304 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
25 Maggio 2022
21:57

Perché ora Putin sta vincendo nel Donbass

Le truppe russe sono avanzate ancora nell’Ucraina orientale. La città di Severodonetsk, uno degli obiettivi chiave nella regione ucraina del Donbass, è accerchiata su tre lati.
A cura di Annalisa Cangemi
304 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Vladimir Putin per motivare i suoi soldati ha detto che tutti quelli che prendono parte "all'operazione militare speciale per difendere il Donbass sono eroi e dovrebbero essere trattati come eroi". Lo ha detto oggi in una riunione del Consiglio di Stato, secondo quanto ha riferito la Tass. "Indipendentemente dai premi che avranno o meno", "si tratta di persone che mettono a rischio la propria salute e la propria vita per il bene delle persone e dei bambini del Donbass, per il bene della Russia. Sono tutti eroi", ha ribadito.

Che la conquista del Donbass fosse uno dei suoi obiettivi principali era già chiaro da tempo, ma ora Putin sembra un po' più vicino a portare a casa il risultato. Oggi le unità delle autoproclamate Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, con l'aiuto dell'esercito russo, hanno sfondato la difesa delle forze armate ucraine sullo Svetlodar Bulg, nella regione di Lugansk. L'ambasciatore dell'autoproclamata Repubblica di Lugansk in Russia, Rodion Miroshnik, ha detto che "parte dell'autostrada strategica Lysichansk-Artemovsk è sotto il pieno controllo delle forze alleate. Ciò ha portato alla quasi completa impossibilità di rifornire le truppe ucraine a Severodonetsk e Lysichansk. Avanziamo verso Maloryazantsevo".

La città di Severodonetsk dopo giorni di martellanti bombardamenti, rischia di cadere e di trasformarsi in una nuova Mariupol: qui l'esercito russo è riuscito a rompere le linee di difesa ed è ormai alla periferia, praticamente la porta d'ingresso di tutta la regione orientale. La città è già circondata su tre lati. Le forze ucraine stanno combattendo in queste ore per mantenere il controllo di un'autostrada chiave per la città di Severodonetsk, la Lysichansk-Artemovsk: se gli ucraini dovessero perdere questa importante via di collegamento diventerebbe quasi impossibile rifornire le truppe ucraine a Severodonetsk e Lysichansk, città gemelle separate dal fiume Serversky Donets.

Anche se il portavoce del ministero della Difesa, Oleksandr Motuzyanyk, ha assicurato che esistono rotte alternative per rifornire le unità ucraine a Severodonetsk, l'obiettivo del Cremlino è evidentemente quello di circondare completamente le unità ucraine nella città, così come nella vicina Lysychansk. Le forze russe stanno cercando di prendere il controllo di Severodonetsk, Lyschansk e Rubizhne per mettere l'intera area di Lugansk sotto l'occupazione di Mosca. Il punto è che l'area di Lugansk costituisce metà della regione orientale del Donbass. Secondo molti esperti è possibile che il presidente russo rivendichi la vittoria nella guerra una volta ottenuto il controllo del Donbass.

Per il corrispondente della Bbc Joe Inwood l'esercito di Vladimir Putin sta avendo la meglio nella regione orientale del Donbas. Negli ultimi giorni sono state prese numerose città e villaggi, costringendo gli ucraini a ritirarsi in posizioni più difendibili. I russi stanno facendo prevalere la superiorità numerica, non solo in termini di uomini, ma anche di artiglieria e potenza aerea. Il presidente Zelensky ha detto a ABC News che i suoi uomini erano in inferiorità numerica, con un rapporto di 7 a 1 nella regione. E però gli ucraini possono ancora contare sul supporto militare internazionale, che è molto più avanzato di quello attualmente mostrato nel Donbass.

304 CONDIVISIONI
2589 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni