Un bambino di soli sei anni è caduto dalla terrazza panoramica della Tate Modern Gallery, uno dei più importanti musei di Londra. Il piccolo è stato ricoverato in ospedale in condizioni critiche. Secondo quanto emerso sulla base delle prime informazioni, il bambino sarebbe stato spinto giù. La polizia ha reso noto di aver arrestato un 17enne con l’accusa di tentato omicidio. Il bambino, dopo la caduta, è stato ritrovato su un tetto del quinto piano: è quindi caduto per altri cinque piani. Secondo quanto riporta sempre la stessa polizia londinese, la persona arrestata per aver spinto il piccolo non conosceva la vittima.

La galleria londinese è stata evacuata dopo l’incidente, come confermato dagli stessi responsabili della Tate. I fatti sono avvenuti nel primo pomeriggio e oltre all’evacuazione di alcune zone, altre sono state poste in lockdown. La galleria è quindi rimasta chiusa fino alla fine della giornata. La Tate Modern è una attrazione turistica tra le più popolari della capitale britannica, oltre che tra le più visitate: nel 2018 ha registrato quasi sei milioni di visite.

Per soccorrere il bambino è stato necessario l’intervento di un elicottero che lo ha poi trasportato in ospedale. La polizia potrebbe essere arrivata all’arresto anche grazie alle testimonianze delle persone presenti: secondo il personale, infatti, erano molti i testimoni che hanno raccontato quanto visto. La polizia è stata avvisata di quanto avvenuto intorno alle 13.40 (14.40 in Italia) e la vittima è stata poi trovata sul tetto al quinto piano. L’adolescente arrestato era rimasto insieme ad altri visitatori sulla terrazza del decimo piano. La stessa polizia londinese sottolinea che non esistevano legami tra i due e che ai visitatori è stato permesso di lasciare l'edificio.