Far West a St. Louis, Stati Uniti. Tre persone sono morte e altre due sono rimaste ferite in una sparatoria nella città del Missouri. Il fuoco è stato aperto nel quartiere nord di Walnut Park West. La polizia ha trovato cinque persone sulla scena del crimine, tre delle quali sono state dichiarate decedute. Altre due, invece, hanno subito ferite da arma da fuoco alle gambe. Al momento non si hanno ulteriori dettagli e le operazioni di ricerca dei killer è ancora in corso. Giallo sulle cause, sulle quali stanno indagando gli inquirenti, anche se a quanto pare si tratterebbe di una lite tra gruppi rivali finita male.

Si tratta dell'ennesimo episodio di violenza nella città a stelle e strisce, che sta facendo i conti con una preoccupante escalation di questo genere di fenomeni: solo nel mese di luglio si sono registrati ben 51 omicidi, l'ultimo dei quali è proprio quello di questa mattina, 143 dall'inizio dell'anno. Solo le scorso 4 luglio era stato uccisa una delle vittime più giovani, un ragazzo di 17 anni, mentre il 15 luglio, nello stesso quartiere altra quattro persone sono morte in due diverse sparatorie

L'escalation di violenza nel Paese sta colpendo anche altre zone degli Usa: le città maggiormente colpite risultano essere al momento Atlanta, Houston, Chicago, Philadelphia, Milwaukee e Los Angeles. A New York City, invece, si sono registrati picchi mai visti negli ultimi venti anni. A pagare le conseguenze di questa impennata di sparatorie ci sono anche dei bambini. In un episodio la vittima aveva appena un anno: gli spari sono partiti da un'auto in corsa e hanno centrato mortalmente il piccolo. Feriti in quella sparatoria anche tre uomini di 27, 35 e 36 anni.