video suggerito
video suggerito
Guerra in Ucraina

Putin dice che l’atomica farebbe vincere facilmente la guerra alla Russia (ma non ce n’è bisogno)

Il presidente russo lancia la sfida all’Occidente: “Vuole mantenere la propria egemonia utilizzando tutti i mezzi, buoni e cattivi? Ma noi vinceremo anche senza l’atomica”. Intanto gli USA dicono che potrebbero essere costretti a espandere il proprio arsenale atomico, se la strategia nucleare di Cina e Russia non dovesse cambiare.
A cura di Biagio Chiariello
2 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

La bomba atomica farebbe vincere la guerra in Ucraina alla Russia "più velocemente" ma "la salute dei soldati russi è più importante". Sono le parole del presidente russo Vladimir Putin in risposta ad una domanda nel corso di una sessione plenaria del Forum economico internazionale di San Pietroburgo.

Il numero uno del Cremlino, che ha parlato di sovranismo e guerra come elementi funzionanti, ha detto che "è possibile raggiungere gli obiettivi che abbiamo di fronte più velocemente? Lo è, ma con perdite che sarebbero direttamente proporzionate. Ed essendo consapevole della mia responsabilità, sto ancora lavorando sulla premessa del nostro Stato Maggiore e del nostro ministero della Difesa: la velocità è importante, ma avere a cuore la vita e la salute dei nostri ragazzi che combattono al fronte è molto più importante", ha detto Putin, "quando vediamo qual è il carattere russo, qual è il carattere di un cittadino russo, lo capiamo e su questo contiamo; non abbiamo bisogno delle armi nucleari per la vittoria finale".

Putin ha quindi evidenziato come non sussistano le ragioni per l'uso delle armi nucleari, come previsto dalla dottrina nucleare, ma non esclude che si possano inserire delle modifiche al documento. "Abbiamo una dottrina nucleare. Lì è scritto tutto. Le armi nucleari potrebbero essere utilizzate in casi eccezionali, in caso di minaccia alla sovranità e all'integrità territoriale del Paese. Non credo che sia questo il caso e quindi non ce n'é bisogno". "Ma questa dottrina è uno strumento vivo, e noi osserviamo attentamente ciò che accade nel mondo, intorno a noi, e non escludiamo di introdurre alcuni cambiamenti a questa dottrina", ha aggiunto.

I Paesi Occidentali che "fino a poco tempo fa erano leader dello sviluppo globale" stanno "cercando di mantenere la loro fugace egemonia utilizzando tutti i mezzi, buoni e cattivi", ha detto ancora Putin, "non c'è nulla di insolito nel fatto che un Paese o una persona cerchino di mantenere e rafforzare le proprie posizioni, è un male quando poi si usano mezzi ingiusti per raggiungerlo ed è un bene quando si usano mezzi giusti".

Nel frattempo secondo il direttore senior del Consiglio di sicurezza nazionale, Pranay Vaddi, gli Stati Uniti potrebbero essere costretti a espandere il proprio arsenale atomico, se la strategia nucleare di Cina e Russia non cambierà. Lo riporta il New York Times. "In assenza di un cambiamento nella traiettoria dell'arsenale avversario, nei prossimi anni potremmo raggiungere un punto in cui sarà necessario un aumento rispetto all'attuale numero di unità schierate, e dobbiamo essere pienamente preparati a eseguirlo se il Presidente prenderà questa decisione", ha affermato Vaddi.

2 CONDIVISIONI
4348 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views