366 CONDIVISIONI
Coronavirus
12 Novembre 2020
07:07
AGGIORNATO13 Novembre

Le notizie del 12 novembre sul Coronavirus, Arcuri: “Curva dei contagi sta rallentando”

366 CONDIVISIONI

Le ultime notizie sul Coronavirus in Italia, i dati e le news dal mondo di oggi, giovedì 12 novembre. 37.978 casi di Covid-19 in Italia secondo l’ultimo bollettino, con 636 decessi. Dall’inizio dell’epidemia superato il milione di contagi. Balzo in avanti dei nuovi casi in Veneto: oltre 3.5mila, quasi 2mila Toscana e 1,4mila in Puglia. Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia-Romagna impongono maggiori restrizioni con nuove ordinanze. Arcuri: "Vaccino arriverà entro fine gennaio, ma non per tutti". Boccia: "Natale solo con i familiari più stretti". Ricciardi: “Nuovo lockdown non escluso”. Sileri: “Verosimile che il vaccino Pfizer-BioNtech arrivi a inizio 2021”. Al pronto soccorso dell’ospedale Cardarelli di Napoli trovato un paziente covid morto in un bagno: procura dispone sequestro della salma. Nel mondo superati i 51 milioni di contagi: positivo il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, a New York coprifuoco alle 22, in Germania terapie intensive in forte affanno, in Russia record di morti. Mentre in Svezia la strategia del no-lockdown ha fallito: la seconda sta travolgendo il Paese. In Francia lockdown per altre 2 settimane.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus
12 Novembre
23:08

Crisanti: "Il lockdown arriverà dopo Natale. Se i morti aumentano, arriverà prima"

"Il lockdown arriverà dopo Natale. Se i morti aumentano, arriverà prima". A dirlo, intervento a Piazzapulita, è il professor Andrea Crisanti. "Ci sono piccole oscillazioni nei dati, sembra che siamo in una situazione più o meno di stabilità con un numero di contagi impressionante. Fatte le debite proporzioni, siamo in una situazione simile a quella di inizio marzo. L'ondata dei decessi deve ancora arrivare, è nella logica dei numeri. Stiamo vedendo i decessi legati ad infezioni che si sono verificate 2-3 settimane fa. È nell’ordine delle cose" un lockdown nazionale. Secondo Crisanti, con queste misure i contagi non diminuiranno: "Penso che si cerchi di scavallare il Natale per fare il lockdown dopo. A meno che non si arrivi a 1000 morti al giorno e a quel punto la spinta sociale sarà superiore agli interessi economici. Che Natale passeremo? Tutto dipenderà dalla spinta emotiva legata al numero dei decessi. Se aumentano, non credo si possa evitare il lockdown. Se i decessi rimangono a questo livello, il lockdown arriverà dopo Natale".

A cura di Susanna Picone
12 Novembre
23:02

Calabria, Ricciardi: "Gino Strada sarebbe un fuoriclasse"

Il problema della sanità in Calabria è "organizzativo-gestionale, nella scelta delle persone…Devi mandare un fuoriclasse, Gino Strada sarebbe una di queste". Lo ha detto il professor Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute, nel corso di Piazzapulita, aggiungendo che "Emergency è stata capace di mettere in piedi strutture sanitarie in Paesi disastrati e avendo a che fare con virus aggressivi e in situazioni impossibili". In Calabria "non servono persone professionali, ci sono già, invece mandare qualcuno che abbia capacità di cambiare registro"

A cura di Susanna Picone
12 Novembre
22:52

In campo l'esercito per la distribuzione dei vaccini

La Difesa è al tavolo per la pianificazione della distribuzione del vaccino. A quanto si apprende, come avvenuto per distribuzione dei dispositivi sanitari a marzo, saranno messe a disposizione le capacità del personale dell'esercito italiano. Per la distribuzione dei vaccini dovrebbe essere prevista una logistica ad hoc da parte della Difesa, già impegnata in missioni per sostegni logistici a lungo raggio come le operazioni internazionali. Non si esclude, così come già avviene a Milano per il vaccino influenzale, l'ipotesi che i militari possano essere adoperati anche per la somministrazione delle dosi.

A cura di Susanna Picone
12 Novembre
22:01

Il Portogallo estende coprifuoco notturno e lockdown nel weekend

Il Portogallo ha annunciato l'estensione del coprifuoco notturno e del lockdown nel weekend già in vigore in oltre 100 comuni ad altre 77 aree nel tentativo di contenere la seconda ondata di coronavirus. Lo riporta il Guardian. "La situazione è grave e più critica di quella che abbiamo vissuto nella prima ondata di pandemia", ha detto in conferenza stampa il premier Antonio Costa. I residenti delle zone interessate dalle misure sono invitati a non uscire di casa tranne che per lavoro, scuola o per fare la spesa durante la settimana e devono comunque restare in casa casa tra le 23 e le 5. Durante i fine settimana, è in vigore un lockdown dalle 13 alle 5, durante il quale tutti i punti vendita e i ristoranti resteranno chiusi, ad eccezioni di panifici, farmacie e negozi di alimentari di quartiere. I ristoranti potranno richiedere un risarcimento del 20% dei loro ricavi medi per compensare il reddito perso, ha annunciato Costa.

A cura di Ida Artiaco
12 Novembre
21:45

Il virologo Fauci: "Contro il Covid sta arrivando la cavalleria, ok al vaccino da dicembre"

Anthony Fauci, membro della task force anticoronavirus della Casa Bianca, vuole assicurare al paese, primo al mondo per numero di contagi e di casi, che la svolta è in arrivo. "Se ci pensate metaforicamente, la cavalleria sta arrivando", ha detto Fauci, capo del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID), durante un'intervista su Good Morning America dell'emittente Abc. "I vaccini avranno un grande impatto positivo. Cominceranno ad essere implementati e distribuiti a dicembre", ha detto Fauci. "Quindi, se potessimo tenere duro, fare le misure di salute pubblica di cui stiamo parlando, riusciremo a tenere tutto sotto controllo, ve lo prometto".

A cura di Ida Artiaco
12 Novembre
21:35

Nel Regno Unito 563 morti in 24 ore: mai così tanti da maggio

Il Regno Unito ha annunciato oggi altre 563 decessi avvenuti entro 28 giorni dal test positivo per Covid-19 a partire da giovedì. Questa è la cifra giornaliera più alta dall'inizio di maggio e porta il bilancio ufficiale delle vittime a 50.928, come riferisce The Guardian. Tuttavia, tenendo conto di tutti i decessi in cui il Covid-19 è stato menzionato nel certificato di morte, il totale è attualmente superiore a 65.000, sotto linea il quotidiano.

A cura di Ida Artiaco
12 Novembre
20:54

In Campania in arrivo mini zone rosse

In Campania ci saranno delle mini zone rosse Covid. Lo anticipa la Regione al termine del confronto avuto con il Governo e con le altre regioni oggi. In alcuni Comuni della Campania, quindi, quelli dove si registrano i maggiori focolai di Coronavirus, ci potrebbero essere delle restrizioni simili a quelle prevista per le aree rosse regionali.

A cura di Ida Artiaco
12 Novembre
20:29

In Germania anche i medici positivi potranno lavorare

Nel caso di mancanza di personale nelle strutture ospedaliere, anche i medici e infermieri positivi al Covid-19 potranno essere impiegati ricorrendo a "misure di protezione speciali". Lo ha detto il ministro della Salute tedesco Jens Spahn, citato dalla Dpa, intervenendo alla Giornata dell'assistenza. In caso di assenza di alternative, dunque, anche il personale medico o deputato alla cura che sia stato contagiato dal virus sarà chiamato a lavorare.

A cura di Ida Artiaco
12 Novembre
20:10

A Genova dal weekend vietate passeggiate su lungomare

"Stiamo lavorando a un'ordinanza con cui già da questo sabato e domenica vieteremo il passeggio in alcune parti della città, pensiamo le classiche passeggiate e le spiagge". Lo ha annunciato il sindaco di Genova Marco Bucci, che ha spiegato che il "transito per raggiungere le attività commerciali sarà consentito". Inoltre i parchi resteranno aperti ma controllati.

A cura di Ida Artiaco
12 Novembre
20:05

Toti: "In Liguria sconti per anziani che fanno la spesa in fasce protette"

"Oggi presentiamo una serie di orari privilegiati per gli anziani per fare la spesa nei mercati rionali e nei negozi del vicinato: avranno uno sconto in certe ore, in certe fasce protette". Lo ha annunciato il presidente della Liguria, Toti.

A cura di Ida Artiaco
12 Novembre
19:42

Scuole chiuse a Palermo da lunedì prossimo

Da lunedì 16 novembre le scuole dell'obbligo a Palermo resteranno chiuse. Lo ha deciso il sindaco del capoluogo siciliano, Leoluca Orlando. "Preso atto del mancato invio di notizie circa lo stato delle strutture ospedaliere in città e della tenuta del sistema sanitario complessivamente a livello regionale, con possibile ricaduta gravissima sulle condizioni di sicurezza dei cittadini, e preso atto del considerevole aumento dei contagi in tutta la Regione, ho deciso a malincuore di disporre a partire da lunedì prossimo la chiusura di tutte le scuole dell'obbligo. Lo annuncio già oggi – aggiunge – perché le famiglie, i dirigenti scolastici e gli insegnanti possano prepararsi per tempo e non trovarsi di fronte ad un provvedimento dell'ultimo minuto. E' una decisione presa con sofferenza perchè sono conscio che la didattica a distanza per quanto possa essere svolta con professionalità e passione, non può garantire quel rapporto umano fra docenti e studenti e quel rapporto di socialità fra i giovani che sono parte integrante del processo di apprendimento. Ma proprio perchè siamo di fronte ad una emergenza sanitaria, devo assumermi la responsabilità di questo provvedimento". Le scuole comunali dell'infanzia resteranno aperte.

A cura di Ida Artiaco
12 Novembre
19:37

In Spagna altri 19.511 casi di Coronavirus e 356 morti

Il ministero della Sanità spagnolo ha notificato 19.511 nuovi casi di coronavirus e 356 morti. Il totale dei positivi al Covid-19 sale così a 1.437.220 dall'inizio dell'emergenza, quello dei morti a 40.461.

A cura di Ida Artiaco
12 Novembre
19:14

Arcuri: "Vaccino arriverà entro gennaio, curva dei contagi in leggero calo"

Il commissario straordinario, Domenico Arcuri, afferma che la curva dei contagi si sta raffreddando e parla del vaccino anti-Covid, annunciando che arriverà in Italia a fine gennaio. Non per tutti, però, perché le prime dosi andranno solo a 1,7 milioni di cittadini. Il vaccino, sottolinea ancora, “non sarà disponibile da subito per tutti”.

A cura di Ida Artiaco
12 Novembre
18:36

L'Oms frena gli entusiasmi sul vaccino: "Non fate affidamento su un nuovo farmaco"

Dopo aver aver definito "incoraggianti" le notizie sui vaccini Pfizer e BioNtech, il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, frena gli entusiasmi e avverte l'Europa di non fare affidamento su un "nuovo farmaco". Parlando al Forum della Pace di Parigi il direttore dell'Agenzia dell'Onu ha detto che è possibile "essere stanchi del Covid-19 ma il virus non è stanco di noi. I Paesi europei stanno lottando ma il virus non è cambiato, ne' sono cambiate le misure per fermarlo", ha ribadito Ghebreyesus.

A cura di Ida Artiaco
12 Novembre
18:10

Oltre 10mila persone sono morti di Covid in 24 ore: la metà è in Europa

Oltre 10 mila persone hanno perso la vita a causa del Covid-19 in un solo giorno in tutto il mondo, secondo il conteggio di Afp. Di queste, la metà (4.961) in Europa. E' la prima volta dall'inizio della pandemia che si raggiunge questa cifra simbolica. In America Latina e Cairabi sono stati registrati 1.868 decessi e altri 1.330 negli Stati Uniti, il Paese con il maggior numero di morti in 24 ore. Negli ultimi sette giorni, 18 Paesi, di cui undici in Europa, hanno registrato una media di oltre 100 decessi giornalieri. I Paesi con il maggior numero di morti sono gli Stati Uniti (1.038 in media al giorno), l'India (566) e la Francia (552).

A cura di Ida Artiaco
12 Novembre
18:02

In Gran Bretagna 33mila nuovi casi, ma è record di tamponi europeo: 377mila in 24 ore

Record di casi censiti di coronavirus nelle 24 ore nel Regno Unito: sono 33.470 i nuovi contagi registrati, poco meno del picco italiano di questi giorni, sebbene con un numero di test giornalieri che s'impenna al primato europeo assoluto: fino a quota 377.608. In leggero calo invece i morti segnalati negli ospedali dell'Inghilterra (in lockdown da oltre una settimana), passati a 317 contro i 361 di ieri, quando il totalizzatore delle vittime contate nell'intero Regno Unito aveva toccato la punta di 595, ossia del numero quotidiano più elevato di questa seconda ondata di Covid, fino a una somma complessiva di oltre 50.000 decessi: la più alta d'Europa in cifra assoluta, ma inferire a Paesi come Spagna o Belgio in rapporto alla popolazione.

A cura di Ida Artiaco
12 Novembre
17:56

In Italia l'incidenza dei positivi risale al 28,45% dopo 5 giorni di trend in calo

Con gli ultimi dati sul Coronavirus in Italia torna a salire al 28,45%, dopo cinque giorni di trend in calo, il rapporto tra persone sottoposte a tampone (133.478) e positivi al Covid-19 (37.978). Nella giornata di mercoledì l'incidenza si era attestata al 26,07%, mentre il picco (28,92%) si è registrato sabato 7 novembre. Nelle ultime 24 ore ci sono stati anche 15.645 guariti su oltre 100mila tamponi di controllo eseguiti (101.194). In totale, dunque, i tamponi effettuati da ieri sono stati 234.672.

A cura di Ida Artiaco
12 Novembre
17:32

Le patologie preesistenti più comuni nei pazienti deceduti per Covid in Italia

Analizzando statisticamente le cartelle cliniche di oltre cinquemila pazienti deceduti in Italia per infezione da coronavirus SARS-CoV-2, l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) ha stilato un elenco con le patologie preesistenti più diffuse. Il numero medio di comorbilità in questo campione era di 3,5. Fra esse ci sono malattie cardiovascolari e il diabete di tipo 2.

A cura di Ida Artiaco
12 Novembre
17:19

Il virologo Fauci: "Urgente trovare cure per bloccare la malattia agli esordi"

"Bisogna trovare urgentemente delle terapie per curare l’infezione da SarsCoV2 agli esordi, in modo da evitare l’aggravamento dei pazienti e ridurre la pressione sui sistemi sanitari". E' l’appello che il virologo Anthony Fauci lancia insieme ai suoi collaboratori dell’Istituto statunitense per le malattie infettive (Niaid) dal sito della rivista Jama, invitando scienziati, aziende farmaceutiche e società civile a intensificare gli sforzi. Nell’articolo gli esperti sottolineano come siano già disponibili o in via di sviluppo diversi farmaci per le forme più severe di Covid-19, mentre mancano rimedi efficaci per gli stadi più avanzati.

A cura di Ida Artiaco
12 Novembre
17:10

Ilaria Capua: "Trump curato con trattamento da Superman, ma è troppo costoso"

"Trump è stato capace di dare il peggiore esempio possibile, perché ha avuto un trattamento da Superman, tipo kryptonite. Gli hanno fatto una dose sostanziosa di anticorpo monoclonale, che è tipo un missile terra aria, e che blocca il virus quando sta entrando nel sangue e quindi non riesce a provocare malattia. Ma questa non è una medicina per tutti, è costosissima, la sua cura sarà costata moltissimo, si parla di 1 milione di euro. E' una cura da presidente". ;Lo ha detto, ospite di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, Ilaria Capua, direttrice dell'UF One Health Center della Florida, che è intervenuta nel programma condotto da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro. L'esperta ha anche ribadito: "Sono in lockdown volontario, non mi voglio ammalare, non me lo posso permettere, anche come immagine, devo dimostrare che questo virus posso tenerlo a bada. Infatti non esco da molto tempo, faccio solo una passeggiata per sgranchirmi le gambe. Sono tornata negli States lo scorso 7 agosto, da lì ad oggi sarò uscita 20 volte in tutto".

A cura di Ida Artiaco
12 Novembre
17:05

Aumentano in Italia i malati in terapia intensiva: ora ne sono 3.170

Aumentano le degenze e i ricoveri in terapia intensiva per Covid-19 in Italia. Secondo i dati dell'ultimo bollettino di oggi, i malati con sintomi ospedalizzati sono 29.873 (+429 rispetto a ieri), mentre quelli in terapia intensiva sono 3.170, con un incremento di 89 unità nelle ultime 24 ore.

A cura di Ida Artiaco
12 Novembre
16:59

Oggi 37.978 nuovi casi e 636 morti per Coronavirus in Italia

Secondo il bollettino di oggi, giovedì 12 novembre, sono 37.978 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore, su oltre 234mila tamponi effettuati, che portano il totale a 1.066.401 dall'inizio dell'emergenza. Sale ancora il numero delle vittime, ne sono 636.

A cura di Ida Artiaco
12 Novembre
16:52

Federfarma: "In almeno 5 regioni c'è carenza bombole ossigeno"

"A seguito di un monitoraggio effettuato da Federfarma, abbiamo rilevato alcune difficoltà di reperimento di bombole di ossigeno per le cure domiciliari di pazienti affetti da patologie respiratorie o connesse al Covid-19, in particolare in Abruzzo, Basilicata, Campania, Liguria, Valle d'Aosta e alcune zone del Piemonte e della Sicilia". Lo denuncia Federfarma che esorta i cittadini a riportare in farmacia le bombole non utilizzate. La criticità è emersa nel corso del Tavolo di confronto avviato dall'AIFA con Federfarma e Assogastecnici (Associazione delle aziende che operano nel campo della produzione e distribuzione dei gas tecnici, speciali e medicinali) per individuare le soluzioni più idonee ad assicurare le terapie necessarie a tutti i malati in assistenza domiciliare.

A cura di Biagio Chiariello
12 Novembre
16:39

Coronavirus Friuli: oggi 838 nuovi contagi e 9 morti

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 838 nuovi contagi (7.529 tamponi eseguiti) e 9 decessi da Covid-19. Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 16.940, di cui: 4.882 a Trieste, 6.730 a Udine, 3.233 a Pordenone e 1.885 a Gorizia, alle quali si aggiungono 210 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione sono 8.772. Salgono a 47 i pazienti in cura in terapia intensiva mentre rimangono 346 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 498, con la seguente suddivisione territoriale: 241 a Trieste, 131 a Udine, 113 a Pordenone e 13 a Gorizia. I totalmente guariti sono 7.670, i clinicamente guariti 125 e le persone in isolamento 8.254.

A cura di Biagio Chiariello
12 Novembre
16:32

Svezia, seconda ondata travolge il Paese: il No-Lockdown ha fallito

La Svezia nei mesi scorsi è balzata agli onori della cronaca per essere stata l’unico Paese europeo a non aver imposto il lockdown per affrontare la pandemia di COVID-19. La strategia dell’immunità di gregge avrebbe dovuto “proteggere” i cittadini da una seconda ondata, ma i dati di questi giorni raccontano di un fallimento totale.

A cura di Biagio Chiariello
12 Novembre
16:26

Puglia, 1434 casi e 39 decessi nelle ultime 24 ore

Aumentano velocemente i decessi per Covid in Puglia: dai 27 di ieri si è passati ai 39 di oggi. 1.434 sono invece i casi di contagio, a fronte di 8.936 test effettuati. I casi sono così suddivisi: 679 in provincia di Bari, 54 in provincia di Brindisi, 150 nella Bat, 232 in provincia di Foggia, 121 Lecce, 183 Taranto, 15 residenti fuori regione. Sono stati registrati 39 decessi: 10 in provincia di Bari, 8 nella Bat, 4 Brindisi, 12 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce, 4 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 631.030 test e risultate positive 30.442 persone. 8.252 sono i pazienti guariti. 21.255 sono i casi attualmente positivi.

A cura di Biagio Chiariello
12 Novembre
16:22

Crisanti: "No al lockdown nazionale? Non ci scommetto una lira"

"Sulla possibilità che il governo eviti il lockdown non ci scommetterei neanche una lira". Queste le parole del virologo Andrea Crisanti, docente di Microbiologia all'università di Padova, a The Breakfast Club su Radio Capital. "Con più di 30mila casi Covid al giorno e con il numero dei morti vicini a quelli di marzo, a un certo punto anche se ci sarà il vaccino bisognerà abbassare il numero dei casi", ha spiegato l'esperto, non ritenendo opportuno quindi accantonare l'idea di una chiusura totale. Crisanti, poi, è intervenuto anche sull'annuncio dell'industria farmaceutica Pfizer, che ha dato un po' di speranza a tutti:

A cura di Biagio Chiariello
12 Novembre
16:15

Lopalco: "Rallentare contagi o ci sarà un blocco degli ospedali in Puglia"

“Il Covid blocca il sistema sanitario: oggi abbiamo oltre 1200 persone ricoverate e 140 in terapia intensiva. Se non blocchiamo il contagio e raddoppiano i numeri avremo 300 persone in terapia intensiva, significa che per poter gestire i pazienti Covid dovremo bloccare le sale operatorie”. Lo ha detto il professore Pierluigi Lopalco, assessore in pectore alla Sanità della Regione Puglia, sottolineando che “c'è un limite dato dal numero di anestesisti, che non ce ne sono” e “in 6 mesi non se ne formano”. Al “di fuori di quel limite dobbiamo bloccare l'attività ospedaliera”.

A cura di Biagio Chiariello
12 Novembre
15:59

Coronavirus Veneto: tornano ad aumentare i casi, +3.564

 Riprende a crescere la curva dei nuovi contagi da Coronavirus in Veneto, con 3.564 nuovi casi in 24 ore, che portano a sfondare il ‘tetto' di 90 mila casi, a 90.901. Lo ha comunicato il presidente Luca Zaia.

A cura di Biagio Chiariello
12 Novembre
15:57

Coronavirus Toscana: 1932 nuovi casi nelle ultime 24 ore, 37 i morti

Sono 1.932 i casi positivi in più rispetto a ieri (1.545 identificati in corso di tracciamento e 387 da attività di screening) su un totale complessivo da inizio pandemia pari a 71.852 unità. In Toscana i nuovi casi sono il 2,8% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 4,3% e raggiungono quota 21.198 (29,5% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.275.580, 15.786 in più rispetto a ieri Gli attualmente positivi sono oggi 48.916, +2,1% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.909 (35 in più rispetto a ieri), di cui 256 in terapia intensiva (10 in più). Oggi si registrano 37 nuovi decessi: 18 uomini e 19 donne con un'età media di 84,4 anni

A cura di Biagio Chiariello
12 Novembre
15:50

Sardegna, 3 morti di Covid in pochi giorni: Silanus finisce in lockdown

 Silanus, comune di 2 mila abitanti in provincia di Nuoro, è in lockdown. La decisione del sindaco Gian Pietro Arca con un'ordinanza che resterà in vigore per una settimana arriva dopo la morte in pochi giorni di tre concittadini. Chiuse scuole, bar e ristoranti, mercati, uffici comunali (con servizi essenziali garantiti per appuntamento), cimitero, dell'ecocentro e impianti sportivi. "E' vietato ogni spostamento all'interno del comune di Silanus, salvo che per quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, di studio, situazioni di necessità ovvero per motivi di salute", è scritto nell'ordinanza.

A cura di Biagio Chiariello
12 Novembre
15:37

Il fisico Sestili: "Crescita rallenta, primi effetti misure"

"Sebbene il numero dei ricoverati in ospedale e in terapia intensiva sia ancora in aumento, l'andamento di questo fattore non è più esponenziale, quanto piuttosto lineare, e il tempo di raddoppio si è allungato notevolmente rispetto ai primi giorni della seconda ondata". Lo ha spiegato all'AGI Giorgio Sestili, fisico, divulgatore scientifico e curatore della pagina Facebook Coronavirus – Dati e Analisi Scientifiche, restituendo una panoramica della situazione attuale in Italia. "Ci sono diversi fattori positivi in questi giorni nei dati relativi ai numeri del nuovo coronavirus che dobbiamo evidenziare – afferma l'esperto – anzitutto stiamo assistendo ad un calo del numero dei contagi a fronte di un aumento dei tamponi. Prima di questa settimana il valore delle nuove infezioni in negativo rispetto al giorno precedente avveniva solamente in relazione al più basso numero di tamponi, mentre il rapporto tra positivi e numero di test restava stabile. Ora questa tendenza si sta invertendo".

A cura di Biagio Chiariello
12 Novembre
15:29

Galli: "Medici sono stanchi, siamo a fotocopia di marzo"

Oggi al pronto soccorso dell'Ospedale Sacco di Milano ci sono stati "14 codici rossi, 21 gialli e 23 verdi. La proporzione parla da sola. I codici verdi sono arrivati in ospedale non avendo avuto risposte sufficienti dal contesto territoriale. Le persone ci pensano due volte prima di venire inutilmente in ospedale". A dirlo è il responsabile di Malattie infettive dell'Ospedale Sacco, Massimo Galli, collegato con Sky TG24. Sul nosocomio milanese, aggiunge Galli, "c'è una situazione di pressione significativa. Stamattina avevamo una quantità di codici rossi e gialli in pronto soccorso, l'ospedale è carico di pazienti e grande spazio non c'è e non ce ne sarà nei prossimi giorni".

"Più che impauriti vedo nei medici stanchezza e anche il dover contrastare che gli sforzi fatti ci hanno portato a una fotocopia di quello che abbiamo già vissuto. Ci sono molte differenze ma la sostanza è la stessa: si poteva evitare e contenere molto di più", ha aggiunto l'infettivologo sottolineando che una "buona fetta dei medici è a casa" perché positivi e perché contatti di positivi.

A cura di Biagio Chiariello
12 Novembre
15:16

Campania, ospedale Cardarelli: Procura dispone sequestro della salma

Aperta un’inchiesta sulla morte di un paziente al Cardarelli di Napoli, trovato morto in un bagno ed il cui video del corpo è stato pubblicato in Rete. La Procura ha disposto il sequestro della salma, su cui verrà effettuata una autopsia che chiarisca le cause del decesso. Si cerca anche di risalire all’autore del video, forse immortalato dalle telecamere di videosorveglianza.

A cura di Biagio Chiariello
12 Novembre
15:01

Agenas: “Ricoveri Covid oltre soglia critica in 12 regioni”

Il 53% dei posti letto nei reparti di medicina, a livello nazionale, è ormai occupato da pazienti Covid (+1 rispetto ai dati del 10 novembre), e il valore del 40% definito come ‘soglia critica’ è superato da 12 regioni. Lo rileva il monitoraggio dell’Agenzia per i servizi sanitari regionali (Agenas) basato su dati aggiornati a ieri, 11 novembre, da cui emerge anche che il 34% delle terapie intensive italiane è occupato da pazienti Covid (-3% rispetto ai dati del 10 novembre), e il valore del 30%, definito come ‘soglia critica’, viene superato in 10 regioni.

A cura di Biagio Chiariello
12 Novembre
14:26

Bari, 15 medici pensionati tornano in corsia

15 medici pensionati hanno risposto al bando pubblicato dall'Asl Bari e che hanno accettato di ritornare negli ospedali in città e provincia per aiutare i loro colleghi nell'emergenza coronavirus. Le adesioni sono solamente su base volontaria e in base alle specialità dei medici che hanno deciso di tornare in corsia adesso ci sarà la firma del contratto e l'assegnazione dei posti negli ospedali e reparti. Il bando resta aperto ed è rivolto anche agli infermieri.

“L'obiettivo, nel quadro della strategia di contrasto all'emergenza Covid-19, è acquisire nel più breve tempo possibile manifestazioni di interesse per il conferimento di incarichi in regime di lavoro autonomo, anche di collaborazione coordinata e continuativa”, si legge nel bando. Può partecipare all'avviso il personale sanitario già in pensione, inquadrato, al momento della cessazione, in diversi profili professionali: dirigente medico, medico di medicina generale, pediatra di libera scelta, specialista ambulatoriale e infermiere.

A cura di Biagio Chiariello
12 Novembre
14:16

Ministro Boccia: "A Natale solo con familiari più stretti"

A Natale sarà meglio stare solo in compagnia del “nucleo familiare più stretto”, come misura anti-Covid. Lo ha detto il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie Francesco Boccia a L'Aria che Tira su La7.

A cura di Biagio Chiariello
12 Novembre
14:07

Nuova ordinanza in Veneto, Zaia vara misure anti Covid più stringenti

Nuova ordinanza di Zaia con misure anti Covid più stringenti in Veneto. La nuova ordinanza anti assembramenti firmata dal governatore entrerà in vigore da domani e rimarrà in vigore fino al prossimo 3 dicembre. Tra le  altre misure vietato passeggiare nelle strade e nelle piazze dei centri storici delle città e nelle aree affollate. Nei giorni prefestivi in Veneto saranno chiuse le grandi e medie strutture di vendita come parchi commerciali e centri commerciali mentre nei giorni festivi chiusi tutti i negozi non essenziale.

A cura di Antonio Palma
12 Novembre
13:37

Spagna, la pandemia ha fatto calare l'aspettativa di vita

Esaminando statisticamente i dati sui decessi giornalieri del Sistema di monitoraggio quotidiano della mortalità spagnolo (MoMo), quelli sui decessi a partire dal 2018 e altri indicatori demografici, un team di ricerca internazionale ha determinato che a causa della pandemia l’aspettativa di vita nel paese è scesa di 0,9 anni tra il 2019 e il 2020.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
13:28

Trapani, donna positiva al covid viola la quarantena e va a fare la spesa. Denunciata

Malgrado posse risultata positiva al Covid-19 una donna di 51 anni della provincia di Trapani ha violato la quarantena ed è andata a fare la spesa, indossando la mascherina, in un supermercato. Il suo gesto non è tuttavia passato inosservato. L’hanno scoperta e denunciata i carabinieri, accusandola di epidemia colposa. Dovrà restare nella sua abitazione per il periodo prescritto. I militari dell’Arma hanno acquisito le immagini dei sistemi di videosorveglianza del negozio nel Trapanese. Peraltro, il Comune dove vive la 51enne offre la possibilità di richiedere, compilando alcuni moduli, la consegna della spesa a domicilio.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
13:18

La metà delle persone guarite al covid resta affaticata per mesi

Dopo aver sottoposto a specifici test un gruppo di pazienti guariti dalla COVID-19, l’infezione provocata dal coronavirus SARS-CoV-2, un team di ricerca irlandese ha determinato che circa il 50 percento di essi sperimentava affaticamento persistente. La fatica cronica era indipendente dalla gravità della malattia. Più esposti le donne e chi aveva avuto una storia di ansia e depressione.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
12:44

Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia-Romagna verso maggiori restrizioni

Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia-Romagna verso maggiori restrizioni: i presidenti di queste Regioni potrebbero infatti emanare le nuove ordinanze già nella giornata odierna. Tali provvedimenti incontrerebbero l’approvazione del ministro della Salute Speranza, secondo quanto emerso dalla riunione con i capi delegazione delle forze di maggioranza.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
12:36

In Giappone record di casi: 1.600 nelle ultime 24 ore

Ancora un record di infezioni di coronavirus in Giappone, con oltre 1.600 casi giornalieri in concomitanza con l'arrivo della stagione invernale. I numeri di giovedì superano quelli del giorno precedente (1.547), con la città di Tokyo a guidare l'incremento, con 393 nuovi casi che portano il totale nella capitale a 33.770, la somma più altra tra le le 47 prefetture dell'arcipelago. Le basse temperature costringono più persone a trascorrere tempo al chiuso, riferiscono le autorità, e a questo riguardo la regione dell'Hokkaido, nell'estremo nord del Paese, ha superato i 100 casi giornalieri per l'ottavo giorno consecutivo. Sotto esame è anche la campagna del governo per incentivare il turismo domestico, che ha creato flussi turistici superiori alle aspettative. Nonostante i numeri fin qui più bassi rispetto alle nazioni maggiormente colpiti dalla pandemia, attualmente il Giappone limita la capacità degli impianti sportivi al 50% della capienza; un limite che sarà prorogato fino a febbraio dalla scadenza inizialmente prevista di fine novembre, ha spiegato il ministro in carica della gestione dell'emergenza sanitaria, Yasutoshi Nishimura, al termine di una riunioni con una commissione di esperti medici. A livello nazionale le positività si assestano a 113.800 contagi, e 1.882 morti accertate.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
12:26

A Milano il lockdown funziona: Rt dimezzato rispetto a 20 giorni fa

Milano nei giorni dell’emergenza coronavirus
Milano nei giorni dell’emergenza coronavirus

Una buona notizia giunge finalmente da Milano, una delle città più colpite dall'epidemia: in città l’indice Rt si è dimezzato, scendendo a 1,25 da 2,35 dello scorso 22 ottobre. A dichiararlo è stato il direttore generale dell’Ats Milano Walter Bergamaschi che ha attribuito il buon risultato al nuovo lockdown spiegando inoltre che l'Rt "si sta riducendo di giorno in giorno".

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
12:19

Milano, morto di covid Giorgio, il “gigante buono” disabile di 20 anni

Giorgio, un ragazzo disabile di soli 20 anni, è morto dopo aver combattuto per giorni contro il Covid. Amava il calcio, era grande tifoso dell’Inter, e giocava nella squadra degli Insuperabili, team di calcio a 5 di Milano composto da atleti con disabilità. Tanti i commenti che lo ricordano su Facebook: “Sempre pronto ad aiutare gli altri ragazzi, Giorgio aveva una buona parola per tutti”.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
12:14

Marche, nelle ultime 24 ore 733 nuovi casi

733 persone sono risultate positive al coronavirus nelle Marche nelle ultime 24 ore: 4186 sono stati i tamponi testati, 2547 dei quali nel percorso nuove diagnosi e 1639 nel percorso guariti. I nuovi casi sono così distribuiti: 201 in provincia di Macerata, 260 in provincia di Ancona, 51 in provincia di Pesaro-Urbino, 114 in provincia di Fermo, 100 in provincia di Ascoli Piceno e 7 da fuori regione. Questi casi comprendono soggetti sintomatici (102 casi rilevati), contatti in setting domestico (178 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (211 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (21 casi rilevati), contatti in ambienti di vita/socialità (33 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (10 casi rilevati), contatti in setting scolastico/formativo (13 casi rilevati), screening percorso sanitario (9 casi rilevati) e 2 rientri da altra regione.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
12:04

Vescovo sopravvissuto al covid sospende le messe: "Dobbiamo contribuire a fermare i contagi"

Monsignor Derio Olivero, vescovo di Pinerolo, ha deciso di sospendere le messe festive per due settimane per contribuire a contenere i contagi da coronavirus. Il religioso è stato infatti ricoverato la scorsa primavera e sottoposto a ventilazione meccanica perché non poteva più respirare autonomamente: "Essere cristiani vuol dire anche saper rinunciare al diritto di culto per il bene di tutti. In questo caso, per contenere il virus letale", ha spiegato a La Stampa. E ancora: "L’obiettivo del nostro provvedimento è ridurre il rischio di contagio in una zona “rossa”. Ma lungo la settimana ci sono le celebrazioni feriali a cui si può partecipare liberamente".

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
11:50

Torino, la cappella dell'ospedale convertita in reparto covid

 

L’ospedale Martini di Torino è stato convertito in ospedale Covid una ventina di giorni fa. Tutte le sale sono dedicate a pazienti ospedalizzati positivi al coronavirus. È pronta anche la cappella del nosocomio, che è stata svuotata e che già durante la prima ondata era servita ad ospitare i malati. Il cappellano ci racconta delle estreme unzioni ai malati: “Non parlano, sono gravissimi e forse non riescono neanche a sentirci”.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
11:45

Sindacato di polizia: "In carcere contagi aumentati del 600% in due settimane"

Nelle ultime due settimane il contagio da Covid 19 nelle carceri è aumentato "di circa il 600%". Lo sostiene il sindacato della polizia penitenziaria Osapp in una lettera al ministro della Giustizia Bonafede e al capo del Dap Petralia. C'è "una generale e quanto mai pericolosa promiscuità nei reparti detentivi", accompagnata dall' "assenza di dispositivi di protezione individuale" per i ristretti, denuncia il sindacato, che lamenta anche "la sostanziale assenza di disposizioni di carattere nazionale" da parte del Dap per prevenire il contagio.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
11:39

Roma, verso la chiusura delle vie dello shopping per evitare assembramenti

Il Comune di Roma predisporrà nelle prossime ore un piano anti-assembramenti che prevedrà presenze contingentate nei luoghi di maggior afflusso della capitale e dintorni. Non c’è ancora nulla di ufficiale, tutte le decisioni saranno discusse e approvate oggi pomeriggio, ma comincia a circolare già l’elenco delle strade che potrebbero essere parzialmente chiuse: si tratterebbe di via del Corso, la principale strada dello shopping romano, via Cola di Rienzo, a Prati, ma anche alcune zone dell'Eur, piazza Bologna, i parchi come Villa Pamphili, Villa Borghese e Villa Ada, e anche il lungomare di Ostia.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
11:35

Treviso, morto di covid un ragazzo di 26 anni

D.P., un ragazzo di appena 26 anni affetta da Covid-19, è morto ieri mattina all'ospedale Ca'Foncello di Treviso dove era stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva. Il giovane aveva anche altre patologie che sono state drammaticamente peggiorate dall'infezione da coronavirus; risiedeva a Casier, lavorava come dipendente comunale e gli uffici da lui frequentati sono stati sanificati dopo la scoperta del contagio.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
11:24

Epidemiologo francese: "Rt sceso a 0,93, stiamo controllando la seconda ondata di covid"

"La Francia è riuscita a controllare la seconda ondata di coronavirus". A dichiararlo è stato l'epidemiologo francese Antoine Flahaut, ospite di Bfmtv. Il medico ha citato a riprova delle sue affermazioni l'indice di contagio, che ieri è passato a 0,93. "Non può esserci epidemia quando l'indice – dal quale emerge il numero di persone che ogni contagiato infetta in media – è al di sotto di 1. Se si contagia in media meno di una persona, significa che non c'è epidemia", ha aggiunto, invitando comunque alla prudenza e a "prolungare gli sforzi" messi in atto con le misure restrittive. Quando l'indice è a 1, come più o meno è il caso adesso in Francia, significa che la curva dei contagi si è stabilizzata, ha spiegato, sostenendo che è comunque necessario che "l'indice scenda ancora per arrivare in zona di sicurezza e ritrovare il controllo dell'epidemia". "Perché la pandemia si fermi, serve che l'indice scenda a 0,70 o 0,60".

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
11:17

Le associazioni animaliste: "Vietare la caccia nelle regioni gialle e arancioni"

L’Ente Nazionale per la Protezione degli Animali (ENPA), l’AIDAA e altre associazioni animaliste stanno chiedendo al governo di vietare la caccia anche nelle zone arancioni e gialle. Attualmente, infatti, l’attività venatoria è ancora autorizzata in questi territori, mentre non è più consentita nelle zone rosse. Abbassare i fucili nelle prossime settimane salverebbe la vita a decine di migliaia di animali selvatici.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
11:07

Russia, record di morti: 439 nelle ultime 24 ore. Oltre 21mila i nuovi contagi

Nelle ultime 24 ore in Russia sono stati accertati 439 decessi causati dal Covid-19: si tratta del numero massimo finora registrato in un solo giorno dall'inizio dell'epidemia. Lo riporta il centro operativo nazionale anti-coronavirus. Ufficialmente, le vittime del virus Sars-Cov-2 in Russia sono in tutto 32.032. Sono in aumento anche i nuovi contagi che, dopo cinque giorni consecutivi sopra quota 20.000, ieri erano scesi a 19.851 ma oggi risalgono a 21.608. I casi di Covid-19 accertati in Russia dall'inizio dell'epidemia sono 1.858.568.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
10:53

Discoteche aperte in Sardegna: blitz della Polizia in Regione

I documenti relativi alla procedura burocratica che l'11 agosto ha portato il presidente della Regione Sardegna Christian Solinas a emanare l'ordinanza che diede il via libera all'apertura delle discoteche sono stati acquisiti dalla Polizia su ordine della Procura di Cagliari che ha aperto un fascicolo d'inchiesta su epidemia colposa. Come riportano i quotidiani sardi, tra i documenti prelevati dagli agenti nel palazzo della Regionale, ci sono le ordinanze e i pareri dei componenti del Comitato tecnico scientifico sui quali Solinas aveva basato la decisione.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
10:44

Paziente morto nel bagno del Cardarelli di Napoli. Di Maio: "Situazione fuori controllo"

 

Un paziente affetto da Covid-19 è stato trovato senza vita nel bagno dell'ospedale Cardarelli di Napoli. Il video, girato da un testimone, mostra il corpo senza vita dell'uomo riverso in terra, ma anche le pessime condizioni in cui versa il nosocomio partenopeo, l'ospedale più grande del Sud Italia, con pazienti adagiati sulle barelle, quasi ammassati. Il filmato, pubblicato sui social, è stato visto anche dal mondo politico italiano, che non ha tardato a commentare l'accaduto. Dura la reazione del ministro degli Esteri Luigi Di Maio: "Le immagini del paziente ritrovato morto nel bagno dell’ospedale Cardarelli di Napoli sono scioccanti. Siamo di fronte a fatti drammatici e inaccettabili, episodi che ci spingono ad agire come Governo centrale, perché non c’è più tempo. A Napoli e in molte aree della Campania la situazione è infatti fuori controllo. Non è più questione di opinioni o pareri, qui a parlare è la realtà. Il paziente trovato morto accasciato nel bagno all’ospedale Cardarelli è la più cruda e violenta di numerose testimonianze che mi giungono ogni giorno dagli ospedali campani: persone curate in auto nei parcheggi, altre che muoiono in ambulanze del 118 a cui non viene assegnata la destinazione; altre ancora che neanche vengono prelevate da casa nonostante le continue chiamate".

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
10:38

Vaccino, Crisanti: "Non avrà un impatto sull'epidemia prima di 12 mesi"

"Il vaccino non può avere un impatto sull'epidemia" di Covid-19 "prima di 12 mesi. Verso ottobre-novembre 2021 vedremo dei veri cambiamenti". A dirlo Andrea Crisanti, docente di Microbiologia e Microbiologia clinica all'università di Padova, intervenuto a ‘The Breakfast Club' su Radio Capital. Secondo il virologo, inoltre, "il vaccino non può essere reso obbligatorio visto il meccanismo con il quale" sarà "messo in commercio". Entrando nello specifico del "vaccino della Pfizer, è un barlume di luce – dice Crisanti – però bisogna guardarlo nei dettagli. C'è un problema logistico – osserva lo scienziato – perché ha bisogno di una catena del freddo a -80 gradi e la tecnologia per la conservazione in Italia non è disponibile nei punti di distribuzione, quindi farmacie e studi medici".

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
10:31

Ricciardi: "Un nuovo lockdown nazionale non è ancora escluso"

Walter Ricciardi, consulente del Ministero della Salute, nel corso di un'intervista a Sky Tg 24  ha parlato dell'andamento dei contagi: "Siamo nella direzione giusta, ma dobbiamo aspettare una decina di giorni. Le misure introdotte per dare degli effetti stabili bisogna valutarle dopo due settimane", ha dichiarato a proposito dell'ultimo Dpcm, mentre in merito all'ipotesi caldeggiata dai medici di un lockdown generalizzato è stato chiaro: "Non è scongiurato, in molte regioni la situazione sta peggiorando, in altre è stabile. Va arrestato il peggioramento e invertita la curva. Solo quando ciò avverrà potremo trarre delle conclusioni, ma tutti stiamo cercando di evitare il lockdown nazionale".

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
10:16

Gimbe: “In 11 regioni terapie intensive sopra la soglia di saturazione”

“Senza un immediato cambio di rotta sui criteri di valutazione e sulle corrispondenti restrizioni, solo un lockdown totale potrà evitare il collasso definitivo degli ospedali”. A dirlo Nino Cartabellotta, presidente della fondazione Gimbe, secondo cui nel periodo 4-10 novembre in 16 Regioni è stata superata la soglia di saturazione del 40% dei posti letto in area medica, e in 11 Regioni quella del 30% per le terapie intensive. Complessivamente in quasi tutte le Regioni si rileva un lieve rallentamento dell'incremento percentuale dei casi che potrebbe dipendere, spiega Gimbe, "sia dall’effetto delle misure di contenimento introdotte con il dpcm di fine ottobre, sia dall'esaurirsi progressivo della capacità di testing".

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
09:52

Il 60% dei francesi ha violato le regole del lockdown

Oltre la metà dei francesi ha trasgredito in almeno un'occasione le regole del secondo lockdown, utilizzando l'autocertificazione per scopi diversi da quelli ammessi o ricevendo in casa familiari o amici. Lo indica un sondaggio realizzato da Ifop per Consolab. Il 60% degli intervistati ha ammesso di aver violato almeno una volta le nuove restrizioni entrate in vigore lo scorso 30 ottobre, secondo il sondaggio, in cui si evidenzia che durante il primo lockdown era stato il 33% ad ammettere di aver infranto le regole. I francesi hanno utilizzato principalmente autocertificazioni per motivi diversi da quelli indicati (24%), non hanno rispettato il coprifuoco di almeno un'ora (17%) e hanno incontrato familiari (23%) o amici (20%).

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
09:48

Vaccini, Ricciardi: "Stiamo lavorando a un piano di distribuzione"

"Stiamo lavorando al piano per la distribuzione del vaccino anti Covid, c'è una squadra coordinata dal professor Rezza che sta studiano il piano più adeguato alla nostra realtà". L'ha annunciato, nel corso di un'intervista rilasciata a Sky Tg24, il professor Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute. "Stiamo lavorando e siamo perfettamente in tempo. Alcuni Paesi hanno dei piani nazionali perché la responsabilità è nazionale. Noi abbiamo le regioni e dobbiamo fare un piano che contemperi questa frammentazione e lo dobbiamo fare in maniera consensuale, quindi noi siamo svantaggiati nella rapidità decisionale”. L'annuncio arriva all'indomani della nomina di Domenico Arcuri come responsabile del piano operativo per la distribuzione dei vaccini in Italia.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
09:41

Palermo, 14 tra medici e infermieri del pronto soccorso positivi al Covid-19

Quattordici tra medici e infermieri dell'ospedale Civico di Palermo sono risultati positivi al Covid-19 nelle ultime 48 ore. Il focolaio, individuato  durante i consueti controlli al personale sanitario, è scoppiato al pronto soccorso, dove si trovano ricoverati circa 50 pazienti, alcuni anche in ventilazione. Il rischio è che i numeri del contagio possano estendersi nelle prossime ore.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
09:32

Gori: "Abbiamo chiesto al governo che Bergamo diventi zona arancione"

"Abbiamo chiesto al Ministero della Salute un confronto per capire se ci sono le condizioni affinché Bergamo, Brescia, Mantova e Cremona possano diventare zone arancioni”. A dirlo a Fanpage.it il sindaco di Bergamo Giorgio Gori in merito ad una limitata diffusione del contagio da Covid in questa seconda ondata.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
08:39

Calabria, Spirlì contro Gino Strada: "Non abbiamo bisogno di medici missionari africani”

Gino Spirlì – presidente "facente funzioni" della Regione Calabria – ha duramente criticato la scelta del governo di inviare Gino Strada, medico fondatore di Emergency, in Calabria per gestire la rete ospedaliera: “Non abbiamo bisogno di essere schiavizzati nella nostra sanità e non abbiamo bisogno di geni che arrivano dall’altra parte del mondo. La Calabria è una Regione dell'Italia, non abbiamo bisogno di medici missionari africani".

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
08:31

Germania, il ministro della salute: "I pazienti in terapia intensiva potrebbero raddoppiare"

A causa dell'importante aumento dei contagi da coronavirus, i pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva degli ospedali tedeschi potrebbero raddoppiare nel corso di novembre. È quanto dichiarato dal ministro della Salute Jens Spahn nel corso di un'intervista rilasciata al quotidiano "Frankfurter Allgemeine Zeitung". In particolare, Spahn ha avvisato che, dato lo sviluppo della pandemia, "a novembre probabilmente vedremo più di seimila pazienti affetti da Covid-19 in contemporanea nelle nostre unità di terapia intensiva". Il ministro della Salute tedesco ha aggiunto che il numero dei ricoverati in terapia intensiva per la Sars-Cov2, attualmente 3.127, "non deve aumentare". In caso contrario, ha sottolineato Spahn, "prevedibilmente arriveremmo a un punto in cui il sistema sanitario sarà sopraffatto". Secondo il ministro della Salute tedesco, medici e infermieri possono occuparsi di seimila pazienti con il coronavirus in unità di terapia intensiva, "ma soltanto in condizioni di notevole stress". Per questa ragione è necessario "raccogliere le forze" nelle strutture ospedaliere. A tal fine, Spahn ha dichiarato che "le operazioni devono essere nuovamente rinviate", come durante la prima ondata di Covid-19 in primavera, e "il personale di sala operatoria deve aiutare nelle unità di terapia intensiva". Secondo gli ultimi dati dell'Associazione interdisciplinare tedesca per la terapia intensiva e medicina d'urgenza (Divi), negli ospedali della Germania i letti di terapia intensiva occupati sono 21.787, mentre quelli disponibili sono 6.715. Per la Divi, possono essere attivati altri 12 mila posti in sette giorni.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
08:19

Milano, morto per Covid Berni, il fornaio che regalava il pane ai poveri durante il lockdown

Gianni Bernardino, panettiere di via Paolo Sarpi a Milano, è morto a causa del contagio da Covid. Durante il lockdown della scorsa primavera aveva regalato i suoi prodotti a tutti coloro che ne avessero bisogno ponendoli all’interno di ceste lasciate fuori dal suo negozio.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
08:14

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ricoverato per Covid-19

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ammalatosi di recente di Covid-19 è stato ricoverato in ospedale da dove, tuttavia, continua a lavorare in una stanza speciale attrezzata ad hoc. Lo ha comunicato Mikhail Podolyak, consigliere dell'ufficio presidenziale, come riporta la testata Ukrainskaya Pravda.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
08:06

Discoteche riaperte in Sardegna, Solinas: “Vogliono infangare una Regione più sana di altre”

Il governatore sardo Christian Solinas si difende dalle accuse, spiegando l’ordinanza con cui la scorsa estate ha riaperto le discoteche a ridosso di Ferragosto non era in contrasto con un parere del Cts: “Ridicolo che venga montato questo circo per la riapertura delle discoteche dal 12 agosto al 16, cinque giorni”.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
07:43

In Germania 21.866 nuovi casi e 215 morti nelle ultime 24 ore

La Germania ha fatto registrare 21.866 nuovi casi confermati di Covid-19 nelle ultime 24 ore, secondo il bollettino del Robert Koch Institute. Si tratta di quasi 3.400 contagi in più rispetto al giorno precedente. Da inizio pandemia, il Paese ha registrato un totale di 727.553 casi. Il numero di nuovi decessi nelle ultime 24 ore è di 215, per un totale di 11.982.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
07:23

USA, ira di Trump sulla tempistica dell'annuncio del vaccino Pfizer: "Sabotaggio elettorale"

Ira di Donald Trump contro la Food and Drugs Administration per la diffusione dei risultati dei test di Pfizer sul vaccino per il coronavirus. Secondo indiscrezioni riportate dal Washington Post, il presidente Usa uscente ha criticato aspramente la tempistica dell'annuncio arrivato all'indomani delle elezioni dimostrando che il "deep state" dei medici ha deliberatamente tentato di sabotare le sue prospettive elettorali. Poche ore dopo l'annuncio di Pfizer lunedì, Trump avrebbe chiesto al ministro della sanità Alex Azar di far luce sulla questione.

A cura di Davide Falcioni
12 Novembre
07:15

Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, 12 novembre

L'Italia ha superato il milione di contagi covid. Ieri sono stati 32.961 i nuovi casi di Coronavirus registrati nel paese, per un totale dall'inizio dell'emergenza sanitaria di 1.028.424. Secondo il bollettino di ieri i guariti dall'inizio della pandemia sono 372.113 (+9090, ieri +17734), i morti Covid invece sono 42.953 (si registra un incremento di 623 decessi nelle ultime 24 ore, ieri erano stati 580 ). I casi attualmente positivi sono 613.358 . Di questi, 29.444 sono i pazienti ricoverati in ospedale con sintomi, 3.081 quelli in terapia intensiva. Complessivamente i tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono stati 225.640. La Regione con il maggior numero di positivi su base giornaliera è la Lombardia con oltre 8.000 casi, seguita da Campania e Veneto con oltre 3.000 casi ciascuna.

In totale sono 1.028.424 i casi di Coronavirus in Italia. Di seguito la tabella con le cifre comunicate dal ministero della Salute e i dati relativi agli incrementi delle ultime 24 ore, Regione per Regione:

Lombardia: +8.180

Piemonte: +2.953

Campania: 3.166

Veneto: +3.082

Emilia-Romagna: +2.428

Lazio: +2.479

Toscana:  +2.507

Liguria: +1.102

Sicilia: +1.487

Puglia: +1.332

Marche: +701

Umbria:  +515

Abruzzo: +662

Friuli Venezia Giulia: +572

P.A. Bolzano: +386

Sardegna: +416

P.A. Trento: +253

Calabria: +376

Valle d'Aosta: +125

Basilicata: +168

Molise: +71

Complessivamente nel mondo sono oltre 52 milioni i casi accertati di contagio, mentre i morti 1.284.457. Gli Stati Uniti restano saldamente il primo paese colpito dalla pandemia con 10.400.227  di positivi; alle sue spalle India, Brasile, Francia, Russia, Spagna, Argentina, Regno Unito, Colombia e Italia.

A cura di Davide Falcioni
366 CONDIVISIONI
26073 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni