27 Settembre 2013
09:57

La Spagna vuole cambiare fuso orario: “Un’ora indietro per dormire di più”

La proposta presentata al parlamento prevede di tornare al fuso di Greenwich, usato prima del 1942, per conciliare la vita personale, familiare e lavorativa degli spagnoli.
A cura di Antonio Palma

L'attuale fuso orario non piace più alla Spagna. Dopo lunghi dibattiti politici e discussioni pubbliche una commissione parlamentare di Madrid infatti ha approvato ieri un rapporto in cui propone al governo una vera e propria rivoluzione dell'orario, abbandonare il fuso orario attualmente vigente, quello dell’Europa centrale, e tornare a quello che si usava fino al 1942, quello inglese di Greenwich. Dopo la modifica voluta dal dittatore Francisco Franco per mettersi in linea con la Germania nazista, la penisola iberica, infatti, pur trovandosi geograficamente nella stessa zona di Portogallo e Inghilterra, ha la stessa ora di Italia, Francia e Germania, vale a dire un'ora avanti rispetto a Greenwich d'inverno e due ore d'estate.

"Viviamo con un jet-lag permanente, visto che l’ora solare non corrisponde a quella ufficiale. Per questo i nostri costumi sono tanto diversi dal resto degli europei" spiegano alcuni esperti che hanno partecipato alla stesura del report della Commissione, aggiungendo "ci svegliamo troppo presto e dormiamo un'ora in meno del tempo raccomandato dall'Organizzazione mondiale della sanità". Tutte queste disfunzioni secondo il rapporto hanno conseguenze pesanti sul lavoro, la produttività, gli incidenti e in generale sulla vita personale, familiare e lavorativa dei cittadini spagnoli. Secondo gli esperti con il ritorno al fuso orario originale, invece si dormirà di più, si guadagneranno diversi minuti al giorno per il tempo libero, e "tornerebbero a coincidere gli orari dei pasti con l’orologio biologico, determinato dai cicli di luce ed oscurità naturali".

Il sindaco trattorista che vuole cambiare la Calabria con una rivoluzione gentile
Il sindaco trattorista che vuole cambiare la Calabria con una rivoluzione gentile
Procreazione assistita gratuita per donne e persone trans, la rivoluzione della Spagna
Procreazione assistita gratuita per donne e persone trans, la rivoluzione della Spagna
"Non accettate pillole dai soldati bielorussi": così la Polonia terrorizza i migranti
"Non accettate pillole dai soldati bielorussi": così la Polonia terrorizza i migranti
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni