Dopo un lungo lockdown che via via ha coinvolto sempre più persone diventando di fatto un blocco nazionale per l'emergenza coronavirus , il Regno unito si prepara a riaprire in vista del Natale ma non sarà un liberi tutti. Ad annunciarlo oggi è stato lo stesso Premier Boris Johnson avvertendo: "Il Virus non è sconfitto". Allo scadere del lockdown nazionale, il prossimo 3 dicembre, ci saranno infatti meno restrizioni per spostamenti dei cittadini e attività commerciali ma si passerà comunque a blocchi a livello locale in base alla situazione epidemiologica che imporranno comunque misure più restrittive.

Boris Johnson: £Il Virus non è sconfitto"

Come ha spiegato Boris Johnson in video collegamento alla Camera dei Comuni, il governo britannico non intende prolungare oltre il lockdown nazionale ma in base alla situazione attuale dei contagi resteranno alcune misure come  ad esempio il coprifuoco serale. Dal 3 dicembre dunque nel Regno Unito riapriranno in parte negozi non essenziali come ad esempio le palestre  e i parrucchieri,  tornerà il pubblico negli eventi sportivi e i clienti potranno sedersi di nuovi ai tavoli di ristoranti e pub. Allentamenti delle misure restrittive che però non varranno per tutte le regioni. Per tutti però varrà il coprifuoco alle 22 per gli ultimi ordini, esteso alle 23 per le consumazioni già servite.

Il Regno unito passerà di nuovo al sistema a tre livelli

Il Paese infatti passerà di nuovo al sistema a tre livelli di restrizioni Covid che sarà in vigore almeno fino alla primavera ma molte regioni inizialmente saranno collocate al livello più alto di rischio: il tre. Il Premier  ha avvertito che le regole in molte aree saranno più severe rispetto a quelle in vigore prima del blocco, sottolineando che dovrà essere "la spinta finale"  prima del previsto arrivo dei vaccini covid. Le persone potranno tornare a circolare ma all'aperto tornerà "la regola del sei" cioè ci si potrà radunare con non più di sei persone e rispettano le distanze.

Le restrizioni per i tre livelli

Nelle zone di livello 1, la regola del sei sarà la stessa sia in casa che fuori, consentendo alle famiglie  di ospitare anche  persone fuori dal nucleo famigliare.  Nei livelli 2 e 3, tali incontri saranno consentiti solo all'aperto, senza poter ospitare altri in casa. Pub e bar saranno aperti solo in zona 1 mentre i ristoranti potranno aprire anche in zona 2.  Solo Attività da asporto e consegna a domicilio per le zone di livello tre. In queste ultime è ancora vietato spostarsi. Per gli eventi sportivi all'aperto, nel livello 1 possono riunirsi fino a 4.000 persone o il 50% della capacità abituale, mentre nel livello 2 il numero è di 2.000 persone, o il 50% della capacità normale se inferiore.