224 CONDIVISIONI
9 Gennaio 2022
18:58

Intrappolati nelle auto per una tempesta di neve, in decine muoiono assiderati in Pakistan

Sono decine le persone, tra turisti e residenti, morti assiderati a causa della bufera di neve che ha travolto il Pakistan, e in particolare la regione del Punjab. Tra le vittime almeno 10 bambini.
A cura di Chiara Ammendola
224 CONDIVISIONI

È un bilancio drammatico e in costante crescita quello che giunge dal Pakistan dove decine di persone sono morte assiderate a causa di una tempesta di neve che ha travolto diverse regioni del Paese. Sono infatti 44, secondo l'ultimo bollettino, le persone decedute la metà delle quali nelle loro auto dove sono rimaste bloccate per la neve che ha reso impraticabili le strade. Tra le vittime ci sono anche dieci bambini.

La più colpita è stata la cittadina di Murree, nel Punjab, da dove giungono le immagini di auto bloccate nella neve mentre i militari inviati dai governi locali tentano di liberare le strade per liberare le persone. La località che si trova a più di 2mila metri sul livello del mare è una meta rinomata tra residenti e turisti che, attratti dalla neve, l'hanno raggiunta nei giorni scorsi finendo per restare bloccati in auto. Secondo i militari le persone salvate sarebbero più di mille. Nello stesso Punjab il peso della neve ha provocato il crollo del tetto di una struttura che ha ucciso sette persone, mentre altre 12 sono morte nel distretto nord-occidentale del Khyber Pakhtunkhwa, al confine con l'Afghanistan, a causa del gelo e delle piogge. Infine due bambini sono morti per il crollo di un altro tetto sempre nel Beluchistan. Al momento i feriti sarebbero decine.

Anche l'agricoltura ha subito forti danni a causa della tormenta di neve che si è abbattuta in Pakistan, mentre sono numerose le abitazioni danneggiate, così come le strade e diverse infrastrutture. Allarme anche per la moria di animali che non hanno resistito al grande freddo. Secondo quanto si apprende dagli esperti meteo, la situazione rimarrà pressoché invariate almeno per le prossime 72 ore, prima dell'arrivo di un miglioramento.

224 CONDIVISIONI
Zelensky: "Come nel 1940 difendiamo il mondo dai dittatori, l'Ucraina sarà indipendente per sempre"
Zelensky: "Come nel 1940 difendiamo il mondo dai dittatori, l'Ucraina sarà indipendente per sempre"
Le notizie del 20 maggio sulla guerra in Ucraina
Le notizie del 20 maggio sulla guerra in Ucraina
Mariupol caduta, Alegi (Luiss): "Nessuna svolta, è in Donbass che si gioca la partita decisiva"
Mariupol caduta, Alegi (Luiss): "Nessuna svolta, è in Donbass che si gioca la partita decisiva"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni