Un nuovo duro colpo è stato inflitto allo Stato Islamico. Le autorità irachene hanno infatti annunciato la cattura di Abdul Nasser Qardash, indicato come uno dei possibili successori di Abu Bakr al Baghdadi alla guida del califfato. Qardash – soprannominato anche il ‘Professore' e ‘il Distruttore' – era considerato uno dei papabili successori di Al Baghdadi alla guida dell'Isis dopo la morte del leader avvenuta lo scorso 27 ottobre durante un blitz statunitense in Siria. Sulla testa di Qardash era stata posta una taglia da 5 milioni di dollari.

Stando a quanto riporta al Arabiya, l'arresto è stato portato a termine di "un'accurata indagine dei servizi", si legge nella dichiarazione del Servizio di intelligence nazionale iracheno. "Qardash – riportano i servizi iracheni – ha ricoperto posizioni di leadership nell'organizzazione sin dai tempi di Al-Zarqawi, fino a raggiungere il ruolo di capo del comitato delegato sotto il califfato di al Baghdadi, e ha guidato le battaglie a Baghuz".

Chi è Abdul Nasser Qardash

Vantava due soprannomi, Abu Abdullah al-Qardash: Il Professore, per i suoi studi universitari in scienze islamiche a Mosul, e Il distruttore, per la fama di spietato persecutore degli Yazidi nell'Iraq nord-occidentale. Il leader del califfato era noto anche per essere stato il capo della sicurezza dei vertici dello Stato Islamico, oltre che uno dei coordinatori delle cellule di terroristi in Nord-Africa e Europa.

Iracheno di origini turcomanne, Abu Abdullah al-Qardash è uno dei pochi leader dell'Isis non arabi: la sua scelta come successore di Al Baghdadi è stata fatta prima della morte di quest'ultimo. Nato nel distretto occidentale di Mosul, borgo di Tal Afar, ha conseguito la laurea al gran collegio per Imam Al-Adham Abu Hanifa al-Numanin, per poi entrare nell'esercito di Saddam Hussein.