5 Ottobre 2021
13:55

Usa, l’omicidio di Gabby Petito accende i riflettori sul mistero di Lauren Cho: “Scomparsa da tre mesi”

Sono più di tre mesi che non si hanno notizie di Lauren Cho, la donna di 30 anni scomparsa in California, negli Usa. Durante una serata tra amici la maestra originaria del New Jersey che si era licenziata lo scorso anno per dedicarsi a un viaggio on the road ha fatto perdere le sue tracce: la polizia l’ha cercata senza sosta nella Yucca Valley senza alcun esito. Dopo la vicenda di Gabby Petito i famiglia lanciano un appello: “Cercate la nostra El come avete fatto con Gabby”.
A cura di Chiara Ammendola
Lauren Cho
Lauren Cho

Ogni anno centinaia di migliaia di persone scompaiono negli Stati Uniti, sono numeri impressionanti che sfiorano la cifra di 300mila. Non tutte le storie hanno un lieto fine, non tutti vengono ritrovati: alcuni si trasformano in casi di omicidio, altri restano casi di sparizione, per altri ancora è il lavoro dei famigliari tra appelli e richieste d'aiuto a portare a una svolta. Ed è proprio quello che sperano i genitori e la sorella di Lauren Cho, la donna di 30 anni, nativa del New Jersey, scomparsa lo scorso 28 giugno nella Yucca Valley in California. La sua storia ricorda quella di Gabby Petito e per questo dopo l'omicidio della travel blogger 21enne trovata morta a settembre nella foresta nazionale Bridger-Teton del Wyoming, la scomparsa di Lauren è tornata a riempire le prime pagine dei giornali locali.

Maestra di musica, Lauren che tutti gli amici chiamano "El", ha deciso di trasferirsi in California alla fine dell'anno scorso: era alla ricerca di un nuovo inizio dopo che la pandemia l'aveva costretta a fare i conti con una vita che non la rappresentava. E così ha deciso di lasciare il suo lavoro e iniziare una nuova avventura on the road, lo ha fatto comprando un vecchio scuola bus che ha rimesso a nuovo e con il quale ha deciso di attraversare lo Stato. Lo scorso giugno ha deciso di fermarsi nella Yucca Valley, alloggiando in una casa Airbnb a circa due ore di macchina da Los Angeles e a circa 12 miglia dal Joshua Tree National Park. I giorni sembravano procedere serenamente fino alla sera del 28 giugno.

Quella sera la 30enne era nella sua casa in affitto in compagnia dell'ex fidanzato e di altri amici quando è scomparsa. Interrogati dalla polizia, tutti hanno detto che Cho quella sera era turbata, all'improvviso è uscita per fare due passi e non è più tornata. Non ha portato nulla con sé, né chiavi né cellulare o documenti personali. Si è allontanata a piedi facendo perdere le sue tracce: sono stati gli amici allarmati dal suo mancato ritorno ad allertare le forze dell'ordine. Le indagini sulla sua scomparsa sono affidate allo sceriffo di San Bernardino che, intervistato dalla CNN, ha ammesso che al momento è tutto fermo: non ci sono indizi né elementi che possano far pensare a un omicidio, Cho non ha lasciato traccia. Sembra essere scomparsa nel nulla. "Abbiamo percorso migliaia di miglia e ci siamo fermati a ogni stazione di servizio, abbiamo incollato volantini nel deserto pur di avere qualche risposta – ha spiegato un amico di Cho, Jeff Frost – siamo andati anche a San Diego perché la settimana prima della sua scomparsa ha detto che le sarebbe piaciuto andare in spiaggia".

I famigliari hanno creato una pagina su Facebook in cui vengono pubblicati aggiornamenti sul caso e dove è possibile segnalare informazioni utili al ritrovamento della maestra originaria del New Jersey. La stessa famiglia ha voluto smentire quanto dichiarato dall'ex fidanzato di Cho che ha raccontato di presunti disturbi mentali di cui soffriva: "El è molte cose… una musicista di talento, un'appassionata di cucina, un'amica leale e generosa: probabilmente la sorella più bella che si possa sperare", le parole della sorella di Cho.

Gabby Petito, il fidanzato Brian Laundrie si è ucciso con un colpo alla testa
Gabby Petito, il fidanzato Brian Laundrie si è ucciso con un colpo alla testa
Omicidio Nada Cella, nuovo audio della super testimone: "Eravamo in 5, le altre non parlano"
Omicidio Nada Cella, nuovo audio della super testimone: "Eravamo in 5, le altre non parlano"
Bimbi abbandonati in casa col cadavere del fratellino, la madre: "Li controllavo ogni 2 settimane"
Bimbi abbandonati in casa col cadavere del fratellino, la madre: "Li controllavo ogni 2 settimane"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni