video suggerito
video suggerito
Instagram

Cosa sappiamo di Threads e quando arriva la nuova app di Instagram che vuole distruggere Twitter

Threads sarà un’app collegata a Instagram, esattamente come TikTok Now lo era per TikTok. L’obiettivo è quello di creare un’app concorrente di Twitter dove i creator di Instagram potranno trasferire i loro utenti. Probabilmente sarà disponibile dal 6 luglio sia per Android che per iPhone.
A cura di Valerio Berra
10 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Il 6 luglio comincia il vero incontro di lotta tra Elon Musk e Mark Zuckerberg. Non si tratta dell’incontro di MMA che ha dato tanta gioia ai amanti dei meme, soprattutto dove la sparata sul Colosseo. Ma sarà un incontro con meno sangue e più strategia. Instagram è pronta a lanciare Threads, l’app che dovrebbe diventare la principale concorrente di Twitter. Sia sul Play Store che su App Store, i negozi digitali della app per Android e iPhone, sono apparse tracce di questa nuova app. Del progetto si parla da tempo, prima si chiamava Barcelona, poi è emerso che il nome in codice tra gli ingegneri di Meta era P92.

Come funziona Threads la nuova app di Instagram

La prima cosa da capire su Threads è che non si tratta di un nuovo social, almeno non del tutto. È un’app satellite e per funzionare deve essere collegata a un’altra app. Nello specifico Instagram. Se siete stati tra gli utilizzatori di TikTok Now, il meccanismo è più o meno lo stesso. Certo, capiamo che il paragone è un po’ improbabile, visto che TikTok Now è stato chiuso per mancanza di utilizzatori.

Da quello che sappiamo Threads dovrebbe essere modellata sulla stessa struttura di Twitter. Ci sarà un feed in cui pubblicare dei micropost, si potrà rispondere con dei commenti, ripotare dei contenuti e allegare immagini e foto. Sarà Twitter in pratica, solo che non avrà Elon Musk e si collocherà nello stesso ambiente di Instagram. Cosa che rende più facile il trasferimento di follower. Operazione in cui si perdono sempre qualcosa da un social all’altro.

Quando si potrà accedere a Threads

Sul mercato degli Stati Uniti tutto è pronto per il lancio del 6 luglio. Anzi. Meta ha inserito anche un Easter Egg nella bara di ricerca dei risultati di Instagram. Se cercate Threads vi uscirà un biglietto da visita con il vostro nome, un QR Code e l’orario in cui potrete scaricare il nuovo social da App Store o da Play Store. Abbiamo provato anche noi connettendoci da uno smartphone in Italia ma sembra che non sia ancora possibile vedere nulla.

Il QR che compare nell’invito rimanda a threads.net, un sito discretamente statico in cui si vede solo un’enorme di galassia di pallini con in mezzo solo il nome della nuova app. Si può giusto zoommare di qualche lunghezza.

Il sistema decentralizzato come Mastodon

La cosa interessante sarà vedere l’integrazione di Threads con ActivityPub, il protocollo per social media decentralizzato utilizzato da Mastodon. Una scelta pensata per rendere più “democratico” il social. Non sappiamo ancora come verrà ottimizzata questa tecnologia su Thread ma su Mastodon ogni utente può creare un server dove i suoi tweet vengono mostrati solo in ordine cronologico, senza seguire nessuna logica definita da un algoritmo. Interessante, anche se il progetto Mastodon non è mai riuscito a radunare davvero gli utenti.

10 CONDIVISIONI
76 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views