2.469 CONDIVISIONI
31 Maggio 2021
11:10

Nigeria, oltre 100 bambini rapiti in una scuola coranica da un gruppo di uomini armati

Sono stati rapiti nella scuola coranica di Salihu Tanko di Tegina, in Nigeria, più di 100 bambini. Un gruppo di uomini armati in sella ad alcune moto ha raggiunto la scolaresca e ha iniziato a sparare sulla folla, portando via almeno 150 bambini. Undici sarebbero stati rilasciati immediatamente perché “troppo piccoli per camminare”
A cura di Gabriella Mazzeo
2.469 CONDIVISIONI

Almeno 100 bambini sono stati rapiti in Nigeria da un gruppo di uomini armati nella scuola coranica di Salihu Tanko di Tegina. Le autorità locali ritengono che per la loro liberazione verrà richiesto un riscatto in denaro. La scuola stava registrando come ogni mattina l'ingresso di 200 bambini quando il gruppo di uomini armati ha fatto irruzione puntando i fucili contro i minori. Molti sono riusciti a fuggire secondo quanto riferito dal dirigente scolastico. "All'inizio hanno preso più di un centinaio di studenti, poi hanno lasciato andare quelli che consideravano troppo piccoli per camminare, tra i 4 e i 12 anni" ha dichiarato, aggiungendo di non avere al momento cifre precise.

Secondo quanto dichiarato dalla polizia locale, il gruppo di uomini armati sarebbe arrivato nei pressi della scuola a bordo di alcune moto. Gli aggressori avrebbero iniziato a sparare, uccidendo una persona dello staff scolastico e ferendone gravemente un'altra. Un insegnante ha rivelato alla BBC che in tutto sarebbero stati rapiti almeno 150 alunni. Di questi circa 11 sono stati poi rilasciati perché "troppo piccoli". 

I rapimenti in Nigeria

Il nuovo rapimento è stato registrato il giorno dopo il rilascio di 14 studenti nello stato di Kaduna dopo 40 giorni di detenzione. Cinque sono stati uccisi dai rapitori nei giorni immediatamente successivi all'attacco per fare pressione sulle famiglie dei sopravvissuti e costringere il governo a pagare il riscatto. I rapimenti di studenti sono da sempre frequenti in Nigeria. Lo scopo è quello di ottenere denaro per finanziare le attività criminali di gruppi terroristici. Il più famoso è quello del 2014, quando Boko Haram rapì 276 studentesse. Molte furono poi liberate o riuscirono a scappare. Un episodio simile avvenne lo scorso 26 febbraio, quando furono prelevate con la forza altre 300 studentesse in una scuola del nord-ovest del paese. Furono liberate pochi giorni dopo grazie al negoziato avviato con i rapitori. Secondo il governo dello stato di Zamfara, non fu pagato alcun riscatto. Le 300 ragazzine furono prelevate nella scuola di Janjebe durante una mattinata di lezione. Molte delle studentesse avevano appena 10 anni. Al loro ritorno furono accolte dalle grida di gioia e sollievo dei familiari.

2.469 CONDIVISIONI
"Non abbiate paura", giornalista legge un messaggio dei Talebani in tv circondato da uomini armati
"Non abbiate paura", giornalista legge un messaggio dei Talebani in tv circondato da uomini armati
Hawaii, ritrovato dopo 37 anni su una spiaggia un messaggio in bottiglia proveniente dal Giappone
Hawaii, ritrovato dopo 37 anni su una spiaggia un messaggio in bottiglia proveniente dal Giappone
Scuola, tra i 10 e i 16 milioni di bambini rischiano di non tornarci più
Scuola, tra i 10 e i 16 milioni di bambini rischiano di non tornarci più
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni