1.125 CONDIVISIONI
1 Febbraio 2018
16:50

Le bimbe lo incontrano dopo il divorzio, lui gli spara in testa: sarà giustiziato

L’uomo sparò alle bimbe durante un incontro dopo il divorzio dalla moglie mentre le piccole erano al telefono con la mamma che ha dovuto assistere in diretta all’intera scena senza poter far niente.
A cura di A. P.
1.125 CONDIVISIONI

"No papà, per favore non farlo" avevano urlato le bimbe, poi gli spari dell'uomo e la sua agghiacciante esclamazione: "Buon fottuto Natale". Così le piccole Liberty, di sei anni, e Faith, di nove anni, sono state uccise brutalmente dal padre, John Battaglia, dal quale erano andate per qualche ora, dopo la separazione dei genitori. Per quell'orribile omicidio, avvenuto nel maggio del 2001 nell'appartamento dell'uomo nella città di  Dallas, nello stato del Texas, negli Stati Uniti, ora John Battaglia sarà giustiziato dopo la condanna a morte di un tribunale locale.  Escludendo una stop dell'ultimo minuto, il Texas eseguirà la pena capitale si uno dei più famosi assassini di Dallas alle 18 di Giovedì ora locale.

Quello del 62enne infatti è stato uno degli omicidi che più ha sconvolto l'opinione pubblica locale.  John Battaglia infatti stava incontrando le figlie con l'autorizzazione del tribunale locale dopo il loro affidamento alla moglie a seguito del divorzio e nessuno si sarebbe mai aspettato che l'incontro potesse finire così tragicamente. L'uomo  uccise le sue figliolette mentre queste erano al telefono con la madre  proprio per vendetta contro la donna. Quest'ultima dovette assistere in diretta all'intera scena senza poter far niente.

Battaglia aveva una storia di violenza domestica nel suo matrimonio con Mary Jean Pearl e anche nelle sue precedenti nozze  a nonostante questo, gli sono state concesse visite senza supervisione. Il caso ha dato impulso a una modifica legislativa che ha reso obbligatorio per i giudici chiedere se esiste una storia di violenza domestica prima di concedere visite ai figli. L'uomo è stato condannato a morte nel 2002 e da allora è stato nel braccio della morte a Livingston. La sua esecuzione capitale era stata fissata in un primo momento per il 30 marzo 2016, ma poi arrivò una sospensione temporanea in modo che i medici potessero valutare il suo stato mentale. In Texas, i detenuti nel braccio della morte infatti devono comprendere sia le ragioni dell'esecuzione sia che la loro morte è imminente per essere giustiziate.

1.125 CONDIVISIONI
Il fidanzato la tradisce con la madre: lei gli spara in testa mentre dorme. Dell'omicidio si era accusato il padre
Il fidanzato la tradisce con la madre: lei gli spara in testa mentre dorme. Dell'omicidio si era accusato il padre
Francia, poliziotto spara in pieno centro a Nizza durante un'operazione: un morto
Francia, poliziotto spara in pieno centro a Nizza durante un'operazione: un morto
Fatima, 3 anni, muore a Torino dopo un volo dal quarto piano: "Ho ancora nella testa quel tonfo"
Fatima, 3 anni, muore a Torino dopo un volo dal quarto piano: "Ho ancora nella testa quel tonfo"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni