31 Maggio 2022
9:51

Ora sappiamo perché i topi maschi hanno paura delle banane

Lo ha scoperto accidentalmente un team di ricerca durante uno studio sulla reazione dei topi maschi alle femmine in gravidanza e in allattamento.
A cura di Valeria Aiello

Un team della McGill University di Montreal, in Canada, stava studiando i picchi di risposta dell’ormone dello stress nei topi maschi prima di imbattersi un’accidentale scoperta. I topi maschi sono noti per essere aggressivi e infanticidi nei confronti dei cuccioli, per cui, per proteggere la propria genetica, i topi femmina in tarda gravidanza e allattamento, oltre a difendere la propria prole in modo aggressivo, emettono sostanze chimiche per mettere in guardia i maschi. Una di queste, l’n-pentil acetato, presente nelle urine di femmine di topo, specialmente in gravidanza e allattamento, è uno dei composti chimici che produce il maggior effetto sui cambiamenti ormonali nei topi maschi. “Le femmine stanno dicendo ai maschi di stare alla larga, altrimenti preparati a farti picchiare a sangue se tocchi i miei cuccioli – ha detto a WordsSideKick.com l’autore senior dello studio, il professor Jeffrey Mogil – . La marcatura del profumo delle urine è ben nota, ma quello che abbiamo trovato qui è un nuovo messaggio che non è mai stato descritto prima nei mammiferi”.

I topi maschi e l'odore di banana

Dove entrano in gioco le banane? “L’acetato di n-pentile – spiega il team nello studio – è molto simile nella sua struttura chimica all’acetato di isoamile (o isopentile), ed entrambi si trovano in una varietà di frutti e sono usati per produrre olio ed estratto di banana”. Così il team ha acquistato dell’olio di banana al supermercato e l’ha messo all’interno delle gabbie dei topi maschi per misurare il livello di risposta allo stress negli animali.

Lo studio, pubblicato su Science Advances, ha mostrato che l’esposizione a tali composti può produrre di per sé stress nei topi maschi, un cambiamento che il team ritiene sia simile alla risposta che i topi hanno quando stanno per combattere. “Sebbene l’attacco materno non riesca sempre a impedire agli intrusi maschi di commettere infanticidio, è probabile che qualsiasi minaccia di violenza produca stress in entrambe le parti, ed è stato dimostrato che l’aggressività materna produce direttamente [inibizione del dolore] indotta dallo stress nei maschi misurata dopo gli  attacchi – scrive il team nello studio – . Quello che dimostriamo attualmente è che [inibizione del dolore] indotta dallo stress nei topi maschi può essere osservata anche in assenza di un’effettiva aggressività materna. La semplice minaccia di tale aggressività è sufficiente. Questa minaccia viene comunicata tramite composti urinari volatili”.

Lo studio ha anche scoperto che i topi maschi non sessualmente maturi avevano maggiori probabilità di essere stressati dalla presenza di n-pentil acetato, sia sotto forma di olio di banana che di urina di topo. Ciò si adatta alla loro tendenza ad essere più aggressivi nei confronti dei bambini rispetto ai topi maturi, suggerendo che sono più una minaccia per i bambini rispetto ai maschi più grandi.

I risultati attuali suggeriscono che la stretta vicinanza di soggetti maschi a femmine riproduttivamente attive è un fattore di stress precedentemente sconosciuto per i maschi – ha concluso il team – e che lo stress può anche essere causato dalla vicinanza di determinati alimenti”.

Topi anziani ringiovaniti con l'infusione di liquido cerebrospinale: possibile elisir di lunga vita
Topi anziani ringiovaniti con l'infusione di liquido cerebrospinale: possibile elisir di lunga vita
I maschi di ragno lupo eseguono danze con cambi di ritmo per conquistare le femmine: il video
I maschi di ragno lupo eseguono danze con cambi di ritmo per conquistare le femmine: il video
Maschi e femmine ricordano in modo diverso: quali sono le differenze nella memoria
Maschi e femmine ricordano in modo diverso: quali sono le differenze nella memoria
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni