8 Gennaio 2022
12:22

Facebook Portal, Amazon Echo Show e Google Nest Hub: guida a tutti gli schermi intelligenti

Se volete uno schermo intelligente dotato di assistente vocale, le scelte possibili sono tre: Facebook, Amazon o Google. La base è simile, ma le funzioni sono molto diverse: ecco una guida per districarsi nella scelta.
A cura di Marco Paretti

Nel corso degli ultimi anni le nostre case si sono riempite di assistenti vocali: da Alexa di Amazon, che di fatto ha dato il via alla diffusione a macchia d'olio di questi dispositivi, fino all'assistente di Google e a quello di Facebook. Sono soluzioni principalmente basate sulla voce che, però, ultimamente hanno visto il proliferare di dispositivi di fascia più alta caratterizzati anche da uno schermo sensibile al tocco. Una soluzione che ha consentito alle aziende di differenziarsi molto dal punto di vista dei contenuti e soprattutto dei servizi offerti, che in questo caso possono mostrare elementi visivi e non solo audio. Ecco i migliori tra cui scegliere e tutte le loro differenze.

Amazon Echo Show, 4 misure e uno schermo mobile

Si può tranquillamente dire che quello di Amazon sia stato il dispositivo che ha lanciato il boom degli assistenti vocali casalinghi in Italia, inizialmente nato con due dispositivi che dal punto di vista video non offrivano niente: il "Dot" e il "Plus". Con Echo Show, invece, l'azienda ha iniziato a integrare questi sistemi con diversi contenuti multimediali. Oggi ci sono quattro possibilità in questo senso, a seconda delle dimensioni: la versione più piccola da 5 pollici, quella più ampia da 8 pollici, la mobile da 10 pollici e il pezzo da 90 con schermo da 15 pollici.

Echo Show 15 può essere montato anche in verticale
Echo Show 15 può essere montato anche in verticale

Le funzioni sono identiche per tutti, cambia solo la dimensione dello schermo e, per quanto riguarda quella da 10 pollici, la possibilità di muovere il display a 360 gradi per seguire l'utente. Si controllano tramite Alexa o con il tocco e possono mostrare ricette, telegiornali, immagini, video e persino serie TV su Prime Video e Netflix. Con lo schermo è facile controllare la riproduzione di musica e podcast, così come è semplice accendere e spegnere eventuali dispositivi connessi della casa. Si possono effettuare chiamate e videochiamate ad altri dispositivi Echo e alle applicazioni Alexa per smartphone, oltre che attraverso servizi come Zoom e Skype. Menzione d'onore per i due dispositivi più grandi: il modello da 10 pollici è in grado di seguire l'utente a 360 gradi grazie allo schermo mobile che individua in autonomia chi gli sta parlando, mentre quello da 15 pollici può essere appeso alla parete come un quadro. I dispositivi più piccoli sono perfetti per il comodino (Echo 5) e per la cucina (Echo 8).

Il costo parte da 85 euro.

Facebook Portal, per videochiamare amici e parenti

Nel corso degli ultimi anni anche l'azienda di Zuckerberg si è inserita nel settore degli assistenti casalinghi con una proposta che sicuramente può interessare soprattutto chi utilizza tanto le videochiamate su WhatsApp e Messenger. Anche in questo caso i dispositivi sono molteplici e, a differenza delle altre soluzioni, presentano tutte uno schermo: Portal, Portal Go e Portal+, con l'aggiunta di Portal TV che offre tutte le funzioni degli altri dispositivi ma va collegato a una televisione.

Le videochiamate sono il punto forte di Portal
Le videochiamate sono il punto forte di Portal

La funzione più interessante dei prodotti Facebook è quella legata alle videochiamate: una volta collegato al proprio account Facebook e WhatsApp, infatti, lo schermo intelligente è in grado di effettuare e ricevere chiamate e videochiamate da tutti i vostri contatti. In questo, la soluzione più interessante è quella di Portal Go, che può essere rimosso dalla sua base e portato in giro per casa mentre si videochiama qualcuno. Perfetto per una famiglia che vuole tenere lo schermo in salotto o all'ingresso, per poi utilizzarlo in tutta la casa. Rispetto alle altre soluzioni, però, Portal pecca un po' per funzioni: se è vero che può sfruttare un browser interno per navigare sul web e aprire portali come YouTube, lo è altrettanto il fatto che le app native a disposizione sono un po' limitate. Un vuoto riempito però dal comparto dedicato alle videochiamate, che peraltro possono sfruttare alcuni effetti di realtà aumentata e non solo: per i più piccoli c'è anche una funzione per leggere storie interattive a distanza. Integra Amazon Alexa per i comandi vocali e anche un assistente proprietario che, però, è disponibile solo in inglese con la frase "Ehi Facebook".

Il costo parte da 129 euro.

Google Nest Hub, per l'integrazione con Big G

Quella di Google è una soluzione unica, ma decisamente completa e rifinita. Offre ovviamente accesso all'assistente vocale di Google, disponibile ormai da anni e caratterizzato da un'esperienza a 360 gradi che nulla ha da invidiare ad Alexa. Sul display sensibile al tocco da 7 pollici è possibile guardare YouTube e Netflix, ascoltare musica, controllare i dispositivi smart, visualizzare Google Calendar, controllare le telecamere di sorveglianza e persino analizzare il sonno grazie al sensore di movimenti e suoni. Sempre tramite un sensore di movimenti è possibile controllare alcuni elementi semplicemente muovendo la mano davanti allo schermo, una funzione utile soprattutto quando si hanno le mani sporche, per esempio quando si cucina.

Per il monitoraggio del sonno il Google Nest Hub va tenuto sul comodino
Per il monitoraggio del sonno il Google Nest Hub va tenuto sul comodino

Il tutto è accompagnato da un'interfaccia grafica elegante che caratterizza tutti i prodotti Google e Android: gli elementi sono ben presentati e, soprattutto per quanto riguarda la schermata riassuntiva, molto chiari e ben distribuiti. Il Nest Hub sicuramente il dispositivo che dal punto di vista dell'interfaccia regala più emozioni e che richiama l'esperienza dello smartphone. Manca però una videocamera, cosa che rende impossibile effettuare videochiamate: se il vostro obiettivo è quello, dovrete scegliere una delle altre soluzioni.

Costa 99,99 euro.

Tl;dr

Amazon Echo Show: Ci sono Alexa e tanti contenuti multimediali, i dispositivi sono molti con diverse funzioni e un prezzo di partenza basso.

Facebook Portal: Ottimo per le videochiamate su WhatsApp e Messenger, poche altre funzioni.

Google Nest Hub: L'esperienza e l'assistente Google, un dispositivo (quasi) completo: mancano videocamere e videochiamate.

Abbiamo messo in cucina l'Echo Show 15 di Amazon, lo schermo intelligente con Alexa
Abbiamo messo in cucina l'Echo Show 15 di Amazon, lo schermo intelligente con Alexa
Abbiamo provato l'HomePod Mini, lo speaker intelligente di Apple
Abbiamo provato l'HomePod Mini, lo speaker intelligente di Apple
153 di Marco Paretti
A marzo Apple annuncerà un nuovo modello di iPhone
A marzo Apple annuncerà un nuovo modello di iPhone
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni