31.035 CONDIVISIONI
Coronavirus
15 Febbraio 2021
07:08
AGGIORNATO15 Febbraio

Le notizie del 15 febbraio sul Coronavirus: ipotesi nuovo lockdown totale, oltre 3 milioni di dosi di vaccino somministrate

31.035 CONDIVISIONI

Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 in Italia e nel mondo e i dati di oggi, lunedì 15 febbraio 2021. Nel bollettino di oggi 7.351 nuovi casi e 258 morti per Covid. Tornano a crescere i ricoveri: terapie intensive sopra la soglia in 4 regioni: preoccupa l'Umbria. La variante inglese presente nel 20 per cento dei contagi. Iss: innalzare misure in tutto il Paese contro variante inglese. Ricciardi: “Serve un nuovo lockdown totale”. Cartabellotta (GIMBE) d'accordo: "Chiudere tutto almeno 2 settimane". Anche Crisanti per un lockdown duro. Speranza firma il provvedimento che mantiene chiusi gli impianti sciistici fino al 5 marzo: "Decisione condivisa da Draghi". Prorogato lo stop agli spostamenti tra Regioni fino al 25 febbraio. Al Brennero coda di 40 km di camionisti italiani che devono fare il tampone per recarsi in Germania. Continua la campagna vaccinale: somministrate 22.989.748 di dosi e vaccinate con richiamo 1.281.999 persone. Nel mondo sono quasi 109 milioni i contagi e 2,4 milioni i morti covid. Ecdc: "In Europa rischio di diffusione epidemia è alto per le varianti". Oms ha dato l'approvazione d'emergenza per il vaccino anti-Covid di AstraZeneca per i Paesi poveri. Johnson promette vaccini a tutti gli over 50 nel Regno Unito per aprile.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus
15 Febbraio
22:10

Zaia (Veneto): "La situazione varianti va gestita senza lockdown"

"Io penso che dovremo gestire questa situazione senza il lockdown, e lo dice una regione che ha messo anima e corpo nel combattere il Covid e siamo sempre sugli scudi per questa battaglia. Vedo molta gente che invoca il lockdown, tutta gente che non rischia nulla perché se indovina è un ‘personaggione', se ha sbagliato nessuno se lo ricorderà, mentre se lo dico io devo firmare un'ordinanza. Si sente tanto parlare, vorrei capire se hanno informazioni diverse dalle nostre. I nostri dipartimenti di prevenzione non sono mai stati contattati". Lo ha detto Luca Zaia, presidente della regione Veneto, ospite questa sera della trasmissione Quarta Repubblica su Retequattro. "Noi abbiamo sequenziato la variante inglese il 24 dicembre – ha continuato il governatore – e mi hanno liquidato dicendo che non era problematica, oggi sembra che il paese si debba paralizzare di fronte alla variante inglese. O sbagliavano prima o sbagliano adesso".

A cura di Ida Artiaco
15 Febbraio
21:53

AstraZeneca: "Raccomandato l'uso del nostro vaccino anche contro le varianti"

Il vaccino AstraZeneca
Il vaccino AstraZeneca

"L'Eul consente la somministrazione di due dosi del vaccino in un intervallo da quattro a 12 settimane. Questo regime si è dimostrato sicuro ed efficace negli studi clinici nella prevenzione del Covid-19 sintomatico, senza casi gravi e senza ricoveri oltre 14 giorni dopo la seconda dose. Il gruppo consultivo strategico di esperti sull'immunizzazione (Sage) dell'Oms ha raccomandato un intervallo di somministrazione da otto a 12 settimane. Inoltre, hanno anche raccomandato l'uso del vaccino nei paesi in cui sono prevalenti nuove varianti, inclusa la variante B1.351 sudafricana".

È quanto si legge in una nota della multinazionale AstraZeneca in relazione all'autorizzazione all'uso di emergenza rilasciata oggi dall'Oms per il vaccino anti-Covid. "AstraZeneca e SII – prosegue l'azienda – lavoreranno ora con lo strumento Covax per iniziare a fornire il vaccino in tutto il mondo, con la maggioranza che si recherà il più rapidamente possibile nei paesi a reddito medio e basso. Nella prima meta' del 2021, si spera che più di 300 milioni di dosi del vaccino saranno rese disponibili a 145 paesi attraverso Covax, in attesa di sfide operative e di fornitura. Queste dosi saranno assegnate equamente secondo il quadro di allocazione Covax".

A cura di Ida Artiaco
15 Febbraio
21:42

Focolaio in Rsa in provincia di Pescara, 32 positivi su 37 tra ospiti e operatori

Focolaio di Covid-19 in una casa di riposo di San Valentino in Abruzzo Citeriore, in provincia di Pescara, dove è emergenza per via della diffusa circolazione della variante inglese. Trentadue in tutto i positivi: si tratta di 25 dei 30 ospiti e di tutti i sette operatori. Due, al momento, i pazienti ricoverati in ospedale, tutti gli altri sono assistiti sul posto. Nel complesso sul territorio comunale si registrano 48 casi di Covid-19. Il sindaco, Antonio D'Angelo, ha attivato il Centro operativo comunale (Coc) per gestire l'emergenza.

A cura di Ida Artiaco
15 Febbraio
21:34

Allarme variante, a Pescara scuole chiuse fino al 28 febbraio

Scuole di ogni ordine e grado chiuse a Pescara, Montesilvano, Spoltore e Città Sant'Angelo, fino al 28 febbraio, data la situazione della pandemia dopo lo scoppio di focolai legati alla variante inglese. È quanto deciso nel corso dell'incontro che si è svolto oggi pomeriggio in prefettura alla presenza, tra gli altri, dei sindaci e dei rappresentanti della Asl. I sindaci degli altri Comuni del territorio della provincia di Pescara potranno valutare, in base alla situazione, di disporre la sospensione delle attività didattiche in presenza. Da ieri la provincia di Pescara e quella di Chieti sono in zona rossa, come disposto tramite ordinanza dal presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio. All'origine del provvedimento, l'aumento dei contagi e le valutazioni del Gruppo tecnico scientifico regionale.

A cura di Ida Artiaco
15 Febbraio
21:21

Negli Stati Uniti oltre 27 milioni di contagi e 485mila morti da inizio pandemia

Sono 27.645.547 i casi di Coronavirus negli Stati Uniti, mentre il numero dei decessi ha raggiunto quota 485.414. È quanto emerge dai dati della Johns Hopkins University, secondo i quali sono 5.265 i nuovi casi e 78 i decessi dell'ultima rilevazione. Procede intanto la campagna vaccinale. Secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) almeno 70.057.800 dosi di vaccino sono state distribuite e 52.884.356 somministrate. Anthony Fauci, direttore dell'Istituto nazionale di allergie e malattie infettive statunitense, ha sottolineato la necessita' di continuare ad utilizzare le mascherine e mantenere il distanziamento anche dopo aver ricevuto il vaccino.

A cura di Ida Artiaco
15 Febbraio
21:12

Bufera sul governatore di New York Cuomo: "Sempre comunicato i dati completi sui decessi"

"Nell'ultimo anno tutto è stato politicizzato, voglio darvi ora i fatti: il Dipartimento della salute di New York ha sempre riportato pubblicamente i dati completi" sui decessi per Covid nelle case di cura. Lo afferma Andrew Cuomo, il governatore di New York, finito al centro di una bufera sulle scia delle polemiche sui dati nascosti sulle morti nelle case di cura.

A cura di Ida Artiaco
15 Febbraio
21:08

In Italia superata la soglia dei 3 milioni di dosi di vaccino somministrate

È stata superata in Italia soglia dei 3 milioni di somministrazioni vaccinali. Sono infatti 3.044.535 le dosi di vaccino contro il Covid-19 finora somministrate nel nostro Paese, l'83.4% del totale di quelle consegnate (3.651.270, di cui 3.288.870 Pfizer/BioNTech, 112.800 Moderna e 249.600 Astrazeneca). La somministrazione ha riguardato 1.918.301 donne e 1.126.234 uomini. Le persone che hanno ricevuto entrambe le dosi sono 1.288.023. È quanto si legge nel report online del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria aggiornato alle 20 di oggi.

A cura di Ida Artiaco
15 Febbraio
20:50

Nel mondo casi covid dimezzati in tre mesi, Oms: effetto delle misure di contrasto

Il numero di casi Sars-CoV-2 segnalati a livello mondiale è diminuito per la quinta settimana consecutiva. La scorsa settimana è stato registrato il numero più basso da ottobre scorso. Finora, il numero di contagi segnalati settimanalmente è diminuito di quasi la metà, dimezzandosi da oltre 5 milioni nella settimana del 4 gennaio a 2,6 milioni nella settimana iniziata l'8 febbraio” a dare  la buona notizia il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus. “Ciò dimostra che semplici misure di salute pubblica funzionano, anche in presenza di varianti” ha dichiarato Ghebreyesus aggiungendo: "Il fuoco non si è spento, ma ne abbiamo ridotto le dimensioni. Se smettiamo di combatterlo su qualsiasi fronte, tornerà ruggendo. Ogni giorno con meno infezioni significa salvare vite, prevenire sofferenze e alleviare un po' il peso per i sistemi sanitari. E oggi abbiamo ancora più motivi per sperare di tenere sotto controllo la pandemia”.

A cura di Antonio Palma
15 Febbraio
20:39

Un italiano su tre rischia il “trauma da pandemia”

Un italiano su tre rischia il “trauma da pandemia” con disturbi come Ansia, depressione e stress cronico. È quanto riporta un nuovo studio di revisione condotto dalla Società Italiana di Psichiatria (SIP) secondo il quale un italiano su tre rischia di sviluppare i sintomi del disturbo da stress post-traumatico a causa della pandemia di COVID-19. Tra le categorie più esposte vi sono i sopravvissuti all’infezione (soprattutto coloro che hanno superato la terapia intensiva) e gli operatori sanitari, mentre nelle popolazione generale l’impatto risulta particolarmente gravoso per donne e “caregiver”.

A cura di Antonio Palma
15 Febbraio
20:26

Allarme variante Covid: a Pescara tutte le scuole chiuse fino al 28 febbraio 

A Pescara scuole di ogni ordine e grado chiuse fino al 28 febbraio per l'emergenza contagi scatenata dalla variante covid inglese. Lo stesso provvedimento anche per le città di Montesilvano, Spoltore e Città Sant'Angelo. La decisione è arrivata oggi nell'incontro che si è svolto in prefettura alla presenza, tra gli altri, dei sindaci e dei rappresentanti della Asl. All'origine del provvedimento, l'aumento dei contagi e le valutazioni del Gruppo tecnico scientifico regionale.Anche gli altri sindaci degli altri Comuni del territorio della provincia di Pescara potranno valutare, in base alla situazione, di disporre la sospensione delle attività didattiche in presenza.

A cura di Antonio Palma
15 Febbraio
20:09

Crisanti: "Buttare a mare test rapidi, sono pistole ad acqua"

"Per uscire da questa pandemia ci sono tre ricette misure di contenimento, implementazione di un piano nazionale di sequenziamento delle varianti, e finalmente implementare un sistema che sia in grado di bloccare la trasmissione del virus sul territorio. Bisogna buttare a mare questi test rapidi, sono come pistole ad acqua contro il virus, creano un fattore distorsivo senza precedenti", lo ha dichiarato Andrea Crisanti, virologo, direttore del laboratorio di microbiologia all'Università di Padova, al programma In Vivavoce di Rai Radio1. "Se avessimo fatto un lockdown serio a Natale questo problema non ce l'avremmo, quello cha manca sono linee chiare e precise date in anticipo" ha osservato il virologo, aggiungendo: "Abbiamo ancora tantissimi casi giornalieri, in Italia c'è una prevalenza di circa il 18% della variante inglese, ha una infettività elevatissima, può mettere in ginocchio un paese come dimostra l'esperienza di Portogallo, Israele, Germania del Nord e Inghilterra stessa. La colpa non è delle persone, ma chi gli dà la possibilità di andare in giro. Penso che gli italiani meritino rispetto e che venga detta la verità. Se le misure di restrizione messe in atto in primavera fossero state protratte altre due o tre settimane non saremmo arrivati in questa situazione. Lo siamo per gli sbagli fatti da maggio a settembre, in parte indotti dalla necessità di cedere a quel gruppo a quegli interessi, partiti o categorie. Il virus è tra noi, se continuiamo con questo tira e molla alla fine non ci saranno piu ristori per nessuno, basta vedere le economie asiatiche che sono in piena esplosione grazie ad una politica diversa, di tolleranza zero. Ogni caso è un caso di troppo perché può reinnescare l'epidemia".

A cura di Antonio Palma
15 Febbraio
19:57

Tutto quello che sappiamo della variante covid inglese in Italia

La diffusione della variante covid inglese non è omogenea sul territorio nazionale ma più concentrata al Centro-Nord, con ampie differenze tra le diverse Regioni e Province Autonome che vanno dallo 0% a quasi il 60% dei casi di Covid. Lo indicano i dati del monitoraggio dell’ISS che, nel complesso, riportano che il 17,8% dei casi (uno su cinque) è legato al ceppo inizialmente identificato nel Regno Unito e contraddistinto da una maggiore trasmissibilità. Tutto quello che sappiamo della variante covid inglese in Italia

A cura di Antonio Palma
15 Febbraio
19:46

Covid, impennata di contagi a Pescara a causa della variante inglese

Impennata di contagi a Pescara a causa della variante inglese. La provincia abruzzese, che insieme a quella di Chieti è da ieri in zona rossa, oggi registra il record di contagi. Preoccupa l'area metropolitana, dove dilaga la variante inglese, a cui – secondo le ultime stime del laboratorio di Genetica molecolare dell'Università di Chieti – è riconducibile il 65% dei contagi, percentuale in aumento rispetto ai giorni scorsi. Si tratterebbe di una delle aree d'Italia in cui la variante sta circolando di più. "La variante è ora dominante", afferma il direttore della struttura, Liborio Stuppia, secondo cui nella zona serve un "lockdown duro".

A cura di Antonio Palma
15 Febbraio
19:35

Riunione tra Cts, Governo e Regioni: "Collaborazione sulle nuove misure anti covid"

Ci sarà un coordinamento sempre più forte tre Comitato scientifico, Governo e Regioni sulle misure anticontagio da intraprendere per fermare la pandemia. "Nel positivo incontro di oggi con il Cts, il ministro Speranza, il ministro Gelmini e il Presidente Bonaccini, è stata condivisa la necessità di stretta collaborazione tra le istituzioni e la comunità scientifica per arrivare a decisioni efficaci e a un forte coordinamento del Cts con il Governo e con le Regioni". È quanto emerge da fonti presenti all'incontro.

A cura di Antonio Palma
15 Febbraio
19:21

A Genova isolata variante covid sudafricana su una paziente di 25 anni

A Genova isolata variante covid sudafricana su una paziente di 25 anni. Il team dell'Unità Operativa di Igiene dell'Ospedale Policlinico San Martino, diretto dal professor Giancarlo Icardi, ha isolato la variante sudafricana del Sars-Cov-2, riscontrata su una paziente di 25 anni di rientro dall'estero, che avrebbe fatto scalo aereo in un Paese a rischio. La paziente si è auto denunciata e auto isolata. Positiva dal 31 gennaio, si è negativizzata l'8 febbraio scorso. A ora, informa il Policlinico "non sono stati rilevati casi secondari derivanti".

A cura di Antonio Palma
15 Febbraio
19:11

Di Lorenzo (Irbm): “Vaccino AstraZeneca efficace al 100% contro malattia grave e variante inglese”

“Studi hanno mostrato una efficacia del vaccino Covid Oxford-AstraZeneca del 76% dopo la prima dose e dell’82% con il richiamo fatto 12 settimane dopo, oltre ad una efficacia del 100% del vaccino per quanto riguarda la malattia grave. Funziona anche sulla variante inglese" lo ha dichiarato Piero Di Lorenzo, presidente e amministratore delegato di Irbm di Pomezia, a Fanpage.it. "L'Ema ha approvato il vaccino dai 18 anni in su, non mettendo limiti – ha spiegato intervenendo in diretta sul canale YouTube di Fanpage.it-. Nel via libera dell'Aifa invece è comparso il limite dei 55 anni. Non so il perché, non ho partecipato alla decisione e non esprimo giudizi. Nel merito, però, posso precisare che uno studio portato avanti su più di 12mila persone in Inghilterra e altre 12mila persone in Brasile, tra cui ci era il 38% di over 55, non ha evidenziato alcun problema particolare, ma una efficacia del 76% dopo la prima dose e dell'82% con il richiamo fatto 12 settimane dopo".

A cura di Antonio Palma
15 Febbraio
19:02

Iss: Innalzare misure in tutto il Paese contro variante inglese

"Si raccomanda di intervenire al fine di contenere e rallentare la diffusione della variante VOC 202012/0, rafforzando/innalzando le misure in tutto il paese e modulandole ulteriormente laddove più elevata è la circolazione, inibendo in ogni caso ulteriori rilasci delle attuali misure in atto" lo afferma l'Istituto superiore di sanità nello studio di prevalenza della variante inglese in Italia, relativo alla indagine svolta lo scorso 4-5 febbraio. “La vaccinazione delle categorie di popolazione più fragile sta procedendo rapidamente ma non ha ancora raggiunto coperture sufficienti” e per questo “la diffusione di varianti a maggiore trasmissibilità può avere un impatto rilevante se non vengono adottate misure di mitigazione adeguata” spiegano dall’Isss. Secondo lo studio “la variante è diffusa nell'88% delle Regioni partecipanti (al momento 16) allo studio con percentuali rispetto ai casi totali che vanno fino al 59% in alcune aree”.

A cura di Antonio Palma
15 Febbraio
18:51

Nel Lazio oggi 760 nuovi contagi da coronavirus e 34 morti

Il bollettino della Regione Lazio di lunedì 15 febbraio registra 760 diagnosi di nuovi casi di coronavirus su oltre 15mila test processati. Nelle ultime 24 ore sono morte 34 persone e guarite 1885. I pazienti ricoverati in ospedale sono 2090 e quelli ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 254.

A cura di Antonio Palma
15 Febbraio
18:43

Johnson promette vaccini anti covid a tutti gli over 50 nel Regno Unito per aprile

Il primo ministro britannico, Boris Johnson promette vaccini covid a tutti gli over 50 nel Regno Unito per aprile. L'annuncio dopo aver completato la somministrazione della prima dose dei vaccini anti Covid a oltre 15 milioni di cittadini offrendola a tutti gli ultrasettantenni del Paese e a addetti alla sanità e all'assistenza in prima fila.  Johnson si impegna ora a portare a termine la copertura vaccinale di tutte e 9 le categorie indicate come prioritarie, inclusi tutti gli over 50 residenti sull'isola, "entro la fine di aprile". Lo ha annunciato oggi in un nuovo briefing a Downing Street

A cura di Antonio Palma
15 Febbraio
18:33

In Italia terapie intensive sopra la soglia in 4 regioni per malati covid

In Italia tornano a salire i ricoveri covid: terapie intensive sopra la soglia in 4 regioni. A preoccupare è la situazione di quattro regioni che da giorni vedono numeri dei ricoveri covid in crescita e posti letto ormai ben oltre la soglia sia nei reparti di terapia intensiva si nei reparti non gravi quando invece la soglia nazionale resta sotto il livello di guardia. Il dato più critico arriva dall’Umbria.

A cura di Antonio Palma
15 Febbraio
18:15

Oms ha dato l'approvazione d'emergenza per il vaccino anti-Covid di AstraZeneca

L'Oms ha dato l'approvazione d'emergenza per il vaccino anti-Covid di AstraZeneca, un passaggio che apre la strada alla distribuzione di centinaia di milioni di dosi ai paesi svantaggiati fino ad ora privi di immunizzazione. Lo ha annunciato la stessa agenzia delle Nazioni Unite in un comunicato stampa. La procedura aiuta i Paesi che non hanno i mezzi per determinare da soli l'efficacia e la sicurezza di un farmaco ad avere un accesso più rapido alle terapie e consente al dispositivo Covax, impostato per garantire un accesso equo al vaccino, di iniziare la distribuzione. Un'analoga autorizzazione era stata data a gennaio al vaccino Pfizer.

A cura di Antonio Palma
15 Febbraio
18:02

Varianti covid preoccupano l’Europa, l’Ecdc: “Rischio di diffusione virus torna alto”

Secondo l’Ecdc, cioè il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, è allarme variante inglese nei 27 stati membri, con un rischio associato a un’ulteriore diffusione del contagio “attualmente valutato come alto per la popolazione complessiva e molto alto per gli individui vulnerabili”. Le varianti hanno "maggiore trasmessibilità" e potrebbero "determinare una maggiore gravità della malattia" mentre "I vaccini esistenti" potrebbero essere "meno efficaci" spiega l'analisi del rischio aggiornata dall'Ecdc Rche consiglia per questo si accelerare le campagne di vaccinazione.

A cura di Antonio Palma
15 Febbraio
17:51

In Lombardia oggi 945 contagi e 35 morti covid, ricoveri in aumento

In Lombardia sono stati segnalati 945 nuovi casi di Coronavirus e 35 morti, nelle ultime 24 ore per un totale di 27.816 decessi ufficiali. Aumenta il numero dei guariti/dimessi, ora arrivato a 487.577. Aumentano però i ricoveri in ospedale (più 10 per un totale di 3.572), e sale anche il numero di persone ricoverate in terapia intensiva: sono 366 i pazienti ricoverati. Brescia la provincia più colpita. Ecco il bollettino con i dati di oggi lunedì 15 febbraio sui contagi Covid in Lombardia.

A cura di Antonio Palma
15 Febbraio
17:38

Bollettino 15 febbraio, aumentano i ricoveri covid in Italia

Aumentano i ricoveri covid in Italia. Secondo i dati del bollettino di oggi lunedì 15 febbraio sulla situazione epidemica in Italia. I ricoveri totali nei reparti nei critici aumentano complessivamente di 66 unità mentre i ricoveri in terapia intensiva aumentano di 4 unità. Ad oggi sono 18.515 i ricoverati con sintomi covid nei normali reparti e 2.089 quelli in terapia intensiva. I nuovi ingressi del giorno sono invece 122. Con 179.278 tamponi analizzati il tasso di positività scende al 4,1% (-1,3%).

A cura di Antonio Palma
15 Febbraio
17:30

Coronavirus Italia, oggi 7.351 contagi e 258 morti per Covid: il bollettino

Sono 7.351  i nuovi contagi da Coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore a fronte di 179.278 tamponi analizzati. Nell'ultima giornata sono invece 258 i decessi covid registrati nel nostro Paese. I guariti di oggi sono 11.771. Sono questi i dati del bollettino di oggi lunedì 15 febbraio sulla situazione epidemica in Italia. La regione con il più alto numero di infezioni giornaliero è l’Emilia-Romagna seguita da Campania  e Lombradia Dall'inizio dell'emergenza covid in totale i contagi sono 2.729.223, i decessi 93.835.

A cura di Antonio Palma
15 Febbraio
17:23

Covid, in Campania oggi 966 contagi e 16 morti: bollettino di lunedì 15 febbraio

In Campania oggi 966 nuovi contagi e 16 morti covid.  Torna a crescere il tasso di positività che si attesta sopra il 10% giornaliero. Preoccupa la variante inglese: la Regione Campania spiega che un positivo su 4 è per la variante britannica, il 25% del totale. Oggi 966 casi su 9.509 tamponi, con 16 morti e 888 guariti. Da inizio pandemia, i decessi superano quota 4mila.

A cura di Antonio Palma
15 Febbraio
17:14

In Piemonte 438 nuovi contagi e 14 morti covid in 24 ore: il bollettino

Sono 438 i nuovi contagi da Coronavirus in Piemonte nelle ultime 24 ore secondo il bollettino reso noto oggi. Da ieri sono stati registrati altri 14 morti covid, di cui uno oggi. La percentuale di positività è al 4,3% sui 10.263 tamponi eseguiti. Da inizio pandemia ci sono stati, quindi, 237.872 contagi, di cui 21.118 ad Alessandria, 12.348 ad Asti, 8.140 a Biella, 32.342 a Cuneo, 18.591 a Novara, 124.925 a Torino, 8.767 a Vercelli, 8.600 a Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 1.182 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 1.859 sono in fase di elaborazione.

A cura di Antonio Palma
15 Febbraio
17:10

In Nuova Zelanda torna la paura Coronavirus: colpa della variante inglese

In Nuova Zelanda, che aveva annunciato nei mesi scorsi di aver sconfitto la pandemia, torna la paura Coronavirus: la città di Auckland è finita in lockdown dopo l'individuazione di tre nuovi casi collegati alla varianti inglese di Covid-19 almeno fino a mercoledì prossimo. La premier Ardern: "Chiedo ai neozelandesi di continuare a essere forti e pazienti".

A cura di Ida Artiaco
15 Febbraio
16:46

Ricciardi e l'ipotesi lockdown: "Se non sono utile mi faccio da parte"

"Queste sono considerazioni che lascio alla politica. Se posso essere utile al Paese con i miei consigli, lo faccio a livello internazionale e lo faccio anche in Italia. Altrimenti, mi faccio da parte". Lo afferma Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza, a Rainews24, rispondendo alle polemiche e richieste di dimissioni da parte di alcuni seguite alla sua ipotesi di un lockdown stringente per contrastare la pandemia e la circolazione delle nuove varianti.

A cura di Ida Artiaco
15 Febbraio
16:43

Coronavirus in Emilia Romagna, oggi 1.391 nuovi casi e 21 morti

Sono 1.391 i nuovi contagi da Coronavirus in Emilia Romagna secondo il bollettino reso noto oggi. Da ieri sono stati registrati altri 21 morti. Nelle ultime 24 ore sono stati fatti 12.058 tamponi con una percentuale di positività dell'11,5%. Dall'inizio dell'epidemia i contagi sono stati 237.123. In aumento i ricoveri. In terapia intensiva 172 (+1 rispetto a ieri), 1.972 quelli negli altri reparti Covid (+61).

A cura di Ida Artiaco
15 Febbraio
16:32

Ecdc: "In Europa rischio alto di diffusione del Covid a causa delle varianti"

A causa delle varianti il rischio associato a un'ulteriore diffusione del Covid nell'Ue è "attualmente valutato come alto-molto alto per la popolazione complessiva e molto alto per gli individui vulnerabili". Lo scrive l'Ecdc nella sua analisi del rischio aggiornata. I paesi dovrebbero accelerare le campagne di vaccinazione, raccomanda l'Agenzia, poiché le varianti hanno "maggiore trasmissibilità" e potrebbero "determinare una maggiore gravità della malattia", e "i vaccini con licenza esistenti" potrebbero essere "solo parzialmente o in gran parte meno efficaci".

A cura di Ida Artiaco
15 Febbraio
16:13

Il Cts chiede misure più stringenti per combattere le varianti del Covid-19

Il Cts ha messo a verbale venerdì scorso che serve un rafforzamento delle misure anti Covid, per tentare di arginare i contagi dovuti alle nuove varianti del coronavirus: “L’incidenza dell’epidemia – hanno scritto al termine della riunione i tecnici e gli scienziati coordinati da Agostino Miozzo – risulta nuovamente in crescita, con un impatto sostenuto sui sistemi sanitari”.

A cura di Ida Artiaco
15 Febbraio
16:11

Dal Tar del Lazio ok all'obbligo di mascherina per minori a scuola

"Resta ferma l'efficacia dei provvedimenti governativi con i quali, nel dettare misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19, non è stata prevista l'esenzione o le circostanze di esenzione per i minori infradodicenni di indossare la mascherina in ambito scolastico, senza eccezioni; ma l'Amministrazione potrà rivalutare la prescrizione alla luce delle specifiche indicazioni dettate dal Comitato tecnico scientifico". Così il Tar del Lazio in due identiche ordinanze cautelari. Nel primo dei due ricorsi, si ritiene che i provvedimenti impugnati, quanto all'imposizione dell'uso delle mascherine ai bambini durante l'orario scolastico, siano affetti da numerosi vizi, tra cui anche quello di abnormità, difettino di motivazione e di istruttoria, nonché illogici.

A cura di Ida Artiaco
15 Febbraio
16:06

In Brasile registrata la media quotidiana di morti Covid più alta da inizio pandemia

Nell'ultima settimana in Brasile è stata registrata la media quotidiana di morti riconducibili al contagio da nuovo Coronavirus più alta dall'inizio della pandemia. Secondo i dati diffusi dal consorzio che riunisce i principali gruppi editoriali del paese la media di decessi negli ultimi sette giorni è stata 1.073, la più alta dal 25 luglio 2020 considerato come picco della pandemia nel paese, quando la media fu di 1.097 morti. La media di decessi dell'ultima settimana è superiore del 4 per cento rispetto alle due settimane precedenti, indicando una crescita progressiva del numero di morti legati alla pandemia. Lo rivela il ministero della Salute, rendendo noto che il numero complessivo di contagi, sommando i dati forniti dai dipartimenti della Salute dei 27 stati è salito ad almeno 9.834.513 casi, 24.759 in più rispetto a quelli registrati nelle 24 ore precedenti. Tuttavia, per stessa ammissione del ministero della salute il numero di morti e contagi delle ultime 24 ore potrebbe essere sottostimato a causa della incapacità di municipi e stati di raccogliere i dati statistici nel fine settimana.

A cura di Ida Artiaco
15 Febbraio
16:00

Lockdown contro la variante inglese? Cosa ne pensano gli esperti

Gli esperti sono divisi sulle misure da adottare per contrastare la circolazione della variante inglese del Covid-19 in Italia ed evitare una risalita della curva dei contagi: mentre Ricciardi, Crisanti e Galli spingono per il lockdown totale, altri, come Burioni, Vaia e Pregliasco, chiedono di rivedere il sistema a colori già in vigore e implementare la campagna di vaccinazione.

A cura di Ida Artiaco
15 Febbraio
15:56

Vaia: "No al lockdown: si facciano rispettare le misure in vigore"

Il direttore sanitario dello Spallanzani di Roma Francesco Vaia si è detto contrario all'ipotesi di un nuovo lockdown: "Voglio dire un no netto e chiaro all'utilizzo delle varianti come ‘clava politica'. La scienza sia sempre libera da interessi economici e politici", ha scritto su Facebbok, per poi articolare meglio la sua posizione in un'intervista a RaiNews: "Non si tratta di aggravare le misure" anti-Covid  "ma di applicare con severità le misure che abbiamo. Un lockdown severo non serve, ma occorrono chiusure chirurgiche". Vaia si è poi rivolto direttamente ai cittadini laziali. "Mi rivolgo ai cittadini, applichiamo ancora con severità le regole così guadagniamo spazi di libertà. Non ci fate più vedere questi assembramenti. I ristoranti possono essere aperti, ma non strapieni".

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
15:39

Puglia, 345 nuovi casi di Coronavirus su 2.971 test

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati registrati 345 nuovi casi di Coronavirus su 2.971 test. Si contano anche 22 decessi: 1 in provincia di Bari, 3 in provincia BAT, 7 in provincia di Foggia, 7 in provincia di Lecce, 3 in provincia di Taranto. Il tasso di positività sale ed è del 11,6%. Per quanto riguarda i nuovi positivi, la provincia di Bari riporta 115 nuovi casi; seguono quelle di Foggia (95), Brindisi (30), Lecce (43), Bat (6), Taranto (53). A questi vanno sommati 1 caso di residente fuori regione e 2 caso di residenza non nota.

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
15:30

Val D'Aosta, nove positivi e nessun morto nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore in Valle d'Aosta sono stati rilevati nove nuovi casi positivi al Covid-19 su 24 persone sottoposte a tampone. Non ci sono stati decessi (il totale delle vittime sale a 413). È quanto riportato nel bollettino diffuso dalla Regione Valle d'Aosta in base ai dati dell'Usl. Gli attuali contagiati salgono a 138, uno in più di ieri. I guariti sono otto. I ricoverati sono 10, di cui due nel reparto di terapia intensiva.

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
15:22

Nuove varianti, Galli: "La soluzione è il lockdown totale"

"L'atteggiamento dei medici che non vogliono fare il vaccino AstraZeneca è da ‘snob'. Se non avessi fatto il vaccino Pfizer avrei fatto AstraZeneca pur sapendo che questo vaccino risulta meno efficace". A dirlo il direttore di Malattie infettive presso l'ospedale Sacco di Milano, Massimo Galli, ospite del programma ‘Il mio medico' su Tv2000. "Lockdown totale? Le nuove varianti – ha sottolineato il prof. Galli – portano sicuramente più infezioni e più problemi. E purtroppo la conclusione non può che essere la soluzione paventata dal professor Ricciardi. Mi preoccupano molto le nuove varianti sono già arrivate in Italia e hanno una capacità di diffusione maggiore della variante principale che imperversava fino adesso nel nostro Paese".

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
15:13

Abruzzo, 533 nuovi casi (308 a Pescara) e 12 morti nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore in Abruzzo sono stati registrati 533 nuovi casi di Coronavirus su 3.367 tamponi molecolari e 21.004 test antigenici: il tasso di positività è pari al 2.2%. Il totale dei positivi dall’inizio dell’emergenza sale così a 48.299. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 12 nuovi casi e sale a 1.575, di età compresa tra 73 e 88 anni: 2 in provincia di Chieti, 2 in provincia dell’Aquila, 5 in provincia di Teramo e 3 in provincia di Pescara). Del totale dei casi positivi, 12.728 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+45 rispetto a ieri), 11.571 in provincia di Chieti (+119), 11.571 in provincia di Pescara (+308), 11.854 in provincia di Teramo (+57), 402 fuori regione (+4) e 173 (-5) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
15:06

Pregliasco contro il lockdown: "Si rischierebbe ribellione sociale"

Mantenere chiusi gli impianti sciistici è stata una scelta giusta, anche se la tempistica dello stop è stata improvvida. "Forse la comunicazione tra regioni è stata poco efficace a causa del passaggio di governo tra Conte e Draghi". A dirlo a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, il virologo dell'ospedale Galeazzi di Milano Fabrizio Pregliasco. In merito alla proposta di lockdown è "il provvedimento che ha maggiore efficacia, Ricciardi ha ragione ma mi rendo conto che c'è una rabbia sociale di chi è in sofferenza da mesi. D'altra parte i dati sono in peggioramento, in Lombardia con la variante inglese pare siamo al 30% dei casi, la situazione va affrontata con attenzione".

L'esperto ha però aggiunto: "Credo però che un lockdown totale sia difficile da proporre dal punto di vista dell'opportunità politica e del disagio e della ribellione sociale che si rischierebbe". Per il virologo è meglio tentare prima una via "più accettabile", provare a "rivedere i parametri" su cui far partire le chiusure.

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
15:01

Campania, un contagio su 4 è da variante inglese di coronavirus

In Campania un caso di coronavirus su quattro è da attribuire alla variante inglese. Lo ha comunicato la Regione al termine di un'indagine mirata, finalizzata "all'analisi dell’aumento dei campioni positivi registrati in Campania nelle ultime settimane, in relazione a possibili varianti del virus". Lo studio, condotto dall'ospedale Cotugno, dall'istituto Zooprofilattico e Tigem, ha preso in esame "la diffusione territoriale del contagio attraverso il campionamento dei casi positivi", spiega Palazzo Santa Lucia, "ed ha già verificato che la percentuale di incidenza della cosiddetta variante inglese in Campania, in media con quella nazionale, è attestata al 25%".

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
14:46

Lopalco: "In Puglia aumentano i contagi tra i bambini"

Il Prof. Pier Luigi Lopalco
Il Prof. Pier Luigi Lopalco

Lockdown? Sotto questa parola si dice tutto e non si dice niente. Semmai in questo momento anziché parlare di lockdown penserei a delle misure selettive, rafforzate, per evitare tutte quelle situazioni in cui virus circola di più e che conosciamo ormai bene". A dirlo l'epidemiologo e assessore alla Sanità della Regione Puglia, Pierluigi Lopalco, rispondendo ai giornalisti che gli hanno chiesto se ritiene, come sostengono altri esperti, che in questo momento per l'Italia sia necessario un nuovo blocco totale. Lopalco è intervenuto all'inaugurazione della nuova clinica barese di "IVI". In merito alla situazione pugliese – definita stabile – Lopalco ha messo comunque in guardia: "Basta molto poco – ha avvertito – perché il trend risalga. Purtroppo stiamo già osservando un aumento dei casi, soprattutto nelle fasce di età più giovani, proprio nei bambini. È una situazione molto fluida".

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
14:31

I medici italiani: "Si liberino i brevetti dei vaccini"

Anche la Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, chiede di liberare i brevetti dei vaccini anti-Covid per consentire una produzione diffusa e una distribuzione universale. A dirlo è stato il Presidente, Filippo Anelli, associandosi agli appelli già lanciati da singoli scienziati, da organizzazioni come Medici Senza Frontiere e dalle associazioni italiane ed europee dei Medici Cattolici. "I brevetti sui vaccini, che, tutelando il giusto diritto alla proprietà intellettuale, costituiscono un volano per ricerca e innovazione, determinano tuttavia dei limiti nell'accesso alle cure – afferma Anelli -. In questo caso, l'emergenza è tale per cui l'accesso alla vaccinazione del maggior numero possibile di persone non risponde solo ai principi etici di universalità, equità e uguaglianza ma anche a una precisa strategia di prevenzione. Dobbiamo, infatti, essere più veloci del virus, e vaccinare gran parte della popolazione mondiale prima che l'agente patogeno, mutando, diventi resistente". Come fare, nella pratica? Anelli pensa alla via della "licenza obbligatoria".

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
14:11

Lombardia, stanziati 13,5 milioni di euro per gli autonomi con partita iva

La giunta lombarda ha approvato lo stanziamento di ulteriori tredici milioni e mezzo di euro a fondo perduto per l’indennizzo di lavoratori autonomi con partita iva non iscritti al Registro delle imprese. Soddisfatto l’assessore Guidesi che ha dichiarato: "Non vogliamo lasciare indietro nessuno".

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
14:06

Toscana, 428 nuovi casi e 18 morti nelle ultime 24 ore

I nuovi contagi da coronavirus registrati in Toscana nelle ultime 24 ore sono 428 su 7.684 test di cui 5.225 tamponi molecolari e 2.459 test rapidi, con un tasso dei nuovi positivi del 5,57% (9,6% sulle prime diagnosi). I morti sono 18. Lo ha reso noto Eugenio Giani, presidente della Regione, su Fb. Sono più bassi rispetto a ieri sia il numero dei nuovi casi (erano 725) sia, con una flessione proporzionalmente maggiore, il numero dei test (erano 16.140), cosa che fa alzare il tasso di positivi (era del 4,49%).

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
13:57

Festeggiano il compleanno in una ludoteca: 21 multe e rischio chiusura per il locale

Sono 21 le multe effettuate dai carabinieri di Trapani che hanno scoperto una festa di compleanno in corso in una ludoteca: i militari hanno ricevuto una segnalazione nel pomeriggio di domenica e sono intervenuti immediatamente interrompendo i festeggiamenti ai quali stavano prendendo parte venti adulti e numerosi bambini.

Dopo essere stati raggiunti da sanzioni amministrative da 400 euro ciascuno, tutti gli invitati hanno lasciato la festa. Anche il titolare della struttura ricreativa è stato raggiunto dalla sanzione amministrativa pecuniaria di 400 euro: ora rischia la chiusura dell'attività per cinque giorni.

A cura di Chiara Ammendola
15 Febbraio
13:44

In Basilicata 29 nuovi contagi e un morto nelle ultime 24 ore

Su 481 tamponi molecolari effettuati sono 29 i nuovi contagi da Covid-19 rilevati nelle ultime 24 ore in Basilicata. A comunicarlo è la task force regionale che fa sapere inoltre come l'esiguo numero di tamponi effettuati sia da imputare al giorno festivo. Nei dati comunicati dalla regione si registrano, inoltre, un decesso e 43 guarigioni. Ad oggi i positivi sono 3.213, di cui 3.137 in isolamento domiciliare. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 76, di cui 6 in terapia intensiva.

A cura di Chiara Ammendola
15 Febbraio
12:59

Il vaccino Pfizer efficace al 94% nel “mondo reale”: lo studio su 1,2 milioni di israeliani

Dopo aver confrontato i tassi di infezione sintomatica da coronavirus SARS-CoV-2 in 600mila cittadini israeliani vaccinati con quelli in altri 600mila non vaccinati, i ricercatori del Clalit Health Services hanno dimostrato che il vaccino anti COVID di Pfizer ha un’efficacia del 94 per cento. Il dato conferma nel “mondo reale” l’ottimo dato che era emerso dalla sperimentazione clinica.

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
12:55

È stato Draghi a decidere il rinvio dell'apertura degli impianti da sci

A stabilire il rinvio dell’apertura degli impianti da sci almeno al 5 marzo non è stato solo il ministro della Salute, Roberto Speranza. La decisione è stata condivisa dal governo e dal presidente del Consiglio, Mario Draghi. A farlo sapere sono fonti di Palazzo Chigi. Il provvedimento è arrivato solamente il 14 febbraio, a meno di un giorno dalla prevista riapertura degli impianti, scatenando polemiche furibonde tra gli operatori del settore.

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
12:51

Alto Adige, 212 nuovi casi e tre morti. In aumento la pressione sugli ospedali

In Alto Adige sono 212 i nuovi casi di Covid-19 nelle ultime 24 ore su un numero di tamponi effettuati decisamente più basso, 2.167 rispetto ai 7-8.000 dei giorni scorsi. Le nuove positività vengono scisse, 144 su 1.542 tamponi molecolari esaminati e 68 su 625 test antigenici effettuati. Tre i morti registrati ieri per un totale di 946 da inizio pandemia (12 marzo 2020 il primo decesso collegato al coronavirus). Su 190.530 persone complessivamente sottoposte a test molecolare, 40.240 sono risultate positive e 26.400 sono guarite. Per quanto concerne gli antigenici su 676.746 test effettuati, 20.144 sono le persone risultate positive. Importante la pressione sugli ospedali: 258 sono i pazienti covid ricoverati nei normali reparti, 44 necessitano della terapia intensiva e 163 sono ricoverati in strutture private convenzionate.

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
12:44

Sardegna, tutti a cena insieme dopo la caccia: sanzionati 15 cacciatori

Dopo la caccia hanno organizzato una cena all'interno di un ovile, a San Nicolò Gerrei, nella provincia del Sud Sardegna. In 15 sono stati sorpresi dai carabinieri e segnalati alla prefettura di Cagliari per violazione delle normative per la mitigazione dei contagi: i cacciatori, tutti della zona e di età compresa tra i 25 e i 60 anni, dovranno pagare una sanzione di 400 euro a testa. I militari sono arrivati nelle vicinanze dell'ovile, in località Sa Serra, intorno alle 22,15, per un controllo ad una struttura comunale, possibile obbiettivo di incursioni di ladri. Non molto lontano hanno notato 8 macchine parcheggiate in prossimità di un casolare: giunti nell'ovile, hanno trovato i 15 – tutti senza mascherina – che si preparavano per la cena, con un maialetto che rosolava di fronte al camino.

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
12:37

Brennero, coda di camion di 40 km per sottoporsi al tampone necessario per andare in Germania

Il governatore bavarese Markus Söder ha stabilito che si potrà entrare nella regione solo dopo essersi sottoposti a un tampone rapido o molecolare nelle ultime 48 ore: per questo migliaia di camionisti sono in coda lungo l’Austostrada A22 del Brennero per sottoporsi ai test. La fila di camion ha toccato i 40 chilometri.

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
12:19

Assumere Vitamina D riduce sensibilmente il rischio di finire in terapia intensiva

Il trattamento con calcifediolo, il principale metabolita della vitamina D3, ha ridotto in modo significativo il rischio di ricovero in terapia intensiva e la mortalità nei pazienti ospedalizzati con Covid-19. Lo rivelano i risultati di un nuovo studio condotto da un team di ricerca spagnolo su un totale 930 pazienti ricoverati nelle unità Covid dell’Hospital del Mar di Barcellona tra il 1° marzo e il 31 maggio 2020. Di questi, 551 pazienti sono stati trattati con calcifediolo, somministrato per via orale al momento del ricovero in ospedale (due capsule da 266 ug il primo giorno e dosi successive di una capsula da 266 ug al giorno 3, 7, 15 e 30) mentre i restanti 379 pazienti non hanno ricevuto il trattamento.

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
11:48

Nelle Marche 128 nuovi casi su 601 test eseguiti

Nelle Marche nelle ultime 24 ore sono stati testati 1.120 tamponi: 601 nel percorso nuove diagnosi (di cui 106 nello screening con percorso Antigenico) e 519 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 21,3%). I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 128 (23 in provincia di Macerata, 90 in provincia di Ancona, 5 in provincia di Pesaro-Urbino, 2 in provincia di Fermo, 2 in provincia di Ascoli Piceno e 6 fuori regione).

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
11:29

Crisanti: "Subito lockdown duro. Solo noi pensiamo a sciare e a mangiar fuori"

Serve "un lockdown duro subito per evitare che la variante inglese diventi prevalente e per impedire che abbia effetti devastanti come in Inghilterra, Portogallo e Israele". A dirlo, in un'intervista rilasciata a La Stampa, il virologo Andrea Crisanti. "Va chiuso tutto e va lanciato un programma nazionale di monitoraggio delle varianti. Dove si trovano le varianti brasiliana e sudafricana servono lockdown stile Codogno, non le zone rosse che sono troppo morbide", ha aggiunto. Secondo Crisanti "la Germania continua il lockdown, la Francia pure, l’Inghilterra anche, solo noi pensiamo a sciare e a mangiar fuori. Tutti vogliamo una vita normale, ma non si realizza se non si controlla la pandemia". "Il rischio attuale è la diffusione della variante inglese, che se non si ferma subito aumenterà di molto la circolazione del virus e di conseguenza il rischio ulteriore di altre varianti, tra cui alcune che potrebbero resistere ai vaccini".

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
11:18

Studio rivela: "Variante inglese potrebbe essere fino al 70% più mortale"

Esaminando i dati di diversi studi condotti nel Regno Unito, i ricercatori del NEVRTAG (New and Emerging Respiratory Virus Threats Advisory Group) hanno determinato che la variante inglese del coronavirus SARS-CoV-2 potrebbe avere una mortalità tra il 30 e il 70 % superiore rispetto al ceppo originale. I risultati sono da confermare da indagini più approfondite.

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
11:12

UK, Johnson: "Da oggi vaccineremo le persone della fascia 65-69 anni"

"Oggi iniziamo la fase successiva del nostro programma di vaccinazione, con le persone di età compresa tra 65 e 69 anni e le persone clinicamente vulnerabili a cui viene offerto il vaccino". Ad annunciarlo il primo ministro britannico Boris Johnson su Twitter. Il premier aggiunge: "Se hai più di 70 anni e non hai ancora fatto il primo vaccino, parla con il tuo medico, prenota uno slot online o chiama il 119".

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
10:47

Cartabellotta (Gimbe): "Lockdown di 2 settimane per abbassare i contagi e riprendere il tracciamento"

"Un lockdown totale per due settimane farebbe abbassare la curva per poter riprendere il tracciamento, altrimenti bisognerà continuare con stop e go per tutto il 2021. Immaginare che la somministrazione del vaccino possa far migliorare la situazione è molto difficile, sia per come sta procedendo sia per l’incognita varianti. L’obiettivo dovrebbe essere far circolare il virus meno possibile e non abbassare il carico sugli ospedali, tutti i Paesi invece hanno scelto la seconda via". A dirlo il dottor Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe,  intervenuto stamattina ai microfoni della trasmissione ‘L’Italia s’è desta' su Radio Cusano Campus.

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
10:23

In 40 festeggiano il compleanno in un bar: locale chiuso dai carabinieri, tutti multati

Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

I carabinieri di Campi Bisenzio (Firenze) hanno chiuso un bar/ristorante che era stato mantenuto aperto nonostante i divieti: sono stati multati i due gestori e 40 clienti. Domenica 14 febbraio, intorno all'ora di pranzo, nell'ambito di mirati servizi finalizzati alla verifica di eventuali violazioni della normativa anti-Covid, i militari hanno trovato nel locale seduti ai tavoli 40 clienti stranieri, residenti nelle province di Prato, Firenze e Pistoia, che stavano festeggiando un compleanno. Multe di 400 euro sono state elevate sia agli avventori che ai due titolari del bar/ristorante.

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
09:41

In Italia 2.989.748 le dosi di vaccino somministrate: l'81,8% di quelle consegnate

Sono 2.989.748 le dosi di vaccino contro il Covid-19 finora somministrate in Italia, l'81,8% del totale di quelle consegnate (3.651.270, di cui 3.288.870 Pfizer/BioNTech, 112.800 Moderna e 249.600 Astrazeneca). La somministrazione è stata fatta a 1.884.969 donne e 1.104.619 uomini. Le persone che hanno ricevuto entrambe le dosi sono 1.281.779. È quanto si legge nel report online del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria aggiornato alle 8:00 di oggi. Nel dettaglio, le dosi sono state somministrate a 2.033.157 operatori sanitari, 559.832 unità di personale non sanitario, 324.120 ospiti di strutture residenziali e 72.639 over 80.

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
09:27

Stazione sciistica della Val d'Ossola apre per protesta

Dopo le polemiche per la mancata riapertura degli impianti sciistici sono scattate le prime proteste. Questa mattina la stazione sciistica della Piana di Vigezzo ha deciso di tenere aperti gli impianti nonostante lo stop arrivato da Roma. Luca Mantovani, amministratore delegati della società "Vigezzo & Friends" che gestisce gli impianti, conferma all'AGI: "Siano aperti e sta continuando ad arrivare gente, intorno alle 8 avevamo già portato in quota con la funivia che collega la valle con le piste – e che è un trasporto pubblico locale e quindi può rimanere in ogni caso aperta –  almeno un centinaio di persone".

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
09:12

Germania, superati i 65mila morti di Covid

La Germania supera i 65mila morti Covid da inizio pandemia: secondo i dati del Robert Koch Institute sono infatti 65.076 le persone positive al Sars-CoV-2 decedute nel Paese. Sono invece 2.338.987 le infezioni in Germania al 15 febbraio. I dati delle ultime 24 ore vedono 4.426 nuovi casi e 116 decessi. Esattamente una settimana fa, l'RKI aveva registrato 4.535 nuove infezioni e 158 nuovi decessi in un giorno.

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
08:48

Piemonte, sindaco decreta un lockdown per 700 abitanti dopo alcuni contagi a scuola

Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Massimo Patritti, sindaco di Re, piccolo comune della Val Vigezzo, in provincia del Verbano Cusio Ossola, a pochi chilometri dal confine con la Svizzera, ha decretato ieri quello che può essere definito un "mini-lockdown" comunale. I settecento abitanti del paese, noto per un imponente santuario mariano meta di numerosi pellegrinaggi, sono stati caldamente invitati a rimanere in casa e limitare al minimo indispensabile gli spostamenti. Il sindaco venerdì aveva chiuso la scuola primaria e la materna del paese per 15 giorni dopo un caso di positività tra i bambini. L'invito a rimanere in casa, spiega il primo cittadino, è stato diramato in quelle che sono considerate ore cruciali per la potenziale diffusione del virus, per limitare i possibili contagi. Dopo che i bambini delle scuole sono stati posti in isolamento obbligatorio domiciliare, con il divieto di entrare in contatto con altre persone, ora arriva l'invito perentorio agli altri cittadini a non uscire se non per necessità inderogabili.

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
08:35

Giappone, da mercoledì al via le vaccinazioni contro il coronavirus

A partire da mercoledì prossimo anche il Giappone inizierà la sua campagna di vaccinazione contro il coronavirus. Lo ha annunciato il primo ministro Yoshide Suga, citato da Nhk. Il capo del governo di Tokyo ha detto che le vaccinazioni contro il coronavirus prenderanno il via con le somministrazioni al personale sanitario. Suga ha annunciato l'inizio della campagna di vaccinazione all'ultima riunione della commissione per il bilancio della Camera Bassa. Ha detto che il governo farà tutto il possibile per fornire vaccini sicuri ed efficaci alla popolazione il più rapidamente possibile. Ieri il governo di Tokyo ha dato il via libera al vaccino sviluppato dalla società farmaceutica statunitense Pfizer.

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
08:19

Ricciardi insiste: "Serve lockdown nazionale breve e mirato per tornare prima alla normalità"

Il professor Walter Ricciardi torna a proporre un lockdown al governo. "Io – dichiara al Messaggero – sono consigliere del ministro della Salute e a lui mi rivolgo. E Speranza ha sempre accolto i miei suggerimenti. Nel precedente governo, però, trovava un muro, trovava la linea di chi voleva convivere con il virus". "Questo – continua – ha causato decine di migliaia di morti e ha affondato l'economia. Spero che la strategia del nuovo governo sia ‘no Covid' che ci riporti a una prospettiva di normalità in tempi ragionevoli. Ci riavvicineremmo al ritorno alla vita normale e alla ripresa economica, come dimostrano gli esempi di Cina, Taiwan, Corea del Sud, Australia, Nuova Zelanda. Ora anche Usa, Germania e Danimarca vanno in questa direzione".

Ricciardi ha proposto al governo tre cose, "anche alla luce del problema delle varianti: lockdown breve e mirato; tornare a testare e tracciare; vaccinare a tutto spiano. Tenete conto che la variante inglese si trasmette più velocemente ed è lievemente più letale. Quella brasiliana può dare origine a reinfezioni, come è stato visto a Perugia. Per la sudafricana sembra limitata l'efficacia del vaccino AstraZeneca". Quando parla di lockdown pensa vada applicato su tutto il territorio nazionale come a marzo 2020. "Sì, perché dobbiamo limitare la circolazione del virus al di sotto dei 50 casi ogni 100mila abitanti. Deve durare il tempo necessario a tornare a questo dato di incidenza. Possono essere due, tre, quattro settimane, dipende quando si raggiunge l'obiettivo", ha concluso Ricciardi.

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
07:49

Palù (AIFA): "Resistiamo alla tentazione di riaprire. Così eviteremo la terza ondata"

Secondo Giorgio Palù, virologo e presidente dell'AIFA, l'Agenzia Italiana del farmaco, "se terremo a bada il virus nei prossimi due tre mesi, forse usciremo dal raggio della sua minaccia. Le infezioni respiratorie raggiungono il picco in inverno e in primavera-estate si mitigano. Dobbiamo avere fiducia. Spingendo sulla vaccinazioni e rinunciando per qualche altra settimana ad attenuazione di colori e tentazioni di riaperture". Secondo lo scienziato la terza ondata "si può evitare. Siamo in una fase discendente della curva epidemica, anche se lenta. Non è il momento di distrazioni. Fino a che l’abbassamento dell’Rt non sarà significativo tutti noi siamo chiamati a rispettare le misure di protezione individuale ed evitare gli assembramenti".

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
07:33

USA, 70.651 nuovi casi e 1.379 morti nelle ultime 24 ore

Gli Stati Uniti hanno registrato nelle ultime 24 ore altri 1.379 decessi legati al coronavirus e 70.651 nuove infezioni. Secondo i dati della Johns Hopkins University, il totale delle vittime sale a 485.305 e quello dei contagi a 27.638.751.

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
07:26

Coronavirus, nel mondo quasi 2,4 milioni di morti

Nel mondo i casi di coronavirus accertati sono 108.812.060 mentre i decessi 2.399.789. Questi i paesi più colpiti del pianeta:

Stati Uniti: 27.638.751
India: 10.916.589
Brasile: 9.834.513
Regno Unito: 4.049.920
Russia: 4.026.506
Francia:  3.467.884
Spagna: 3.056.035
Italia: 2.721.879

A cura di Davide Falcioni
15 Febbraio
07:14

Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, 15 febbraio

Nella giornata di ieri i nuovi casi di coronavirus sono stati 11.068 su un totale di 205.642 test effettuati, tra antigenici e tamponi molecolari. Dall’inizio dell'emergenza sanitaria di Covid-19 nel nostro Paese i contagi sono stati 2.721.879. È quanto emerge dai dati diffusi dal ministero della Salute col bollettino di ieri, domenica 14 febbraio. Il tasso di positività è del 5,38%. Nell’ultima giornata sono stati registrati 221 morti per Covid, per un totale di 93.577 morti dall’inizio dell’epidemia. I guariti salgono a 2.225.519 (+9.469 ). I casi attualmente positivi sono 402.783, di cui 18.449 ospedalizzati con sintomi, mentre i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 2.085. La regione con il più alto numero di infezioni giornaliero è la Lombardia seguita dalla Campania.

Questa la situazione regione per regione

Lombardia: +1.987

Veneto: +515

Piemonte: +549

Campania: +1.603

Emilia Romagna: +1.323

Lazio: +809

Toscana: +725

Sicilia: +479

Puglia: +732

Liguria: +274

Friuli Venezia Giulia: +216

Marche: +355

Abruzzo: +222

Sardegna: +83

P.A. Bolzano: +395

Umbria: +292

Calabria: +151

P.A. Trento: +167

Basilicata: +74

Molise: +112

Valle d'Aosta: +5

Nel mondo sono 108.812.060 i contagi accertati, mentre i decessi 2.399.789. Con 27.639.538  gli Stati Uniti sono il primo paese per numero di infezioni seguiti da India, Brasile, Regno Unito, Russia, Francia, Spagna e Italia.

A cura di Davide Falcioni
31.035 CONDIVISIONI
26040 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni