1.308 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
11 Settembre 2022
10:34

Ucraina, truppe Kiev avanzano verso Sud: “Battaglie di posizione”. Spenta la centrale di Zaporizhzhia

Ultimi aggiornamenti sulla guerra in Ucraina: le truppe di Kiev continuano ad avanzare verso Sud mentre combattimenti proseguono attorno alle città strategiche dell’Est di Kupiansk e Izyum. Intanto, è stata completamente spenta la centrale nucleare di Zaporizhzhia per motivi di sicurezza.
A cura di Ida Artiaco
1.308 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Continua l'avanzata delle truppe ucraine verso Sud, mentre si consolida anche il vantaggio ottenuto nelle scorse ore ad Est, nella regione di Kharkiv.

È quanto emerge dall'ultimo aggiornamento del Ministero della Difesa inglese sulla guerra tra Russia e Ucraina.

Secondo l'Intelligence britannica, Mosca ha probabilmente ritirato alcune unità dalla zona, ma i combattimenti proseguono attorno alle città strategiche di Kupiansk e Izyum. Qui, secondo quanto affermato questa mattina dallo Stato Maggiore dell'esercito ucraino, "è in corso la liberazione di villaggi" e "le nostre forze sono entrate a Kupiansk".

Cosa sta succedendo a Izyum e Kupiansk

Intanto, da parte russa, il leader ceceno Ramzan Kadyrov ha promesso di riconquistare tutte le città perse da Mosca in Ucraina nella direzione di Kharkiv. Lo riporta l'agenzia Ria Novosti. Ieri il ministero della Difesa russo ha riferito che le sue truppe a Balakleya e Izyum sono state raggruppate nella direzione di Donetsk "per raggiungere gli obiettivi dichiarati di un'operazione militare speciale per liberare il Donbass".

Sempre ieri, il capo filorusso dell'amministrazione statale regionale di Kharkiv, Vitaly Ganchev, ha reso noto che procede l'evacuazione dei civili dalle città di Izyum, Kupiansk e Balakleya, riconquistate dalle forze di Kiev. "Io, Ramzan Kadyrov, dichiaro ufficialmente che tutte queste città saranno riprese, la nostra gente è già lì, addestrata per fare questo lavoro. Raggiungeremo Odessa nel prossimo futuro", afferma Kadyrov in un messaggio audio sul suo canale Telegram. "Non posso incolpare nessuno, perché non capisco a fondo quale strategia sia stata sviluppata. Ma so una cosa: vincerà la Russia", ha concluso il capo della Cecenia.

I combattimenti a Sud

Duri combattimenti sono in corso anche a Sud dove prosegue la controffensiva militare contro le forze russe nella regione. Lo ha reso noto il Comando operativo meridionale dell'esercito di Kiev, citato da Ukrinform, secondo il quale i soldati ucraini starebbero consolidando le loro posizioni nell'area.

"Sono in corso battaglie di posizione" con "avanzamento" delle truppe e "rafforzamento dei territori. Il nemico preferisce combattere con l'artiglieria, cercando di evitare il contatto diretto. Il nemico subisce perdite e si ritira", ha riferito il Comando di Kiev.

Spenta la centrale nucleare di Zaporizhzhia

La centrale nucleare di Zaporizhzhia dall’alto
La centrale nucleare di Zaporizhzhia dall’alto

Intanto, è stata completamente spenta la centrale nucleare di Zaporizhzhia per motivi di sicurezza con l'arresto dell'ultimo reattore rimasto in attività. Lo ha reso noto l'operatore ucraino per l'energia nucleare, Energoatom.

Da giorni l'impianto era al centro di pesanti bombardamenti, con Russia e Ucraina che si incolpano a vicenda per l'escalation della situazione intorno alla struttura, e in seguito ad uno degli ultimi attacchi c'era stato un blackout.

Secondo Enerhoatom, l'impianto aveva già funzionato in "modalità isola" negli ultimi tre giorni, il che significa che stava producendo solo elettricità per la propria fornitura, poiché tutte le linee che lo collegavano alla rete elettrica ucraina erano state interrotte dai bombardamenti. Ieri sera è stata ripristinata la linea alla rete elettrica. Si è quindi deciso di alimentare la centrale nucleare attraverso questa linea e di spegnere l'ultimo reattore funzionante e raffreddarlo fino a uno stato freddo sicuro.

1.308 CONDIVISIONI
3128 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni