“Ho paura sia giunto il momento, amici miei. E improvvisamente. Mi hanno detto che ho solo pochi giorni. Tutto ciò è davvero surreale. Grazie mille per tutto il supporto che ho ricevuto". La conduttrice inglese Rachel Bland, volto noto e molto amato della BBC, scomparsa oggi, lottava da tempo contro un cancro. Nei giorni scorsi, in cui foto in cui appare sorridente in compagnia del marito, aveva annunciato ai suoi follower di Instagram che la sua battaglia contro il tumore al seno iniziata nel 2016 stava per giungere all'epilogo più temuto. Dopo che leera stato diagnosticato quel terribile male, la giornalista aveva iniziato a lavorare a un libro dedicato al suo bambino di due anni, dal titolo "For Fred". La sua priorità era proprio quella di terminare il volume, oltre che lasciare dei regali per i futuri compleanni del piccolo: dal prossimo a quello in cui compirà 21 anni. "Si trova in un'età in cui non ricorderà molto di me – aveva spiegato al Times -. Voglio solo raccontargli qualcosa, in modo che lui abbia una qualche idea di me in futuro".

Consapevole che le terapie alle quali si era sottoposta erano giunte alla conclusione a causa del peggioramento delle condizioni di salute, Rachel aveva scelto di condividere i suoi pensieri, ringraziando amici e fan che le erano stati vicini: “Grazie per tutto il supporto che mi avete dato. Debs e Lozz (Deborah James e Lauren Mahon, ndr) continueranno il podcast #youmebigc. Arrivederci, amici miei”.

Avrebbe voluto finire il libro dedicato al suo bambino, ma purtroppo non ci è riuscita. “È una vera corsa contro il tempo. Se mi cercate sarò davanti al computer a scrivere e bere litri e litri d’acqua”, raccontava Rachel. "Ridere fa bene all’anima. Spero che tu possa ridere tanto, in futuro, proprio come fai adesso. Riesci a trovare te stesso e altre cose così divertenti da ridere a crepapelle. Mi piace vederti così felice e scoprire il tuo senso dell’umorismo. Coltivalo sempre", era uno dei passi del libro, al momento in cerca di un editore.

Poi l’idea dei regali per Fred: “Sto confezionando dei regali di compleanno per mio figlio: li potrà aprire tra i quattro e i 21 anni – ha scritto -. Si tratta di effetti personali come i miei bloc-notes o il profumo che utilizzo, così ricorderà il mio odore. Spero che il libro e questi doni gli dimostrino il mio amore per il resto della sua vita".