31 Maggio 2022
16:01

Cosa sappiamo della donna incinta due volte a distanza di una settimana

Il caso della donna texana, Cara Winhold, che ha avuto due gemelli, rimanendo incinta mentre era già incinta.
A cura di Valeria Aiello

La storia di Cara Winhold, una donna texana di 30 anni che ha partorito due gemelli dopo una gravidanza “miracolosa” sta diventando virale. La donna ha subito tre pesanti aborti prima di rimanere incinta, in un momento in cui era già incinta, una condizione chiamata superfetazione e che si verifica quando, durante una gravidanza iniziale, avviene la fecondazione di un secondo uovo. La sua storia risale al marzo 2021, quando ha scoperto di aspettare due bambini a distanza di una settimana uno dall’altro.

Il caso di Cara Winhold e i due gemelli

Sia la signora Winhold sia suo marito Blake hanno avuto un viaggio difficile. Secondo quanto ricostruito dal New York Post , il loro primo figlio, Wyatt, che ora ha 3 anni, è nato nel 2018, dopodiché la coppia ha deciso di allargare la famiglia. Ma la signora ha subito tre aborti spontanei, raccontando di un traumatico ultimo aborto. “Sapevo di volere più bambini. Ero molto ottimista e dicevo prima o poi, accadrà, e sapevo che fare la mamma fa parte del mio viaggio e della mia vita, quindi non volevo arrendermi ma andare in terapia mi ha fatto imparare a guarire e capire che non era colpa mia. Ci è voluto molto tempo” ha detto la donna al Post.

Dopo gli aborti, la donna è rimasta nuovamente incita, nel marzo 2021, ma quando si è sottoposta a un’ecografia di controllo due settimane dopo aver saputo della gravidanza, ha scoperto di aspettare non uno ma due bambini, e di aver avuto unaa superfetazione, per cui potrebbe aver ovulato due volte e rilasciato due ovuli, che sono stati fecondati in momenti diversi, a quasi una settimana di distanza,

Il fenomeno della superfetazione

La superfetazione è un fenomeno molto raro, perché non è frequente che un secondo ovulo fecondato raggiunga lo stato fetale. Se però supera questa fase, può svilupparsi regolarmente una gravidanza gemellare con un parto in cui uno dei due neonati si presenta prematuro o meno robusto rispetto all’altro. Cara ha dato alla luce Colson e Cayden, nati il 25 ottobre 2021 a distanza di sei minuti. “Credo al 100% che sia stato un miracolo solo per tutto ciò che è successo durante il mio viaggio di gravidanza – ha detto Cara, aggiungendo che i gemelli non sono della sua linea di sangue – . Ho la fortuna di avere una casa di ragazzi”.

Di superfetazione parla un articolo pubblicato su La Medicina in uno scatto, che riporta come, molto raramente, negli animali, in particolare nei mammiferi (più di frequente), dopo la fecondazione di un ovulo e la conseguente formazione di un feto all’interno dell’utero, si verifica un altro ciclo mestruale (denominato ciclo estrale negli animali), con la successiva fecondazione di un altro ovulo. “Laddove – come raramente accade – il secondo embrione raggiunga lo stadio fetale, si verifica una gravidanza dizigotica che si conclude con la nascita di un neonato prematuro, come tale maggiormente a rischio rispetto all’altro di andare incontro a complicazioni polmonari”.

Affinché la superfetazione si realizzi, è necessario che avvengano tre eventi fondamentali: l’ovulazione nel corso della gravidanza, la fecondazione dell’ovocita da parte dello spermatozoo, l’impianto all’interno dell’utero della cellula uovo fecondata. La probabilità che questi tre eventi accadano, permettendo alla superfetazione di realizzarsi, è molto bassa, come confermato dal ridotto numero di casi riportati in letteratura.

Cosa sappiamo sulla variante ricombinante Xbb o Gryphon, la più elusiva della pandemia di Covid
Cosa sappiamo sulla variante ricombinante Xbb o Gryphon, la più elusiva della pandemia di Covid
Una mamma ha avuto due gemelli miracolosi rimanendo incinta mentre era già incinta
Una mamma ha avuto due gemelli miracolosi rimanendo incinta mentre era già incinta
Vaccino di Johnson & Johnson limitato dall'FDA per il rischio trombosi: cosa sappiamo
Vaccino di Johnson & Johnson limitato dall'FDA per il rischio trombosi: cosa sappiamo
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni