I meme più famosi del web: storia e curiosità
23 Gennaio 2023
13:20

Dai meme ai sogni, la storia del Popeyes Kid diventato sponsor di ristoranti: “A scuola mi prendevano sempre in giro”

Aveva solo 9 anni quando un uomo l’ha fotografato in fila davanti a un ristorante Popeyes. Il meme è diventato virale e Collin è stato bullizzato dai compagni, ma ora sarà il volto di Popeyes.
A cura di Elisabetta Rosso
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
I meme più famosi del web: storia e curiosità

Ad agosto 2013 Dieunerst Collin stava guardando con sua madre Super Buddies, il cartone animato con i cani parlanti, quando arriva un messaggio di sua sorella, è un video che mostra Collin in fila al ristorante Popeyes con un bicchiere in mano e lo sguardo traverso, quello che ha trasformato il bambino di 9 anni in un meme.

"All'inizio è stato davvero difficile", ha detto Collin al Washington Post, che è stato bullizzato a causa dello scatto. “Ma la famiglia e gli amici mi avevano detto: Ehi, sarà qualcosa di buono!". Dieci anni dopo ci riesce.

Il meme Popeyes kid

Un uomo dentro Popeyes vede Collin in fila per ordinare il pollo, e trova una somiglianza con Lil TerRio, un ragazzo famoso per i suoi passi di danza su Vine, prima che la piattaforma venisse chiusa nel 2016. Così decide di fare un video per mostrarlo a tutti. Tre settimane dopo la clip è ovunque, e il fermo immagine dello sguardo del bambino si trasforma in meme. Le persone usano lo scatto per esprimere reazioni a momenti imbarazzanti, come vedere un insegnante fuori dalla scuola o essere scoperto mentre si copia un compito. Il meme viene visualizzato da 19,2 milioni di persone nel 2014.

INSTAGRAM | Il meme Popeyes kid
INSTAGRAM | Il meme Popeyes kid

Gli anni duri della scuola

Arriva anche a Collin l’immagine, e con lei i commenti cattivi degli utenti. La vedono anche i suoi compagni di classe, e così diventa un bersaglio. “Le persone venivano da mio padre e dicevano: Ehi, abbiamo visto tuo figlio su internet", cercando di scherzarci sopra. E anche mio padre soffriva che mi prendessero in giro", ha detto Collin alla CNN. A scuola invece deve subire battute e  soprannomi sgradevoli per colpa dello scatto rubato da Popeyes.

Ci vogliono anni per smarcarsi dal meme. Al liceo, ha detto Collin, “il football mi ha aiutato a formare una nuova identità e trovare un gruppo di appartenenza. I compagni di squadra mi hanno trovato un nuovo soprannome, "Killer Whale", per il mio blocco sulla linea offensiva. La gente ha iniziato a sapere chi ero veramente", ha detto Collin.

Il riscatto di Collin

Quando la sua squadra di Collin, l'East Orange Campus, vince il campionato di calcio a dicembre 2021, il ragazzo si fa scattare una foto il trofeo guardandolo di traverso per imitare il meme. Non è più solo il ragazzino di Popeyes ora, e quindi può persino scherzarci sopra. Poi, l’8 gennaio 2023, sceglie di prendere in considerazione quel vecchio consiglio dei parenti e degli amici: “Quel meme sarà qualcosa di buono”, così pubblica un post su Instagram, tagga Popeyes, e scrive “Sono pronto a parlare di affari”.

La risposta di Popeyes

Popeyes scrive subito in chat privata a Collin, e pochi giorni dopo pubblica un post: "Orgogliosi di dare il benvenuto a Dieunerst Collin nella famiglia". Poi un portavoce della catena di fast food scrive; “Dai meme ai sogni, Dieunerst e Popeyes abbelliranno ancora una volta i feed dei social media", ufficializzando così la decisione del ristorante di sponsorizzare Colin.

Questa volta sotto il tweet tutti i commenti sono d'incoraggiamento. “Può succedere di tutto con internet. Non posso credere di poter dire di essere ufficialmente sponsorizzato da Popeyes. Grazie a tutti coloro che hanno contribuito a diffondere la buona parola!”, ha scritto Collin, poi ha aggiunto: “Pensavo solo che le persone sarebbero andate avanti e si sarebbero dimenticate del meme. Quando parlo con mio padre, si emoziona davvero perché non si sarebbe mai aspettato che succedesse questo".

Parla l’autore del meme This is fine: “L’ho creato quando ho iniziato a prendere antidepressivi”
Parla l’autore del meme This is fine: “L’ho creato quando ho iniziato a prendere antidepressivi”
In Italia arriva la prima Notte degli Oscar dedicata ai meme:
In Italia arriva la prima Notte degli Oscar dedicata ai meme: "È il mezzo di comunicazione più potente"
Un meme di Homer Simpson diventerà una scarpa
Un meme di Homer Simpson diventerà una scarpa
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni