262 CONDIVISIONI
13 Giugno 2022
13:51

Veterinari ridonano la vista a un leone cieco e gli salvano la vita: presto tornerà libero

Un giovane maschio di leone asiatico, cieco a causa di una grave cataratta bilaterale, è stato sottoposto a un intervento chirurgico che gli ha salvato la vita.
A cura di Andrea Centini
262 CONDIVISIONI
Un maschio di leone asiatico. Si differenzia dal leone africano per la criniera meno folta e il ciuffo più grande sulla coda. Credit: wikipedia
Un maschio di leone asiatico. Si differenzia dal leone africano per la criniera meno folta e il ciuffo più grande sulla coda. Credit: wikipedia

Veterinari indiani hanno salvato la vita a un giovane leone asiatico (Panthera leo persica) che aveva perduto la vista a causa di una grave cataratta bilaterale. Senza poter vedere, infatti, l'esemplare maschio di cinque anni sarebbe stato condannato a morte certa, non essendo più in grado di procurarsi il cibo. Grazie a un pionieristico intervento chirurgico i medici veterinari hanno sostituito entrambi i cristallini allo sfortunato felino, che ora ha completamente recuperato la vista. Come si riprenderà dall'operazione il leone verrà liberato nella foresta del Gir di Jamvala, un villaggio nello Stato del Gujarat. Questo è l'unico luogo al mondo dove i leoni asiatici (conosciuti anche come leoni indiani o leoni di Gir) vivono liberi in natura. Se ne contano infatti solo poche centinaia di esemplari e la specie è classificata in pericolo critico di estinzione (codice CR) nella Lista Rossa dell'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN). Il salvataggio di questo giovane maschio ha dunque un valore particolarmente significativo anche dal punto di vista della biodiversità.

Giovane leone asiatico. Credit: wikipedia
Giovane leone asiatico. Credit: wikipedia

La storia del leone, raccontata dalla BBC e dal Times of India, è iniziata alcune settimane addietro, quando i ranger del Gir di Jamwala si sono accorti di un esemplare apatico, che non reagiva nemmeno quando le prede gli camminavano davanti a poca distanza. Il leone, inoltre, restava sempre seduto nella stessa posizione. Gli uomini si sono accorti che qualcosa non andava e hanno così deciso di intervenire. Il grosso felino è stato catturato nei pressi di Diwali ed è stato portato in un centro di soccorso per la fauna selvatica, dove i veterinari hanno determinato che non poteva vedere più nulla a causa di una cataratta avanzata. Reagiva solo agli stimoli sonori.

Tra i medici coinvolti figura anche il dottor Sanjeer Javia, un esperto di chirurgia degli occhi. Il leone aveva opacizzazione in entrambi gli occhi (cataratta bilaterale) e per questo si è deciso di trasferirlo presso la clinica dello zoo di Sakkarbaug per l'intervento chirurgico. Come specificato al Time of India dal dottor Abhishek Kumar, direttore del giardino zoologico, “il leone era giovane e se non fosse stato sottoposto a intervento chirurgico non sarebbe stato in grado di sopravvivere in natura”.

Il problema è che nel Gujarat non era mai stato eseguito un intervento di sostituzione del cristallino a un leone; i medici veterinari non sapevano nemmeno che dimensioni avesse il piccolo organo, dato che mancavano i riferimenti nella letteratura scientifica sui leoni asiatici. “Fortunatamente” negli stessi giorni è stata trovata la carcassa di un altro esemplare e i veterinari ne hanno estratto i bulbi oculari per l'analisi dei cristallini. Hanno raccolto tutte le informazioni e le hanno girate a un'azienda di Madurai specializzata in protesi oftalmiche, che ne ha realizzate due su misura per il leone. Dopo averle ricevute i funzionari dello zoo indiano hanno sottoposto il grosso felino (da 140 chilogrammi) al delicatissimo intervento chirurgico, con l'ausilio di un macchinario che il dottor Javia conosceva bene. Ci sono volute sei persone per portare il leone sul tavolo operatorio. L'operazione, come indicato, è perfettamente riuscita e il meraviglioso felino ha riacquistato la vista al 100 percento. Le guardie forestali hanno affermato che come si riprenderà sarà nuovamente liberato nella foresta di Jamwala.

262 CONDIVISIONI
Il James Webb può rilevare segni di vita sui pianeti alieni: presto punterà il sistema Trappist
Il James Webb può rilevare segni di vita sui pianeti alieni: presto punterà il sistema Trappist
Non è vero che la razza del cane ci dice tutto del suo comportamento
Non è vero che la razza del cane ci dice tutto del suo comportamento
Tartaruga marina ferita in Puglia con un fucile subacqueo: l'asta conficcata tra collo e carapace
Tartaruga marina ferita in Puglia con un fucile subacqueo: l'asta conficcata tra collo e carapace
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni