Il presidente eletto Joe Biden ha scelto: il suo segretario di Stato sarà Anthony Blinken. Ad anticipare la notizia sono i media americani, mentre l'annuncio ufficiale è atteso per domani, quando Biden nominerà anche il suo consigliere alla sicurezza nazionale e l'ambasciatore americano all'Onu. Inizia così a prendere corpo la squadra del presidente eletto degli Stati Uniti. L'Abc precisa che lo staff di Biden per il momento non ha voluto commentare.

Chi è Anthony Blinken

Laureato ad Harvard, Anthony Blinken, cinquantotto anni, è entrato in politica alla fine degli anni Ottanta aiutando Michael Dukakis a raccogliere fondi per la sua campagna elettorale e ha mosso i suoi primi passi nel Dipartimento di Stato all'epoca dell'amministrazione Clinton. È stato consigliere alla sicurezza nazionale di Biden quando era vicepresidente e poi è stato nominato vice segretario di stato sotto la presidenza di Barack Obama (dal 2015 al 2017). Quando Joe Biden era senatore, Blinken è stato direttore dello suo staff alla commissione per gli affari esteri. Dopo l'amministrazione Obama, Blinken ha co-fondato la società di strategia politica WestExec Advisor insieme a un altro ex dell'era Obama, Michele Flournoy. Durante la campagna elettorale del candidato democratico, Blinken ha avuto un ruolo di primo piano, sempre accanto a Biden in tutte le decisioni più importanti. Come segretario di Stato Blinken dovrà portare avanti per Biden la politica estera, che l'ex vicepresidente ritiene uno dei pilastri della sua amministrazione.

Attese le nomine del consigliere alla sicurezza e dell'ambasciatore all'Onu

In merito alle altre nomine, secondo alcune fonti americane Jake Sullivan, quarantatreenne che ha lavorato con Hillary Clinton quando guidava il dipartimento di Stato, sarebbe stato scelto per il ruolo di consigliere alla sicurezza nazionale, mentre Linda Thomas-Greenfield. sessantotto anni, è in corsa come ambasciatrice all'Onu.