Kamala Harris è la prima vicepresidente donna degli Stati Uniti. Ed è proprio alle donne che ha dedicato il suo discorso della vittoria. Ma non solo con le parole. Harris è infatti arrivata sul palco di Wilmington, nel Delaware, con un completo bianco. Un messaggio che è arrivato prima ancora delle sue parole: infatti il bianco era il colore indossato dalle suffragette quando lottavano per il diritto di voto.

Non è la prima volta che tra le esponenti democratiche questo colore viene indossato per rendere omaggio ai diritti delle donne: ad esempio, al discorso dell'Unione di quest'anno, molte donne del Congresso statunitense si sono presentate con abiti bianchi in onore del centenario del 19esimo emendamento, quello che ha riconosciuto alle donne il diritto di voto. Lo stesso hanno fatto negli anni precedenti come forma di solidarietà alle donne di tutto il Paese.

"Penso alle donne che hanno combattuto e sacrificato così tanto per l'uguaglianza, la libertà e la giustizia per tutti, comprese le donne afroamericane, spesso trascurate ma che spesso dimostrano di essere la spina dorsale della nostra democrazia. Penso a mia madre (immigrata dall'India negli Stati Uniti, ndr), penso a lei e penso a intere generazioni di donne, donne di colore, asiatiche, bianche, latine, native americane, che hanno battuto la strada per questo preciso momento", ha detto Harris nel suo discorso.

 

E ancora: "Sebbene io sia la prima donna a ricoprire questo incarico, non sarò l'ultima". Harris non solo è la prima donna a ricoprire la carica di vicepresidente degli Stati Uniti, ma è anche la prima asioamericana.