevati in Lombardia nelle ultime 24 ore, su un totale di 5.548 tamponi effettuati. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 14, numero invariato rispetto a ieri, mentre resta aumenta di tre unità il numero dei pazienti ricoverati negli ospedali con sintomi lievi. Da ieri non sono stati rilevati decessi, cinque province non hanno nessun nuovo contagio.

18 agosto 15:47 Sileri: “I contagi aumenteranno anche con le discoteche chiuse”

“Essere contagiati non vuol dire essere malati. Finché i contagi rimangono tra i giovani, la situazione è più facilmente controllabile. Fin quando avremo questi numeri dei contagi, e secondo me aumenteranno anche a discoteche chiuse, la situazione sarò sotto controllo”. A dirlo, in un'intervista rilasciata a “L’Italia s’è Desta”, su Radio Cusano Campus, il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri. Il sottosegretario ha aggiunto: "Per quanto riguarda la politica sanitaria, si cerca di ridurre le chance di contagio. Abbiamo visto dei video realizzati in alcune discoteche con persone senza mascherine e tra di loro molto a contatto. È vero che sono a rischio altri assembramenti, ma dobbiamo limitare le possibilità di contagio dove ci sono maggiori rischi. I contagi continueranno a salire specialmente con l’arrivo della stagione fredda. L’importante è che non salgano troppo. E quindi bisogna contenere i focolai quanto più possibile".

18 agosto 15:37 L’OMS: “Non siamo neanche lontanamente vicini all’immunità di gregge”

Mike Ryan, capo del Programma di emergenze sanitarie dell'Organizzazione mondiale della sanità, ha spiegato che "non siamo neanche lontanamente vicini ai livelli di immunità necessari per fermare la trasmissione di questa malattia". Secondo lo scienziato la soglia da raggiungere "potrebbe essere più bassa di quel 60-70-80% precedentemente suggerito. Non sappiamo quanto più bassa, non sappiamo il ruolo dell'immunità cellulare, e altre cose. Di certo non possiamo sperare nell'immunità di gregge come la salvezza perché per ora non è questa la soluzione". Maria Van Kerkhove, responsabile del gruppo tecnico dell'OMS per il coronavirus, ha aggiunto che "ci sono un sacco di studi di sieroprevaolenza su Covid-19, più di 100 studi che cercano di determinare quanta parte di una data comunità è stata infettata dal virus, sono stati condotti in tutto il mondo. Questi studi indicano generalmente che circa il 10% della popolazione ha evidenze di anticorpi contro Covid-19. Molti di questi lavori usano metodi diversi, così ci sono dei limiti nel generalizzare". Comunque, ha aggiunto, "quello che stiamo scoprendo riguardo all'immunità lo apprendiamo dagli studi sieroepidemiologici condotti e questi ci dicono costantemente, in tutte le regioni, che un'ampia percentuale della popolazione rimane suscettibile alle infezioni. Questo significa che il virus ha ancora l'opportunità di diffondersi".

18 agosto 15:25 Foggia, due dei quattro giovani ricoverati sono in condizioni severe

"Due giovani sono ricoverati al policlinico di Foggia, uno in Pneumologia e un altro in Malattie Infettive", ed entrambi sono in "condizioni severe", secondo la definizione del professor Lopalco e dell'Istituto superiore di sanità. A precisarlo il direttore generale del Policlinico Riuniti di Foggia, Vitangelo Dattoli, parlando del ricovero in ospedali pugliesi dei 5 giovani di cui parlava Lopalco il 14 agosto. Gli altri due giovani ricoverati nel Foggiano sono all'ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo: "Si tratta di due giovani migranti che vivono nel ghetto di Borgo Mezzanone", l'insediamento abusivo nelle campagne del Foggiano, ha precisato Giovanni Bochicchio, direttore sanitario del nosocomio del paese caro a San Pio. "Sono ricoverati – ha aggiunto Bochicchio – nel reparto Covid di malattie infettive. Stanno bene, restano ricoverati solo perché risultano sempre positivi al tampone". I due stranieri fanno parte di un gruppo di sei pazienti positivi al Covid e ricoverati a San Giovanni Rotondo, ma "nessuno in condizioni severe", sottolinea il direttore sanitario.

