1 Marzo 2018
10:09

Zurigo, due bambine scomparse da una casa famiglia: Samira e Mia stavano andando a scuola

Le due bambine scomparse hanno 12 e 9 anni. Mercoledì mattina sono uscite dalla casa famiglia nel Canton Zurigo che le ospita ma non hanno mai raggiunto la scuola.
A cura di S. P.

Di due bambine di dodici e nove anni non si hanno più notizie da mercoledì mattina, quando hanno lasciato la casa famiglia che le ospita in Svizzera per andare a scuola. La più grande delle bimbe scomparse si chiama Samira, l’altra si chiama Mia. Vivono in una casa famiglia a Stäfa, comune del Canton Zurigo sul lago di Zurigo. La polizia cantonale ha diffuso le loro fotografie e ha invitato chi avesse informazioni a contattarli allo 044 247 22 11 oppure a rivolgersi al posto di polizia più vicino. Secondo quanto si legge nel comunicato diffuso dalla polizia, Samira e Mia non hanno mai raggiunto la scuola mercoledì mattina dopo aver lasciato la casa famiglia che le ospita.

La descrizione delle due bambine scomparse – Samira, la più grande, è una bambina alta 140 centimetri, è di corporatura robusta, ha capelli biondo scuro e occhi azzurri. Al momento della scomparsa indossava una giacca invernale nera con un cappuccio in pelliccia e delle scarpe invernali. Mia invece è alta 128 centimetri, ha lunghi capelli castani e occhi castani. Quando è scomparsa indossava un piumino verde oliva con un cappuccio in pelliccia e delle scarpe invernali.

L'imprenditore italiano Raphael Tunesi ucciso in Messico, stava andando a prendere le figlie a scuola
L'imprenditore italiano Raphael Tunesi ucciso in Messico, stava andando a prendere le figlie a scuola
Sente dei lamenti da un tombino, dentro trova un bambino scomparso da una settimana
Sente dei lamenti da un tombino, dentro trova un bambino scomparso da una settimana
78 di Videonews
Sente dei lamenti da un tombino, dentro trova un bambino scomparso da una settimana
Sente dei lamenti da un tombino, dentro trova un bambino scomparso da una settimana
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni