Mohammed Merah: chi è il mostro di Tolosa?

E' ancora nella morsa del panico la città di Tolosa, già teatro di una strage che è costata la vita a 4 persone, lunedì scorso. Mohamed Merah, nato il 10 ottobre 1988 a Tolosa, in queste ore è accerchiato dai poliziotti, che tentano il blitz per arrestarlo. E' lui il killer che ha aperto il fuoco alla scuola ebraica ‘Ozar Hatorah', ma l'eccidio non è l'unico colpo eseguito "per rivendicare i bambini palestinesi": ha ucciso diversi militari due settimane fa, ed era pronto ad organizzare nuovi agguati. La polizia francese accerchia l'edificio in cui è rinchiuso Merah dalle prime ore di questa mattina, fonti locali spiegano che il 23enne avrebbe fornito una sorta di ultimatum: la resa avverrà non prima della mezzanotte di questa sera. La polizia ha spento l'illuminazione pubblica di tutti gli edifici intorno al palazzo in cui si nasconde Merah. Un elicottero, intanto, sorvola l'edificio.

I precedenti penali di Mohamed Merah – Emergono, intanto, nuovi dettagli sulla figura dell'assassino francese di origini algerine. Mohamed Merah è già conosciuto alle forze dell'ordine perché fu arrestato a Kandhar, Afghanistan, nel 2007, per un tentato agguato dinamitardo. Nel febbraio del 2010, poi, sarebbe tornato in cella perché sorpreso a guidare senza patente di guida. Un'accusa, questa, che nulla ha in comune con i brutali eccidi degli ultimi giorni.

Il killer di Tolosa voleva arruolarsi nell'esercito – Il ministero della Difesa francese, inoltre, ha comunicato che Mohamed Merah ha tentato di entrare, senza successo, prima nell'esercito, e poi nella Legione straniera. Nel 2008, Mohamed chiese di essere arruolato nell'esercito, ed aveva passato le prove con buon esito. Una sola circostanza bloccò il cammino dell'allora 19enne: i suoi precedenti penali. Nel 2010, invece, Merah aveva provato ad entrare nella Legione straniera, ma si ritirò prima ancora di sostenere i test d'ingresso.