Per John Coxon, ex ufficiale di polizia britannico, l’indagine da quasi 12 milioni di sterline sulla scomparsa di Madeleine McCann, la bambina inglese sparita nel nulla nel 2007 durante una vacanza con i genitori in Portogallo, è una “farsa”, “uno spreco di risorse”, e l'ex poliziotto ha definito l’inchiesta “il più grande scandalo nella storia del Met”. Parole che hanno ovviamente suscitato polemiche e infastidito i genitori della piccola Maddie. L'ex ufficiale di polizia ha scritto una lettera aperta ai capi delle inchieste dell'Operazione Grange, nata appunto per far luce sul giallo di Madeleine, e ha invitato la polizia a chiudere l'inchiesta. I media britannici scrivono che i genitori di Maddie hanno reagito, secondo una fonte vicina, affermando che “gli unici agenti di polizia che contano sono quelli sul campo che svolgono le indagini”.

I genitori di Maddie McCann hanno ringraziato la polizia inglese – "L'opinione di un ufficiale in pensione che non ha nemmeno lavorato al caso è francamente ridicola”, così un amico dei McCann, che ha aggiunto che a Kate e Gerry è stato consigliato di non parlare dell'inchiesta mentre è ancora in corso e ribadito che “rimangono estremamente grati alla polizia per tutto quello che hanno fatto nella ricerca della figlia e continuano a fare”. I genitori di Madeleine hanno voluto ringraziare ancora una volta la polizia per continuare a cercare la loro bambina. La sparizione della piccola Madeleine Beth McCann, che all’epoca dei fatti aveva tre anni, avvenne la sera del 3 maggio 2007 a Praia da Luz, una località di villeggiatura nella regione di Algarve, in Portogallo. I genitori, convinti che la bambina sia stata rapita, non si sono mai arresi e da allora la stanno cercando.