video suggerito
video suggerito
Opinioni
Guerra in Ucraina

Putin è malato? Tutti i dubbi e i misteri sulla salute del presidente russo

Sempre più isolato, sempre meno disposto ad apparire in pubblico: una delle grandi novità nei giorni dell’invasione russa in Ucraina è l’insolita “sparizione” pubblica di Vladimir Putin. Un mistero che alimenta dubbi.
A cura di Fulvio Scaglione
1.408 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Nei giorni scorsi Vladimir Putin ha incontrato i dipendenti di Aeroflot, la compagnia aerea di bandiera della Federazione Russa. Con il blocco dei voli internazionali e, soprattutto, la rinuncia delle consegne dei pezzi di ricambio sa parte delle aziende occidentali e la disdetta del leasing degli aerei da parte dei costruttori europei e americani, la compagnia – un colosso: 202 velivoli e circa 40 milioni di passeggeri trasportati ogni anno – si avvicina a uno stop totale. Non si sa se per oggettive difficoltà o per protesta, si è anche dimesso l’amministratore delegato Mikhail Poluboyarinov, un veterano del settore. Comprensibile, quindi, che Putin abbia voluto tranquillizzare i dipendenti e, tramite loro, l’intero Paese.

L’evento, però, potrebbe aver ottenuto l’effetto opposto. Appena il video è stato diffuso in Rete, molti si sono affrettati a definirlo un falso, una montatura ottenuta con il chroma key, la tecnologia che permette di sovrapporre due diversi filmati. In questo caso, uno con le hostess che ascoltano e l’altro con Putin che parla. Non avendo alcuna competenza in questo campo (e sapendo che la guerra in Ucraina è fatta anche di disinformazione costante), mi sono rivolto a un esperto, una persona che da tutta la vita lavora nella produzione televisiva e cinematografica, di cui conosce ogni trucco tecnologico. La sua risposta è stata semplice e immediata: “Questo è di sicuro un chroma key”.

Ci possono essere mille ragioni per cui il Presidente di un Paese che ha dichiarato guerra può desiderare di non andare troppo in giro. Nel caso di Putin, però, negli ultimi tempi si sono accumulate un po’ di stranezze inusuali per il personaggio, che ha sempre tenuto a mettere in mostra la propria forma fisica e un perfetto stato di salute: a cavallo a torso nudo, nel lago in batiscafo, in palestra per il judo, sul jet dell’aviazione militare, in cappottino e senza cappello a meno-10 per deporre corone al milite ignoto e così via.

La paura per il Covid

Cominciamo con il Covid, che potrebbe essere uno spauracchio per chiunque. Incontrando il presidente argentino Alberto Fernandez, all’inizio di febbraio, Putin ha detto di aver assunto tre volte il vaccino, ovviamente Sputnik V, quello di produzione russa. Però il Presidente aveva rimandato a lungo il momento del vaccino e poi, a differenza di quanto hanno fatto quasi tutti i leader politici del mondo, ha rifiutato di farsi filmare o fotografare mentre veniva vaccinato. Strano per un muzhik (più o meno l’equivalente russo di macho) come lui. E poi, perché il totale isolamento in cui Putin sembra essersi rinchiuso? Precauzioni anti-Covid, giusto. Ma Putin da moltissimo tempo si consulta con il Governo solo via computer e, come si è visto più volte anche di recente, tiene tutti, dagli stretti collaboratori come il ministro degli Esteri Lavrov ai dignitari stranieri come il presidente francese Macron o quello dell’Azerbaigian Aliev, a notevole distanza, anche con il tavolone bianco che tante ironie ha destato in Rete. Unica parziale eccezione degli ultimi tempi: la distanza ravvicinata consentita a Naftali Bennett, il primo ministro di Israele volato a Mosca per tentare di mediare tra Russia e Ucraina.

Immagine

Isolamento totale

Sempre a proposito di isolamento: erano impressionanti le immagini di Putin che assisteva alla messa di Natale 2021 non in una chiesa affollata di fedeli ortodossi, come aveva sempre tenuto a fare, ma in perfetta solitudine in quella di Novo Ogaryovo, la residenza presidenziale fuori Mosca in cui ormai passa gran parte del tempo. Di fatto, l’unica persona con cui Putin si è fatto vedere a stretto contatto, negli ultimi mesi, è Sergey Shoigu, dal 2012 ministro della Difesa: due vacanze insieme in Siberia nel marzo e nel settembre dell’anno scorso (con visita al laboratorio di intarsio del legno che è il grande hobby del ministro) e, nel dicembre scorso, la visita di Putin all’Accademia della Difesa, presente ovviamente Shoigu. È di sicuro solo un caso ma, alla luce della mobilitazione generale e della dichiarazione di guerra all’Ucraina, verrebbe da fare ipotesi “strane”.

Chirurgia estetica

E ancora. Il Presidente supersportivo non ha mai mancato, negli ultimi anni, la khreshenie, il tradizionale bagno ghiacciato nelle acque di una vasca fatta a croce che è il simbolo più evidente dell’Epifania degli ortodossi. Ma per l’Epifania del 2022 si è astenuto, mentre i suoi portavoce spiegavano che erano state le stesse autorità ortodosse a pregarlo di rinunciare come precauzione anti-Covid. Infine, molti hanno notato che il sessantanovenne Putin sfoggia un viso tondo e liscio come quello di un bebè. Lui che ha sempre avuto un viso affilato e che, ormai, dovrebbe essere segnato, se non dai pensieri, almeno dall’età. Esperti, pseudo-esperti e chirurghi si sono esercitati nell’esame delle fotografie di Putin, e presto si è sparsa la voce di un segretissimo soggiorno Lugano, in Svizzera, per un energico ritocco a base di botox e (versione successiva) steroidi.

È difficile che un personaggio come Vladimir Putin possa sparire per qualche giorno e ripresentarsi con un volto semi-nuovo senza che il mondo se ne accorga. Anzi: è cura dei politici di quel livello, soprattutto in Paesi che hanno la tradizione della Russia, mostrarsi ogni giorno, perché il popolo e il Paese sappiano che il leader è al suo posto, attivo e funzionante. Inoltre, nell’attuale clima di disgusto per l’invasione dell’Ucraina, si potrebbe pensare che un eventuale soggiorno chirurgico di Putin in Occidente sarebbe stato ormai divulgato. Però quel volto inedito è uno dei tanti è uno dei tanti piccoli-grandi misteri he hanno circondato la figura pubblica e privata di un Presidente che, in quel periodo, stava per andare in guerra.

1.408 CONDIVISIONI
4347 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views