46 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Google

Una nuova funzione di Google può diventare una minaccia per le vittime di stalking: come disattivarla

A inizio aprile Google ha introdotto per i suoi dispositivi Android la funzione Find My Device. Questa applicazione è molto utile per ritrovare dispositivi persi, anche quando non sono più connessi alla rete internet. Il problema è che potrebbe essere usata per seguire persone contro la loro volontà: basta una cuffia lasciata nella giacca per tracciare una persona.
A cura di Valerio Berra
46 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Perdere uno smartphone è un danno. Per il costo, per l’isolamento nelle comunicazioni e soprattutto per tutti i dati rinchiusi in quel rettangolo di plastica, vetro, alluminio e silicio. E il danno non è molto diverso per gli altri dispositivi che usiamo tutti i giorni, dagli smartwatch alle cuffie Bluetooth. Google a inizio aprile ha lanciato Find My Device, una funzione che permetterà di tracciare gli smartphone Android anche quando sono disconnessi da internet o dalla rete Wi-Fi. La tecnologia con cui funziona Find My Device è molto simile a quella usata da Apple per la funzione Find My, in italiano Dov’è.

In breve, si tratta di un sistema di triangolazione che permette di definire la posizione di un dispositivo grazie ai dispositivi presenti nelle vicinanze. Fra le tecnologie utilizzate per ottenere il tracciamento c’è anche il Bluetooth. Proprio per questo è possibile trovare anche certi modelli di cuffie che non possono connettersi né al GPS né alla rete internet.

Il rischio della funzione Find My Device

Nella maggior parte dei casi questo genere di funzioni sono molto utili. Permettono di trovare un paio di cuffie lasciate al bar o uno smartphone rimasto sulla scrivania dell’ufficio. E soprattutto riescono a far risparmiare tempo agli utenti che non devono più dedicarsi a complessi esercizi mentali per ripercorrere a ritroso i loro ultimi spostamenti.

In alcuni casi però queste funzioni hanno anche un rischio. In un articolo pubblicato sul Washington Post, la giornata Shira Ovide ha spiegato i rischi delle nuove funzioni introdotte da Google. Possono aiutare il tracciamento di vittime di stalking o di persone oppresse da partner e parenti. Basta infatti lasciare anche solo una cuffia Bluetooth nella giacca di una persona per poter monitorare tutti i suoi spostamenti.

Apple ha inserito una serie di avvisi automatici quando viene rivelata la presenza fissa di un AirTag non associato ai nostri dispositivi. Per Google invece si può disattivare la funzione Trova il mio dispositivo offline. Per farlo basta seguire questo percorso:

  • Impostazioni
  • Trova dispositivi
  • Trova il mio dispositivo
  • Qui bisogna cerca Trova il mio dispositivo offline e disattivare
46 CONDIVISIONI
30 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views