Un uomo di origini gambiane di 32 anni è stato accoltellato questa mattina a Foggia, in via De Petra: la vittime è stata raggiunta da fendenti a collo e addome ed è stata prontamente soccorsa. Lo straniero è stato trasportato in ambulanza al pronto soccorso degli Ospedali Riuniti, dove versa in gravi condizioni. I medici hanno comunicato che la prognosi è riservata.

A preoccupare però non sono solo le condizioni di salute del trentaduenne, ma anche il contesto in cui è stato ferito: la Squadra Mobile ha infatti ricostruito che il gambiano sarebbe stato accoltellato dopo una lite con altre persone non ancora identificate. Sembrerebbe che il movente della terribile aggressione sia stata una lite per la spartizione dei cassonetti della raccolta dei rifiuti in cui poter rovistare, e nei quali sperare di trovare qualcosa di ancora utile.

A segnalare la violentissima lite alla polizia è stata una ragazza, che ha visto un'accesissima discussione intorno a un cassonetto poi ha notato il cittadino gambiano riverso per terra con le mani sull'addome. Gli inquirenti stanno ascoltando alcuni testimoni per ricostruire la dinamica dei fatti. Quella che ha visto protagonista lo straniero è la seconda aggressione che si verifica a Foggia nelle ultime 24 ore. Ieri sera, al quartiere Ferrovia, altri due nordafricani, un marocchino ed un tunisino, si sono affrontati con oggetti contundenti pare per il mancato pagamento di un oggetto tecnologico.