24 Novembre 2022
16:54

Perché gli esperti dicono che il morbillo è una “minaccia globale imminente”

Secondo un rapporto congiunto dell’OMS e dell’Agenzia di sanità pubblica degli Stati Uniti, più di 40 milioni di bambini nel mondo che lo scorso anno non hanno ricevuto la vaccinazione anti-morbillo.
A cura di Valeria Aiello

Sono oltre 40 milioni i bambini che nel 2021 non sono stati vaccinati contro il morbillo: lo affermano in un rapporto congiunto l’Organizzazione Mondiale della Sanità e dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) degli Stati Uniti, stimando che a livello globale ci siano almeno 25 milioni di bambini che non hanno ricevuto la prima dose e altri 14,7 che hanno saltato la seconda. “Questo declino – indicano le due organizzazioni sanitarie – è una significativa battuta d’arresto nel progresso globale verso il raggiungimento e il mantenimento dell’eradicazione del morbillo, lasciand milioni di bambini suscettibili all’infezione”.

Quaranta milioni di bambini senza vaccino anti morbillo

Il declino della copertura vaccinale, precisano l’OMS e i CDC, è dovuto ai ritardi nelle campagne di immunizzazione legati alla pandemia di Covid-19. “Ciò aumenta il rischio di epidemie di morbillo, ed è quindi giunto il momento per i funzionari di sanità pubblica di accelerare gli sforzi di vaccinazione e rafforzare la sorveglianza” sottolineano le due organizzazioni, evidenziando come nel 2021 ci siano stati circa 9 milioni di casi e 128.000 morti per morbillo in tutto il mondo. “Ventidue Paesi hanno sperimentato epidemie ampie e dirompenti. Il calo della copertura vaccinale, l'indebolimento della sorveglianza sul morbillo e le continue interruzioni e ritardi nelle attività di immunizzazione a causa del Covid-19, nonché i persistenti grandi focolai nel 2022, significano che il morbillo è una minaccia imminente in ogni regione del mondo”.

Per il direttore generale dell'OMS, il dottor Tedros Adhanom Ghebreyesus, le mancate immunizzazioni anti-morbillo sono “il paradosso della pandemia. Mentre i vaccini contro COVID-19 sono stati sviluppati a tempo di record e distribuiti nella più grande campagna di vaccinazione della storia, i programmi di immunizzazione di routine sono stati gravemente interrotti e milioni di bambini hanno perso le vaccinazioni salvavita contro malattie mortali come il morbillo”.

Vaccino anti morbillo e immunità di gregge

Il morbillo è una malattia infettiva causata da un virus del genere morbillivirus (famiglia dei Paramyxoviridae), uno dei più contagiosi, ma è quasi del tutto prevenibile attraverso la vaccinazione. Per raggiungere l’immunità di gregge è necessaria una copertura vaccinale (2 dosi) del 95% o superiore della popolazione ma, a livello globale, si è ben al di sotto di questa soglia, con solo l’81% dei bambini che ha ricevuto la prima dose e il 71% che ha completato il ciclo vaccinale. “Si tratta dei tassi di copertura globale più bassi della prima dose di vaccinazione dal 2008, anche se la copertura stessa varia nei diversi Paesi” evidenziano gli esperti, sollecitando “un’azione coordinata e collaborativa da parte di tutti i partner a livello globale, regionale, nazionale e locale per dare la priorità agli sforzi per trovare e immunizzare tutti i bambini non protetti”.

Il numero record di bambini sotto-immunizzati e suscettibili al morbillo mostra i profondi danni che i sistemi di immunizzazione hanno subito durante la pandemia di Covid-19 – ha affermato la direttrice del CDC, la dott.ssa Rochelle P. Walensky – . Le epidemie di morbillo sono la prova delle debolezze nei programmi di immunizzazione, ma i funzionari della sanità pubblica possono utilizzare la risposta alle epidemie per identificare le comunità a rischio, comprendere le cause della sotto-vaccinazione e aiutare a fornire soluzioni su misura a livello locale per garantire che le vaccinazioni siano disponibili per tutti”.

Perché gli esperti dicono che siamo “terribilmente impreparati” a una massiccia eruzione vulcanica
Perché gli esperti dicono che siamo “terribilmente impreparati” a una massiccia eruzione vulcanica
Per Musk la bassa natalità è un rischio per la civiltà peggiore della crisi climatica, ma non è vero
Per Musk la bassa natalità è un rischio per la civiltà peggiore della crisi climatica, ma non è vero
Perché i cambiamenti climatici sono i principali indiziati per l'Escherichia coli in Emilia Romagna
Perché i cambiamenti climatici sono i principali indiziati per l'Escherichia coli in Emilia Romagna
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni