4.340 CONDIVISIONI
Opinioni
15 Luglio 2016
02:07

Terribile è la notte di Nizza. Tu dici Francia, ma è quasi Italia

Nizza è a due passi dall’Italia, tanti i legami di questa città violentata dalla follia terroristica col nostro Paese. E ora un luogo di paradiso è diventato uno scenario di morte. Il terrore ha vinto. E chissà per quanti anni resterà così.
4.340 CONDIVISIONI
Fans Leave Tributes to Northern Ireland Fan Darren Rodgers

Non è la tenera notte di Scott Fitzgerald, non è la prestigiosa Côte d'Azur dal mare cristallino. È l'aria mefitica e il sangue, la certezza che ancora una volta il terrore ha giocato a dadi con la vita delle persone e ha vinto, ha vinto. Tu dici Nizza, Costa Azzurra, io dico Nizza Marittima, un pugno di chilometri dopo Ventimiglia, mare, passeggiata, palazzi «anche da noi dovrebbero far così!» i signor Bianchi emigrati un tempo e diventati Blanc, le signore Del Ponte oggi eleganti e pretenziose Dupont. Tu dici Nizza, io dico finestra affacciata sull'Italia.

Io dico che oggi siamo noi a incrociare le braccia e guardare ancora una volta, increduli, cos'è il terrore. Abbiamo versato lacrime per la multietnica megalopoli Parigi, per Nizza faremo altrettanto ma con una consapevolezza in più: è successo sotto casa nostra, è successo davanti al confine italiano, nel posto in cui l'unica battaglia era quella dei fiori a Carnevale sulla Promenade des Anglais oggi ci sono settanta – secondo un primo bilancio destinato a peggiorare – morti a terra.

Un attentato terroristico, le lacrime e quel che ne consegue. Durerà chissà quanti anni, la ferita nizzarda, chissà per quanto un luogo di svago, bellezza e divertimento dovrà spazzare sangue dalle sue strade per tentare di dimenticare  quel che è stato il 14 luglio 2016. Chissà quando ci si potrà sedere sulle chaises bleues e tornare a rimirare il sole che abbraccia il mare.

4.340 CONDIVISIONI
Giornalista professionista, capo servizio di Napoli a Fanpage.it. Insegna Etica e deontologia del giornalismo alla LUMSA. Ha un podcast che si chiama "Saluti da Napoli". È co-autore dei libri Il Casalese (Edizioni Cento Autori, 2011); Novantadue (Castelvecchi, 2012), Le mani nella città e L'Invisibile (Round Robin, 2013-2014). Ha vinto il Premio giornalistico Giancarlo Siani nel 2007 e i premi Paolo Giuntella e Marcello Torre nel 2012.
Il vertice tra le forze di polizia di Italia, Francia, Spagna e Portogallo
Il vertice tra le forze di polizia di Italia, Francia, Spagna e Portogallo
202 di Cronaca
Tutela ambiente e cybercrimine: carabinieri incontrano gendarmerie di Francia, Spagna e Portogallo
Tutela ambiente e cybercrimine: carabinieri incontrano gendarmerie di Francia, Spagna e Portogallo
Meloni dopo la vittoria:
Meloni dopo la vittoria: "Italiani vogliono governo Cdx a guida Fdi, notte di riscatto e orgoglio"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni