Oggi sul Corriere della Sera (ma anche fonti leghiste ci hanno confermato) è uscito a forma di Fiorenza Sarzanini l'impianto difensivo con cui il ministro Salvini (non) si presenterà di fronte alla Giunta per le immunità. Ne abbiamo voluto parlare con Emanuele Fiano, deputato del Partito Democratico e da sempre molto attivo sulla questione della nave Diciotti.

Onorevole Fiano, partiamo dall'inizio: il ministro Salvini presenterà un memoriale ma non si presenterà in aula. Che significa?

È sicuramente la posizione consigliata dagli avvocati per dimenticare domande difficili, scomode ma poco cambia perché come dice Salvini "scripta manent" quindi noi siamo in grado di giudicare e d'altra parte avevamo già valutato la lettera che aveva mandato al Corriere della Sera con cui diventa chiaro che noi dobbiamo valutare solo lui, nella sua posizione di ministro (e non di capo politico). Il punto è meramente politico: cos'è oggi l'interesse veramente pubblico? C'è da rilevare interesse pubblico nel bloccare su una Nava 49 migranti? La nostra opinione è certamente no. Per altro che fa veramente impressione che quel pezzo che Salvini ha inviato al Corriere della Sera non si degni di discutere di questioni riguardanti la dignità e la vita umana. E citando l'ipotesi che bloccare quella nave ricada nelle promesse fatte in campagna elettorale. Ma che razza di ragionamento è? Questo è il cuore di un attacco alla natura delle democrazie liberali, ovvero la separazione dei poteri. Tu hai ottenuto consenso elettorale, hai creato una maggioranza parlamentare quindi legittima a governare ma come ha detto Sabino Cassese in un suo bellissimo articolo qualche giorno fa la maggioranza elettorale non piace consistere in una dittatura della maggioranza. Nelle democrazie liberali esiste la separazione dei poteri, tu hai la maggioranza quindi governi ma il potere legislativo non è la stessa cosa del potere esecutivo e la magistratura non deve sottostare in nessun modo agli altri due poteri dunque secondo me non c'è possibilità per me che il blocco di una nave e delle persone quella nave (vorrei ricordare che io su quella nave ci sono stato e ho visto le facce terrorizzate delle ragazze stuprate) possa avere un interesse pubblico e costituzionale.

A questo proposito a me ha fatto moltissima impressione che nella bozza delle difesa si faccia notare che i minori di quella nave, pur essendo stato autorizzati a scendere, abbiano pregato per due ore sul pontile. Questo, secondo gli avvocati di Salvini, dimostrerebbero che non erano né in pericolo né stremati…

Questa vicenda della preghiera è allucinante. A parte che la nostra Costituzione sancisce il diritto alla preghiera, questa parte che cita Salvini è la fase finale! Salvini è sotto accusa per il periodo precedente! Potevano scendere e dei ragazzi si sono messi a pregare. E cosa c'entra? Se dei rapitori tengono un ostaggio per 70 giorni e l'ultimo momento questo decide di inginocchiarsi per pregare due ore allora decade il reato? Ma io rimango sul punto politico: Salvini al Corriere scrive "ho agito nell'interesse pubblico". L'interesse pubblico non è che coincida con l'interesse della maggioranza parlamentare. Il fulcro della democrazia è che l'interesse pubblico prescinde dalla maggioranza. Allora se oggi per Salvini è interesse pubblico trattenere quelle persone a bordo e domani arriva un'altra maggioranza di altro colore che invece decide di fare scendere le persone immediatamente a quel punto l'interesse pubblico cambia? L'interesse pubblico riguarda il salvare vite umane o l'obbligo di accoglienza o l'asilo politico. Non la scelta politica che, pur, legittima non c'entra nulla con l'interesse pubblico.

Un'altra tattica che verrà usata sarà quella della decisione collegiale. Che dici?

Il reato penale, l'ipotesi di reato penale, non mi ergo a giudice, è personale. Quando ho letto che Conte e Toninelli volevano venire in correo, non ha senso: i magistrati staranno valutando l'iter delle decisioni. Il punto qui è un altro, Salvini vuol dire ai 5 Stelle: guardate che se cado io cadiamo tutti.

L'ultimo punto con cui Salvini si difende sono le possibili infiltrazioni: dice che i funzionari avevano avvisato i giudici. E invece i giudici negano.

Ovviamente ho letto. Può essere che qualcuno abbia informazioni. Ma Alloa io mi chiedo: ma se tu ha delle informazioni perché non hai fatto salire a bordo la Polizia Italiana per controllare?