18 agosto 15:15 Croazia, forte aumento dei casi: 199 nelle ultime 24 ore

In Croazia nuovo forte aumento dei casi di coronavirus, con 199 infezioni confermate nelle ultime 24 ore, record giornaliero secondo solamente a quello dei 208 casi registrati giovedì scorso. A riferirlo l'Unità di crisi della Protezione civile in un comunicato stampa. Ieri i contagi erano stati 85. Cresce anche il numero dei pazienti con l'infezione attiva, che con 1.371 è il più alto dall'inizio dell'epidemia. Da alcuni giorni non ci sono stati decessi, e il totale delle vittime resta fermo a 166. Ci sono però 120 persone in cura ospedaliera, di cui undici in terapia intensiva. Dal primo caso di Covid-19, confermato in Croazia a fine febbraio, sono 6.855 le persone risultate positive, delle quali 5.318 sono nel frattempo guarite.

18 agosto 15:10 Ryanair potrebbe cancellare il 20% dei voli a settembre e ottobre se non caleranno i contagi

L'aumento dei contagi delle ultime settimane in tutta Europa e il trend tutt'altro che rassicurante per i prossimi mesi potrebbe causare la cancellazione di numerosi voli: a confermarlo anche Ryanair, secondo cui tra settembre e ottobre centinaia di voli programmati potrebbero essere annullati. Si parla di circa il 20% in meno rispetto a quanto preventivato. A oggi fortunatamente si tratta solo di ipotesi e dichiarazioni e in concreto ancora non si sa quanti tagli e su quali tratte ci saranno. Sembra tuttavia che le riduzioni interesserebbero soprattutto i Paesi considerati a rischio quindi la Spagna, la Francia e la Svezia. Una decisione forte, sicuramente, ma al contempo quasi necessaria per evitare di subire ulteriori gravi perdite.

18 agosto 14:05 In Francia mascherine obbligatorie per lavoratori anche open space 

Entro la fine di agosto la mascherina sarà obbligatoria in Francia in tutti gli ambienti chiusi e condivisi delle imprese. Lo ha detto all'AFP la ministra del Lavoro Elisabeth Borne al termine di una riunione con le parti sociali. "È necessario sistematizzare, come ha indicato l'alto consiglio della salute pubblica, l'uso della mascherina in tutti gli spazi di lavoro chiusi e condivisi: le sale riunioni, i corridoi, i guardaroba, e gli open space", ha spiegato.

18 agosto 13:53 Sardegna, 470 tra turisti e lavoratori bloccati alla Maddalena dopo caso di positività

Centinaia di turisti sono bloccati in un resort di Santo Stefano, nell'arcipelago di La Maddalena, dopo il caso di positività accertato su un lavoratore della struttura turistica. L'unità di crisi regionale ha eseguito 470 tamponi tra villeggianti e dipendenti. Lo conferma all'Ansa l'assessore della Sanità Mario Nieddu. "Stiamo aspettando che i tamponi vengano processati, nel frattempo abbiamo disposto che nessuno si muova dal resort". Qualcuno avrebbe però tentato di andarsene: due turisti sono stati bloccati dalle forze dell'ordine prima che si muovessero verso l'aeroporto di Olbia. Il sindaco di La Maddalena, Luca Montella, ha intanto firmato una nuova ordinanza restrittiva che impone l'uso della mascherina nelle vie del centro dalle 9 alle 14 e non solo dalle 18 alle 6 del mattino come stabilito dall'ultimo dpcm del governo. "Abbiamo dovuto aggiornare l'ordinanza e tutelarci almeno per quel che riguarda le vie e le zone dove c'è maggiore frequentazione anche nelle ore diurne", ha detto. Quanto al resort di Santo Stefano, il primo cittadino rassicura: "non c'è alcun allarme, si stanno completando i tamponi su tutti i soggetti da monitorare ed è stato suggerito loro di non lasciare la struttura".

18 agosto 13:47 Positivi dopo il viaggio della maturità in Croazia, contagiati anche due genitori

La vacanza in Croazia era il premio dopo la maturità, ma al rientro cinque ragazzi pavesi hanno scoperto di essere positivi al Covid-19. Una di loro, una diciannovenne, a quanto trapelato ha contagiato anche i genitori.

18 agosto 13:35 Coronavirus, chiude Billionaire Porto Cervo

Billionaire Porto Cervo chiude con anticipo la stagione 2020. Ad influire sulla decisione non solo la stretta nazionale sulle discoteche e gli altri locali da ballo, ma anche le ulteriori restrizioni imposte dal sindaco di Arzachena Roberto Ragnedda, che dopo gli 11 casi di positività – 4 in uno yacht e 7 nel territorio con ulteriori 10 persone in quarantena – ha deciso per lo stop della musica alla mezzanotte mentre prima di quell'ora la musica non può superare i 65 decibel. "In Costa Smeralda sono stati applicati divieti ancora più severi rispetto a quelli emanati dal governo nazionale, per ciò che riguarda le misure anti Covid-19 per i locali di intrattenimento – spiega Roberto Pretto, amministratore unico Billionaire – A queste condizioni, abbiamo deciso che Billionaire Porto Cervo chiuderà a partire da oggi: questo perché ci è impossibile lavorare e offrire il programma e il servizio che i nostri clienti si attendono da noi. Ci scusiamo e ci dispiace per loro ma ancor di più per il nostro personale, per i nostri collaboratori, per gli artisti da noi ingaggiati per questa stagione, che dovranno concludere in anticipo la stagione lavorativa. Ci adeguiamo, nostro malgrado, e ringraziamo la nostra clientela per la fiducia e il supporto nei nostri confronti".

18 agosto 13:21 Appello Ausl per 200 persone dopo caso di Coronavirus in discoteca

Appello a segnalarsi per effettuare un tampone per circa 200 persone, residenti tra il Parmense e il Piacentino, che hanno frequentato la discoteca Il Colle di Alseno la sera tra il 14 e il 15 di agosto dove ha trascorso la serata una ragazza in seguito risultata positiva. Lo comunicano le Ausl di Parma e Piacenza precisando che si tratta di una decisione precauzionale.

18 agosto 12:56 Coronavirus Israele, 1.660 casi in 24 ore

Sono stati 1.660 i nuovi casi di Coronavirus in Israele nelle ultime 24 ore che portano il totale dei contagiati a 95.264. Lo ha fatto sapere il ministero della sanità aggiungendo che in ospedale ci sono 410 casi gravi e di questi 110 in ventilazione. Le vittime sono 698. Ieri sono stati effettuati oltre 23.000 test con un tasso di positività all'infezione del 6.9%. Anche nei Territori Palestinesi la pandemia non rallenta: nelle ultime 24 ore – secondo il ministro della Salute, Mai Al-Kaila – ci sono stati 612 contagi, Gaza compresa (91 in tutto da inizio pandemia) e anche Gerusalemme est che l'Autorità nazionale palestinese (Anp) computa nelle sue statistiche. La zona con il più alto numero di infezioni è quella di Hebron. I casi gravi in ospedale sono 24, di cui 7 in ventilazione. Con altre 3 morti il numero totale delle vittime, da inizio pandemia, è arrivato a 124.

18 agosto 12:37 Coronavirus Russia, registrati altri 4.748 contagi

In Russia sono stati accertati altri 4.748 contagi da Coronavirus, numero che porta il totale a livello nazionale a 932.493 contagi.

18 agosto 12:20 Pandemia spinta da contagi nei giovani sotto i 40 anni, in Italia età media nuovi casi è 34 anni

La pandemia di Covid-19 nel mondo è entrata in una nuova fase, in cui è spinta da contagi nei giovani sotto i 40 anni e con un maggior rischio per le fasce più vulnerabili. Lo ha detto Takeshi Kasai, direttore dell'ufficio del Pacifico Occidentale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms). "L'epidemia sta cambiando – ha affermato – e le persone di 20, 30, 40 anni stanno sempre di più pilotando la diffusione. Molti non sanno di essere infetti e ciò aumenta il rischio di contagio dei più vulnerabili". L'osservazione sull'età dei contagiati vale anche per l'Italia, come conferma l'ultimo report dell'Iss, riferito alla settimana fino all'11 agosto, che ha registrato un'età mediana dei nuovi casi intorno a 34 anni. Secondo il bollettino dell'Oms dall'inizio dell'epidemia al 16 agosto ci sono stati 21,2 milioni di casi confermati di Covid-19, con 761.000 morti. A guidare l'aumento visto nell'ultima settimana sono il sud est dell'Asia e il Mediterraneo orientale, mentre in Europa e in America l'aumento dei casi è sostanzialmente stabile. In calo invece del 27% rispetto alla settimana precedente i contagi in Africa.

18 agosto 12:06 Crisanti: “Il vero problema per i contagi arriverà con la riapertura delle scuole”

"Il vero problema per i contagi arriverà con la riapertura delle scuole": ne è convinto Andrea Crisanti, professore ordinario di Microbiologia dell'Università di Padova, che in un'intervista a TPI sottolinea la mancanza di misure adeguate e lancia l'allerta. "Il discorso sulla scuola è impostato in maniera non corretta. È tutto basato sulla prevenzione passiva e basta", dice Crisanti riferendosi a misure come l'adozione dei banchi con le rotelle. "Non c'è un piano serio per i possibili contagi. Per esempio andrebbe chiesta la vaccinazione antinfluenzale a tutti. Perché qua si rischia una confusione incredibile: ogni starnuto o tosse verrà scambiata per Covid e via ai test e a tutto il resto. Questo distrarrà tantissime risorse da quella che sarà comunque una bella sfida sanitaria, una lotta". Crisanti non condivide neanche il metodo di misurazione della febbre agli studenti: dice di trovare "allucinante" che "otto milioni di famiglie misureranno la temperatura da sole, a casa, con termometri diversi"; inoltre "si sa che i ragazzi si ammalano meno, quindi la soglia della febbre a 37,5 non è adeguata. Andava abbassata la soglia quantomeno a 37". Il virologo sottolinea poi la necessità di dare ai presidi "la possibilità di impedire ai bambini o ai ragazzi che provengono dalle zone focolaio di andare a scuola e seguire in remoto con la didattica online". Un bambino che proviene da una zona a rischio "potrebbe stare tranquillamente ‘bene', ma essere asintomatico e così contagiare l'intera classe".

18 agosto 11:40 Torna da Malta, fa il tampone e va in discoteca: 20enne positiva, apprensione nel Parmense

C'è apprensione fra Fidenza e Salsomaggiore, nella provincia di Parma, per il caso di una giovane fidentina di 20 anni rientrata da una vacanza a Malta con alcune amiche e poi risultata positiva al coronavirus. La ragazza, a quanto ricostruito, ha saputo di avere contratto il Covid-19 domenica 16 agosto quando ha ricevuto la comunicazione ufficiale dell'azienda Usl sull'esito del tampone ma la sera del 14 agosto era con gli amici a un evento con musica e balli a tema brasiliano in un locale notturno. L'Emilia-Romagna non prevede l'obbligo di isolamento domiciliare in attesa del risultato del tampone per i rientri da Malta, Grecia, Spagna e Croazia. Una volta avuto l'esito, positivo, del tampone, è scattata la procedura per effettuare il test ai congiunti della ragazza e ai suoi contatti più vicini. Tuttavia tra Fidenza e Salsomaggiore è iniziato il tam tam sui social perché la ventenne, dopo avere effettuato il test, ma prima di conoscerne l'esito, aveva trascorso la serata in un locale con fidanzato e amici. Lo stesso locale, Colle San Giuseppe di Castelnuvo Fogliani (Piacenza), ha dato ieri in tarda serata la notizia sui social consigliando "vivamente a tutti i presenti di prestare attenzione ai propri comportamenti e di seguire le linee guida che verranno comunicate". Il locale ha pronto anche, se necessario, l'elenco con i nomi e i recapiti telefonici di chi era presente alla serata. La dirigente dell'Igiene Pubblica dell'Ausl di Parma, intervistata dalla Gazzetta di Parma, sottolinea che "la vicenda è nota" e che la ragazza "era nel locale ma in una condizione riservata". L'Igiene Pubblica avrebbe così per il momento individuato un numero esiguo di contatti ravvicinati.

18 agosto 11:24 Coronavirus Capri, controlli sull’isola azzurra: multate 18 persone senza mascherina

Gli agenti del Commissariato di Capri hanno effettuato nei giorni scorsi un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato anche a garantire il rispetto delle misure di contenimento dell'epidemia da Covid-19. Durante il servizio sono state irrogate 18 sanzioni amministrative per inosservanza dell'ordinanza del sindaco dell'isola campana che obbliga ad indossare la mascherina nella piazza centrale di Capri e nelle zone limitrofe. Prima che il Governo reintroducesse l'obbligo delle mascherine all'aperto dalle 18 alle 6, il sindaco Marino Lembo aveva già emesso una ordinanza con la quale ha prescritto l'obbligo di indossare la mascherina, valido l'intera giornata, quando ci si trova in zone ad alta concentrazione turistica e quindi ad alto rischio assembramento, come appunto la famosa Piazzetta.

18 agosto 11:09 Coronavirus Germania, i nuovi contagi sono oltre 1300

Sono oltre 1300 i nuovi contagi da Coronavirus in Germania. Secondo quanto riferisce il Robert Koch Institut, centro epidemiologico tedesco, nelle 24 ore le infezioni da coronavirus sono cresciute in particolare di 1390 unità a complessive 225.404. Quattro le vittime su un totale di 9236 morti. Stando al conteggio aggiornato della Zeit online, su base settimanale i nuovi contagi in Germania sono stati 8026. Appena un mese fa erano circa 2400. Nonostante il trend in costante e moderata crescita delle ultime due settimane, si è ancora lontani dal picco massimo raggiunto all'inizio di aprile con 6000 casi. Il fattore RO di contagio giornaliero è di 1,11, mentre il valore di contagio medio sui 7 giorni è di 1,04. Le aree più interessate dall'epidemia sono ancora la Baviera, soprattutto nelle aziende agricole nel distretto di Dingolfing-Landau, la zona di Wiesbaden in Assia, il Nordreno-Westfalia e in crescita a Berlino.

18 agosto 10:54 Scuola, cosa succederà se un alunno risulta positivo al Coronavirus

Il ministero dell’Istruzione, in collaborazione con quello della Salute, con l’Istituto Superiore di sanità, la Fondazione Kessler e le Regioni Veneto ed Emilia Romagna, ha elaborato un protocollo per gestire gli eventuali casi di contagio all’interno delle classi. Ad anticiparlo è La Repubblica, che spiega come ogni istituto dovrà individuare un “Referente Covid” cui far riferimento per gestire tutte le situazioni legati a possibili contagi all’interno della struttura scolastica. Immediatamente il referente scolastico, sentiti i genitori, porterà l’alunno in un’apposita “stanza di isolamento”, che dovrà essere allestita in ogni scuola, provvedendo a fargli indossare la mascherina (nel caso di alunni con più di sei anni). Nella stanza di isolamento l’alunno sarà sempre assistito da un adulto e vi resterà fino all’arrivo dei genitori, che poi avvertiranno il medico di famiglia e dovranno avviare la procedura di verifica dei sintomi. Nel caso di tampone positivo, si procederà all’immediato tracing dei contatti dell’alunno, con la sanificazione straordinaria della struttura scolastica. La quarantena sarà disposta solo per i contatti stretti delle ultime 48 ore e durerà per 14 giorni: solo la classe (o parte della classe) resterà a casa e continuerà a lavorare con la didattica a distanza. Toccherà alla Asl valutare se effettuare il tampone anche al personale scolastico che in qualche modo possa essere entrato in contatto con l’alunno. Il protocollo non esclude che si possa procedere a chiudere l’intero plesso scolastico. La decisione spetterà al dipartimento.

18 agosto 10:39 Lopalco precisa: “In Puglia non abbiamo casi di ventenni in terapia intensiva”

"Non sono abituato, ma di fronte alla scientifica campagna di disinformazione portata avanti dai soliti noti, mi tocca farlo": inizia così un post pubblicato su Facebook dall'epidemiologo Pier Luigi Lopalco, responsabile della task force della Regione Puglia, che ha voluto spiegare meglio alcune dichiarazioni riportate nei giorni scorsi sui giornali. "Qualche giorno fa a domanda di una brava giornalista che mi chiedeva che tipo di casi stiamo osservando in queste settimane, ho risposto che nel nostro archivio risultavano anche 5 casi di giovani fra 20-30 anni definiti con un livello SEVERO di malattia. I soliti noti, con la solita tecnica del telefono senza fili, hanno via via distorto questa mia informazione, facendomi alla fine dire che in Puglia abbiamo casi di ventenni in condizioni gravi in terapia intensiva. Niente di più falso: mai detta una cosa simile. Come al solito gli allocchi ci cascano ed ho avuto un gran da fare a ripulire la mia bacheca dai commenti di frotte di imbecilli. Per chiarire, nelle linee guida dell'Istituto Superiore di Sanità si definisce caso ‘SEVERO' un paziente con ‘manifestazioni cliniche a carico delle vie respiratorie/altri organi apparati che necessitano di ricovero (non in terapia intensiva)'; se passa in terapia intensiva si etichetta come ‘CRITICO'", ha scritto allegando le linee guida dell'Iss.

18 agosto 10:02 Oms: Coronavirus sempre più diffuso tra gli under 50

Il nuovo Coronavirus si diffonde sempre di più tra persone sotto i cinquant'anni. A dirlo è l'Organizzazione mondiale della Sanità che spiega che molti non sanno di essere contagiati, aumentando i pericoli per i gruppi a rischio. Come ha affermato il direttore dell'Oms per il Pacifico occidentale, Takeshi Kasai, durante un briefing virtuale, "l'epidemia si sta trasformando. Molto non sono consapevoli di avere l'infezione". Kasai cita in particolare "ventenni, trentenni e quarantenni che diffondono sempre di più il virus", il che rappresenta un evidente rischio per altri segmenti della popolazione, tra cui gli anziani, i malati e le persone che vivono in zone caratterizzate da sistemi sanitari "più deboli".

18 agosto 09:45 Sardegna, isola di Santo Stefano in quarantena: pianista positivo al Coronavirus

Un pianista romano è risultato positivo al Coronavirus mentre si trovava sull'isola di Santo Stefano, in Sardegna. L'isola dell'arcipelago della Maddalena, con i 450 tra turisti e personale del villaggio che ospita, è stata blindata per un giorno per scongiurare il rischio della diffusione di un eventuale contagio. Secondo quanto si apprende il pianista, un sessantenne in servizio presso la struttura ricettiva, è stato sottoposto ai test per la ricerca del virus dopo aver manifestato i sintomi della malattia domenica. A essere sottoposti ai tamponi dipendenti e ospiti del villaggio nel quale il paziente lavora.

18 agosto 09:29 Brasile, oltre 19.000 contagi e 684 morti in 24 ore

Il Brasile ha registrato nelle ultime 24 ore altri 19.373 casi di Covid-19, che portano a 3.359.570 il numero complessivo dei contagi dall'inizio della pandemia. Secondo i dati diffusi dal ministero della Salute, altre 684 persone sono morte, per un totale di 108.536 decessi.

18 agosto 09:12 Dubbi sulle scuole, Azzolina: “Rientro è priorità assoluta, dobbiamo fare in modo che non richiudano”

"Siamo al lavoro da mesi per il rientro a scuola di tutte le studentesse e di tutti gli studenti. È una priorità assoluta del Governo perché è una priorità di tutto il Paese. Dal primo settembre le scuole apriranno per chi è rimasto più indietro. Dal 14 riprenderanno ufficialmente le lezioni. Le scuole non vanno solo riaperte, dobbiamo fare in modo che poi non richiudano", lo ha scritto la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina su Facebook chiedendo responsabilità ma senza replicare direttamente alle accuse dei presidi. Alle proteste dei presidi ha risposto in modo più duro il commissario Domenico Arcuri, che ha difeso la gara per i banchi monoposto che saranno consegnati dai primi giorni di settembre fino a ottobre.

18 agosto 08:50 Zaia sulle discoteche: “Sbagliato demonizzarle, io mi sono pagato gli studi lavorando come pr”

“È difficile essere contrari alla chiusura, perché certe scene che abbiamo visto sono inaccettabili. Ma stiamo attenti alla demonizzazione delle discoteche”. A parlare è il governatore Luca Zaia che, anche se a malincuore, non critica la decisione presa dal governo sulle discoteche. A malincuore per diverse ragioni, dai danni che subirà il settore a quella personale, che lo ha visto lavorare nelle discoteche come pr per pagarsi da giovane l’università. Ma mette in guardia in una intervista al Corriere della Sera che il problema non sono solo le sale da ballo: “Non si creda che chiudere risolva tutto. Nelle località di mare la gente si riversa sulle strade o nelle piazze. In certi luoghi non si riesce nemmeno a camminare. Lì il problema non esiste?”. Zaia ricorda il suo lavoro da pr come “una straordinaria esperienza di vita”: “Di notte, tra i clienti, conosci persone che di giorno non vedi oppure persone che di notte si comportano in modo molto diverso che di giorno. Tra quelli con cui condividi le fatiche, ti imbatti in tantissimi ragazzi che fanno sacrifici per pagarsi gli studi o per mantenere una famiglia. È soprattutto a loro che penso quando vedo chi gioisce per la chiusura dei locali”.

18 agosto 08:33 Paternò, morta donna di 56 anni. Il sindaco: “Notizia che non avrei voluto dare, emergenza non è finita”

Una donna di 56 anni, moglie di un dipendente comunale di Paternò, è morta in Sicilia. Il Covid se l'è portata via in sei giorni. "Sono costretto a comunicare che si registra un decesso fra i nostri concittadini contagiati da Covid-19. Il dispiacere è tanto: è una notizia che da sindaco non avrei mai voluto dare. L’emergenza non è finita. Adesso più che mai dobbiamo renderci conto che mascherine e distanziamento sociale sono presidi di sicurezza imprescindibili per chiunque, soprattutto in ottemperanza alle ultime disposizioni di legge. Come Amministrazione ci uniamo al dolore della famiglia che ha subito questa grave perdita", le parole di Nino Naso, sindaco di Paternò. La donna, secondo la ricostruzione dei quotidiani locali, si era sentita male martedì scorso, era andata al pronto soccorso del Santissimo Salvatore e risultata positiva al tampone. Ben presto le sue condizioni si sono aggravate fino a che all'alba di ieri a Catania, al San Marco, la signora si è spenta.

18 agosto 08:18 Riapertura scuola, Ricciardi lancia l’allarme: “C’è un problema serio”

Se nei prossimi giorni il numero dei contagi continuerà a crescere, "c'è un problema serio" da affrontare. E c'è il rischio che non riaprano le scuole. Tutto "dipenderà dal comportamento responsabile delle persone". Lo dice in una intervista al Messaggero Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza e ordinario di Igiene generale e applicata all'Università Cattolica di Roma. "La problematicità – afferma Ricciardi – è diffusa su tutto il territorio nazionale. Non c'è nessuna zona che parte avvantaggiata o svantaggiata. Tutto dipenderà dalla capacità che avranno i territori e le autorità sanitarie di intercettare e circoscrivere i focolai. Naturalmente, ogni sviluppo futuro dipenderà soprattutto dal comportamento delle persone". "Non c'è nessuna parte del territorio nazionale che oggi è immune. Tutte quante le regioni sono vulnerabili e a rischio e ripartono da una condizione simile. Forse le uniche ancora svantaggiate dalla situazione precedente sono la Lombardia, il Veneto e, in parte, l'Emilia Romagna. Queste tre Regioni continuano ad avere dati peggiori rispetto al resto d'Italia".

18 agosto 07:55 Salvini: “Non scarico l’App Immuni, non è dovere civico”

"Non ho scaricato la app Immuni, non mi sembra obbligatorio, dovere civico è rispettare le leggi, gli obblighi, pagare le tasse, mandare i figli a scuola, questi sono doveri civici. Scaricare una app non è un dovere, non è obbligatorio, non è previsto dalla legge, se uno vuole la scarica, se uno non vuole non la scarica". A dirlo il leader della Lega, Matteo Salvini, ospite di "In onda" su La7.

18 agosto 07:37 Ryanair taglia del 20% la capacità di volo a settembre e ottobre

Ryanair ha annunciato il taglio del 20% della capacità di volo a settembre e ottobre. Di fatto, per il tipo di composizione della flotta del vettore, si tratta di un taglio del 20% dei voli originariamente messi a disposizione dalla compagnia. La riduzione delle prenotazioni negli ultimi 10 giorni dovuta "all'incertezza legata ai nuovi aumenti di casi di coronavirus in alcuni paesi Ue" hanno portato la compagnia aerea a decidere di ridurre la sua capacità di volo del 20% a settembre e ottobre, ha spiegato l'azienda in una nota, sottolineando che la maggior parte dei tagli riguarderà la riduzione della frequenza piuttosto che la chiusura di rotte e si concentrerà sui paesi in cui la pandemia sta assistendo a una recrudescenza dei casi, vale a dire Spagna, Francia e Svezia.  "Questi tagli di capacità e riduzioni di frequenza per i mesi di settembre e ottobre sono necessari data la recente debolezza delle prenotazioni future a causa delle restrizioni per la ripresa del covid-19 in un certo numero di paesi dell'Ue" ha fatto sapere un portavoce.

18 agosto 07:21 Le ultime notizie sul Coronavirus in Italia e nel mondo di martedì 18 agosto

In Italia in calo i nuovi casi di Coronavirus registrati in 24 ore: sono 320, 159 in meno rispetto al giorno precedente. Ancora in diminuzione anche i tamponi: 30.666, seimila in meno di domenica mentre è costante il numero dei morti, che sono 4. Sono in totale 254.235 casi di Coronavirus in Italia, di cui 203.968 guariti e 35.400 morti. Questi i dati dell’emergenza Covid-19 nel nostro Paese secondo il bollettino aggiornato a lunedì.

Di seguito i dati aggiornati Regione per Regione:

Lombardia: 97.423

Piemonte:  32.100

Emilia Romagna: 30.477

Veneto: 21.256

Toscana: 10.854

Liguria: 10.474

Lazio: 9.178

Marche:  7.043

Campania: 5.312

Trento: 5.004

Puglia: 4.862

Sicilia: 3.780

Abruzzo: 3.565

Friuli Venezia Giulia: 3.512

Bolzano: 2.804

Umbria: 1.549

Sardegna: 1.500

Calabria: 1.352

Valle D'Aosta:  1.218

Molise: 487

Basilicata: 485

Dopo la stretta decisa dal Governo su ballo e movida, il Viminale scrive ai prefetti per invitarli ad organizzare i servizi sul territorio alla luce delle nuove prescrizioni. Intanto i gestori ricorrono al Tar per chiedere l'immediata riapertura delle discoteche. Per quanto riguarda la scuola arriva l'appello dei presidi: "Se ci sarà un caso positivo bisognerà valutare la chiusura dell'istituto solo di concerto con l'autorità sanitaria, cioè la Asl". Nel mondo i casi di Coronavirus sono 21.881.858.