15 Gennaio 2022
8:09

6 cose che non sapevi sui benefici della tisana zenzero e limone

Le proprietà dell’infuso di questi due ingredienti che insieme possono essere particolarmente benefici per il nostro organismo, aiutando il sistema immunitario e non solo.
A cura di Valeria Aiello

In tanti, specialmente in queste giornate di freddo invernale, si affidano a una tisana calda per una pausa rilassante e gustosa. In qualche caso con un occhio di riguardo nei confronti di quegli infusi a base di ingredienti con alle spalle tradizioni millenarie. È il caso della tisana zenzero e limone, due alimenti che annoverano una lunga storia come autentici toccasana. Entrambi sono da sempre noti per il loro potenziale nel lenire i problemi digestivi e, in particolare, alleviare la nausea. E non solo. Secondo una recente review, pubblicata su Organic facts, i possibili effetti benefici di zenzero e limone sono dovuti non solo alle elevate quantità di vitamine e minerali, ma anche alle proprietà antiossidanti dei loro flavonoidi. Questi composti possono aiutare ad integrare le difese dell’organismo contro i radicali liberi, riducendo lo stress ossidativo, uno dei fattori di rischio di invecchiamento precoce e, addirittura, dei tumori.

I benefici della tisana zenzero e limone

Può alleviare la nausea e favorire la digestione

Come premesso, l’uso sia dello zenzero, sia del limone, è strettamente legato alla riduzione dei problemi digestivi. Lo zenzero, nello specifico, è una fonte di composti bioattivi (principalmente monoterpeni e idrocarburi sesquiterpenici come α-zingiberene, ar-curcumene, β-bisabolene e β-sesquifellandrene) per cui test in vitro hanno confermato una potente attività antimicrobica.

Questi stessi composti potrebbero dunque eliminare i batteri patogeni che spesso attaccano lo stomaco e compromettono la funzione digestiva. Lo zenzero sembra inoltre poter anche alleviare nausea e vomito, anche in gravidanza, come suggerito da uno studio pubblicato su Obstetrics & Gynecology. Il limone, d’altra pare, sebbene sia di natura acida, quando mescolato all’acqua può avere un effetto alcalinizzante sull’apparato digerente.

Può migliorare la funzione cognitiva

Il limone e lo zenzero possono aiutare a migliorare la concentrazione e la funzione cognitiva. Alcune ricerche mostrano come lo zenzero sia un efficace potenziatore cognitivo nelle donne di mezza età, in parte associato a un effetto di modulazione sull’alterazione sia del sistema delle monoammine sia del sistema colinergico in varie aree cerebrali. Uno studio pubblicato sul British Journal of Nutrition ha inoltre indicato che il succo degli agrumi, incluso quello di limone, migliora notevolmente il flusso sanguigno al cervello e potenzialmente favorisce la funzione cognitiva. Un mix di zenzero e limone potrebbe dunque avere un maggiore potenziale nell’aumentare la funzione cerebrale.

Può favorire la perdita di peso

Lo zenzero è considerato da molti come uno stimolatore del metabolismo e potrebbe anche aiutare a fornire un senso di sazietà. Anche il succo di limone sembra possa avere un effetto simile. Secondo uno studio pubblicato sull’International Journal of Nursing Research and Practice, quando a 30 studentesse di infermieristica in sovrappeso è stata somministrata acqua calda e limone per 3 settimane, le ragazze hanno perso tra 1 e 4 kg di peso e il loro girovita si è ridotto di 4-6 centimetri. Pertanto, una tisana a base di zenzero e limone bevuta al mattino potrebbe essere di aiuto a chi sta cercando di perdere peso, riducendo il desiderio di fare uno spuntino tra i pasti.

Può aiutare il sistema immunitario

Secondo l’International Journal of Preventive Medicine, lo zenzero ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti che danno una spinta al sistema immunitario. Analogamente, uno studio del 2015 pubblicato su Phytochemistry ha chiarito che alcuni composti, come shogaol e gingeroli, rispettivamente presenti nei rizomi dello zenzero fresco e dello zenzero essiccato, hanno attività antitumorali, antimicrobiche, antinfiammatorie, antiossidanti e antiallergiche che possono avere un effetto benefico sulla salute. Il limone, d’altro canto, grazie al suo contenuto di vitamina C, può favorire la funzione immunitaria.

Può aiutare a controllare il diabete

Secondo uno studio pubblicato sull’Iranian Journal of Pharmaceutical Research, lo zenzero potrebbe aiutare ad alleviare il rischio di alcune complicazioni croniche del diabete. L’American Diabetes Association ha inoltre indicato che i limoni sono un superfood per il diabete.

Può aiutare ad alleviare il dolore

La natura antinfiammatoria di alcuni dei composti presenti nello zenzero non solo ridurrebbe l’irritazione, il gonfiore e l’infiammazione nel corpo, ma potrebbe anche fungere da analgesico. Lo indica uno studio pubblicato sulla National Library of Medicine ha mostrato come il consumo di 2 grammi di zenzero al giorno per 10 giorni possa ridurre il dolore causato dall’esercizio fisico eccessivo.

Effetti collaterali della tisana zenzero e limone

Sebbene non ci sia una dose o una misurazione standard della quantità di tisana allo zenzero e limone che possiamo bere al giorno, è consigliabile non superare le 3 tazze poiché un consumo eccessivo potrebbe comportare potenziali rischi per la salute. Attenzione anche alla quantità di zucchero che aggiungiamo nel caso volessimo addolcire il nostro infuso.

In alcuni casi, dopo il consumo della tisana, potrebbe manifestarsi del bruciore di stomaco, magari dovuto a una spiccata sensibilità verso alcune componenti di zenzero o limone, o persino a un’allergia, che può mostrarsi anche attraverso eruzioni cutanee. Nel caso si sperimentassero questi o altri effetti collaterali, o in caso di particolari condizioni di salute, è consigliabile consultare il proprio medico.

Non sapevo di essere nerd
Non sapevo di essere nerd
334.506 di Open Fiber
Vivere vicino al verde ha questo beneficio sul cervello, soprattutto nella mezza età
Vivere vicino al verde ha questo beneficio sul cervello, soprattutto nella mezza età
I pazienti Covid hanno un rischio maggiore di coaguli di sangue fino a 6 mesi dal contagio
I pazienti Covid hanno un rischio maggiore di coaguli di sangue fino a 6 mesi dal contagio
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni