01 giugno 22:22 Indennità Covid-19, bonus anche a titolari invalidità e stagionali

Circa 42mila fra titolari di assegni di invalidità e lavoratori stagionali riceveranno l’indennità Covid-19 a seguito del riesame delle domande da parte dell'Inps. Nuove categorie di lavoratori dello spettacolo beneficeranno dell’indennità. L’Inps ha infatti concluso il riesame d’ufficio di circa 42.000 domande di indennità per il mese di marzo, in precedenza respinte, relative ai titolari di assegno ordinario di invalidità (19mila circa) e ai lavoratori stagionali (23mila circa) con qualifica rilevata attraverso le comunicazioni obbligatorie (Unilav).

01 giugno 21:19 Il virologo Fauci: “Il virus non è sotto controllo, non ci sono prove che abbia perso forza”

Anthony Fauci, l’immunologo a capo della task force della Casa Bianca su Covid-19, ha sottolineato in una intervista a Sky come la situazione resti critica “soprattutto in alcune parti degli Usa che sono state duramente colpite come la zona metropolitana di New York. In generale la curva dei contagi sta andando giù negli Stati Uniti e le cose stanno migliorando, ma molto lentamente”, ha aggiunto, concludendo che “non credo che ci siano ancora prove concrete per dire che il virus sta perdendo forza”.

01 giugno 19:46 2 Giugno, Mattarella: “L’Italia ha mostrato il suo volto migliore, sono fiero”

"In questa emergenza l'Italia ha mostrato il suo volto migliore. Sono fiero del mio Paese". Lo ha affermato Sergio Mattarella, in occasione del Concerto dedicato alle vittime del Coronavirus alla vigilia del 74esimo anniversario della proclamazione della Repubblica italiana. "C'è qualcosa che viene prima della politica e che segna il suo limite ed è l'unità morale, la condivisione di un unico destino, il sentirsi responsabili l'uno dell'altro – ha aggiunto- . Sono convinto che insieme ce la faremo. Che il legame che ci tiene uniti sarà più forte delle tensioni e delle difficoltà. Ma so anche che la condizione perché ciò avvenga sarà legata al fatto che ciascuno, partecipando alla ricostruzione che ci attende, ricerchi, come unico scopo, il perseguimento del bene della Repubblica come bene di tutti. Nessuno escluso".

01 giugno 19:37 Passeggero positivo e senza mascherina prende un aereo: quarantena per 51 persone

Ha preso un aereo da Lanzarote a Madrid, in Spagna, venerdì scorso, nonostante gli fosse stato appena comunicato di essere risultato positivo al test per il Coronavirus. Così i 51 passeggeri presenti su quel volo si sono ritrovati in quarantena, per 15 obbligatoria e per altri 36 volontaria. Tra loro anche un bambino di nove anni che era seduto proprio accanto al 53enne con il Covid-19, come riferisce El Pais, il quale per altro ha viaggiato tutto il tempo senza mascherina. "Non ho parole per descrivere questo signore – ha detto la mamma del minore – la prima cosa che farò uscendo dall'isolamento è denunciarlo".

01 giugno 19:11 Online il sito web dedicato alla App Immuni per il tracciamento del contagio

“Ripartiamo insieme. Tornare a vivere normalmente è possibile. Immuni ci aiuta a farlo prima e senza rinunciare alla privacy”: queste le prime parole che si leggono sul sito interamente dedicato all’App Immuni, creato oggi e già online. Dalla pagina web sarà anche possibile effettuare il download, oltre a trovare tutti i chiarimenti sul funzionamento dell’applicazione.

01 giugno 18:45 In Spagna zero vittime per Coronavirus nelle ultime 24 ore: è la prima volta da marzo

La Spagna non registra alcun decesso per Coronavirus nelle ultime 24 ore. Lo ha comunicato il ministero della Sanità, ed è la prima volta che ciò accade da marzo, da quando cioè è scoppiata anche nel paese iberico l'emergenza Covid-19. Mentre si contano 35 vittime negli ultimi sette giorni, scrive El Pais.

01 giugno 18:33 L’Oms dopo le parole di Zangrillo: “Il virus non è diventato meno patogeno”

"Il Coronavirus non è diventato meno patogeno". Lo afferma l'Oms nel consueto briefing dopo le polemiche che si sono scatenate in Italia in seguito alle parole di Alberto Zangrillo, primario del San Raffaele, che ha definito il virus "clinicamente morto". Nel corso della stesso incontro, il direttore dell'Organizzazione, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha fatto sapere che nel mondo sono state superate le 370mila vittime.

01 giugno 18:15 L’Oms: “Il nostro desiderio è che la collaborazione con gli Usa continui”

"Il contributo e la generosità degli Stati Uniti alla salute globale per molti decenni sono stati immensi e hanno fatto una grande differenza nella sanità pubblica in tutto il mondo. Il nostro desiderio è che questa collaborazione continui". Così si legge in un tweet condiviso dall'Organizzazione mondiale della Sanità, che riporta le dichiarazioni del direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus in risposta alla decisione comunicata giorni fa da Donald Trump di interrompere qualsiasi tipo di relazione tra l'Oms e Washington. Ghebreyesus nel suo briefing quotidiano ha anche aggiunto che "il mondo ha da tempo beneficiato del forte impegno collaborativo con il governo e il popolo americano".

01 giugno 18:07 La Liguria supera la Lombardia per numero di nuovi casi di Coronavirus

La Lombardia (+50 casi rispetto a ieri) oggi, lunedì 1 giugno, viene superata dalla Liguria, che registra un aumento di 56 casi di Coronavirus. Poi ci sono 21 casi in Piemonte, 19 in Emilia Romagna e 10 nel Lazio. Zero nuovi contagi nelle Marche, in Sicilia, in Umbria, nel Molise, in Basilicata e in Calabria. E' quanto emerge dall'ultimo bollettino dell'emergenza Covid-19 reso noto dalla Protezione civile, secondo cui sono 178 i nuovi positivi individuati nelle ultime 24 ore su tutto il territorio nazionale, il dato più basso in assoluto dall'inizio dell'epidemia.

01 giugno 17:54 Protezione civile: “In Italia 233.197 casi, 60 nuovi decessi nelle ultime 24 ore”

Secondo il bollettino di oggi, lunedì 1 giugno, dell'emergenza Coronavirus in Italia, i casi positivi sono 233.197 (+178 rispetto a ieri) di cui 33.475 (+60). 58.355 sono le persone dimesse (+848, +0,5%; ieri +1.874). Attualmente i soggetti positivi sono 41.367.

01 giugno 17:42 Ok del Garante della Privacy all’App Immuni

Via libera dal Garante per la Privacy alla App Immuni per il tracciamento del contagio da Coronavirus. "Sulla base della valutazione d'impatto trasmessa dal ministero – spiega l'Autorità – il trattamento di dati personali effettuato nell'ambito del Sistema può essere considerato proporzionato, essendo state previste misure volte a garantire in misura sufficiente il rispetto dei diritti e le libertà degli interessati, che attenuano i rischi che potrebbero derivare da trattamento". Considerati "la complessità del sistema di allerta e del numero dei soggetti potenzialmente coinvolti", il Garante ha comunque indicato "una serie di misure volte a rafforzare la sicurezza dei dati delle persone che scaricheranno la app. Tali misure potranno essere adottate nell'ambito della sperimentazione", in modo da "garantire che nella fase di attuazione ogni residua criticità sia risolta". Si ricorda che la sperimentazione di Immuni dovrebbe partire ufficialmente il 3 giugno in quattro regioni: Puglia, Abruzzo, Marche e Liguria.

01 giugno 17:20 Bollettino Lombardia: “50 nuovi casi e 19 decessi nelle ultime 24 ore”

Secondo l'ultimo bollettino dell'emergenza Coronavirus in Lombardia, tra le regioni più colpite, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 50 nuovi casi positivi e 19 decessi, che portano il totale rispettivamente, a 89.018 e 16.131 dall'inizio della pandemia. 167 (-3 rispetto a ieri) sono le persone attualmente ricoverate nel reparto di terapia intensiva e 166 i guariti, per un totale di 52.026.

01 giugno 17:11 Mascherine, ok dell’Antitrust all’accordo tra il commissario Arcuri e le farmacie

Via libera dell'Antitrust all'accordo, stipulato da Adf, Federfarma e tutte le associazioni di farmacisti e parafarmacie di proprietà di farmacisti iscritti all'albo con il commissario straordinario per l'Emergenza Covid-19, Domenico Arcuri, per la distribuzione di mascherine. Lo comunica l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato sottolineando di aver applicato per la prima volta la Comunicazione, deliberata lo scorso aprile, relativa agli accordi di cooperazione tra imprese volti a fronteggiare i problemi relativi all'attuale fase di emergenza sanitaria.

01 giugno 16:48 Il viceministro Sileri: “Virus circola meno perché mettiamo in atto misure di protezione”

"Il virus continua a circolare ma circola meno perchè ci proteggiamo con il distanziamento, con le mascherine, lavandoci le mani". Lo ha ribadito il viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, a SkyTg24 parlando delle affermazioni del professor Alberto Zangrillo, direttore della terapia intensiva del San Raffaele di Milano, secondo il quale "il virus è clinicamente morto". "Ho parlato personalmente con il professore e voglio chiarire – ha detto – che intendeva che non vediamo più arrivare in ospedale pazienti gravi. Questo dipende da una serie di fattori: sicuramente il virus circola meno perchè ci stiamo proteggendo, quindi trova meno soggetti cui trasmettersi; sicuramente vi è una diagnostica più raffinata rispetto a tre mesi fa; potrebbe essere poi che abbia perso un po' di forza: c'è chi lo dice, c'è chi lo nega. Il risultato però finale cui si riferiva Zangrillo è che l'ospedale è meno impegnato. Dunque su questo la polemica non è stata corretta nei suoi confronti perchè se si ascoltano bene le sue parole chiarisce: attenzione, non dobbiamo abbassare la guardia. Quindi: continuiamo a proteggerci però consideriamo che l'impegno clinico ospedaliero è calato drasticamente, se non azzerato in molte aree. Cerchiamo di mantenerlo così con le dovute cautele", ha spiegato .

01 giugno 16:40 Gallera (Lombardia): “Abbiamo lavorato al nostro meglio”

L’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, è tornato a parlare per difendere il suo operato e quello della giunta di Fontana durante l’emergenza Coronavirus. Gallera “punta il dito” contro gli esperti che “dicevano tutto e il contrario di tutto nella stessa giornata”, motivo per cui la scienza non è riuscita a dare indicazioni precise nelle prime fasi. L’assessore ha comunque garantito che “la Lombardia ha agito al meglio delle sue possibilità”. Sul passaporto sanitario ha aggiunto che "si tratta di uno strumento che non ha nessun fondamento come evidenziato dal Ministero e da tutti gli esperti", motivo per cui offre una soluzione alla libera circolazione interregionale, ovvero quella di alcune Regioni secondo cui bisognerebbe "attrezzarsi per fornire un servizio sanitario con ambulatori, con strutture in grado di accompagnare chi sta male e per potere monitorare lo stato di salute".

01 giugno 14:24 Brasile: positivi 16 calciatori della squadra di calcio del Vasco da Gama

Il Vasco da Gama ha annunciato che 16 dei suoi giocatori sono risultati positivi al coronavirus. Il club di Rio de Janeiro ha spiegato di aver condotto i test su circa 250 persone. Tre giocatori si sono già ripresi, mentre gli altri rimangono separati dal gruppo. Al momento in Brasile non è ancora stata decisa una data di ripresa per il calcio.

01 giugno 14:15 Lopalco: “Ospedali svuotati, ma ci sono ancora molti casi asintomatici”

Il Prof. Pier Luigi Lopalco
in foto: Il Prof. Pier Luigi Lopalco

"Siamo passati da una fase di circolazione epidemica a una circolazione endemica. Possiamo attraversare la strada? Si, certamente. Dobbiamo avere paura ad attraversarla? No, basta fare attenzione. Questo però non vuol dire che possiamo attraversarla bendati". Lo scrive su facebook Pierluigi Lopalco, epidemiologo a capo della task force pugliese per l'emergenza coronavirus. "In questi giorni – scrive – abbiamo poche certezze: i reparti ospedalieri si stanno via via svuotando; i nuovi casi positivi si riferiscono per lo più a portatori asintomatici o paucisintomatici, che quindi esprimono basse cariche virali; il numero di portatori è comunque alto, considerando che la maggior parte non viene rilevata e che il virus si mantiene allo stato di portatore per molto tempo".

01 giugno 13:56 Gerusalemme, focolai nelle scuole: migliaia di studenti in quarantena

Numerose scuole superiori di Gerusalemme sono state chiuse dopo la conferma di decine di casi di coronavirus tra personale e studenti. La gran parte di questi nuovi contagi è stata registrata in un solo istituto, la Gymnasia Rehavia, ma si registrano casi anche in altre scuole. Migliaia di persone sono attualmente in quarantena.

01 giugno 13:50 Bunus e agevolazioni: le idee delle regioni per attrarre turisti

Oltre al bonus vacanza messo a punto dal governo anche le regioni stanno adottando agevolazioni per attrarre i turisti. Così c’è chi pensa a una notte di soggiorno in albergo gratuita ogni tre, chi mette a disposizione gratuitamente i test seriologici, chi mette in campo dei voucher e chi regala l’accesso agli ombrelloni: molte Regioni stanno pensando a incentivi e sconti per attirare i turisti durante l’estate. Andiamo a vedere quali sono le misure a cui stanno pensando i presidenti di Regione.

01 giugno 13:20 Il Regno Unito allenta il lockdown: riaprono anche le scuole

Dopo essere stato travolto dal coronavirus il Regno Unito riapre oggi a macchia di leopardo, non senza qualche polemica e preoccupazione per i contagi in alcune classi delle prime scuole elementari: passo iniziale di un graduale ritorno in aula e di un avvio dell'alleggerimento del lockdown. Malgrado il via libera del governo di Boris Johnson, limitato per ora all'Inghilterra, alcune municipalità hanno comunque rimandato la riapertura e il 46% dei genitori – secondo un sondaggio – ha preferito tenere i propri figli a casa. La ripresa scolastica per il momento riguarda solo i primi due anni e il sesto anno delle primarie.

Rigorose le misure di sicurezza messe in atto dagli istituti scolastici: ogni classe è stata divisa a metà, con non più di 15 alunni per insegnante, distanziamento sociale di 2 metri (per quanto possibile), ingressi e turni scaglionati per minimizzare gli assembramenti. Da oggi, in Inghilterra, riaprono inoltre mercati outdoor e concessionarie. Mentre sul fronte dei contatti sociali, scatta il via libera per riunirsi fino a 6 persone all'aperto (fino a 8 in Scozia e a due nuclei familiari in Galles, ma lì con la limitazione di non potersi spostare a oltre 5 miglia dalla residenza locale). Il grosso dei negozi ripartirà invece dal 15 giugno; i primi pub, ristoranti e hotel verso luglio

01 giugno 13:12 In Africa quasi 145mila contagiati e 4.100 morti

Sono più di 144.700 i casi di coronavirus nel continente africano, secondo l'ufficio regionale dell'Oms. Secondo gli ultimi dati disponibili in 54 Paesi si contano 4.100 morti e 61.100 guariti. Il Sudafrica ha il primato dei casi con 32.683 infezioni. L'Egitto, invece, è il Paese con più decessi: 913.

01 giugno 13:07 Zangrillo: “Ho detto la verità, il virus è clinicamente scomparso”

Dopo aver sollevato un vespaio di polemiche nella comunità scientifica parlando del coronavirus come di un virus "clinicamente scomparso" Alberto Zangrillo, direttore della terapia intensiva del San Raffaele di Milano, ha commentato con Radio24 le sue dichiarazioni: “Io ho detto testualmente ‘il virus è clinicamente inesistente, scomparso’. Se uno omette il clinicamente per farmi del male, fa del male a se stesso”. Il primario del reparto di terapia intensiva del San Raffaela di Milano ha aggiunto: "Io non invito i ragazzi a festeggiare nelle piazze senza mascherine abbracciandosi o baciandosi. Io invito alla prudenza e a osservare le norme di buonsenso che ci porteranno nel giro di un mese a dimenticarci del dramma che abbiamo vissuto. Quando dico queste cose le dico con un retropensiero molto doloroso a tutte le persone che non ce l’hanno fatta e ai loro congiunti”, ha spiegato. E ha aggiunto: “Una cosa che trovo fastidiosa di questo paese è che i clinici siano da una parte e gli scienziati dall’altra. Noi dobbiamo intenderci sulla qualifica di scienziato perché se andiamo a vedere i parametri io sono molto più scienziato di tanti autoproclamatosi scienziati, anche facenti parte del comitato tecnico. Perché in Italia e nel mondo per esser scienziati bisogna produrre scientificamente e la produzione scientifica ha dei parametri molto precisi: basta andare nei motori di ricerca e nelle librerie internazionali e vedere quello che ha prodotto scientificamente Zangrillo. E alla fine si vogliamo facciamo la classifica”, ha detto in trasmissione.

01 giugno 13:01 La Cina: “Gli USA egoisti a uscire dall’OMS”

Zhao Lijian, portavoce del ministero degli esteri cinese, ha criticato la decisione degli Stati Uniti di uscire dall'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms). Lijian ha affermato che gli Stati Uniti sono "soliti mollare" aggiungendo che la comunità internazionale non è d'accordo con il loro "comportamento egoistico". Lo riferisce l'emittente Cgtn

01 giugno 12:36 Bonaccini: “Qualche quota si rischio va presa altrimenti non riapriremmo mai”

"Qualche quota si rischio va presa altrimenti non riapriremmo mai". A dirlo Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna, intervenendo a Omnibus su La7 in vista del 3 giugno, giorno in cui riapriranno i confini regionali. "Mi pare che dopo il 4 di maggio quando tornarono al lavoro cinque milioni di persone la curva ha continuato a scendere, dopo la riapertura del 18 maggio proprio in questi giorni si può fare una valutazione e si prova a ripartire", ha poi aggiunto. "Discutere delle vacanze non è una banalità – ha poi affermato Bonaccini – se guardiamo il contributo all'intero PIL del turismo, anzi è il cuore centrale della discussione in questa parte della mia regione o del paese".

01 giugno 12:27 Richeldi (Comitato tecnico scientifico): “Casi meno gravi grazie al lockdown e uso mascherine”

"Attualmente il nuovo coronavirus sta circolando di meno, vale a dire che la carica virale in circolazione tra la popolazione si è attenuata e questo è l'effetto sia del lockdown sia delle misure tuttora in essere come uso delle mascherine e distanziamento: ciò ha determinato un minor numero di casi ed una minore gravità degli stessi". A spiegarlo all'ANSA Luca Richeldi, componente del Comitato tecnico scientifico, in relazione alle affermazioni del professor Zangrillo. "Non ci sono invece al momento prove scientifiche che il virus sia mutato".

01 giugno 12:24 Buona notizia nelle Marche: zero nuovi contagi

Giugno inizia nel migliore dei modi nelle Marche. Il bollettino sul Coronavirus di oggi registra per la seconda volta zero nuovi contagi. Ne dà notizia il Gores (Gruppo operativo regionale per l'emergenza sanitaria): “Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 360 tamponi, 231 del percorso diagnosi e 129 del percorso guariti”. Il numero dei casi dall'inizio dell'epidemia resta fermo a quota 6.730.

01 giugno 12:17 Perché la Grecia impone la quarantena a chi arriva da Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia

Dal 15 giugno la Grecia riapre all’Italia, ma non tutto il nostro paese verrà trattato allo stesso modo. Chi volerà da una delle aree “ad alto rischio” coronavirus individuate dall’Agenzia europea per la sicurezza aerea, che per il nostro Paese sono Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto, sarà sottoposto a un test all’arrivo e poi alla quarantena.

Polemico il commento di Luca Zaia: "La Grecia che mette al bando il Veneto mi pare allucinante. Mi chiedo cosa pensino i loro operatori, sono i nostri turisti che vanno lì. Sappiano che non ci vedono più", ha detto il governatore.  "Siamo a disposizione della comunità greca in maniera costruttiva per mostrare le ‘carte'. Se poi vogliono anche, chiamiamo il prof Crisanti, per fare un giro di tamponi a casa loro”.

01 giugno 12:12 Hong Kong, la polizia vieta la veglia Tienanmen: “Vietato assembrarsi”

La marea umana che ogni anno con migliaia di candele illuminava la notte per ricordare  del massacro di piazza Tienanmen quest'anno non ci sarà.  La polizia di Hong Kong ha opposto "una lettera di obiezione" all'annuale veglia con le tradizionali candele del 4 giugno. Lo Riporta l'Oriental Daily, in base a una nota ricevuta dagli organizzatori. E' la prima volta dal 1990, primo anniversario della strage. Il divieto viene giustificato  per le regole adottate come stop ad assembramenti e manifestazioni contro la diffusione del Covid-19 che scadono proprio giovedì e arriva a pochi giorni dall'imposizione della legge sulla sicurezza nazionale da parte di Pechino sull'ex colonia britannica.

01 giugno 12:08 Sardegna, Solinas: “Se governo boccia passaporto sanitario i turisti dovranno registrarsi online”

Il passaporto sanitario, la proposta del presidente della Regione Sardegna Christian Solinas, è stato dichiarato incostituzionale dal ministro per Affari regionali Francesco Boccia. Con la riapertura dei confini regionali, e delle frontiere Ue, dal 3 giugno, comincia ufficialmente la stagione turistica. Se l'idea del governatore sardo venisse definitivamente bocciata, in campo ci sono altre ipotesi, per controllare le persone che arrivano sull'isola per trascorrere le vacanze: "Se non dovesse raggiungere un'intesa con il Governo sul passaporto sanitario entro il 3 giugno, la Regione Sardegna è pronta ad attivare un altro sistema di controlli", ha detto Solinas ad "Agorà" su Raitre. "Tratteremo fino all'ultimo per un accordo, ma se non riusciremo a trovarlo, allora – ha spiegato – appronteremo un sistema più articolato che prevede la registrazione dei passeggeri all'ingresso su una piattaforma e la compilazione di un questionario che serve a noi per avere contezza su dove concentrare i maggiori controlli".

01 giugno 12:06 Lopalco: “Siamo passati da una fase di circolazione epidemica a una circolazione endemica”

Il Prof. Pier Luigi Lopalco
in foto: Il Prof. Pier Luigi Lopalco

"Siamo passati da una fase di circolazione epidemica a una circolazione endemica. Basta fare attenzione". A scriverlo sui social l'epidemiologo e consulente della Regione Puglia, Pierluigi Lopalco, intervenendo sulle ultime dichiarazioni del tottor Andrea Zangrillo relative alla scomparsa del coronavirus in Italia. Lopalco scava nei suoi ricordi di bambino quando i genitori gli dicevano di fare attenzione quando doveva attraversare la strada. "I miei genitori facevano terrorismo? Di certo no. Non mi dicevano mica di non attraversare la strada. Mi ricordavano semplicemente di stare attento e valutare bene il rischio", scrive e aggiunge: "In questi giorni abbiamo poche certezze: reparti ospedalieri si stanno via via svuotando dei malati di Covid 19, i nuovi casi positivi si riferiscono per lo più a portatori asintomatici o paucisintomatici, che quindi esprimono basse cariche virali, il numero di portatori è comunque alto, considerando che la maggior parte di essi non viene rilevata e che il virus si mantiene alla stato di portatore per molto tempo. Valutare il rischio e – conclude – fare attenzione".

01 giugno 11:39 Ucraina: dal 15 giugno riprenderanno i voli domestici e internazionali, ma non in Italia

L'Ucraina riprenderà i collegamenti aerei domestici e internazionali a partire dal 15 giugno. Lo ha reso noto il ministro delle Infrastrutture ucraino Vladyslav Kryklii, in un'intervista all'emittente televisiva "1+1". "I voli interni potrebbero venire riavviati anche prima, ci stiamo lavorando", ha detto Krylii. Per primi verranno ripresi i collegamenti con le destinazioni verso cui c'è maggiore richiesta, vale a dire Turchia, Grecia, Cipro e Georgia. I voli da e per la Spagna e l'Italia restano invece ancora sospesi, a causa della situazione epidemiologica ivi presente. Le autorità ucraine, ha infatti spiegato Kryklii, continuano a valutare il potenziale impatto della riapertura dei collegamenti sia a livello di reciprocità che di sicurezza sanitaria.

01 giugno 11:30 Finta app Immuni via mail. Non aprite, è un virus informatico

Il Computer Emergency Response Team dell’Agenzia per l’Italia Digitale ha lanciato un allarme: una finta app Immuni è ospitata su un sito pensato per replicare quello della Federazione Ordini Farmacisti Italiani. Dietro all’applicazione tuttavia si nasconde un ransomware capace di prendere in ostaggio i file del dispositivo vittima in attesa di un riscatto.

La finta app è stata battezzata immuni.exe con l'esatto scopo di ingannare che vi si trova davanti, mentre in realtà nasconde al proprio interno il codice di FuckUnicorn, un ransomware già utilizzato in passato per campagne di pirateria informatica.

01 giugno 11:18 In Germania 333 nuovi casi e 11 morti nelle ultime 24 ore

La Germania ha fatto registrare 333 nuovi casi di Covid-19 in un giorno, portando il totale dei contagiati dall'inizio dell'epidemia a 181.815. Come emerge dai dati diffusi dal Robert Koch Institute per le malattie infettive, i decessi sono 11, a complessivi 8.511. I pazienti guariti sono 600 in più a 165.900. Ieri sono stati comunicati 286 nuovi contagi e 11 decessi in un giorno, con un indice di letalità stabile al 4,7% e un indice di contagio all'1,04 su base corrente e allo 0,90 su 7 giorni.

01 giugno 11:15 Dal 3 giugno saranno consentiti gli spostamenti tra regioni

A partire da dopodomani, mercoledì 3 giugno, i confini interni riapriranno e  saranno nuovamente consentiti  gli spostamenti tra Regioni diverse. In ogni territorio, tuttavia, si potrebbero adottare regole diverse: c’è chi chiederà ai turisti di sottoporsi a un test sierologico (ma solo su base volontaria) e chi effettuerà controlli di altro tipo, chiedendo di compilare un questionario o di predisporre degli elenchi per chi viaggi su aerei e navi.

01 giugno 10:51 La MotoGp cancella il Gran Premio del Giappone

Dopo i gran premi di Silverstone, in Inghilterra, e Phillip Island, in Australia, la MotoGp vede cancellata un’altra tappa del mondiale. Dopo più di 30 anni, salta il Gran Premio di Motegi in Giappone. Se tutto andrà bene, almeno sulla carta la prima gara della stagione dovrebbe iniziare il 19 luglio a Jerez de la Frontera, in Spagna.

01 giugno 10:17 Continua il boom di contagi in Russia: 9.035 nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore in Russia si sono registrati 9.035 casi di coronavirus, leggermente di meno dei 9.268 nuovi contagi annunciati ieri, quando però i casi hanno superato quota 9.000 per la prima volta dal 23 maggio. Sale così a 414.878 il totale ufficiale dei contagi dall'inizio dell'epidemia. Stando al centro operativo russo anticoronavirus, nel corso dell'ultima giornata 162 persone sono decedute in Russia a causa del Covid-19, portando a 4.855 il totale dei morti. I guariti sono 3.994 nelle ultime 24 ore e 175.877 in totale.

Intanto il Fondo russo per gli investimenti diretti (Rdif) e il gruppo societario KhimRar hanno fatto sapere che il primo lotto del farmaco antivirale russo Avifavir, che negli studi clinici condotti nella Federazione Russia si è dimostrato efficace contro Covid-19, dovrebbe essere consegnato agli ospedali del paese l'11 giugno. Avifavir è la versione russa del farmaco Favipiravir, della società giapponese Toyama Chemical con requisiti più rigorosi per la sostanza rispetto ai mercati internazionali. Il farmaco in precedenza aveva ricevuto un certificato di registrazione del ministero della Salute della Federazione Russa. E' il primo farmaco realizzato sulla base di Favapiravir a livello mondiale, approvato a livello nazionale direttamente per il trattamento dei casi di Covid-19.

01 giugno 10:07 Nel pomeriggio la app Immuni sarà disponibile in Liguria, Marche, Abruzzo e Puglia

Esordirà oggi pomeriggio sugli smartphone di milioni di italiani la famosa “App Immuni” che offre la possibilità di tracciare i contatti dei contagiati dal Covid. Anche se alcuni esponenti di Forza Italia sostengono di essere già sotto "osservazione" della App, scaricata autonomamente dal loro sistema Android, il via libera ufficiale ci sarà solo dopo pranzo nelle quattro regioni che si prestano a sperimentarla nella fase iniziale: Liguria, Marche, Abruzzo e Puglia. A spiegare la ratio è il governatore Michele Emiliano dichiarando che "adesso dobbiamo capire come mettere immediatamente in quarantena eventuali contagiati e i loro contatti stretti. L’app Immuni serve a questo fine. Se qualcuno arriva in Puglia potremmo chiedergli la cortesia, non l’obbligo, di segnalare la propria presenza e di tenere memoria dei contatti".

01 giugno 10:02 L’immunologo Le Foche: “Il coronavirus si è indebolito”

"Il virus si è indebolito. Facciamo sempre più tamponi e troviamo sempre meno malati. Ci vuole ancora prudenza, è ovvio, ma la gente sta cominciando ad accettarne la convivenza". A dirlo Francesco Le Foche, responsabile del Day hospital di Immunoinfettivologia del Policlinico Umberto I di Roma, in un'intervista a ‘Libero'. "La malattia è mutata – sottolinea – Siamo in fase sub-acuta, l'isolamento ha ridotto drasticamente la carica virale. Il virus è meno aggressivo sulla cellula. I nuovi casi, in genere, non sono così gravi. Chi si ammala, oggi, ha una condizione di febbricola e di astenia che si prolunga per 2-3 settimane. E una sindrome diversa", sostiene il medico. Per Le Foche "al momento non ci sono certezze scientifiche che in autunno il virus possa riaccendersi" e comunque "ora sappiamo difenderci molto meglio, saremmo in grado di usare le armi giuste per combattere fin da subito un'eventuale reinfezione". Il virus "si sta già spegnendo – osserva l'esperto – In parte si è già spento. Il lockdown gli ha impedito di riprodursi e quindi si è affievolito. Il caldo gli assesterà un ulteriore colpo, a patto naturalmente che la gente continui ad avere comportamenti virtuosi". Secondo lo specialista, "il clima delle ultime settimane ha aiutato. Poi è logico che più si inalbererà la temperatura e meno probabilità avremo di infettarci, succede per tutte le forme virali. Le goccioline non saranno più in grado di essere veicolate a distanza".

In merito alla possibilità dei guariti di riammalarsi, "non è detto che chi ha sviluppato gli anticorpi sia immune – avverte Le Foche – Chi ha contratto il Covid in forma leggera potrebbe sì aver sviluppato le IgG, ma non in quantità sufficiente. Chi è stato colpito in modo più pesante, invece, pare che non si sia riammalato, ma ancora non sappiamo quanto duri l'immunizzazione", dice l'immunologo.

01 giugno 09:57 Il primo ministro armeno Nikol Pashinian ha contratto il covid-19

Nikol Pashinian, primo ministro dell'Armenia, ha annunciato che lui e la sua famiglia sono risultati positivi al test per il coronavirus. Citato dal quotidiano online Mediamax, Pashinian ha detto di stare bene e di non avere febbre, né altri sintomi tipici del Covid-19. Per questo, ha spiegato, continuerà a lavorare dalla sua abitazione. Il leader del governo armeno ha dichiarato che probabilmente è stato contagiato durante una riunione quando una persona, poi risultata positiva al coronavirus, gli ha versato un bicchiere di acqua senza indossare i guanti. Finora in Armenia si sono registrati più di 9.300 casi di coronavirus e 131 vittime

01 giugno 09:44 Cartabellotta (GIMBE): “In Lombardia si sovrastimano i guariti e si sottostimano i morti”

Il presidente della fondazione Gimbe Nino Cartabellotta in un'intervista rilasciata a Omnibus, su La7, ha sottolineato ancora una volta le lacune nel sistema informativo sul Coronavirus: "In questo momento bisogna avere ancora più informazioni. Noi siamo un ente terzo che elabora dati, non è possibile essere lodati se diamo giudizi positivi su una regione ed essere querelati se i dati sono negativi". Secondo Cartabellotta i dati sulla base dei quali vengono prese decisioni da parte di governo e regioni non sono in alcun modo certificati dall'Istituto Superiore di Sanità e, nel caso soprattutto della Lombardia, ci sarebbe la tendenza a sovrastimare i guariti e sottostimare i morti.

01 giugno 09:25 In Corea del Sud nuovo focolaio in chiesa

In seguito alla scoperta di un nuovo focolaio vicino a una chiesa il governo sudcoreano starebbe valutando l’ipotesi di estendere l’obbligo di indossare mascherine protettive e ripristinare alcune delle misure emergenziali di distanziamento sociale tese a contenere i contagi.

01 giugno 08:54 Pregliasco: “In Lombardia situazione molto migliorata”

"In Lombardia la situazione è molto migliorata grazie ad una sistematica adozione di test sierologici e di tamponi che finalmente sono ampiamente disponibili". A dirlo Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario Irccs Galeazzi Milano, in collegamento con Agorà su Rai3. "Credo che la situazione sia sotto controllo e che la quota oggettiva di infetti sia bassissima: 2.4, e anche meno, per 10mila abitanti e quindi ritengo fondamentale questa apertura sempre nell'ottica di una vigile serenità; ci sarebbe voluto un lockdown molto più lungo per arrivare ad un valore vicino allo zero", aggiunge.

01 giugno 08:33 Caso Zangrillo, Silvestri: “Innegabile la stagionalità del virus, probabilmente tornerà a dicembre”

Anche il virologo Guido Silvestri, docente alla Emory University di Atlanta, ha deciso di commentare le dichiarazioni rilasciate ieri da Alberto Zangrillo a proposito della scomparsa del Covid. Lo scienziato marchigiano trapiantato negli USA ha parlato della stagionalità del virus, sottolineando che è proprio questa a portare un miglioramento della situazione in Italia. Ma c’è anche l’altra faccia della medaglia: “C’è una notevole possibilità che l’infezioni ritorni a fine autunno, inizio inverno (direi dicembre)”.

01 giugno 08:26 A Wuhan nessun nuovo positivo asintomatico

Wuhan, focolaio originario della pandemia di coronavirus, non ha fatto registrare nessun nuovo caso asintomatico per la prima volta dall'inizio della crisi sanitaria. Secondo una dichiarazione rilasciata oggi dalla Commissione sanitaria municipale, la città ha condotto oltre 60 mila test dell'acido nucleico nella giornata di ieri, senza rintracciare nessun nuovo caso di positività al virus. Wuhan ha iniziato una campagna di test a tappeto il 14 maggio, per espandere i test dell'acido nucleico al fine di conoscere meglio il numero di casi asintomatici o persone che non mostrano sintomi chiari nonostante siano infettate dal virus.

01 giugno 08:19 Tamponi sugli asintomatici, Crisanti: “Se non li avessi fatti ora il Veneto sarebbe come la Lombardia”

Il virologo Andrea Crisanti in un'intervista rilasciata al Corriere della Sera ha rivendicato la scelta di sottoporre anche gli asintomatici a test del tampone: "Ho fatto tamponi sugli asintomatici quando non si poteva perché mi sembrava chiaro che erano veicolo di contagio… se mi adattavo al gregge il Veneto sarebbe andato in rotta di collisione con il virus, come Lombardia e Piemonte".

La decisione di Crisanti di sottoporre a test anche gli asintomatici ha violato le leggi sanitarie in vigore all'inizio della pandemia prendendo una posizione contraria a quella dell’Oms e, a cascata, dell’Istituto superiore di sanità e della Regione.

01 giugno 07:44 In India aumento record di contagi: quasi 9mila in 24 ore

Sono almeno 8.932 i nuovi casi di coronavirus registrati in India nelle ultime 24 ore. Lo hanno reso noto le autorità sanitarie locali, spiegando che si tratta del numero di contagi giornalieri più alto mai registrato nel Paese dall'inizio dell'epidemia. Il totale delle infezioni in India è così salito a 190.535. Almeno 5.394 sono invece i decessi da Covid-19. Lo Stato più colpito è quello di Maharashtra, con almeno 67.655 casi.

01 giugno 07:36 Il Brasile secondo paese al mondo per numero di contagi, ma Bolsonaro incontra la folla

Il Brasile è ora il secondo Paese al mondo, dopo gli Stati Uniti, per numero di contagiati di Covid-19: i casi confermati sono oltre 500 mila, la metà del milione segnalato in tutta l'America Latina. Tuttavia il presidente Jair Bolsonaro ha di nuovo vietato le raccomandazioni di distanziamento fisico: senza mascherina, il leader di estrema destra ha incontrato un gruppo molto stretto di sostenitori nella capitale Brasilia mentre la folla cantava "Mito! Mito! Mito!". Bolsonaro è stato un forte oppositore del lockdown come misura di contenimento del coronavirus, considerandolo inutile e dannoso per l'economia, ma ha affrontato intense critiche da parte delle autorità statali preoccupate e dai cittadini arrabbiati.

01 giugno 07:14 Di Maio: “Pronti a chiudere le frontiere a chi non ci rispetta”

"La partita si aprirà il 3 giugno, perché andare a trattare con uno Stato estero mentre noi abbiamo ancora delle regole restrittive è complicato". A dichiararlo in un'interivsta al Corriere della Sera il ministro degli Esteri Luigi Di Maio dinanzi alle chiusure dei flussi turistici annunciate da alcuni Paesi nei confronti dell'Italia. E a propria volta ribatte: "Crediamo nello spirito europeo, ma siamo pronti a chiudere le frontiere a chi non ci rispetta".

Il numero uno della Farnesina dice inoltre: "Crediamo nella collaborazione ma anche nella reciprocità" ed "è lo spirito che porterò nei miei viaggi in Germania, Slovenia e Grecia". Per Di Maio l'Italia si è infatti distinta "per la trasparenza e i nostri dati sono molto confortanti". E osserva: "Non vogliamo sollevare polemiche, ma se qualcuno pensa di chiuderci la porta in faccia solo per i propri interessi, allora risponderemo. Davanti ai personalismi la porta la chiuderemo anche noi. Ma c'è un dialogo costruttivo da parte di molti Stati". Come con "il collega tedesco Mass" con cui "i rapporti sono ottimi". E il capo della diplomazia italiana nel mondo annuncia: "Il 5 andrò a Berlino per discutere di Libia e flussi turistici. Di fronte alle nostre preoccupazioni su presunti corridoi sulla base di accordi bilaterali, la Germania ci ha rassicurato". Rispetto poi all'atteggiamento della Grecia che impone la quarantena a quattro regioni italiane, Di Maio replica: "Sentirò oggi stesso il mio omologo. Inoltre il 9 sarò ad Atene per mostrare, dati alla mano, la situazione reale in tutte le nostre regioni". E sul Sud diffidente verso il Nord e che giudica la riapertura del 3 giugno frettolosa quanto improvvida, il ministro osserva: "Comprendo le preoccupazioni di chi amministra i territori, ma le scelte del governo sono dettate da un confronto con il comitato scientifico".

01 giugno 07:10 In America Latina più di un milione di contagiati

L'America Latina, in piena pandemia da coronavirus, ha superato nelle ultime 24 ore la barriera di un milione di contagiati, raggiungendo 1.010.279 di casi confermati (+35.000), di cui 51.216 morti (+1.100). È quanto emerge oggi da una statistica elaborata dall'ANSA sulla base di dati riguardanti 34 nazioni e territori latinoamericani.

01 giugno 07:07 Nel mondo più di 370mila morti

E' di più di 370mila (371.700) il bilancio dei morti nel mondo legati al Coronavirus, secondo i dati aggiornati dell'università americana Johns Hopkins. Gli Stati Uniti contano il maggior numero di vittime, 104.383. Seguiti dal Regno Unito con 38.571 morti e dall'Italia (33.415). I casi di contagio ufficialmente riconosciuti in tutto il mondo sono oltre 6,15 milioni (6.152.160), di cui circa 1,8 milioni negli Usa e oltre mezzo milione in Brasile.

01 giugno 07:05 Negli USA altri 598 morti nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore negli Stati Uniti sono stati registrati 598 nuovi morti per Coronavirus: sono i dati della Johns Hopkins University. In totale il numero dei contagi è 1.788.762, mentre i morti sono 104.383.

01 giugno 07:00 Le ultime notizie sul Coronavirus in Italia e nel mondo di lunedì 1 giugno

Sono 233.019 i contagi da Coronavirus in Italia secondo i dati della Protezione Civile, di cui 157.507 guariti e 33.415 morti; registrati 78 decessi nella giornata di ieri. Ecco la mappa del contagio regione per regione:

Lombardia: 88.968

Piemonte: 30.637

Emilia Romagna: 27.790

Veneto: 19.152

Toscana: 10.104

Liguria: 9.663

Lazio: 7.728

Marche: 6.730

Campania: 4.802

Puglia: 4.494

Trento: 4.430

Sicilia: 3.443

Friuli VG: 3.273

Abruzzo:  3.244

Bolzano: 2.597

Umbria: 1.431

Sardegna: 1.356

Valle D'Aosta: 1.184

Calabria: 1.158

Molise: 436

Basilicata: 399

A partire da mercoledì 3 giugno riaprono le Regioni e sarà possibile spostarsi in Italia senza autocertificazione: cambiano quindi le regole su cosa si può fare e cosa no in Italia a partire dal 3 giugno. Il professore Davide Bassi, fisico ed ex rettore dell'Università di Trento, ha dichiarato a Fanpage.it che riaprire il 3 giugno "è un atto di fede, perchè i controlli sulla qualità dei dati accumulati dalle regioni sono scarsi". Il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro ha dichiarato in un'intervista che una seconda ondata è possibile, ma che con tutta probabilità sarà meno violenta della precedente. Il primario dell'ospedale San Raffaele di Milano Alberto Zangrillo ha affermato che il virus dal punto di vista clinico non esiste più.

Superati i 6 milioni di contagi nel mondo con oltre 367mila morti; dopo il Brasile è il Perù il secondo Paese più colpito in America Latina, con oltre 155.671 positivi e 4.371 morti. Le Isole Galapagos riaprono i turisti dal primo luglio, in Nuova Zelanda si registrano zero casi per il nono giorno consecutivo.