Guerra in Ucraina
7 Gennaio 2023
13:54

Quali sono i mezzi corazzati che Usa, Germania e Francia forniranno all’Ucraina

La decisione potrebbe aprire la strada all’invio dei carri armati, per ora assenti nei nuovi pacchetti di aiuti in armi autorizzati dagli alleati statunitensi ed europei.
A cura di Valeria Aiello
Un Bradley dell’esercito americano / Wikipedia
Un Bradley dell’esercito americano / Wikipedia
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Guerra in Ucraina

I soldati ucraini “avranno ancora più armi, equipaggiamento, proiettili, sistemi di difesa, il che ci renderà molto più preparati ad eventuali piani di escalation da parte della Russia e a quegli attacchi che questo Stato terrorista ci infligge, indipendentemente dal fatto che si tratti di un giorno festivo o feriale”. Così il presidente Volodymyr Zelensky, nel suo ultimo discorso diffuso sui social, ha confermato la fornitura di nuovi consistenti pacchetti di aiuti da Stati Uniti, Germania e Francia che, per la prima volta, includeranno anche i missili statunitensi Sea Sparrow a guida radar, che supporteranno la difesa aerea contro gli attacchi missilistici russi.

I mezzi corazzati per i soldati di Zelensky

Le “novità” sul campo di battaglia comprenderanno anche 50 blindati Bradley, il gold standard dei corazzati da combattimento degli Stati Uniti, decine di blindati tedeschi Marder e i tank leggeri AMX-10 di produzione francese. Secondo alcuni esperti e anonimi funzionari statunitensi citati da Politico, la mossa di inviare questi moderni veicoli da combattimento “potrebbe aprire la strada alla fornitura dei più potenti carri armati occidentali – dai vecchi Leopard tedeschi ai più moderni Abrams americani, ndr – , qualcosa che gli alleati statunitensi ed europei sono stati finora riluttanti a fare”. Il solo Bradley, ad ogni modo, rappresenterà un significativo aumento di capacità per l’Ucraina, in quanto più veloce e meglio protetto dei cingolati M113 già in servizio.

I "letali" Bradley inviati degli Stati Uniti

I Bradley Fighting Vehicles (BFV) o semplicemente Bradley che, nel nuovo pacchetto di aiuti da 3,8 miliardi di dollari degli Stati Uniti saranno complessivamente 50, sono veicoli corazzati dotati di due missili anticarro TOW, una mitragliatrice Bushmaster da 25 mm e una mitragliatrice coassiale da 7,62 mm, tutti efficaci a lungo raggio. Questo blindato non è però considerato un carro armato, come spiegato su Twitter dal generale in pensione Mark Hertling, ex comandante dell’esercito americano nella missione Desert Storm. “Il Bradley (o IFC – veicolo da combattimento di fanteria / CFV – veicolo da combattimento di cavalleria) può essere un killer di carri armati… e un trasportatore di truppe – precisa Hertling ma NON è un carro armato”.

Rispetto ai carri armati Abrams, il Bradley sarebbe quindi una scelta ritenuta a minor rischio escalation “per un’amministrazione ancora preoccupata di provocare Mosca” ha affermato un altro comandante in pensione, Ben Hodges, ex generale dell’esercito americano in Europa, che ha però constatato come il fuoco di copertura di cui è equipaggiato questo mezzo renderà il corazzato “letale” una volta schierato sul campo di battaglia, in particolare se abbinato ai carri armati dell’era sovietica di Kiev.

L’AMX-10 di produzione francese

Utilizzato in passato come veicolo da ricognizione e killer di carri armati dalle forze francesi, l’AMX-10 è un mezzo corazzato da combattimento spesso descritto come cacciacarri con le ruote o carro armato leggero, essendo definito come “char” – che in francese significa carro. L’AMX-10, chiamati anche AMX-10 RC, dove "RC" sta per canone rotante, è dotato di un obice a media pressione 105/47 F2 MECA 105 mm montato su una torretta, una mitragliatrice ANF1 da 7,62 mm posizionata coassialmente all’armamento principale e due lanciagranate fumogene ad azionamento elettrico su ciascun lato della torretta. A pieno carico, trasporta 38 colpi di cannone, 4.000 munizioni da 7,62 mm e 16 granate fumogene.

La sua elevata manovrabilità e la significativa velocità di movimento (85 km/h su strada e 40 km/h fuoristrada) consentono all’AMX-10 di colpire rapidamente in piccoli scontri, sebbene la sua armatura relativamente leggera possa rappresentare uno svantaggio contro i pesanti cannoni russi. “Ha molta potenza di fuoco, ma semplicemente non ha molta protezione – ha affermato Nick Reynolds, analista di ricerca presso il think tank del Royal United Services Institute con sede nel Regno Unito — . Pertanto è un veicolo su ruote che può essere vulnerabile, anche se ha una discreta mobilità fuoristrada”.

I blindati Marder in arrivo dalla Germania

I Marder, compresi nel pacchetto di aiuti che, insieme al sistema missilistico Patriot, la Germania si è impegnata a inviare in Ucrania, sono veicoli da combattimento armati con una mitragliera automatica Rheinmetall MK 20 Rh202 da 20 mm montata in una piccola torretta dotata di una rotazione a 360 gradi e una mitragliatrice MG3 da 7,62 mm posizionata coassialmente a sinistra del cannone. La versione più comune di questo sistema, in servizio con la Bundeswehr tedesca, è il Marder 1A3, dotato di un corazzamento potenziato (compresa un’armatura frontale extra), modifiche alle sospensioni e ad altre componenti. La versione più recente è invece il Marder 1A5, con protezione antimine avanzata.

3515 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni